un pranzo aziendale

09 ottobre 2009 ore 22:21 segnala

quanta fatica...

chino il mio sguardo, sul mio piatto

ma lo stomaco è chiuso più di tutto me stesso

fingo una normalità che non convince

neanche un cameriere mai visto

mi sono lasciato convincere che in fin dei conti..

è solo un pranzo aziendale...

certo, ma chi mi ha convinto non conosce max..

mi guardo intorno e mi domando che ci sto a fare...

sorrisi musica balli e giochi...

ed io che guardo una finestra lì vicino

come un uccello in gabbia guarda il cielo

non è il mio mondo, il mio vivere..

mi sento così fuori luogo

quei giovani quei sorrisi grandi sogni

un futuro di carriera,

..o forse la mia è solo consapevolezza

di non avere avuto mai la loro voglia di divertirsi di vivere

di non avere mai avuto ambizione di carriera

e di non avere più né tempo né forza per averne ora

mai più, mai più...

non ho voglia di socializzare, mai più un pranzo aziendale

stanotte incubi sovrasteranno i sogni

e solo disintossicherò la mia solitudine

con buona musica ed il mio Red

che sornione tra fusa e sbadigli si fingerà comprensivo

con i miei tormenti... 

 

  

 

11168645
quanta fatica... chino il mio sguardo, sul mio piatto ma lo stomaco è chiuso più di tutto me stesso fingo una normalità che non convince neanche un cameriere mai visto mi sono lasciato convincere che in fin dei conti.. è solo un pranzo aziendale... certo, ma chi mi ha convinto non conosce max.. mi...
Post
09/10/2009 22:21:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.