Un uomo come tanti

11 aprile 2008 ore 18:42 segnala

C'era un uomo seduto su una panchina

vicino alla stazione.... barba lunga, abiti sgualciti,

scarpe sfondate,

un cartone pronto per la notte,

la sua dignità glielo faceva maneggiare con cura,

come un caldo piumone con cui ci avvolgiamo

nelle nostre case,

un sorso di alcool per scaldarsi, da una bottiglia che faceva capolino da un sacchetto di carta.

I suoi occhi hanno incrociato i miei, un attimo,

ed ho visto tutta la sua vita scorrervi dentro,

gioie, dolori, rabbia e disperazione,

ho provato vergogna;

sono fuggito da lui e dalle mie lacrime strozzate in gola

dai miei sensi di colpa e di impotenza...

avrei voluto sedermi, seguirlo,

con lui dividere e condividere la sua vita

la sua storia, una come tante

tra disperazione, miseria, solitudine ed incomprensione.  

9140846
C'era un uomo seduto su una panchina vicino alla stazione.... barba lunga, abiti sgualciti, scarpe sfondate, un cartone pronto per la notte, la sua dignità glielo faceva maneggiare con cura, come un caldo piumone con cui ci avvolgiamo nelle nostre case, un sorso di alcool per scaldarsi, da una...
Post
11/04/2008 18:42:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.