Una notte di magia

24 luglio 2017 ore 22:00 segnala
Il periodo di gestazione era finito, Joy, una giovane donna avrebbe dovuto partorire ma solo il cesareo le garantiva la vita e quella della prole.
I dolori erano forti ed il ricovero immediato era ormai doveroso, ospedali pubblici in grave crisi non avevano ne disponibilità di ricovero e tanto meno medici per un intervento.
Le sole strutture possibili ovviamente quelle private ad un costo di 500€ una cifra irrisoria per noi, ma qui in Kenya ha più o meno questo significato "devi morire"
Mi sentivo così frastornato, arrabbiato e nello stesso tempo impotente... perché come diceva la grande Teresa di Calcutta, non pensare di poter salvare il mondo.
Quella notte la falce avrebbe ancora una volta reciso una innocente vita.
E qui che inizia un mio viaggio nel misterioso mondo della magia nera, witchcraft.. stregoneria? Non lo so, ma nella mia stanza in silenzio nel mio sconforto, ho sentito dei passi e vocii di donne che si radunavano intorno alla ragazza.. l'intera comunità giriama femminile era lì, una nenia mormorata.. lentamente, qualcosa di incomprensibile..sempre più potente..sino a che divenne qualcosa di innaturale forza.. un coro in diretto contatto con Qualcuno... quanto è durato non lo so ma io mi ritrovavo a piangere e pregare per lei senza neanche sapere cosa succedeva...
Il mattino nel silenzio totale lei non era più lì.. ho timidamente chiesto dove fosse, da sua madre la risposta, questa notte era magia? ...si la risposta.
Oggi a 10 giorni di distanza l'ho incontrata nella strada.. con una bambina piccola come un fiore... ho chiesto how are you Joy? I am fine thanks.. con un sorriso come il sole, come solo una giovane madre sa fare con una stupenda luce nei suoi occhi.
Cosa posso dire.. autosuggestione? Superstizione? O solo fortuna? Non lo so ma questo paese... mi travolge l'anima ogni giorno...
GRANDE IL MIO KENYA
14e5cb8f-e37b-4711-9188-83368a58e24b
Il periodo di gestazione era finito, Joy, una giovane donna avrebbe dovuto partorire ma solo il cesareo le garantiva la vita e quella della prole. I dolori erano forti ed il ricovero immediato era ormai doveroso, ospedali pubblici in grave crisi non avevano ne disponibilità di ricovero e tanto meno...
Post
24/07/2017 22:00:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.