I CASI DELLA VITA

30 luglio 2009 ore 17:51 segnala

A volte a nostra insaputa

 

ci troviamo diretti verso un precipizio.


Sia che ciò avvenga per caso

 

 o intenzionalmente non possiamo

 

 fare niente per evitarlo...........:nonono

in 1 mondo in cui va bn tt e il contrario di tt...

24 luglio 2009 ore 08:56 segnala

Chi
si mette sulla via della virtù da prova di 1 indole nobile,ki invece va dietro al piacere è privo di nervi,1 debosciato,1

deviato pronto a precipitare nei vizi + abominevoli a meno ke nn abbia qualcuno ke gli mostri la differenza tra i veri

piaceri, sì ch'egli possa comprendere quali di essi rientrino nei limiti del desiderio naturale e quali invece corrono

all'impazzata e senza fine  tanto + insaziabili quanto + si cerca di appagarli...........................................e scambiati  i suoi vizi x precetti

filosofici  vi si abbandona con indulgenza,sfacciatamente e senza + nasconderli nemmeno,anzi finisce x praticare la

lussuria in pubblico........................................e così perde l'unico bene ke gli restava,in mezzo a tt quei mali,la vergogna del peccato:loda

infatti ciò di cuio prima arrossiva e si vanta dei propri vizi.....egli  nn ha + la possibilità di riemergere da quel

fango,quando a 1 così turpe e pigro godimento si è conferito 1 attestato di onorabilità.......................

 

avrò fatto bn a leggere seneca in vacanza ?

 

:mmm :mmm :mmm :mmm

 

 

 :many :many

 

 

casca a fagiolo....

23 luglio 2009 ore 22:01 segnala

La moglie trova un bigliettino con scritto il nome di una donna nella giacca del marito. Alla sera, come il marito mette piede in casa, la moglie gli sferra una padellata in testa.
Il marito:
- Uhè, Marì, ma che fai? Si 'isciuta pazz'?
- Ah i so' pazz'?!? Agg' truvato nù bigliett' ind a' giacca!
Il marito, elaborando velocemente:
- Ma no, Marì, che bai penzann! E' o nomme dò cavallo che io e l'amici miei avimme fatt' na scommessa... mica e' na femmena!
La moglie dispiaciuta:
- Ah scusa Pasquà, nun vuleve... ò sai comm'è a' gelosia!
Il giorno dopo il marito torna a casa, apre la porta e subito dopo gli arriva un'altra padellata in testa.
- Marì, nata vota?! Ma mo, che e' succiess?
- PASQUA', T'HA TELEFUNAT' O CAVALL!

..................................

 

PADELLA IN ACCIAOI INOX MISURA GRANDIXIMA .....ANDRA BENE?GLI FARò ABBASTANZA MALE?????

:many

la strana voglia....

21 luglio 2009 ore 09:38 segnala

:nono1

sono tornata con 1 stranixima voglia di sfogliatelle :batashyf

cosa faccio cedo alla tentazione?:mmm

:sbav :sbav :sbav :sbav

si parte ....

29 giugno 2009 ore 09:48 segnala

.......................

.............................

.....me ne vado su 1 isola deserta ..

27 giugno 2009 ore 09:51 segnala

....ma cosa metto in valigia??

 

è da 1 settimana ke preparo valige :nono1

sono troppe le cose ke ho deciso di portare ..mi sa ke dovrò noleggiare 1 furgone :mmm :mmm

oppure......cosa lascio a casa??:batashyf

 

 

bastaaaaaaaa!!!!!!!!!!!

25 giugno 2009 ore 10:00 segnala

:urlo :urlo

....:mitra :mitra :mitra

 

                      :caccavallo

:batacar

                  :ciao :ciao

...questa strada ha 1 cuore???

25 giugno 2009 ore 08:45 segnala

 

 

.........ogni strada è soltanto una strada. Non è un affronto a te stesso o ad altri abbandonarla, se è questo che ti suggerisce il cuore. Ma la decisione di continuare quella strada, o di lasciarla, non deve essere provocata dalla paura o dall'ambizione. Osserva ogni strada attentamente e con calma. Prova a percorrerla tutte le volte che lo ritieni necessario. Poi rivolgiti una domanda ... a te stesso, e soltanto a te stesso: "Questa strada ha un cuore?" Una strada senza cuore non è mai piacevole. Devi lavorare duramente anche per intraprenderla. D'altra parte è facile seguire una strada che ha un cuore, perché amarla non ti costa fatica. :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore

 

 

Carlos Castaneda, Gli Insegnamenti di don Juan

...oggi mordooooooo....

23 giugno 2009 ore 09:37 segnala

......la dedico a tt le xsone ke sognano

 

 

Un somaro deluso della vita nelle salarie

 

L'ultimo respiro disse:

 

Grazie Signore che è finita

 

Ma la sua pelle venne conciata e usata per tamburo

 

Così se in vita ebbe le ossa rotte

 

Neppur la morte gli evitò le botte.

 

:tetajo :tetajo

                               :caccavallo

:mitra

 

 

AMOR DI POESIA....

22 giugno 2009 ore 08:50 segnala

 

Dalla soglia di un sogno mi chiamarono...
Era la buona voce, amata voce.
   - Dimmi: verrai con me a vedere l'anima?...
Una carezza mi raggiunse il cuore.
   - Sempre con te... Ed avanzai nel sogno
per una lunga, spoglia galleria;
sentii sfiorarmi la sua veste pura
e il palpito soave della mano amica.

 

(Antonio Machado)