RICORDI

22 dicembre 2009 ore 20:36 segnala
"sssssstttttt....silenzio,fate piano bambini,altrimenti vi sente e scappa":
Questa era la frase che sentivamo ogni anno da bambini,mentre eravamo chiusi in una stanza ad aspettare Babbo Natale.L'emozione che vivevo era talmente forte che ancora oggi è viva dentro di me.
Ad un certo punto la mia mamma usciva dalla stanza perchè,così diceva,doveva andare a vedere se erano arrivati i doni e da quel momento il suono dolce di un campanellino rieccheggiava per tutta la casa.Era lui,Babbo Natale!Il mio respiro diventava affannoso e cercavo di rimanere il più immobile possibile per non dirsturbare il lavoro di questo grande e vecchio uomo che faticava così tanto a fare le scale con tutti quei doni.Tutto questo durava mezz'ora con l'ansia che cresceva,l'emozione che esplodeva fichè non arrivava mamma piena di entusiasmo dicendo che se ne era andato dopo aver bevuto un grappino per riscaldarsi.(Quanto invidiavo mia mamma che lo poteva vedere ed io no!)Arrivato il momento di uscire da quella stanza mio papà mi prendeva in braccio e uscivamo piano piano con mio fratello che si nascondeva dietro le sue gambe.Nella mia fantasia fanciullesca sentivo persino il profumo di Babbo Natale che conservo ancora oggi nella memoria nasale.Un pò di preghiere davanti al presepe accendendo qualche candelina e ringraziandolo per tutto quello che ci aveva dato e poi si poteva finalmente correre verso quei pacchi che ci riempivano di gioia.
Dolci sensazioni,forti emozioni,inebrianti profumi..ecco quello che il Natale della mia infanzia mi ha lasciato dentro!!!!
11324846
"sssssstttttt....silenzio,fate piano bambini,altrimenti vi sente e scappa":Questa era la frase che sentivamo ogni anno da bambini,mentre eravamo chiusi in una stanza ad aspettare Babbo Natale.L'emozione che vivevo era talmente forte che ancora oggi è viva dentro di me.Ad un certo punto la mia mamma...
Post
22/12/2009 20:36:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. goccesulmare 22 dicembre 2009 ore 21:49
    conserviamo nella nostra memoria dei cari ricordi legati all'infanzia, alla spensieratezza, all'ingenuità alla gioia di ricevere dei doni.....
    ricordo dei frutti che mio padre lanciava al di sopra della cappa della stufa  legna che ci piombavano in grembo, le caramelle che preparava mamma, con lo succhero caramellato ed una bambola con dei boccoli neri che finiva per essere messa seduta al centro del letto per non farla sciupare...un servizietto da caffe di porcellana in miniatura che conservo ancora al mio paese, una trottola di latta tutta colorata ed un cane di legno rosso
    babbo natale mai visto...e la befana nemmeno...ma aspettavamo il loro arrivo con trepidazione ed erano momenti di completa frenesia....
    emozionante leggere i tuoi ricordi, la gioia dell'attesa e un po di invidia per non poter vedere quest'uomo buono che portava doni a tutti i bambini
    Gocce
  2. pensierino50 24 aprile 2010 ore 23:10

    leggendo il tuo post, sono ritornato indietro nel tempo, i ricordi non si cancellano mai, bei tempi quelli, ciao felice domenica a Te.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.