la tassa per il grasso

21 agosto 2010 ore 10:40 segnala
In Germania è partita la crociata contro l'obesità, in particolare fra i bambini: dopo la proposta di far pagare più tasse alle persone sovrappeso, adesso arriva anche quella di vietare i fast-food ai minori.   

l responsabile Sanità, Erwin Lotter, punta il dito sulle cattive abitudini alimentari: "il problema è e resta il sovrappeso dei nostri bambini. Bisogno combatterlo ed evitare soprattuto che i minori di 16 anni mangino prodotti dei fast-food". Insomma, sostiene l'esperto, se i genitori non si comportano in modo responsabile, tocca alla politica e alla legge reagire adeguatamente. Nei giorni scorsi un deputato conservatore del parlamento della Sassonia ha ipotizzato l'introduzione di un maggiore carico contributivo per i "grassi", per bilanciare il loro "peso" sul sistema sanitario nazionale. "Le persone che consapevolmente vivono e si alimentano in modo sbagliato dovrebbero assumersene la responsabilità e pagarne le spese", sostiene Marco Wanderwitz, leader dei giovani parlamentari della Cdu di Angela Merkel. La sua tesi è sostenuta anche da un economista, scrive oggi la Bild, secondo il quale alcuni cibi, come le tavolette di cioccolato, dovrebbero portare un avviso di rischio per la salute, come le sigarette. Il sistema sanitario tedesco attraversa un momento di grave difficoltà e secondo alcune stime i trattamenti per le patologie legate all'obesità costano circa 16 miliardi l'anno.




11716435
In Germania è partita la crociata contro l'obesità, in particolare fra i bambini: dopo la proposta di far pagare più tasse alle persone sovrappeso, adesso arriva anche quella di vietare i fast-food ai minori.   l responsabile Sanità, Erwin Lotter, punta il dito sulle cattive...
Post
21/08/2010 10:40:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. ratmousque 21 agosto 2010 ore 12:34

    penso che se c dovessero far pagare una tassa per ogni caloria in più di quelle stabilite, saremmo arrivati davvero al capolinea della libertà...in questo  contesto quella alimentare...giustò però cercare di prevenire, specialmente per i ragazzi...ciao ciao

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.