Hurricane

07 febbraio 2023 ore 21:23 segnala
Devo ammettere che tempo fa sono stato molto colpito dalla lettura di un articolo che parlava di come in alcune località degli Stati Uniti folle di fedeli si siano radunate a pregare contro l'arrivo di uragani. Sì, il tema delle preghiere contro gli uragani mi ha acchiappato parecchio e quando una cosa mi acchiappa inizio a lasciare libero sfogo ai pensieri, mi faccio domande, cerco di approfondire. Tutte cose che provocano uragani mentali che poi vi ritrovate in queste pagine sotto forma di delirio. Allora, la prima cosa che mi sono chiesto è come i credenti cristiani pensano che le loro preghiere abbiano effetto su un uragano. Voglio dire, ci sono diverse ipotesi da prendere in considerazione. Pensano che l'uragano sia a sua volta un fervente cristiano e quindi sia rabbonito dalle suddette preghiere? Ma allora Noè che si è rimboccato le maniche e ha costruito un'Arca ha esagerato quando poteva cavarsela con due Ave Marie e quattro Pater Noster? O pensano forse che sia una punizione divina per i loro peccati alla quale sfuggire facendo i bravi in spiaggia? E qui mi viene in mente la faccia da culo "scusi prof giuro che non lo faccio più" che mettevo su quando mi beccavano disattento o a disturbare a scuola. O ancora al contrario pensano l'uragano come una sorta di emanazione del demonio che viene respinta e in qualche modo esorcizzata sempre dalle suddette preghiere? E se l'uragano fosse seguace di qualche religione bellicosa e radicalizzata? Voglio dire, quando gli ricapita di trovare una bella spiaggia gremita di infedeli inermi armati solo delle loro preghiere?
Per tacere degli intrecci con la geografia. Ok, proteggi la tua spiaggia e la tua cittadina con il coro delle tue preghiere e respingi l'uragano. Ma dove lo mandi, per la miseria? Pensi di riuscire ad annichilirlo e far tornare il sole o ti limiti a mandarlo sulla cittadina vicina e poi sono cazzi loro anche se sono cristiani come te? Cosa è, ai canti mischiate anche qualche soffiata? "Ehi, risparmia noi di Staminchia City, ho sentito dire che a Sticazzyville 20 miglia più avanti è pieno di puttanieri e ubriaconi, vai là." Poi, per concludere, ho tentato di mettermi nei panni di un uragano. Sì, lo so che un uragano si libra nell'aria leggero e si muove veloce ruotando su se stesso mentre io sono leggermente sovrappeso e se ruoto velocemente su me stesso mi schianto sul pavimento a pelle di leone, ma volete concedermi o no qualche licenza poetica? Allora, in questa visione ero un uragano diretto verso una spiaggia con tutto il mio carico di distruzione, ma era piena di gente che pregava e li ho risparmiati. Ho puntato un'altra spiaggia, ma anche lì stessa storia. Due spiagge più in là, cantavano. Dopo altri venti chilometri, bruciavano incenso e si tenevano per mano. Altri chilometri, e giù versetti della Bibbia come se piovesse (sì, è una battuta). Ditemi voi allora dopo quanto tempo un povero uragano che sta facendo solo il suo porco dovere di soffiare vento e vomitare acqua ha il diritto di rompersi i coglioni, devastare, timbrare il cartellino e tornare in mare a riposarsi?
No, perché non so se lo sapete ma la meritocrazia negli uragani è spietata. Cioè, se tu perdi potenza distruttiva ti declassano da uragano a tempesta tropicale e poi lo annunciano pure con gioia su tutti i telegiornali. E questo un uragano con un minimo di amor proprio fatica ad accettarlo. Voglio dire, ce lo vedete un uragano declassato tornare a casa dai bambini umiliati con la moglie che lo guarda furente "sei il solito buono a nulla" ? E lui cosa dice, "C'era un sacco di gente in spiaggia che cantava e pregava, mi hanno distratto e poi c'erano delle ciambelle buonissime, non me la sono sentita di spazzarli via" ? Poi di colpo ho realizzato una cosa. Che sovrappeso a parte, come uragano sono poco credibile. O meglio, che per fermarmi il coro di preghiere non sarebbe la strategia giusta. No, non parlo delle ciambelle, dai, siamo seri. Gli converrebbe mettere in spiaggia un gruppo di cheerleaders gnocche in costume da bagno.
8c15651d-0f60-497d-a2bc-64da06fb57bf
Devo ammettere che tempo fa sono stato molto colpito dalla lettura di un articolo che parlava di come in alcune località degli Stati Uniti folle di fedeli si siano radunate a pregare contro l'arrivo di uragani. Sì, il tema delle preghiere contro gli uragani mi ha acchiappato parecchio e quando una...
Post
07/02/2023 21:23:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. EIpis 08 febbraio 2023 ore 19:21
    :-)) un uragano!
  2. MidnightGambler 08 febbraio 2023 ore 22:27
    @Elpis Corro a salvare le cheerleaders? :-)))
  3. ninfeadelnilo 15 febbraio 2023 ore 19:20
    :haha ...allora vogliamo essere seri o no? La parodia dell'uragano da te descritto mi ha fatto divertire... ma se vogliamo parlare dell'inizio post sulle preghiere contro gli uragani avrei moltissime cose de dire. Certamente non credo che possano fermare le sciagure in genere. Ai poveri umani non resta che la fede altro non hanno per scongiurarle, anche se questo cambiamento climatico dipende anche da noi che non abbiamo saputo gestire le risorse del pianeta o forse è solo questione di cicli che sono dovuti al processo naturale del nostra beneamata Terra. C'è chi si costruisce bunker, chi pensa di trasferirsi su un altro pianeta (ma solo per pochi ricconi) chi si fa ibernare, chi fa sul serio, per salvare il pianeta con buoni propositi che secondo me molto a rilento e chi disperato si affida alla preghiera perchè credente, che se è vero che una preghiera di massa crea onde benefiche spera che abbia i suoi effetti. Del resto siamo ancora primitivi e come i nostri antenati che facevano riti propiziatori contro ogni cosa anche noi alla fine non facciamo nulla di diverso. Comunque una cosa è certa che gli uragani, i terremoti, gli tsunami, ecc.. sono aumentati e... si salvi chi può. :amen Tu intanto distraiti con le gnocche sulla spiaggia e scrivi questi post divertenti. :hoho :haha :hihi
    Raffy :fiore
  4. MidnightGambler 16 febbraio 2023 ore 18:21
    @ninfeadelnilo Il post voleva come sempre essere divertente, ma ridentem dicere verum: quid vetat?. Non sono credente ma rispetto le scelte di tutti. Però non mi faccio particolari scrupoli a scherzare coi santi, come non lascio stare nemmeno i fanti. E sinceramente, a me gente in spiaggia a pregare contro gli uragani fa ridere. Quindi, più gnocche in spiaggia 0:-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.