Il mantra dell'asso di bastoni

21 settembre 2020 ore 19:31 segnala
In effetti, un modo di utilizzare queste prime tre righe potrebbe essere quello di fornire un breve riassunto o comunque un anticipo di quello che sarà l'argomento del post. E non è detto che la prossima volta non lo faccia. Stavolta, è troppo tardi. Peccato.
E' innegabile che usciamo da un momento in cui c'è stato un grandissimo sfracellamento di coglioni interesse mediatico a proposito di VIP colpiti da CoViD. Titoli di giornale, servizi TV, dibattiti social sulla prostata di un anziano imprenditore e sulla polmonite di un ancor più anziano ex-presidente del consiglio ci hanno gioiosamente accompagnati nella nostra quotidianità. E diciamocelo, cosa c'è di meglio a ora di cena mentre la forchettata di spaghetti delizia il nostro esofago che sentire una nota imprenditrice e politica nota per garbo, moderazione e savoir faire rassicurarci come persona misteriosamente informata sui fatti sulle condizioni della prostata di un amico? Fatto sta che di questi, volenti o nolenti, abbiamo avuto un sacco di notizie. Uno aveva trasformato la sua megasuite ospedaliera in un ufficio e da lì lavorava, l'altro il giorno delle dimissioni ci ha concesso una imperdibile conferenza stampa dal cortile dell'ospedale.
Io in questo umilissimo spazio voglio dare voce ai dimenticati, a chi non ha trovato uno spazio pubblico per raccontare la sua storia, a chi non ha avuto stampa e televisione a seguirne le condizioni di salute. Dargli qualcosa in tono minore come si addice a un non-VIP, tipo un reportage esclusivo su Teleghianda International. Qualcosa come questo, insomma.
Il protagonista del servizio che segue è il signor Tossicchio Scatarrati, ex-giardiniere classe 1928, ricoverato per dieci giorni presso un reparto di terapia intensiva in seguito a una polmonite bilaterale. Dopo aver concordato un appuntamento, cosa che ha richiesto circa una settimana dato che al telefono venivamo regolarmente scambiati per gestori telefonici, agenti immobiliari o testimoni di Geova e sommersi di sonore pernacchie e sanguinosi insulti, il signor Scatarrati dopo un lungo periodo di quarantena e di riabilitazione ci ha finalmente ricevuti presso l'osteria "Dal Lurido", sede abituale dei suoi incontri con la locale gang di pensionati e con la riserva di Lambrusco. Abbiamo chiesto al signor Tossicchio di raccontarci la sua esperienza. Tralasciamo i cinque minuti iniziali, che hanno visto una complessa sistemazione della dentiera sotto la mascherina alternata a un numero imprecisato di bestemmie appenniniche, alcune delle quali di pregevolissima fattura, rilevanza storica e interesse filologico, e cerchiamo di fornire un sunto delle sue dichiarazioni. Naturalmente occorre tenere conto dello stress e degli strascichi lasciati da questa brutta esperienza. Un evidente esempio ne è il fatto che il signor Tossicchio sia convinto (giura e spergiura sulla buonanima della sua defunta consorte Smaronina di averlo riconosciuto) di essere vittima di un caso particolare di malasanità, ovvero di essere stato intubato con lo stesso tubo usato l'anno precedente per la sua ultima colonscopia. Questo oltre a non renderlo bendisposto verso la sanità pubblica ci ha permesso di ascoltare alcune altre bestemmie locali oltre a una accurata e inoppugnabile riflessione sul fatto che lui quando annaffiava usava sempre lo stesso tubo ma che le cose che si ficcano nel culo alla gente andrebbero cambiate prima di ficcarle in gola ad altra gente, o almeno lavate molto ma molto bene.
Alle nostre domande sul personale e sull'assistenza, dopo una garbata lamentela dietetica sulla mancanza nel menu dei fegatini al lardo fritti nello Chardonnay e alcuni coloriti suggerimenti sull'utilizzo della crema di carote che preferiamo non riportare, il signor Scatarrati ha tenuto a sottolineare che l'infermiera bionda aveva poche tette ma un gran bel culo e comunque non glielo ha mai lasciato toccare mentre l'infermiera mora somigliava vagamente ad una sua giovanile frequentazione, la Desolina di Castelpompo sul Lago detta l'idrovora, ricordo che lo ha commosso. L'ennesima sequela di bestemmie locali invece è stata riservata all'operatore sociosanitario maschio che gli ha praticato un clistere, perché lui di farsi infilare cose dove non batte il sole da uomini non ne vuol sapere e anche la volta che sbronzo perso rimorchiò il trans al night Il Puttanone Felice finì tutto bene. Ovviamente non abbiamo chiesto altri dettagli sull'argomento e men che meno quale sia stato il lieto fine di questa epica disavventura.
Sollecitato a un suggerimento per i giovani su come affrontare l'emergenza, il signor Tossicchio ha elencato come punti cardine per una vita sana alzarsi presto, la patacca, lavorare sodo, il Lambrusco, andare a letto presto, la patacca e non trattenere le flatulenze. Della doppia citazione non sappiamo dire se fosse una dimenticanza o un intento rafforzativo, mentre dell'ultimo punto invece abbiamo purtroppo avuto un esempio in real time del quale avremmo volentieri fatto a meno. Riguardo alle sue intenzioni riguardo a una eventuale vaccinazione, il signor Scatarrati ha ricordato sdegnato di aver affrontato i tedeschi, i fascisti, tre coma etilici, sei indigestioni da frattaglie e quarantasei anni di matrimonio con la Smaronina, l'alito di Venefica la cassiera logorroica del minimarket, essere rotolato in mutande in un cespuglio di ortiche (nonostante le nostre curiosità c'è stato riserbo da parte sua sulla vicenda, ma siamo convinti che ci siano cose che la compianta Smaronina ignorava), aver sostenuto trent'anni di discussioni politiche con Guido, il sindacalista sordo detto Stràzacoion e aver marcato in tutti i derby del campionato di quarta categoria Ercole Muraglia, il centravanti della Valtimeno Dibrutto soprannominato "Betoniera ignorante" per stazza e intelligenza. A suo dire, tutto questo unito a generose dosi del lambrusco del Lurido nonché di Catramello, il torbido liquore locale distillato da Agenore lo stradino coi residui delle asfaltature gli garantisce una sufficiente protezione.
Alla nostra successiva domanda sull'immunità di gregge, ci ha guardati sdegnati affermando piccato che la sua Smaronina prima e l'ultima badante poi erano più che sufficienti e che lui quelle cose lì con le pecore non le faceva, neanche se erano sane e vaccinate. Prima di venire congedati per la tradizionale briscola serale, abbiamo posto un'ultima domanda sulla sua preoccupazione per una eventuale seconda ondata di contagi. Esaminando compiaciuto le tre carte che aveva in mano il signor Tossicchio, dopo una breve riflessione intervallata da alcune scatarrate e un'ultima raffica di bestemmie prima di mandarci signorilmente affanculo perché gli avevamo fracassato le balle, ha risposto con una eloquente e approfondita ravanata di coglioni con la mano libera accompagnata da un antico mantra nel ruvido e sgangherato dialetto locale.

"M'an sbàt i maròn, g'ho l'às èd bastòn".



NdA : Non credo ci voglia un genio per capire che qui si scherza sulle modalità dell'informazione. Se a qualcuno viene in mente di dire qualche stronzata tipo "non si scherza sul CoViD", giuro che gli mando un file vocale col succitato mantra. Con anche gli assi di coppe, denari e spade.


4ab31af3-681c-4d0b-983a-cab607b21ab0
In effetti, un modo di utilizzare queste prime tre righe potrebbe essere quello di fornire un breve riassunto o comunque un anticipo di quello che sarà l'argomento del post. E non è detto che la prossima volta non lo faccia. Stavolta, è troppo tardi. Peccato. E' innegabile che usciamo da un momento...
Post
21/09/2020 19:31:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. chissadoveequando 22 settembre 2020 ore 11:23
    L'idea è bella, una buonissima idea quella di paragonare l'esperienza dei soliti noti co quella di chi sopravvive come può, ma secondo me ti sei dilungato un po'troppo nella seconda parte.Esemplare il distacco giornalistico. Con simpatia, buona giornata!
  2. eurekaa77 22 settembre 2020 ore 12:32
    :many ma nn si scherza sul CoVid :hihi
  3. ombra.dargento 22 settembre 2020 ore 15:26
    "non si scherza sulLA CoViD" !!!

    lo so, sono masochista! :hoho :hoho :hoho
  4. MidnightGambler 22 settembre 2020 ore 18:25
    @chissadoveequando Ti ringrazio per la recensione complessivamente positiva :ok Sulla lunghezza, davanti a 7000 e più battute non posso che darti ragione, ma è una scelta consapevole. Hai presente quando a una cena con amici i bicchieri si accumulano e si inizia a parlare di un aneddoto o di una persona e tutti aggiungono qualcosa e non si finisce più? Ecco, io riesco a farlo da solo e anche da sobrio. Il post è volutamente ipertrofico e mi sono contenuto, figurati che volevo infilarci anche qualcosa sul nipote mezzo scemo. :-)
  5. MidnightGambler 22 settembre 2020 ore 18:29
    @eurekaa77 Dopo questa intollerabile provocazione, tornerò a intervistare il signor Tossicchio sull'esito del referendum e ti invierò l'intera intervista a due voci. Le bestemmie le lascio o le copro con un beep, con grugniti, con canzoni dei Modà ? :hehe
  6. MidnightGambler 22 settembre 2020 ore 18:40
    @ombra.dargento Per aver aggiunto alla provocazione lo sbeffeggiamento riguardo al genere maschile o femminile del termine, aggiungerò solo per te anche gli assi di cuori, fiori, picche e quadri :hoho
  7. eurekaa77 22 settembre 2020 ore 19:00
    sono curiosa di sapere come farai as inviare voice messages sulla chatta :lol

    mi hai fatto ricordare quel "fenomena" del Non c'é ne CoViddi! :boing
  8. MidnightGambler 22 settembre 2020 ore 19:14
    @eurekaa77 Diciamo che sono ottimista sull'evoluzione tecnologica di questo non-luogo :-))) Però non dovrebbe essere tecnicamente impossibile nemmeno ora, basta caricarlo come video di YT, convincerti ad aggiungermi ai preferiti (che è probabilmente la parte più complicata :-))) ) e inviartelo in PM. Comunque grazie, adoro quando i miei lettori mi paragonano a certi fenomeni x:-)
  9. eurekaa77 22 settembre 2020 ore 19:34
    accidenti :testata ..... dire che sono straniera e che nn ci ho pensato al danno che avrebbero fatto le mie parole, servirebbe per farmi perdonare? :mmm o nulla? :nonono manco se ti metto tra i preferiti? :ok
  10. ombra.dargento 22 settembre 2020 ore 22:09
    ah ecco! :hoho :hoho :hoho ... pure la Tombola, sai com'è, Natale è dietro l'angolo! :shy
  11. MidnightGambler 23 settembre 2020 ore 19:51
    @eurekaa77 Ti perdono, ti perdono, tanto tu dovrai perdonarmi il file vocale :-)))
  12. MidnightGambler 23 settembre 2020 ore 19:53
    @ombra.dargento E il mercante in fiera dove lo mettiamo ? (avermi ricordato l'esistenza del Natale, e che arriverà con annessi e connessi, sarebbe comunque da ban immediato) :babbo
  13. ombra.dargento 24 settembre 2020 ore 15:16
    "alla fiera dell'est"!(dove potrai acquistare un sacco di bei regalini natalizi :sorpresa ... faccio bang bang ;-( )

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.