Viaggio al termine della nebbia (Emozioni)

24 novembre 2020 ore 17:35 segnala
Prendiamola alla larga, anzi alla larghissima, millantando conoscenze letterarie di spessore tanto per darsi un tono. Se Louis-Ferdinand CÚline fosse nato da queste parti, un grandissimo capolavoro letterario probabilmente avrebbe un titolo diverso.
Detta la minchiata introduttiva, passo al post. Nel quale si narra di come nei passati giorni di nebbia io abbia avuto modo di esplorare un altro versante dell'esperienza automobilistica nel manto grigio. In un certo senso, sono arrivato all'estremo opposto rispetto al post precedente. LÓ si parlava di un conducente che aveva esagerato con le luci e mi aveva accecato col retronebbia. Probabilmente aveva acceso abbaglianti, anabbaglianti, le quattro frecce, i fendinebbia, la luce di cortesia dell'abitacolo, il display dello smartphone e anche una sigaretta, insomma tutto quello che poteva renderlo visibile. Questo si Ŕ comportato in modo esattamente opposto. Non nel senso che non aveva i retronebbia accesi, i fari orientati male o una lampadina bruciata. No, questo procedeva beato in mezzo al nebbione a fari completamente spenti. Per fortuna me lo sono trovato sulla corsia opposta, quindi l'ho visto esattamente tre secondi prima di incrociarlo ma se non altro non ho rischiato di entrargli nel portabagagli. Ho guardato nel retrovisore per avere conferma del fatto che avesse i fari spenti ed Ŕ scomparso nel giro di due secondi. Sinceramente, non so dirvi se Ŕ finito nel fosso.
Sono passato quindi al pormi oziose domande sul perchÚ un essere umano debba girare a fari spenti nella nebbia, dandomi risposte altrettanto oziose.
1) Ha letto il mio ultimo post e soffre giÓ di emorroidi, quindi temeva che la maledizione lanciata dal sottoscritto aggravasse ulteriormente la sua condizione. Ma ribadisco che quella valeva solo per chi abusa del retronebbia.
2) Ha il braccino corto ed era fermamente deciso a risparmiare sull'usura delle lampadine. Sull'attenzione all'economia domestica sono il primo a essere d'accordo, ma dubito che rischiare di farsi sfondare l'auto sia la scelta pi¨ conveniente.
3) Ha pazzesche paranoie sulla privacy e vuole rimanere in incognito senza fare sapere a nessuno chi Ŕ e dove va. Comportandosi cosý, credo abbia ottime probabilitÓ di riuscirci e finire in un ossario comune con funerale anonimo.
Ma queste sono solo stupide supposizioni. La mia ipotesi preferita Ŕ che fosse un convinto fan di Battisti e gli piacesse guidare come un pazzo a fari spenti nella nebbia per vedere se poi Ŕ tanto difficile morire. E su questo possiamo aprire una serie di ulteriori riflessioni. Ora, uno Ŕ libero di voler passare a miglior vita come un James Dean padano, io non sono nessuno per muovere critiche. Ma, con tutto il rispetto, ci sono differenze che bisogna tenere presenti. Un conto Ŕ schiantarsi alla guida di una Porsche 550 Spider soprannominata "Little Bastard" sulla U.S. Route 66 a est di Cholame (California) mentre stai andando col tuo meccanico a una gara automobilistica a Salinas (California) e un altro schiantarsi alla guida di una Renault Twingo soprannominata "La Carciofa" sulla S.S. 9 Via Emilia a est di Cella (Reggio nell'Emilia) mentre stai andando con tua zia Genoveffa dalla parrucchiera a Calerno (Reggio nell'Emilia). Sý, il risultato Ŕ lo stesso, si va all'altro mondo ma vedo decisamente minori le probabilitÓ di diventare una leggenda e entrare nell'immaginario collettivo. E per completare il quadro con un mio tocco personale, ammettiamo pure che stamparsi in auto possa essere considerato trasgressivo e maudit. Ma io, se proprio devo pensare a una mia dipartita trasgressiva e che sicuramente farebbe di me un mito, almeno nella cerchia dei miei amici, ho orientamenti diversi. Pi¨ che a traumi di cui sia responsabile un incidente automobilistico, preferisco pensare a qualcosa di cardiovascolare di cui siano responsabili un paio di ballerine di lapdance sui ventidue anni. Tu chiamale, se vuoi, emozioni.


328570c7-21f9-40f3-9cbd-180422f72506
Prendiamola alla larga, anzi alla larghissima, millantando conoscenze letterarie di spessore tanto per darsi un tono. Se Louis-Ferdinand CÚline fosse nato da queste parti, un grandissimo capolavoro letterario probabilmente avrebbe un titolo diverso. Detta la minchiata introduttiva, passo al post....
Post
24/11/2020 17:35:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. ombra.dargento 24 novembre 2020 ore 18:05
    credo anch'io che il pir.. ehm ... signore in questione sia uno sfegatato fan di Battisti... "seguir con gli occhi un macchinone sopra un cornicione e poi ritrovarsi a volare" ... "entrar nella brughiera di mattina dove non si vede un casso per sbriciolar se stesso"á:ok

    tu chiamale, se vuoi, deviazioni...á:hoho :hoho :hoho
  2. eurekaa77 24 novembre 2020 ore 18:13
    senti, ma essere costreto a portare la zia Genoveffa dalla parrucchiera in una giornata di nebbia, nn e' roba da sottovalutare, sopratutto se la zia e' una fan di Sferaeshutup e scatta selfie una dopo l'altra per il suo story Extreme Makeover nell'account di Insta @auntie_in_the_lamborghini :fuma
  3. MidnightGambler 24 novembre 2020 ore 19:06
    @ombra.dargento Non so se Mogol sarebbe fiero di te, ma io dichiaro ufficialmente di esserlo. E' meraviglioso avere tra i miei lettori poetesse contemporanee. :ok
  4. MidnightGambler 24 novembre 2020 ore 19:08
    @eurekaa77 Certo che di personaggi stravaganti ne incontro io, ma anche tu non sei male :hihi Se mia zia avesse una Lamborghini la porto dalla parrucchiera, dall'estetista, al supermercato e anche a trovare la sua cugina insopportabile, giuro :many
  5. ombra.dargento 24 novembre 2020 ore 19:29
    Ŕ meraviglioso sentirsi apprezzati :shy ... meno da Mogol e Battisti, dirige il Maestro Beppe Vessicchio... 0:-)
  6. eurekaa77 24 novembre 2020 ore 21:08
    nn giurare ..... una fan di Sfera_e_hush_hush! :hoho
  7. MidnightGambler 24 novembre 2020 ore 22:07
    @ombra.dargento Addirittura il Maestro Vessicchio, hai davvero gusti musicali estremi :O
  8. MidnightGambler 24 novembre 2020 ore 22:08
    @eurekaa77 Accidenti a me e quando ho nominato Sfera :-(
  9. eurekaa77 24 novembre 2020 ore 22:19
    :testata concordo. a volte e' meglio lasciare la gente vagare nella propria felice ignoranza
  10. MidnightGambler 24 novembre 2020 ore 22:25
    @eurekaa77 come Yuri, il cugino idiota di Igor :many
  11. eurekaa77 24 novembre 2020 ore 22:36
    :many Yuri, poverino - nn era colpa sua sai, tutto quel tempo nello spazio gli avra' di sicuro fatto fuori quei pocchi neuroni sopravvissuti alla vodka :firulý
  12. MidnightGambler 24 novembre 2020 ore 22:41
    @eurekaa77 Per tacere di quella botta in testa che ha preso all'atterraggio :testata

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.