20/5

21 maggio 2021 ore 13:28 segnala
C’è un vuoto stasera, anche il nulla lo riempirebbe. È tutto così fermo e vago. Sento le braccia che arrivano in ogni punto della stanza. Nemmeno una telefonata, un libro aperto, una voce sfumata, una luce perfino riflessa. In questo silenzio ordinato sento rumore di passi, forse sono i miei ma non vedo le impronte, c’è troppo buio che copre ogni cosa.
Posso buttare questo telefono che non ha senso, o affogarlo con tutti i suoi contenuti. Non ho voglia di chiamate e di eventuali risposte, scelgo ancora di isolarmi e mi limito a percepire il fluttuare accompagnando questo vuoto ondoso col pensiero fino a che non mi addormento.
Ho voglia di un sogno che percorra tutto in un soffio che mi faccia apprezzare questa apparenza legandomi indefinitamente, per una volta almeno, finché si chiuda il mio io, l’incompleto di tutta una vita.
60799499-85a8-4fa1-9db4-7a46970791f2
C’è un vuoto stasera, anche il nulla lo riempirebbe. È tutto così fermo e vago. Sento le braccia che arrivano in ogni punto della stanza. Nemmeno una telefonata, un libro aperto, una voce sfumata, una luce perfino riflessa. In questo silenzio ordinato sento rumore di passi, forse sono i miei ma non...
Post
21/05/2021 13:28:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.