***\\\la DONNA///***

17 febbraio 2009 ore 08:39 segnala
UN DIFETTO NELLA DONNA 
Quando Dio creò la donna era già al suo sesto giorno di lavoro facendo pure gli straordinari.
 
Apparve un angelo e gli chiese:”Come mai ci metti tanto con questa?”
 
E il Signore rispose: “Hai visto il mio Progetto per lei?”
 
 
Deve essere completamente lavabile, però non deve essere di plastica, avere più di 200 parti muovibili ed essere capace di funzionare con una dieta di qualsiasi cosa avanzi, avere un grembo che possa accogliere quattro bimbi contemporaneamente, avere un bacio che possa curare da un ginocchio sbucciato ad un cuore spezzato e lo farà tutto con solamente due mani.”
 
 
L’angelo si meravigliò dei requisiti.
 
“Solamente due mani….Impossibile!
 
E questo è solamente il modello base?
 
E’ troppo lavoro per un giorno….Aspetta fino a domani per terminarla.”
 
 
“No lo farò!” protestò il signore. “Sono tanto vicino a terminare questa creazione che ci sto mettendo tutto il mio cuore…
 
Ella si cura da sola quando è ammalata e può lavorare 18 ore al giorno.”
 
 
L’angelo si avvicinò di più e toccò la donna.
“Però l’hai fatta così delicata, Signore”
 
“E’ delicata, ribatté Dio, però l’ho fatta anche robusta. Non Hai idea di quello che è capace di sopportare o ottenere”
 
“Sarà capace di pensare?” chiese l’angelo.
 
Dio rispose:
“Non solo sarà capace di pensare ma pure di ragionare e di trattare”
 
L’angelo allora notò qualcosa e allungando la mano toccò la guancia della donna…
“Signore, pare che questo modello abbia una perdita…”
 
“Ti avevo detto che stavo cercando di mettere in lei moltissime cose…
non c’è nessuna perdita… è una lacrima” lo corresse il Signore.
 
A che cosa serve una lacrima?” chiese l’angelo.
 
E Dio disse:
“Le lacrime sono il suo modo di esprimere la sua gioia, la sua pena, il suo disinganno, il suo amore, la sua solitudine, la sua sofferenza, e il suo orgoglio.”
 
 
Ciò impressionò molto l’angelo “Sei un genio, Signore, hai pensato a tutto. La donna è veramente meravigliosa”
 
 
Lo è!
Le donne hanno delle energie che meravigliano gli uomini.
Affrontano difficoltà, reggono gravi pesi, però hanno felicità, amore e gioia.
Sorridono quando vorrebbero gridare, cantano quando vorrebbero piangere, piangono quando sono felici e ridono quando sono nervose.
 
 
Lottano per ciò in cui credono.
Si ribellano all’ingiustizia.
Non accettano un “no” per risposta quando credono che ci sia una soluzione migliore.
Si privano per mantenere in piedi la famiglia.
Vanno dal medico con un’amica timorosa.

Amano incondizionatamente.
 
 
Piangono quando i loro figli hanno successo e si rallegrano per le fortune dei loro amici.
Sono felici quando sentono parlare di un battesimo o un matrimonio.
 
 
 Il loro cuore si spezza quando muore un’ amica.
Soffrono per la perdita di una persona cara.
Senza dubbio sono forti quando pensano di non avere più energie.
Sanno che un bacio e un abbraccio possono aiutare a curare un cuore spezzato.
 
 
Non ci sono dubbi però… nella donna c’è un difetto:
 
 
Ed è che si dimentica quanto vale.

***dillo alla LUNA***

02 febbraio 2009 ore 17:46 segnala

Guardami quando mi parli........
Guardami quando mi parli........
Guardami quando mi parli........
Guarda se è "vero"!?
Guardami quando mi parli.......
Guarda se "tremo"!?

...mmhh!....Smettila di parlare....
Guardando il muro!!!

E..... se qualcosa mi devi dire....
Dimmelo "duro"!

Guardala in faccia la Realtà!
e quando è dura!.......

sarà "sfortuna"......
........SFORTUNA!!!!!

Guardala in faccia La Realtà!
.......è più "sicura"!

Guardala in faccia La Realtà...
è "meno dura"!.....

Se c'è qualcosa che non ti va?!?...
.....dillo alla Luna!.....

Può darsi che "porti fortuna"!...
.....dirlo alla Luna!.........

Guardami in faccia quando mi parli!
se sei "sincera"!

Se non mi guardi quando mi parli....
non sei "sicura"!

La voglio in faccia la "verità"....
e se "sarà dura"!.....

La chiamerò "sfortuna"!....
.....Maledetta SFORTUNA!!!!!!!!

Non si esce vivi dagli anni 80!!!

21 gennaio 2009 ore 09:41 segnala
Dedicato a chi c'era.........

Noi che ci divertivamo anche facendo 'Strega comanda color'

Noi che facevamo 'Palla Avvelenata'.

Noi che giocavamo regolare a 'Ruba Bandiera'.

Noi che la penitenza era: 'dire, fare, baciare, lettera, testamento'.

Noi che i pattini avevano 4 ruote e si allungavano quando il piede cresceva.

Noi che quando giocavamo col Lego facevamo anche castelli alti 6 piani che non si smontavano mai.

Noi che chi andava in bici senza mani era il più figo.

Noi che anche quelli che impennavano però non se la tiravano poco.

Noi che suonavamo al campanello per chiedere se c'era l'amico in casa.

Noi che facevamo a gara a chi masticava più big-babol contemporaneamente.

Noi che avevamo adottato gatti e cani randagi che non ci hanno mai attaccato nessuna malattia mortale anche se dopo averli accarezzati ci mettevamo le dita in bocca.

Noi che i termometri li rompevamo, e le palline di mercurio giravano per tutta casa.

Noi che dopo la prima partita c'era la rivincita, e poi la bella, e poi la bella della bella.

Noi che se passavamo la palla al portiere coi piedi e lui la prendeva con le mani non era fallo.

Noi che giocavamo a 'Indovina Chi?' anche se conoscevi tutti i personaggi a memoria.

Noi che sul pullman della gita giocavamo a nomi cose e città

(e la città con la D era sempre Domodossola...)

Noi che con 100 lire ti prendevi 1 ciunga con le 3 figurine dei calciatori

Noi che ci mancavano sempre quattro figurine per finire pure l'album Panini.

Noi che le cassette della Disney le abbiamo viste così tante volte che ora a distanza di 15 anni sappiamo ancora cosa cantavano Robin Hood e little John.

Noi che avevamo i cartoni animati belli!!!

Noi che litigavamo su chi fosse più forte tra le tartarughe ninja

Noi che abbiamo raccontato 1.500 volte la barzelletta del fantasma formaggino.

Noi che cercavamo di far sorridere i sofficini ma si rompevano sempre in 2

Noi che i messaggini li scrivevamo su dei pezzetti di carta da passare al compagno.

Noi che si andava in cabina alla fine della scuola per prendere le schede finite.

Noi che c'era la macchina fotografica usa e getta e facevi fino a 20 foto.

Noi che non era Natale se alla tv non vedevamo la pubblicità della Coca Cola o della Bauli con l'albero.

Noi che se guardavamo tutto il film delle 20:30 eravamo andati a dormire tardissimo.

Noi che guardavamo film dell'orrore anche se avevi paura.

Noi che giocavamo a calcio durante l'intervallo col tappino della bottiglia.

Noi che c'era sempre quello che veniva a scuola con la bottiglia dell'acqua solo per avere il tappino

Noi che suonavamo ai campanelli e poi scappavamo.

Noi che nelle foto delle gite facevamo le corna ed eravamo sempre sorridenti.

Noi che il bagno si poteva fare solo dopo 2 ore che avevi finito di mangiare.

Noi che a scuola andavamo con cartelle da 2 quintali e senza rotelle.

Noi che quando a scuola c'era l'ora di ginnastica partivamo da casa in tuta e con le scarpette nello zaino.

Noi che a scuola ci andavamo da soli e tornavamo da soli.

 

Noi che a scuola ci andavamo con lo zaino Invicta e la Smemoranda

Noi che se a scuola la maestra ti metteva una nota sul diario, a casa era il terrore.

Noi che le ricerche le facevamo in biblioteca, mica su Google.

Noi che il 'Disastro di Cernobyl' l'abbiamo vissuto nascendo e ci pensavano tutti destinati a 6 dita.

 

Noi che abbiamo assistito inermi all’attentato del papa.

Noi che la merenda a scuola te la portavi da casa

Noi che si poteva star fuori in bici il pomeriggio.

Noi che se andavi in strada non era così pericoloso.

Noi che però sapevamo che erano le 4 perché stava per iniziare BIM BUM BAM.

 

Noi che sapevamo che ormai era pronta la cena perché c’era Happy Days.

 

Noi che le All Star le compravi al mercato a 10.000 lire e c’erano le Nike legend e le Clarck azzurre.

 

Noi che avere un genitore divorziato era impossibile.

 

Noi che tiravamo le manine appiccicose delle patatine sui capelli alle femmine.

Noi che il primo novembre era 'Tutti i santi', mica Halloween.

 

Noi che in un’indimenticabile notte abbiamo visto Dino Zoff alzare al cielo la coppa del mond!!

 

Noi che siamo ancora qui…..

 

Noi che certe cose le abbiamo dimenticate…

 

…. E sorridiamo quando ce le ricordiamo…..

 

Noi che siamo stati queste cose

 

E gli altri non sanno cosa si sono persi…..

 

Questa è la nostra storia….

Che fortuna esserci stati!

eccoleeeeeeeee...............

08 agosto 2008 ore 08:58 segnala

ragazziiiiiiiiii finalmente sono arrivateeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!

buone ferie a tutti.... divertiteviiii a stekka e ci si leggerà..... fra 2 settimane!!!!!!

baci baci a tutti.......... Ary :-)

LA VOLETE LA SOLUZIONE!!!!???!!!!

01 agosto 2008 ore 11:15 segnala
Soluzione  dellindovinello!!!!!!

 

 

CASA                              1

COLORE                        GIALLO

NAZIONALITA’           NORVEGESE

BEVANDA                     ACQUA

SIGARETTE                  DUNHILL

ANIMALE                     GATTI

 

CASA                              2

COLORE                        BLU

NAZIONALITA’           DANESE

BEVANDA                     TE’

SIGARETTE                  BLEND

ANIMALE                     CAVALLI

 

CASA                              3

COLORE                        ROSSA

NAZIONALITA’           INGLESE

BEVANDA                     LATTE

SIGARETTE                  MARLBORO

ANIMALE                     UCCELLI

 

CASA                              4

COLORE                        VERDE

NAZIONALITA’           TEDESCO

BEVANDA                     CAFFE’

SIGARETTE                  PALL MALL

ANIMALE                     PESCI

 

CASA                              5

COLORE                        BIANCA

NAZIONALITA’           SVEDESE

BEVANDA                     BIRRA

SIGARETTE                  CAMEL

ANIMALE                     CANI

 

 

 

 

Possiamo confermare ke i pescioliiii li ha…………. Il tedescooo!!!!!

 

VEDIAMO KI CI RIESCE.... :-p

26 luglio 2008 ore 09:08 segnala

 

Ci sono 5 case di 5 colori differenti e in ogni casa vive una persona di diversa nazionalità.
Queste 5 persone bevono una certa bibita, fumano una certa marca di sigarette e hanno un tipo di animale. Nessuno ha lo stesso animale, fuma le stesse sigarette o beve la stessa bibita.
Sapendo che:
L'inglese vive nella casa rossa.
Lo svedese ha cani.
Il danese beve tè.
La casa verde è a immediatamente a sinistra della bianca.
L'abitante della casa verde beve caffè.
La persona che fuma Marlboro alleva uccelli.
L'abitante della casa gialla fuma Dunhill.
L'abitante della casa al centro beve latte.
Il Norvegese vive nella prima casa.
La persona che fuma Blend vive accanto a quella che ha gatti.
La persona che ha cavalli vive accanto a quella che fuma Dunhill.
La persona che fuma Camel beve birra.
Il tedesco fuma Pall Mall.
Il Norvegese vive accanto alla casa blu.
La persona che fuma Blend ha un vicino che beve acqua.
Sapreste dire con precisione chi ha i pesci?

piccoli x sempre....

15 luglio 2008 ore 10:02 segnala
Art.31

Portami l'ultima birra fammi compagnia lei è andata via spero che poi la vedrò a casa mia
che tra due ore ripartono i tram fammi fumare tanto chi ti può multare a quest'ora mi sa che è a dormire
e abbassa pure la saracinesca non credo che né io né te domani si andrà a messa
curami un po' questa amarezza che ho

Perché ero io quello che non parlava
il bambino così magro che il bullo picchiava
il ragazzino che tutto voleva e quando non poteva rubava

Ci sono quelle sere
che sono più dure
dove serve bere via le paure
e dentro ci si sente
piccoli per sempre....

Ci sono quelle sere
belle da morire
dove puoi giocare invece di dormire
quando ci si sente
piccoli per sempre....

In due minuti sparisco fa finire il disco si è la musica che m'ha salvato ma a volte non capisco
se chi mi
dice ti amo sappia veramente chi sono o solamente come mi chiamo
io che ho chiuso fuori il bene ho fatto entrare i guai
bruciando i miei vent’anni e ciò che guadagnai
viaggiando viaggiando senza arrivare mai

Perché ero io a dare fuori di matto
quello che l'unico amico che c'aveva era il gatto
quello che a un certo punto e' sparito e non lo avete visto più

Ci sono quelle sere
che sono più dure
dove serve bere via le paure
e dentro ci si sente
piccoli per sempre....

Piccoli come i banchi di scuola quando li si vede da grandi
del libro cuore ora ricordi soltanto franti
piccoli come i cortili adibiti ai giochi
come quando la mami ed il papi ascoltavano drupi
intanto stavamo imparando
tante e tante poesie che hai dimenticato
ma le canzoni dei cartoni è quello che hai salvato

piccoli come big jim su una saltaffos
ci facevamo piste solo polistil poi vinavil michael j fox
e vai di gioco nelle patatine giù con l'album delle figurine
piccoli prima di crescere assieme al prezzo del barile
ogni tanto stanco manco stai lottando con rocky e rambo
ma ne vale la pena anche quando

Ci sono quelle sere
che sono più dure
dove serve bere via le paure
e dentro ci si sente
piccoli per sempre....

Ci sono quelle sere
belle da morire
dove puoi giocare invece di dormire
quando ci si sente
piccoli per sempre....

le mitiche SFIONDE DOC

02 luglio 2008 ore 17:53 segnala

week end 28-29 giugno 2008

8° TORNEO DI FIAMENE

10 squadre calcistiche pronte x la sfida

2 gironi di 5 squadre di cui 2 femminili..........

naturalmente le 2 squadre femminile non possono puntare alla coppa nr 1........

 peròòòòòòò ci siamo date da fare x la coppa banco!!!!!!

 

La COPPA BANCO consiste nella coppa degli ubbriaconi....

ki nei 2 gg del torneo beve di più!!!!!

 

su 10 sqadre le SFIONDE DOC hanno raggiunto il 3° posto

battendo 6 squadre maskili e 1 femminile!!!!!!

ammazzaaaaaaaaaaa ke ciuccatone!!!!!!  :-) :-)))   :-))

 

X NON DIMENTICARE MAI...

07 maggio 2008 ore 16:14 segnala
CHIUSO IL CERCHIO. Si è chiuso così il cerchio degli indagati per l’aggressione a Nicola Tommasoli, quelle botte date la notte del primo maggio a Porta Leoni che hanno avuto una conseguenza terribile, la morte del giovane disegnatore industriale di Santa Maria di Negrar.

 

PIANOFORTE E BOTTE. «Ragazzi di famiglie per bene, uno suona il pianoforte discretamente, un altro è amorevole con la sorella. Presi singolarmente non hanno nulla di diverso da altri giovani della loro età», ha spiegato Iaccarino offrendo un quadro di normalità che veniva alterato però quando si trovavano in determinate situazioni. Ragazzi come gli altri Nicolò Veneri e Federico Perini che qualche problema lo avevano avuto anche con i coetanei ideologicamente vicini, quelli della destra del Blocco studentesco. Avevano litigato anche con loro per via di quel «controllo del centro» che pare attuassero con puntualità. E da qualche locale della «movida scaligera» erano stati allontanati dopo le aggressioni dello scorso anno, quelle in cui Dalle Donne e Veneri erano rimasti coinvolti.

 

NESSUNO HA COLPITO. Tutti hanno ammesso di essere stati in quel maledetto vicolo, ognuno ha raccontato un pezzo di quell’aggressione ma nessuno ha detto di aver colpito alla testa Nicola Tommasoli. O qualcuno mente oppure alla ricostruzione manca un tassello, quello che forse solo l’autopsia potrà chiarire accertando le lesioni riportate dal disegnatore industriale. «Ora sanno di avere commesso qualcosa di terribile», «vivono il dramma di chi si rende conto di essere accusato di omicidio. Ma il pentimento è un passo successivo e molto delicato».

 

 

Una domanda spontanea assale non solo la ns mente ma ancora di più i nostri cuori….

XKè UNA MORTE TANTO ASSURDA????

 

Ciao Niky….