... e a un dio senza fiato non credere mai.

08 dicembre 2014 ore 23:30 segnala


mi avevano messa in una scuola elementare gestita dalle suore,
per motivi pratici anzichè religiosi. in questo periodo è
iniziato il mio convincimento che a un dio così non ci avrei
mai creduto, e alle persone di chiesa men che meno, in particolar
modo quelle che la frequentavano.


non ho creduto in un dio così fin dal primo momento.
un padre non può mandare a morire suo figlio così.
secondo noi bambine, c'erano altri modi più adatti.
li avremmo anche saputi, qualche idea..., ma le suore
non volevano sentir ragione.
la suora, più cercava di spiegarmi, e più non mi convinceva.
secondo me, un dio che mandava a morire suo figlio in croce
in quel modo, non poteva essere un dio buono, soprattutto
se onnipotente onnisciente sempre è stato e sempre sarà,
conosce passato presente futuro, ecc...
ma ti lascia libera di sbagliare.
ma poi se sbagli ti punisce. come la mettiamo?


la mia maestra suora poi si rassegnò, perchè diceva che mettevo
in crisi la sua fede, la mettevo in difficoltà, ma d'altra
parte le domande mi sorgevano spontanee, mica per cattiveria.

già con la prima preghiera all'angelo custode, avevo la tremarella.
qualcuno di invisibile alle spalle che mi seguiva dappertutto...
avevo il terrore.
qualcuno che mi illuminava che mi custodiva che mi reggeva e mi
governava... praticamente una spia,
".... che ti fu affidato dalla pietà celeste amen"... quale
pietà celeste? pietà di chi?
-non importa capire, basta saperla a memoria.
le mie compagne mi davano una gomitata e mi dicevano: stai zitta.
ok.

io lo dicevo alla suora, l'angelo custode mi fa paura,
tanta,
non lo vedo e non so com'è, non lo voglio, preferisco
arrangiarmi. ma lei diceva che non era possibile, ce
lo aveva dato dio. ogni persona aveva il suo.
allora, a pensare a tutti gli angeli che magari mentre
noi giocavamo, loro se la raccontavano, e magari si
dimenticavano di seguirci, infatti qualcuno ogni tanto
si faceva male. distrazioni.
quando poi mi è stato spiegato di gesù, per me è stata
una tragedia, un dramma. un povero cristo che era venuto
al mondo apposta per salvarci perchè noi avevamo peccato.
peccato.
peccato come? chi? io non ero ancora nata, cosa c'entravo?

-C'entriamo tutti, taci,- mi diceva la mia compagna.

un altro dramma la spiegazione di Gesù, una vita con una
storia assurda che non era reale, infatti mi era sembrato
subito un extraterrestre... a parte tutto..., ma i miracoli,
il fatto di essere morto e salito in cielo..., allora c'era
Eta Beta, io pensavo, ecco... tipo così.
e dio che continuava a dire che era suo figlio e che l'aveva
mandato sulla terra per salvarci. morendo in croce. e insisteva,
non mancava mai l'occasione per rimarcarla stà cosa.
avere un padre così è il terrore totale. ma altri modi no?


anche qui, ogni volta che chiedevo spiegazioni alla suora
... io ero curiosissima perchè non capivo, non mi spiegavo certe
cose che erano contrarie al mio modo di pensare....
la suora mi rispondeva che dio era l'amore e la perfezione.
lo faceva per il nostro bene, nella sua immensa bontà.
figuriamoci se mi accontentavo della risposta,
ero sempre più incredula.
per non parlare della santissima trinità e dello spirito santo,
io non capivo, anche se mi sforzavo.
la trinità era come un triangolo.
lo spirito santo invece una colomba.

la madonna e san giuseppe poi, mi facevano una pena... lei una
bambina, lui un vecchio, che hanno dovuto stare insieme
perchè dio li aveva scelti. altra storia sinistra ed intrigante
su cui le suore tiravano sempre dritto e alla domande che
facevamo noi bambine a catechismo, non rispondevano.

abbiamo pianto noi tutte alla lezione di Isacco che doveva
amazzare suo figlio, sempre per ordine di dio, ma all'ultimo
momento.... suspance... ci ha ripensato. speravamo tutte in
cuor nostro di non avere un padre così.
-Ma, Suora, come faceva dio buonissimo a chiedere a un papà
di amazzare il suo bambino?
-Dio voleva solo sapere se Isacco era fedele.
e per fortuna.... proprio all'ultimo.
quella notte ero andata a letto sognando mio padre che mi
rincorreva in giardino col coltello perchè doveva sacrificarmi
a dio, che all'ultimo momento diceva: Ok Isacco, fallo.
... e io in quel momento mi svegliavo.

una mia amica invece aveva paura della madonna, per il
discorso delle apparizioni tipo Fatima e Lourdes, diceva
sempre:
- ma non mi capiterà mica anche a me vero?
e si sognava che lei non era cattiva, era una buona bambina,
ma pregava alla madonna di non farsi vedere.

Ma dimmi te se una religione deve suscitare tanto spavento
e paura nei bambini.

Non vi dico la lezione in cui il Prevosto Monsignore ci fece
la lezione sul matrimonio.
Un bambino ad un certo punto gli chiese:
-Ma si può avere un bambino se non si è sposati?
- Ma assolutamente no, cosa dici?
-Perchè io so di due che hanno avuto un bambino senza
essere sposati. sono sicuro.

Silenzio. ...

quello che era piaciuto un pò a tutti era stato San Tommaso,
perchè voleva mettere il dito nella piaga. ci piaceva stò tipo
perchè era umano, come noi.

l'unico povero cristo in tutta la faccenda che ci faceva pena
e tenerezza a noi bambini era proprio quel pover'uomo morto
in croce che non si capiva esattamente cosa avesse fatto, ma
era così buono, voleva bene a tutti, guariva le persone,
sconfiggeva il male, era talmente buono che l'hanno ammazzato.
Morale: i buoni vengono ammazzati.
e dio non li salva sul momento, ma dopo, c'è il regno dei cieli,
che però nessuno da qui poteva vederlo. una meraviglia.
quasi tipo Chatta.

ma la madonna povera donna, è stata la martire d'eccellenza
per tutte noi donne.

a otto anni ancora non si capiva ancora bene il fatto che fosse
rimasta incinta per opera dello spirito santo e che avesse un
marito anziano, lei bambina di sedici anni, ma ci andava anche
bene, se era andata così ok. che poi avesse partorito da sola in
una stalla mentre Giuseppe era andato a farsi un giro in mezzo
al gregge lì fuori fosse tornato che Gesù era già nato ok anche
questa. Che invece avesse partorito per opera dello spirito santo
e fosse rimasta Vergine e Immacolata questo era un mistero.
due termini per noi terribilmente oscuri.
la suora non aveva risposte.
mia mamma nemmeno.
per noi immacolata voleva dire pulita.

tutto questo perchè oggi c'è scritto sul calendario 8 dicembre
festa dell'Immacolata.



L'Immacolata Concezione è un dogma cattolico,
proclamato da papa Pio IX l'8 dicembre 1854 con la bolla Ineffabilis Deus, che sancisce come la Vergine Maria sia stata preservata immune dal peccato originale fin dal primo istante del suo concepimento, tale dogma non va confuso con il concepimento verginale di Gesù da parte di Maria. Il dogma dell'Immacolata Concezione riguarda il peccato originale: per la chiesa Cattolica infatti ogni essere umano nasce con il peccato originale e solo la Madre di Cristo ne fu esente: in vista della venuta e della missione sulla Terra del Messia, a Dio dunque piacque che la Vergine doveva essere la dimora senza peccato per custodire in grembo in modo degno e perfetto il Figlio divino fattosi uomo.
La Chiesa cattolica celebra la solennità dell'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria l'8 dicembre. Nella devozione cattolica l'Immacolata è collegata con le apparizioni di Lourdes (1858).

Ecco.
cosa che a noi non ci cambia assolutamente la vita, povera Madonna.
anche qui ovviamente, noi bambine speravamo tutte che non ci apparisse come a Lourdes o a Fatima, e pregavamo per questo, se proprio si doveva pregare.
povera Madonna, donna anche lei.

la santa famigliola: l'uomo anziano, l'adolescente, e Gesù.



e tutto perchè questa storia è così triste. ma fosse stata più divertente,
... non era meglio?
sempre la mia compagna: - Taci, siamo nati per soffrire.

«A che serve conoscere il male nel mondo?»
Io sono fuori della tua strada ora, Spoon River;
scegli il tuo bene e chiamalo il bene.
Perché io non riuscii mai a farti capire
che nessuno sa che cosa è il bene
se non sa che cosa è il male;
e nessuno sa che cosa è vero
se non sa che cosa è falso.
E. Lee-Masters


quella mia compagna di banco mi sta ancora sulle palle.
b2b3224b-25f6-4f3f-8026-f039e07efd10
« immagine » mi avevano messa in una scuola elementare gestita dalle suore, per motivi pratici anzichè religiosi. in questo periodo è iniziato il mio convincimento che a un dio così non ci avrei mai creduto, e alle persone di chiesa men che meno, in particolar modo quelle che la frequentavano. ...
Post
08/12/2014 23:30:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. dealma 09 dicembre 2014 ore 11:26
    Anche io ero il terrore degli insegnanti di religione e dei religiosi in genere.
    Mi permetto solo una piccola correzione: quello che doveva sacrificare al dio il proprio unico figlio maschio (quindi di valore!) era Abramo, e Isacco era proprio il figliolo. Ma son dettagli. :amen
  2. Odirke 09 dicembre 2014 ore 12:24
    Ma delle corna di Giuseppe ne vogliamo parlare ?

    Semper Fidelis
  3. MorganaMagoo 09 dicembre 2014 ore 15:33
    hahaha Dealma, non è un dettaglio. ma ho una giustificazione, conosco un Isacco di 82 anni quindi mi son distratta. hai fatto bene a scriverlo.
  4. SuorPinocchia 09 dicembre 2014 ore 15:35
    apparte il mio nick da Suora.. condivido parola per parola tutto cio' che hai scritto...
    Io ero l'incubo del mio parroco a scuola..
    ci faceva religione e io in quell'ora volevo le stesse risposte che voleti tu...

    'se adamo ed eva ebbero due figli maschi.. caino e abele... caino uccise abele...

    deriviamo tutti da un incesto?'

    lui non voleva rispondermi e mi zittiva... e replicava

    'la fede è piena di dogmi (che parola idiota) se credi in Dio credi in tutto senza farti domande...

    e quella risposta mi faceva incazzare come una biscia...

    una volta mi costo' un rapporto e una visita guidata in segreteria dal preside...

    Le storielle che ci raccontano sono piene di lacune e di assurdità alle quali pretendono che noi crediamo come stupidi che non si fanno domande...

    Io non ho prove che Dio esista..
    ma non ho nemmeno prove non non esista...

    di una cosa sono certa... che come te.. non VOGLIO credere al Dio che ci raccontano....
    non credo nei preti..
    non credo nella chiesa...
    non credo alle suore.. quelle vere..

    credo che se un Dio esiste.. ci ha creati e non ha veramente potere sulle nostre decisioni...
    ha perso il controllo...
    e forse si sta disperando per le cose che noi combiniamo in questo mondo...

    Bellissimo post.. ti quoto in pieno :ok

    :rosa
  5. MorganaMagoo 09 dicembre 2014 ore 15:44
    esattamente SuorPinocchia, che sei tutto fuorchè Suora.
    da queste terribili esperienze, se se ne esce vive, ce
    se ne fa una ragione.
    io mi sono fatta la mia.
    ho passato anche dei gran brutti momenti,
    ho tentato di parlare con i morti,
    mi son fatta un'idea di cosa ci sia dopo la morte,
    tante ricerche, tante domande.
    ma questa religione proprio no, non mi appartiene.
  6. demonio 09 dicembre 2014 ore 19:09
    Per fortuna non ho frequentato scuole cattoliche ma a quei tempi(e spero siano cambiate le cose!)andare in una scuola statale non è che significasse poi molto.Ricordo alle elementari che c'erano le preghierine da recitare e una suora che faceva o tentava di fare proselitismo;e c'erano le festività e tutta la sarabanda di cazzate ad esse associate.E ricordo le medie e quel dover fare sto precetto pasquale che significava uscire da scuola ed andare in chiesa.E l'ora obbligatoria di religione...e tante domande senza mai nessuna risposta logica.E poi vennero le superiori, due anni in un convitto...statale anche questo e l'obbligo domenicale della messa...e li non ce la feci più...un giorno sbottai e mandai a fare in culo tutti e venni espulso...assurdo...e poi per fortuna l'ora di religione divenne facoltativa e non la feci più...basta preti finalmente o quasi...e il quasi significò il militare dove anche li ,un esercito benedetto doveva avere il suo cappellano e questi...saputo della mia non cresima mi voleva cresimare a tutti i costi...ed allora ci parlai...o provai a parlarci...a svegliarlo da quel coma delirante in cui viveva...non seppe ascoltarmi...mi rispose solo con un "sei morto...cazzo dici prete?Non vedi che son vivo e vegeto e ti sto parlando? Tu sei morto dentro...sei morto nell'anima!! Ma vai a cacare anche tu imbecille...e scordati la cresima...e se la dimenticò ma per una beffa del destino la domenica di pasqua del 1989 mi mandarono in Vaticano a fare il picchetto d'onore dell'esercito e li...e li i vaffanculo che partirono non potete avere idea...ma ce l'ebbero le suore dietro che si lamentarono e che mi fecero recapitare una bella punizione...perchè certo...io cattivo avevo mancato di rispetto a dio ma nessuno si è mai posto il problema di un dio che mette eserciti contrapposti gli uni contro gli altri? Quello va bene?E va bene anche costringere la gente ad ammazzarsi a vicenda nel nome di dio? Quello si che è rispettoso vero Capitano?E va bene...mi dia sti sette giorni e non ne parliamo più...e da allora basta...se dio esiste e mi vuole sa dove trovarmi ed a lui e solo a lui renderò eventualmente conto che se voleva mettere delle regole le doveva fare chiare e univoche e poi...nel caso ha sbagliato epoca...cazzo milioni di anni di evoluzione e tu quando appari?Duemila anni fa?Ma appari adesso stronzo no?Fai come Berlusconi...reti unificate in diretta mondiale,attento a non interrompere partite di calcio che sennò so cazzi tua e dici: signori e signore salve,io sono dio, dopo la pubblicità vi devo dire due tre cosette!E lo fai!Una volta per tutte e licenzi tutta sta gente inutile fottisoldi,preti,iman,rabbini,testimoni di geova e della sampdoria,santoni e chi più ne ha ne metta e a quel punto almeno la mettiamo fine a sto pluralismo religioso!!Noi vogliamo la centralità deocratica cazzo!
    Va beh...tutto questo per dire che mi era piaciuto il post...e mi son fatto prendere la mano!
  7. MorganaMagoo 09 dicembre 2014 ore 19:59
    alla faccia del commento! adesso sappiamo quasi tutto di te caro demonio.
  8. demonio 09 dicembre 2014 ore 20:22
    Ahahaha veramente ho anche dimenticato qualche piccolo altro particolare!
  9. rigalizius 09 dicembre 2014 ore 23:22
    " I capi religiosi sanno bene quanto sia importante indottrinare i bambini fin dalla piu' tenera eta'. Il motto gesuita "datemi un bambino nei primi sette anni e vi mostrero' l'uomo" resta valido (o sinistro) anche se e' diventato un luogo comune. Venendo a tempi piu' recenti,James Dobson,il fondatore del famigerato movimento "Focus the family" conosce altrettanto bene il principio: "Chi controlla quello che si insegna ai bambini e le loro esperienze-cosa vedono,odono,pensano e credono- determina il futuro corso della nazione" (R. Dawskins).
    "Chi dice che abbiamo bisogno della religione intende dire in realta' che abbiamo bisogno della polizia" (H.L. Mencken)
    Puo' un Dio onnisciente,che conosce il futuro,essere onnipotente e cambiare il futuro? " (K.Owens)
    Ciao.
  10. crenabog 10 dicembre 2014 ore 09:55
    visto che nella mia infinita pazienza mi sono letto tutto il post e anche i commenti, spiegami come, una persona che la pensa diversamente, dovrebbe o potrebbe commentare. perchè il succo è questo, qui e in mille altri luoghi e post del genere. che se qualcuno ha idee diverse è il demente, l'escluso, quello da evitare, quello fuori del mondo. e si finisce sempre così. che chi dice certe cose è giusto, intelligente, libero di scrivere peste e corna su tutto e tutti, mentre gli altri devono solo starsene zitti. e dunque forse è meglio così. forse ognuno dovrebbe capire dove andare a leggere e commentare e lasciar perdere ogni occasione di discussione del genere. a parte il fatto che ognuno è libero delle proprie convinzioni, così come io e altri non andiamo in giro a fare proselitismo nè a parlare male delle altre idee, sarebbe onesto e corretto che anche dall'altra parte si facesse così. ma non mi è mai, e sottolineo mai, capitato di vedere un comportamento simile. quindi pensatela come volete, cosa che faranno anche gli altri e andiamo avanti così. ma resto dell'idea che sia profondamente scorretto, nei confronti della libertà altrui e del rispetto che è dovuto a tutti. e se questo commento non è in linea, liberi di non pubblicarlo.
  11. Eleanor.Peacock 10 dicembre 2014 ore 16:40
    Non me le sono nemmeno posta, queste domande, da bambina. Ero già atea. Sono nata atea (grazie a dio).
  12. paolo.1948 11 dicembre 2014 ore 13:33
    Carissima Morgana, hai scritto un bellissimo post che condivido in pieno.
    io non credo assolutamente a questo dio che ci propinano,
    e penso che sono duemila anni che ci prendono per i fondelli.
    si forse qualche dio ci sarà senz'altro ma non è questo.
    la chiesa......ma lasciamo perdere e stendiamo un velo pietoso.
    ciao e buona giornata.
  13. AllegroRagazzo.Morto 11 dicembre 2014 ore 19:48
    Morgana: prima di tutto, il post è eccelso per vari motivi, pe ril viaggio che mi abbia procurato, per i luoghi che ho rivisitato nella mia memoria e per una mia particolare attenzione.

    Pur mantenendomi neutralmente distante in un senso o nell'altro, tra il male e soprattutto il bene, umano e divino spesso fanno a testate pur essendo però l'uno complementare all'altro e viceversa. Per quel che possa annotare e/o ricordare il mio prof di religione dispensava Disciplina con Avemarie, Paternoster e cazzoti con eguale comprensiva misura. Il primo che si azzardasse a far lo spiritoso faceva un giro di sberle e poi recitava il Rosario. Non ho mai incontrato un altro prof con cotal piglio autoritario... Resta la p(overa)atria, l'ordine... e forse Dio... ma questa è tutta un'altra storia...
  14. MorganaMagoo 12 dicembre 2014 ore 00:37
    non ho capito con chi ce l'ha Crena....
  15. crenabog 12 dicembre 2014 ore 00:45
    allora mi spiego molto chiaramente. io ho studiato diciotto anni dai preti e non ho mai subito abusi, mai avuto maltrattamenti, solo conosciuto uomini che credevano profondamente e si impegnarono a darci una ottima educazione e un grande rispetto religioso. negli anni ho studiato varie dottrine, conosciuto varie fedi religiose, ho praticato cose le più disparate, ho attraversato momenti orrendi nella vita, di perdite e di sconforto. ma alla fine ho ritrovato quella che era la mia fede originale, e non me ne vergogno, anzi sono sicuramente rapportabile ad un talebano, sotto questo punto di vista. sono uno di quelli che se potesse, a certa gente, la croce gliela spaccherebbe in testa, così imparerebbero a rompere meno ai disgraziati che se ne stanno buoni nel loro cantuccio a pregare, visto che si sentono forti del "porgi l'altra guancia". no. in questo caso, ben venga il Dio degli eserciti, il Dio degli ebrei, quello dell'antico testamento. quello che se lo offendi ti stronca. ecco con chi ce l'ho. ce l'ho con i cristiani cattolici che si fanno mettere i piedi in testa, con un papa privo di attributi, con una società che ci prende per i fondelli, e con tutti quelli che si sentono tanto ma tanto fighi solo se possono sparlare della fede altrui. ce le avete le palle di dire cose del genere agli islamici?
  16. crenabog 12 dicembre 2014 ore 00:46
    questo, giusto perchè prima ero stato come al solito, moderato e amabile. ma sinceramente la moderazione porta solo al farsi prendere per i fondelli.
  17. MorganaMagoo 12 dicembre 2014 ore 08:41
    io continuo a non capire Crena. io rispetto la fede altrui. racconto solo la mia esperienza personale. non fa figo dire che si è atei, che non si crede, ecc... se passano di qui persone che credono in dio alla religione cattolica cristiana e a tutto il resto hanno il mio rispetto. ogni credo personale è una sensazione molto profonda. quindi io rispetto qualsiasi fede religiosa, ma scrivo ciò che penso. e non vedo il problema. non mi sembra che qualcuno ti abbia offeso, tanto meno io. e credimi, è molto doloroso non credere quando ti muore qualcuno che ami sotto gli occhi. beato chi ha fede. tra l'altro, non credendo in questo dio, credo assolutamente ad altre cose, cose a cui non so ancora dare una spiegazione ma esistono.
  18. crenabog 12 dicembre 2014 ore 09:31
    certamente, non è che ce l'ho con te in particolare, ma in questi giorni ho visto una fioritura di post, e dei relativi commenti, carichi di vilipendio alla religione, bestemmie - e non c'è bisogno di dire porco qua o porco là, a volte basta dire che Gesù era uno spacciatore o che la Madonna l'ha data non si sa a chi o peggio - e totale mancanza di rispetto nei confronti di chi ha tale fede religiosa. quindi se io, o chi come me, non fa post o commenti nè facendo proselitismo religioso nè sparlando delle fedi altrui, continuo a ritenere oltraggioso dileggiare appunto chi crede in questo modo. non ho detto di essere stato offeso io, in quanto crenabog, o Marco o quel che volete, parlavo in generale. e purtroppo ho visto anche io morire - e di che razza di morti, e quanti mesi in ospedale a vederli soffrire come bestie fino all'ultimo - mio padre e i miei nonni. e ho pure cercato di andarmene con loro e non mi è riuscito. ma sono qui, ho stretto i denti, ho ricostruito una vita, e pregando, e credendo, sono andato avanti. anche rispettando le altre religioni, proprio perchè ne ho studiate e seguite diverse, cosa che mi ha aperto la mente nei loro confronti. arrivando a convincermi che in fondo sia come la fede calcistica, ci sono mille squadre e mille religioni e ognuna ha il suo valore e i suoi seguaci. e non è detto che la mia sia migliore o lo sia la loro. ma se si decide di seguirne una si deve avere il diritto di farlo senza essere offesi e il dovere di non offendere gli altri. e avere il coraggio di difenderla, sempre e comunque, perchè è solo questione di fede, appunto. un pallone lo vedi, Totti lo vedi, Dio certamente no, nè possiamo avere filmati o foto dei miracoli accaduti duemila anni fa. appunto è solo questione di convinzione e siccome nessuno obbliga la gente a credere, se si vuole credere si deve accettare le cose come vengono proposte. se no, è inutile starne a parlare, tanto vale passare il tempo al bar a parlare dei rigori domenicali.
  19. MorganaMagoo 12 dicembre 2014 ore 15:07
    ma, scusa Crena, non era più semplice rispondere Cara Bianca invece io ci credo perchè o non perchè o anche semplicemente io ci credo e basta? ... tra l'altro io non viaggio spesso per Blog, quindi non so cosa scrivano gli altri, e neanche non mi interessa, faccio solo un giro tra i blog dei preferiti, e neanche sempre. quindi. forse se rileggi il mio blog ci ripensi. io ho raccontato la mia esperienza. tu stai facendo tutto un casino.
  20. SuorPinocchia 16 dicembre 2014 ore 11:50
    @MorganaMagoo la religione ci è stata tramandata di secoli in secoli..
    da generazioni in generazioni...
    e alcune persone ci credono fermamente nonostante le tante lacune che sono evidenti...
    ognuno di noi usa il suo intelletto per metabolizzarla e farne un uso che meglio crede nella sua vita...

    io come te ho pregato quando ritenvo giusto farlo o ne sentivo il bisogno...
    ho creduto di parlare con mia mamma morta, forse sperando che non mi avesse abbadonata del tutto...

    @crenabog

    ti quoto questa frase:

    se si vuole credere si deve accettare le cose come vengono proposte. se no, è inutile starne a parlare,


    a prescindere che di qualsiasi fede si tratti, inclusa quella calcistica, della quale sono esperta perchè ci vivo in mezzo da anni, se ne parla, se ne discute, molti ci litigano e arrivano pure alle mani...

    non c'è niente di male nel parlarne.. nemmeno nel criticare..

    come i religiosi criticano gli atei...

    come i testimoni di geova girano porta a porta per convincerti delle loro idee...

    ma la cosa che veramente mi fa rabbrividire è quella di dover accettare quello che mi viene detto a occhi chiusi senza pormi domande...

    sarebbe come fare gli struzzi e sotterrare la testa sotto la sabbia...

    sarebbe come credere a qualcuno che mi dice...

    'i marziani sono scesi sulla terra, a cavallo di un ciuco verde'...

    se non li vedo.. come faccio a crederci?

    farsi domande è umano... è intelligenza...

    è maturità..

    e questo è il mio personalissimo umile pensiero :rosa
  21. rigalizius 18 dicembre 2014 ore 12:56
    "lascia noi piangere un po' piu' forte chi non risorgera' piu' dalla morte" (F.D.A)
  22. MorganaMagoo 18 dicembre 2014 ore 15:56
    e daje Gal. :amen
  23. rigalizius 18 dicembre 2014 ore 22:25
    ...de tacco,daje de punta,quanto e' bona la sora Assunta.
  24. MorganaMagoo 19 dicembre 2014 ore 00:23
    la punta mi preoccupa....
  25. rigalizius 19 dicembre 2014 ore 13:14
    ehehe maliziosetta..
    Ciao
  26. jesuis.Arlequin 19 dicembre 2014 ore 15:34
    "l'angelo custode ... non lo voglio, preferisco arrangiarmi" : IMPAGABILE :-)
    Grazie a questo post ho ritrovato piena memoria di tante delle mie ragioni teoriche.
    Apprezzabile la dotta distinzione tra "Immacolata concezione" di Maria per renderla "idonea" alla generazione del figlio di Dio mentre la questione della verginità del concepimento ad opera di Terzi ripetto al legittimo marito è sempre stata più ardua. A prescindere dalla "tolleranza" che dici essere mostrata da voi giovani fanciulle... :-)
    Per questo secondo aspetto vale la famosa battuta : "Gazzetta di Nazareth - ragazza madre inventa assurda storia".
    Ah.. a proposito... buon Natale !! :-) :-) :-)
  27. MorganaMagoo 19 dicembre 2014 ore 15:36
    ciao Jesus dov'eri sparito?
  28. jesuis.Arlequin 19 dicembre 2014 ore 19:55
    Ciao Morgana. :-)
    Grazie per il Jesus ma non aspiro a tanto... :-p
    Mi ero momentaneamente perso nei meandri della vita. Ogni tanto mi ritrovo e poi mi riperdo. E poi, girare qui dentro è diventato un po' più astruso con queste nuove modalità.
    Tu sei sempre il forma smagliante, vedo. :clap
  29. MorganaMagoo 19 dicembre 2014 ore 23:50
    Jesus era in tema.
    io sono abbastanza smagliante, sì... grazie. e tu?
  30. Alcest1974 27 dicembre 2014 ore 16:42
    tecnicamente,lo Spirito Santo solo in quanto tale può permettersi di infrangere uno di quei Comandamenti tanto importanti e evitare di incorrere in quello che altrimenti,per noi mortali,sarebbe un peccato grave:l'adulterio :D se si riflette bene,essendo Giuseppe il legittimo marito di Maria,un figlio con lo S.S. è un vero e proprio adulterio.. :D
  31. 80TENEBROSO 29 dicembre 2014 ore 16:10
    conosco benissimo storie come questa. anch'io ho rischiato di allontanarmi da Dio se non fosse stato che ho cercato le risposte con tutto me stesso , e finalmente le ho trovate.nel Vangelo di Giovanni capitolo 8:32 si legge:Conoscerete la verità, e la verità vi renderà liberi.
    il solo consiglio che posso darti se sei in cerca di tali risposte, è pregare DIO con sincerità di cuore, e quando meno te lo aspetti sarà lì a risponderti!.
    ciao!
  32. MorganaMagoo 30 dicembre 2014 ore 00:10
    non vorrei che un Post scritto come ricordo personale e ormai risolto, si trasformasse in un dramma per alcuni... io ripenso a questi episodi con tenerezza, con distacco. tra l'altro, ho sempre pensato che le risposte siano sotto i nostri occhi, ma che le domande siano più importanti delle risposte.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.