BUON INIZIO MESE

03 ottobre 2010 ore 18:45 segnala

 

BUON INIZIO MESE DI OTTOBRE 2010

 

A chi............ Ancora guarda il mondo con lo sguardo meravigliato di un bambino.

 

A chi............ Sa aprire il cuore all'amore.

 

A chi............ Sa ascoltare le parole e ancora di più i silenzi.

 

A chi........... Ha sempre tempo per un abbraccio.............

 

A chi...........HA conosciuto il dolore e proprio per questo ama di più la vita.

 

A chi...........Sa sorridere con il cuore e con gl'occhi, perchè conosce il prezzo delle lacrime.....................

.                  alle donne e agl'uomini che sanno amarli per quello che sono..............

 

A chi.......... Ha il cuore ferito ma non si stanca di viaggiore verso l'isola che non c'è.

 

A chi...........Ha il sogno folle nel cassetto.

 

A chi.......... Non ha sogni ma non si arrende e ne cerca ancora.............e in fine...............

 

Un augurio a tutti e che la vita sia dolce con noi e con le persone che amiamo.

L'AMORE LIQUIDO

02 ottobre 2010 ore 01:10 segnala

l’amore che può nascere attraverso via chat, via sms, sul web si può definire amore liquido…ciò che è liquido è anche altamente instabile, si compone e si scompone, prende l’aspetto e la forma che si desidera e come nasce facilmente, altrettanto velocemente si scioglie…perché la verità è che si viene coinvolti dalle parole, dalle attenzioni di perfetti sconosciuti con una disposizione diversa rispetto quello che è un approccio nella realtà. Ma cosa c’è di diverso, di così piacevole nel parlare con uno che non si conosce…? Il vero problema però per me è quello di essere ascoltati, di captare l’attenzione altrui e se spesso il nostro partner non ha tempo per ascoltarci ecco che si cerca altro altrove, e in questo agisce il perfetto estraneo che diventa il liquido con il quale riempire la nostra quotidianità, il nostro bisogno di colmare dei vuoti. Non è una questione di sesso, di passione, magari lo diventa dopo, se ci s’incontra, quello che importa è che ci si interessi all’altro e in questo la chat è il terreno ideale. Ciò che ieri era strettamente privato adesso diventa morbosamente pubblico…esiste una continua tensione, conflittualità fra le due cose ma a livello personale il web aiuta i timidi a socializzare, a non aver timore di esporsi, ma è davvero così? È reale la rottura degli schemi? forse sì e forse non abbastanza…ci si cerca e comunque ci si aggiunge ai contatti anche se poi nella vita reale ci salutiamo appena, ma questo è un altro tema…è l’amore che nasce in chat ad essere sotto il mio personalissimo microscopio…è veramente eccessiva la voglia di diventare pubblici e se realmente nascono dei legami attraverso tutto ciò, quanto siano veri non si sa. Ma qualunque sia lo strumento attraverso il quale si cerca e si trova eventualmente l’amore resta chiaro il desiderio di volere altro perché non solo c’è in chat chi l’amore non ce l’ha, c’è anche chi l’amore lo ha già trovato…
Ma questo amore liquido che può diventare solido sarà duraturo? Solo il tempo e la serenità di chi s’intrattiene nelle chat potrà svelarcelo…e non finisce mica qui. Alla prossima.

leggila e' bellissima

17 settembre 2010 ore 20:53 segnala

Leggila è bellissima...tutta di un fiato...non ti fermare all'apparenza...grazie...


Questa e-mail mi è arrivata tramite un amico e mi ha commosso molto,
> >>> volevo   che anche tu la leggessi. Ricordati che TU fai la differenza. Non
> >>> cercare  mai mezzi termini: non ce ne sono.
> >>> se vuoi puoi copiarla e inviarla a chi vuoi tu.
> >>>
> >>>
> >>> Ad una cena di beneficenza per una scuola che cura bambini con problemi
> >>> di  apprendimento, il padre di uno degli studenti fece un discorso che non
> >>> sarebbe mai più stato dimenticato da nessuno dei presenti. 
     Dopo aver lodato la scuola ed il suo eccellente staff, egli pose una domanda:
> >>> Quando non viene raggiunta da interferenze esterne, la natura fa il suo
> >>> lavoro con perfezione. Purtroppo mio figlio Shay non può imparare le
> >>> cose nel modo in cui lo fanno gli altri bambini. Non può comprendere
> >>> profondamente le cose come gli altri. Dov'è il naturale ordine delle
> >>> cose quando si tratta di mio figlio?'
> >>>
> >>> Il pubblico alla domanda si fece silenzioso.
> >>>
> >>> Il padre continuò: 'Penso che quando viene al mondo un
> >>> bambino come Shay, handicappato fisicamente e mentalmente, si presenta
> >>> la  grande opportunità di realizzare la natura umana e avviene nel modo in
> >>> cui le altre persone trattano quel bambino.'
> >>>
> >>> A quel punto cominciò a narrare una storia:
> >>>
> >>> Shay e suo padre passeggiavano nei pressi di un parco dove Shay sapeva
> >>> che c'erano bambini che giocavano a baseball.
> >>> Shay chiese: 'Pensi che quei ragazzi mi faranno giocare?'
> >>> Il padre di Shay sapeva che la maggior parte di loro non avrebbe voluto
> >>> in squadra un giocatore come Shay, ma sapeva anche che se gli fosse stato
> >>> permesso di giocare, questo avrebbe dato a suo figlio la speranza di
> >>> poter essere accettato dagli altri a discapito del suo handicap, cosa di cui
> >>> Shay aveva immensamente bisogno.
> >>>
> >>> Il padre si Shay si avvicinò ad uno dei ragazzi sul campo e chiese (non
> >>> aspettandosi molto) se suo figlio potesse giocare.
> >>> Il ragazzo si guardò intorno in cerca di consenso e
> >>> disse: 'Stiamo perdendo di sei punti e il gioco è all'ottavo inning.
> >>> Penso che possa entrare nella squadra: lo faremo entrare nel nono' Shay
> >>> entrò nella panchina della squadra e con un sorriso enorme, si mise su
> >>> la maglia del team.
> >>> Il padre guardò la scena con le lacrime agli occhi e con un senso di calore nel petto.
> >>> I ragazzi videro la gioia del padre all'idea che il figlio fosse
> >>> accettato dagli altri.
> >>> Alla fine dell'ottavo inning, la squadra di Shay prese alcuni punti ma
> >>> era sempre indietro di tre punti.
> >>> All'inizio del nono inning Shay indossò il guanto ed entrò in campo.
> >>> Anche se nessun tiro arrivò nella sua direzione, lui era in estasi solo
> >>> all'idea di giocare in un campo da baseball e con un enorme sorriso che
> >>> andava da orecchio ad orecchio salutava suo padre sugli spalti.
> >>> Alla fine del nono inning la squadra di Shay segnò un nuovo punto: ora,
> >>> con  due out e le basi cariche si poteva anche
> >>> pensare di vincere e Shay era incaricato di essere il prossimo alla
> >>> battuta.
> >>>
> >>> A questo punto, avrebbero lasciato battere Shay anche se significava
> >>> perdere la partita? Incredibilmente lo lasciarono battere. Tutti sapevano che
> >>> era una cosa impossibile per Shay che non sapeva nemmeno tenere in mano la
> >>> mazza, tantomeno colpire una palla.
> >>> In ogni caso, come Shay si mise alla battuta, il lanciatore, capendo che
> >>> la squadra stava rinunciando alla vittoria in cambio di quel magico momento
> >>> per Shay, si avvicinò di qualche passo e tirò la palla così piano e mirando
> >>> perché Shay potesse prenderla con la mazza.
> >>> Il primo tirò arrivò a destinazione e Shay dondolò goffamente mancando
> >>> la  palla.
> >>> Di nuovo il tiratore si avvicinò di qualche passo per tirare dolcemente
> >>> la palla a Shay.
> >>> Come il tiro lo raggiunse Shay dondolò e questa volta colpì la palla che
> >>> ritornò lentamente verso il tiratore. Ma il gioco non era ancora finito.
> >>> A quel punto il battitore andò a raccogliere la palla: avrebbe potuto
> >>> darla all' uomo in prima base e Shay sarebbe stato eliminato e la partita
> >>> sarebbe finita. Invece... Il tiratore lanciò la palla di molto oltre l'uomo in
> >>> prima base e in modo che nessun altro della squadra potesse raccoglierla.
> >>> Tutti dagli spalti e tutti i componenti delle due squadre incominciarono
> >>> a gridare: 'Shay corri in prima base! Corri in prima base!'
> >>> Mai Shay in tutta la sua vita aveva corso così lontano, ma lo fece e
> >>> così raggiunse la prima base.
> >>> Raggiunse la prima base con occhi spalancati dall'emozione.
> >>> A quell punto tutti urlarono:' Corri fino alla seconda base!'
> >>> Prendendo fiato Shay corse fino alla seconda trafelato.
> >>> Nel momento in cui Shay arrivò alla seconda base la squadra avversaria
> >>> aveva ormai recuperato la palla..
> >>> Il ragazzo più piccolo di età che aveva ripreso la palla quindi sapeva
> >>> di poter vincere e diventare l'eroe della partita, avrebbe potuto tirare la
> >>> palla all'uomo in seconda base ma fece come il tiratore prima di lui, la
> >>> lanciò intenzionalmente molto oltre l'uomo in terza base e in modo che
> >>> nessun altro della squadra potesse raccoglierla.
> >>> Tutti urlavano: 'Bravo Shay, vai così! Ora corri!'
> >>> Shay raggiunse la terza base perché un ragazzo del team avversario lo
> >>> raggiunse e lo aiutò girandolo nella direzione giusta.
> >>> Nel momento in cui Shay raggiunse la terza base tutti urlavano di gioia.
> >>> A quel punto tutti gridarono:' Corri in prima, torna in base!!!!'
> >>> E così fece: da solo tornò in prima base, dove tutti lo sollevarono in
> >>> aria e ne fecero l'eroe della partita.
> >>> 'Quel giorno' disse il padre piangendo 'i ragazzi di entrambe le squadre
> >>> hanno aiutato a portare in questo mondo un grande dono di vero amore ed
> >>> umanità'. Shay non è vissuto fino all'estate successiva.
> >>> E' morto l'inverno dopo ma non si è mai più dimenticato di essere l'eroe
> >>> della partita e di aver reso orgoglioso e felice suo padre... non
> >>> dimenticò mai l'abbraccio di sua madre quando tornato a casa le raccontò di aver
> >>> giocato e vinto.
> >>>
> >>> ED ORA UNA PICCOLA NOTA AL FONDO DI QUESTA STORIA:
> >>>
> >>> In internet ci scambiamo un sacco di giochi e mail scherzose senza che
> >>> queste ci facciano riflettere, ma quando si tratta di diffondere mail
> >>> sulle scelte della vita noi esitiamo.
> >>>
> >>> Il crudo, il volgare e l'osceno passano liberamente nel cyber spazio, ma
> >>> le discussioni pubbliche sulla decenza sono troppo spesso soppresse nella
> >>> nostre scuole e nei luoghi di lavoro.
> >>>
> >>> Se stai pensando di copiare e mandare questo messaggio, c'è probabilità che
> >>> sfoglierai i tuoi contatti di rubrica scegliendo le persone
> >>> 'appropriate' o 'inappropriate' a ricevere questo messaggio.
> >>>
> >>> Bene: la persona che ti ha mandato questa e-mail pensa che TUTTI NOI
> >>> POSSIAMO FARE LA DIFFERENZA.
> >>>
> >>> Tutti noi abbiamo migliaia di opportunità, ogni giorno, di aiutare il
> >>> 'naturale corso delle cose' a realizzarsi.
> >>>
> >>> Ogni interazione tra persone, anche la più inaspettata, ci offre una
> >>> opportunità: passiamo una calda scintilla d'amore e umanità o rinunciamo
> >>> a questa opportunità e lasciamo il mondo un po' più freddo?
> >>>
> >>> Un uomo saggio una volta disse che ogni società è giudicata in base a
> >>> come tratta soprattutto i meno fortunati.

E' MEGLIO TACERE O DIRE LA VERITA'

15 settembre 2010 ore 22:55 segnala

 

 

 

E' da parecchio che non scrivo sul mio blog, oggi mi sento di scrivere e mi pongo questa domanda:

meglio essere per come mi hai conosciuto o essere sincero.

so già la risposta, la sincerità è la cosa che più unisce il rapporto di amicizia, ma questo non è il mio caso.   Sono entrato qui quasi per gioco e man mano che mi adentravo cominciavo a conoscere persone sinceri ed altri meno. Allora ho deciso di essere sincero pure io.

E ho incominciato a dire la verita' su di me,  ma non lo avessi fatto mai,  gli amici con cui avevo legato di piu una volta saputo la verità sono scomparse si sono sentite tradite, e quelli che non lo hanno fatto li sento più fredde.

Mi son chiesto forse era meglio tacere.

OGGI MI CHIEDO: essere sincero o non esserlo che valore ha ognuno può essere chi sa' chi ed essere apprezzato per quello che dice in quel momento. lo ritenete giusto tutto questo?

Oggi rispondo di no perche' ormai io sono una persona sincera che crede nell'amicizia.

AMICA

11 agosto 2010 ore 17:57 segnala
ti voglio scrivere qui x far sapere a tutti quanto è bello il mondo con un'amica come te accanto.....Accanto anche se siamo lontane...ma solo di chilometri xkè tu stai sempre con me...ogni giorno e ogni istante!!!
Il bene che ti voglio è davvero immenso e quelle poche volte che discutiamo mi si stringe il cuore xkè ogni volta la paura di perderti è veramente tanta...Ci conosciamo da poco ma sembra una vita...lo sai...sto prendendo una decisione importante......
Siamo diventati 2 amici speciali...che bello!non l'avrei mai detto e invece è accaduto!
oltre a trovare un'amica ho trovato una sorella...quella che forse mi è mancata ma ora sei qui.....non andrai più via lo sai??? sei stata già via x diverso tempo ora ti ho legata al cuore....e nn scappi !!!!
TI VOGLIO UN SACCO DI BENE X SEMPRE! ciao amicaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa ti adorooooooooooooooooooooooooooooooo tantooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

DEDICA

11 agosto 2010 ore 17:39 segnala

NON HA BISOGNO DI PAROLE IL VIDEO DICE TUTTO

COME SI MANTIENE UNA AMICIZIA

16 giugno 2010 ore 19:58 segnala

Sento di aprire uno spazio dove scrivere e raccogliere pensieri sull'amicizia. Lasciate scritto quello che volete.

 

IO INIZIO CON QUESTO PENSIERO.

Una madre e suo figlio stanno camminando sulla spiaggia.

Ad un certo punto il bambino dice: " MAMMA COME SI Fà A MANTENERE UN'AMICIZIA?" La madre guarda il figlio sorridendo e poi dli dice: Raccogli un pò di sabbia.

Il ragazzo si china e raccoglie una manciata di sabbia finissima. La madre allora sempre sorridendo: " ora stringi il pugno.............." Il ragazzo stringe la mano attorno alla sabbia e vede che, più strince , più la sabbia gli esce dalla mano . "Mamma, la sabbia se ne scappa.............." Lo so, caro.......... Ora tieni la mano completamente aperta..................." Il ragazzo ubbidisce, ma una filata di vento porta via parte della rimanente. " Anche cosìnon riesco a tenerla................" E la madre, sempre sorridendo: "Adesso raccogline un altro pò, e tienila con la mano aperta a cucchiaio.............. così................abbastanza chiusa per custodire, e abbastanza aperta per la libertà".

Il ragazzo riprova , e questa volta la sabbia non sfugge dalla mano, ed è protetta dal vento. " Ecco come far durrare un'amicizia.................................

AMICIZIA

22 maggio 2010 ore 18:00 segnala
Possiamo essere i migliori amici del mondo, o solo buoni amici.
Non parlarci cosi spesso come si vorebbe, allora, volevo solo dirti che anche se non parliamo tutti i giorni siete molto speciale per me. Vi ammiro, vi rispetto e vi apprezzo. Ma soprattutto vi voglio tanto bene!
Tu che leggi, fai sapere a tutti i tuoi amici, poco importa quante volte vi vedete o sentite o se siete vicino, l'importante è che pensi a loro e soprattutto che non li dimenticherai mai.
tutti hanno bisogno di un amico e se ti senti solo/a, ricordati di questo testo e sarai certo/a che qualcuno da qualche parte del mondo pensa a te.
CIAO ricordalo.

DOPO

08 maggio 2010 ore 00:15 segnala

dopo un certo tempo s'impara la sottile differenza.......fra sostenere una mano ed incatenare l'anima,..........e.........impari che l'amore non significa sicurezza..................e cosi incominci ad imparare................che................ i baci non sono contatti  e i regali non sono promesse, cosi cominci ad accettare le sconfitte con la testa e gl'occhi aperti. E impari che realmente puoi sopportare, sei realmente forte, ed hai valore....................E dopo un certo tempo pianti il tuo giardino, decori la tua anima e non aspetti che qualcuno ti porti i fiori.

con il tempo imparerai che stare con qualcuno perchè ti offre un buon futuro significa che presto o tardi vorrai tornare al tuo posto.

con il tempo imparerai chei sono solo chi è capace di amarti con tutti i tuoi difetti, senza pretendere di cambiarti puo offrirti tutta la falicità che desideri.

con il tempo imparerai che se stavi vicino a una persona solo per colmare la tua solidutine, irremidialbimente finirai per non volerla più vedere............

con il tempo imparerai che i veri amici sono contati, e chi non lotta per loro, presto o tardi  si vedra attorniato solo di amici falsi.........................

con il tempo imparerai che chi unque si può scusare, ma perdonare è solo delle anime grande...................

con il tempo imparerai che se hai ferito duramente un amico, molto probabilmente il vostro rapporto non sarà più com'era preima.......... con il tempo ti renderai conto che anche se sei felice con i tuoi amici , qualche giorno piangerarai per quelli che hai lasciato andare..............con il tempo ti renderai conto che le esperienze vissute con ogni persona sono uniche e irripetibili......con il tempo ti rendirai conto che colui che umila o disprezza un essere umano, prima o poi subirà la stessa umiliazione e disprezzo......................con il tempo imparerai a costruire tutte le tue strade oggi, perchè il terreno del domani è troppo incerto per fare piani..............................con il tempo imparerai che no conviene affrettare a fare le cose perchè avvengano, potrebbero alla fine non essere come speravi................con il tempo ti rendirai conto che in realtà la cosa migliore non era il fututo, bensi il momento che stavi vivendo proprio in quest'attimo..................................con il tempo vedrai che , anche se sei felice con chi ti è a fianco, rimpiangerai terribilmente quelli che stavano con te ieri ed ora non ci sono più......con il tempo imparerai che tentare di perdonare o chiedere perdono , dire a qualcuno di amarlo, dire che vuoi essergli amico. ma solo davanti ad una tomba..................ormai non ha più senso........e......s'ompara, s'impara............e ogni giorno s'impara. ma sfortunatamente solo con il tempo.

AUTORE M.

chi non ha peccato scagli la prima pietra

10 aprile 2010 ore 12:19 segnala

GRAZIE AL WEB ABBIAMO LA POSSIBILITà DI SFOGARE I NOSTRI DOLORI. SI LEGGENDO STORIE DI UOMINI CHE SONO ARRABIATISSIMI CON IL MONDO FEMMINILE IN QUANDO SI SENTANO FERITI DALLE LORO EX COMPAGNE PERCHè ABBANDONATI O TRADITI, LE CONSIDERANO TUTTE ZOCCOLE NON DEGNE DI RISPETTO, SONO STANCHI DI ESSERE PRESI IN GIRO SENTIMENTALMENTE. CAPOVOLGENDO LA SITUAZIONE E CI RITROVIAMO CON DONNE SOFFERENTI E ARRABIATE PER LO STESSO MOTIVO. COME ESITO FINALE, SI HANNO UOMINI E DONNE CHE SOFFRONO E MOLTO OSTILI, CHI PIù CHI MENO, VERSO IL LORO SESSO OPPOSTO. TUTTI SOFFRONO LE PENE DELL'INFERNO PER AMORI FINITI, MA ALLA FINE ALLORA, CHI SONO I BUONI O I CATTIVI? NON VI PARE CHE SI DEBBA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE CASO PER CASO E NON METTERE IN CROCE TUTTA LA CATEGORIA? COSA SUCCEDE DI SOLITO? DI SOLITO SUCCEDE CHE LE COLPE DEGLI ANTRI LE PAGANO CHI NON NE HA ASSOLUTAMENTE. COME FACCIAMO A DARE UN TAGLIO NETTO A QUESTA SITUAZIONE? CI FACCIAMO UN ESAME DI COSCENZA. NESSUNO DI NOI E UNO " STINCO DI SANTO". RICORDATE LA FRASE MAGICA? CHI NON HA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA.