UN PIERO CICALA QUALUNQUE...

21 febbraio 2012 ore 10:34 segnala
giusto ierisera,zigzagando tra i vari canali tv,mi sono imbattuto in un film che non conoscevo,uno di quelli italiani,a basso costo,di registi emergenti e magari patrocinato da un qualche assessorato alla cultura di una qualche entita'...
il film in questione e': SE SEI COSI TI DICO DI SI,con emilio solfrizzi e belen.
lui molto bravo come attore,lei molto brava come posteriore!!!
un film che non lascia certo segni nella memoria,pero'la storia mi ha colpito,parla di un cantante anni 80,ormai disilluso e ormai riposto nel dimenticatoio dallo star system,che viene rispolverato per un programma sui migliori momenti degli anni 80.
insomma calderoni gia'visti in tv,senza bisogno di ulteriori film a ricordarceli.
pero'mi ha colpito molto la metafora,o almeno cio'che io ho creduto di vederci dentro questo film,la disilusione di un quasi 60enne,che ha avuto un momernto di gloria nel passato,ed e'tornato nel dimenticatoio in fretta,alla solita vita di prima,forse resa piu'amara dalla ricaduta,e per questo vissuta da anonimo.
mi pare che sia una metafora che calzi a molti di noi,il palcoscenico che e'la vita,e non necessariamente un palcoscenico vero,le speranze infrante,che erano quelle che ci spingevano a salirci su quel palcoscenico.
sarà che anche io ho accarezzato sogni di gloria di vita...inesorabilmente infranti al punto che ora.....anche se vivo,non mi concedo più al primo venuto.....ma faccio solo cose che sento davvero,senza ritenere che siano quelle giuste,ma sono cose mie!.....non salgo su un palco "tanto per fare qualcosa"sognare senza fretta di essere tempo che passa, di essere vento che soffia,che attraversa il mondo senza fare rumore...
nel cassetto dei giorni trascorsi, ci sono parecchie nostalgie, tanti rumori di suoni lontani, sapori passati, colori sfumati.
cartoline e lettere, pensieri persi, ritrovati per un appunto, lì per caso... in attesa di essere protagonisti, ancora solo per un momento!
quanta vita, quante cose hanno visto gli occhi di ognuno di noi,a volte sembrano spenti, ma se gli accendi un ricordo scende una lacrima...
l’ingenuità di quando eravamo bambini ha lasciato il passo ai primi battiti del cuore,poi le delusioni cocenti, le lacrime amare, per assaporare poi il vero amore... le prime rughe dei problemi quotidiani ci danno al viso un’espressione più vecchia negli occhi,e nel cuore non c’è più traccia di spensieratezza...
una sera un po’ strana stasera,avrei anche sonno,ma una notte senza stelle è come un sonno senza sogno,allora mi accendo un’altra sigaretta e mi riascolto il brano che ho messo nel post,e mi sento anche io un piero cicala qualunque...

c3367f91-38cd-460a-baf1-dbe52b34a72c
giusto ierisera,zigzagando tra i vari canali tv,mi sono imbattuto in un film che non conoscevo,uno di quelli italiani,a basso costo,di registi emergenti e magari patrocinato da un qualche assessorato alla cultura di una qualche entita'... il film in questione e': SE SEI COSI TI DICO DI SI,con...
Post
21/02/2012 10:34:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. illaka 21 febbraio 2012 ore 18:11
    si é vero tutto quanto scrivi. Sapessi quante volte mi sono svegliata con la sensazione di aver perso un treno, quello piu importante della vita. Con quanta amara tristezza mi sono girata indietro pensando che per codardia o solo per rispetto verso altri non ho fatto ció che piu era giusto per me! Eppure quella vocina insistente della coscienza interna mi dice anche che non é stata solo paura di affrontare nuove sponde sconosciute, mi dice quanto sarebbero state impervie e magari impossibili da praticare le strade che la spinta del cuore di allora mi dettava. Allora smetto di guardare indietro e di riempirmi la testa di ricordi. Magari non si ha piu la spensieratezza della gioventú né la forza di allora ma non tutto sa di rimpianto negli anni di adesso!
    No, io non mi sento Piero Cicala come l interprete del video... hai presente Ginger e Fred di Fellini? Ecco... preferisco la loro nostalgia, ancora cosí piena di aspettativa per il futuro.
    Perché che ci piaccia o meno, il futuro siamo sempre noi!!
  2. morotoscano 21 febbraio 2012 ore 19:38
    beh cara illuccia,ginger e fred e'ancora piu'triste del piero cicala in questione.
    primo perche il futuro non e'dalla loro parte,poi perche hanno avuto dei rimpianti in vita loro,e come sempre la donna vince nel gioco dei rimpianti,trovera'sempre qualcuno con cui scaricarli,ma mai rimpiangere!!!
    fred non era disilluso,e ginger era legata,questo era il loro problema,lui non avrebbe avuto senso senza lei,anche senza averglielo mai detto,lei ha cercato un senso dopo lui,e l'ha trovato,come speso accade,ma questo non significa non sentirsi un pietro cicala qualunque,questo significa arrendersi alla vita..:rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.