CHRONO 9. L'APPARIZIONE. CHICCO TI AMO PIU' DI PRIMA..

15 agosto 2021 ore 02:14 segnala

Ebbene,Tenebre 25 era pronto alla sfida: vedere all'opera la Divina invenzione che avrebbe svelato gli arcani più misteriosi,le verità immanenti,profonde,impenetrabili che avrebbe fatto luce sul trascorso umano,sul suo divenire,sull'esistenza reale di una luce capace di illuminare la vita degli essere viventi.
Vieppiù accompagnata da una grandiosa esperienza umana,sostanzialmente fantascientifica: la definizione (prima ancora che pseudoscientifica) corretta ed equilibrata di una legge di trapasso temporale,capace di riavvicinare anime scomparse in un tempo passato,anime ancora vive in una dimensione temporale differente, in perfetta evoluzione vitale,certamente anime nel frattempo mutate nella loro espressione . Si parla di anime a ritroso reincontrate "in quel tempo che fu",con le medesime fattezze fisiche,gli stessi atteggiamenti caratteriali,identiche tendenze e uguali esperienze di vita.
Partiamo dal presupposto che il tempo,preso come unità fisica,esiste in quanto invenzione umana ma non come entità fisica ,appunto. Il tempo è un feticcio scientifico,utilizzato per misurare la somma degli avvenimenti umani. Se io dico che è trascorso un mese da un certo evento,in realtà non faccio riferimento ad una grandezza fisica esistente,ma semplicemente misuro la somma dei cambiamenti intervenuti in sequenza in una persona,una cosa, oppure in una una dimensione.
La somma degli eventi che capitano ad un essere vivente,non è data dal trascorrere del tempo, ma da un lineare scorrere di fatti che cessano all'arrestarsi delle funzioni vitali di un essere vivente.
Le coincidenze,intese quali eventi casuali e intrisecamente connessi,come a voler dare un ordine razionale di un determinato risultato,sono schemi preparati dalla intelligenza universale che frettolosamente ci risolviamo a chiamare Dio.
Enjoylight, è un congegno parafisico,costruito non soltanto con formule matematiche ma soprattutto con formule che funzionano utilizzando in maniera accentuata l'intuizione.
- Professore " Faletti sei giunto in questo tempo per il tramite di Enjoylight e soltanto con essa potrai decidere, a tuo rischio e pericolo, di tornare al nostro futuro,che poi in realtà è il tuo futuro e non il mio ;
- Tenebre "Professore, l'emozione è talmente forte che un nodo scorsoio mi blocca la gola. Lei vorrebbe dirmi che posso rivedere anche Antonio,mio fratello che morì per un terribile male al cervello, a soli 16 anni,quindi non solo persone che "nella mia dimensione" sono invecchiate ma pur sempre vive?
- Professore : " certo Faletti";
A Tenebre parse di svenire;come in quei sogni notturni nei quali ci chiediamo,per sollecitare la coscienza se siamo svegli o stiamo sognando,ben sapendo che il sonno stesso pone la domanda ad una mente lucida e sveglia,come se in un essere umano albergassero differenti unità esistenziali, così Tenebre cercava di comunicare con le sue emozioni più profonde.

L'esplosività emotiva, era data dal fatto di potere reincontrare una persona scomparsa,una persona cara,suo fratello Antonio,nella medesima dimensione passata che egli stesso aveva vissuto,replicata pirandellianamente secondo lo schema vita per il quale "le verità sono una,nessuna,centomila". Tutto ciò ,era reso possibile neutralizzando e ridefinendo la formula velocità uguale spazio fratto tempo.

Se il tempo non è una entità fisica,non lo è la velocità ma non lo è nemmeno lo spazio,che infatti è infinito. Questo, signfica che la vita esiste in quanto esiste la morte,ma significa anche che la morte non esiste, poichè non esiste la vita come da noi è concepita. La vita è un evento del quale abbiamo captato solo un piccolo significato,esattamente come la morte. La morte allora,non era e non risulta essere un evento immobile ma un evento in movimento e trasformazione.
Enjoylight era un propulsore di verità,costruito per errore,alla ricerca di informazioni sulla progerie. La collateralità della scoperta,come spesso accade,aveva generato un nuovo pensiero scientifico o parascientifico. Secondo la prospettiva che ci si poneva di dimostrare.
- Professore : "bene Faletti,sei pronto per un incontro preliminare? Quasi propedeutico?"
- Tenebre : "sono pronto Prof,ma quale incontro?"
- Professore : "seguimi"
Il Professore,dopo essere ritornato sullo stretto cunicolo delle scale,che conduceva fuori dalla palestra,seguito da Tenebre,assalito da mille dubbi e interrogativi,imboccò la strada che portava al di fuori del cortile scolastico.
Dopo aver superato il famoso sottopassaggio,ben conosciuto da Tenebre,risalì una rampa di scale e percorse l'intero tratto di via De Cantiano,fino a raggiungere piazza DE Cantiano. Qui si fermò ed esclamo con tono deciso e con voce un poco strozzata : "sai che posto è questo vero Faletti"?
- Tenebre : "si professore,è il posto nel quale davo da mangiare a Chicco,il mio gatto scomparso dopo essere stato investito da un auto,il mio amato Chicco."
- Professore : "chiama Chicco".
- Tenebre,che ben sapeva che tutto poteva succedere ma che ciò non significava essere moralmente ed emotivamente pronto a qualsiasi evento,grido ad altissima voce " Chiccoooooooooooooooooooooooooooooooo" come a voler trarre forza da un evento che poteva verificarsi ma che lo scuoteva fin dalle fondamenta dell'anima..

Tutto ad un tratto,quella specie di incantesimo rotto chiamato vita,quel turbinìo di sensazioni ed auguri che si faceva spesso,quel piripiglio di puntini elettrici che premono sui bordi della congiuntiva, esplosero in un boato vulcanico di lacrime d'amore misto a gridolini,ad urli di meraviglia,e colpi di mazza sull'emicardio,a fiamme potenti e Divine che scaldavano l'anima fino a bruciacchiarne,per eccesso di verità mistica il suo contorno e a renderla l'unico strumento umano per misurare il presente.

Chicco sbucavo bello e pulito,sul bordo della piazza,gattonando come sempre,con quel suo lento e definitivo incedere,verso Tenebre,fissandolo dritto negli occhi fino a strusciare il suo meraviglioso manto bianco e grigio sui pantaloni.
E le lacrime di Tenebre sgorgavano come fiumi in piena da occhi increduli,rapiti,estatici,che potevano finalmente ammirare la grandiosa bellezza di un atto Divino,un vero atto di un Dio vero e misterioso concepito in maniera tutt'altro differente da come veniva descritto. Chicco c'era,Chicco esisteva,Chicco non era mai morto. Enjojlights aveva compiuto un nuovo
miracolo.

6507fd65-5792-4cdb-a832-98da76fafc1c
« immagine » Ebbene,Tenebre 25 era pronto alla sfida: vedere all'opera la Divina invenzione che avrebbe svelato gli arcani più misteriosi,le verità immanenti,profonde,impenetrabili che avrebbe fatto luce sul trascorso umano,sul suo divenire,sull'esistenza reale di una luce capace di illuminare la ...
Post
15/08/2021 02:14:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    12

CHRONO 8 ENJOYLIGHT

14 maggio 2021 ore 21:57 segnala

Una macchina strana,un intreccio di tubi ricurvi e piegati artisticamente, tali da formare un triangolo isoscele, con gli angoli arrotondati e rinforzati da triple guaine di metallo, che sembravano zoccoli di cavallo,corredata da un intreccio di fili cablati e di colori diversi,prevalentemente azzurri,che a tratti seguivano il telaio del "mostro del tempo; sui profili lucenti del marchingegno, lunghissima fila di lampadine prevalentemente giallo opacizzato,qualcuna più intensa mentre altre molto meno,seguivano pedissequamente il progetto,fedeli quanto più possibile al progetto ;anch'esse,sembravano essere state concepite per ricercare spasmodicamente qualcosa che non era possibile ritrovare in un mondo normale. Questa macchina,strepitosamente bella e misteriosa,un vero cavallo del tempo,sembrava voler attendere il suo cavaliere sconosciuto,per essere domata e con esso,svelare all'umanità i segreti del tempo e della vita. Sul suo frontespizio campeggiava una scritta ENJOYLIGHTS:
- " Professore...cosa diavolo è questa? " chiese Tenebre 25 al suo Professore
- " Siamo avanti ragazzo. Questa è una macchina,una diavoleria robotizzata,nata forse non nel nostro tempo che viviamo,forse nel tuo,per la cura di tante malattie rare. Questa macchina corregge,all'origine,grazie alla tecnica del taglia e cuci,il difetto genetico di molte malattie. Essa consente di approcciarsi alla malattia,cancellando,sostituendo,e riscrivendo intere sequenze del codice genetico di un essere umano,,utilizzando una proteina presente in un batterio,chiamata Cas9,in endonucleasi, che viene guidata nel punto esatto del DNA da tagliare,grazie ad una molecola di DNA. Chi ha fatto ciò, ha già provato ad agire sul tratto di DNA alterato,che magari ha comportato lo sviluppo di una malattia genetica,correggendolo o modificandolo completamente,e ribaltando così l'alterazione alla sua origine,anche in un uomo. Ciò è possibile non solo per curare le malattie genetiche ma anche per altro.Lavorando su questa macchina, è stato possibile lavorare anche su alcune malattie borderline.quali fibrosi cistica,emofilia,Corea di Huntington,amaurosi congenita di leber. Ma ciò che è incredibile,è che abbiamo tratto informazioni devastantemente innovative dal punto di vista scientifico, dallo studio sequenziato di una malattia specifica:la progeria ovvero sia la sindrome dell'invecchiamento precoce. Lavorando su tale patologia,mediante il sequenziamento,siamo giunti a comprendere che l'invecchiamento precoce,nel sequenziamento RNA,non era un abnorme sviluppo temporale di cellule umane ma una trasformazione quadrimensionale del tempo. In altre parole,la progeria,altro non è che l'espressione fisica del tempo che scorre più forte o meno forte,secondo il taglio molecolare,fino ad arrestare per un eccesso di velocità al contrario,cioè come se fossimo in retromarcia su di un auto,il tempo presente e Scadere nel passato. Possiamo regredire nel passato fino a ritrovare un punto della propria vita qualsiasi,fino addirittura alla nascita,fermo restando il timer di programmazione dello scienziato procedente e cioè dell'operatore".
Tenebre venne percorso da un brivido lungo la schiena. Una intuizione lampante,si fece strada nella sua testa ed un dubbio lo assalì
- "Professore,lei vuole dire che...cioè che potrei essere stato vittima di tale manipolazione genetica ed essere io,regredito nel tempo,giungendo da un mondo futuro,cioè dal mio futuro,così inconsapevolmente?
- Certamente Faletti,è una teoria più che fondata che sta gettando in un incomprensibile panico anche me,perchè non so come e quanto possa essere coninvolto in una situazione del genere. Se però, così fosse,tu saresti la conferma alle teorie di un gruppo di scienziati che la morte non esiste,che in realtà le malattie posso non essere curate ed addirittura riavvolte nel tempo passato,tale da regredire allo status quo ante,secondo la propria volontà."
Una scoperta rivoluzionaria,incredibilmente nuova,di portata universale,stava gettando luce sull'umanità.
Mentre Malinie seguiva i fatti chiusa in uno strano silenzio,probabilmente pedina conscia di un gioco forse ancora più grande di lei,Tenebre ammutoliva insieme al professore nella stanza palestra,di fronte al cavallo del tempo che si ergeva imperioso di fronte ad essi,richiamandoi più fitti ed impenetrabili segreti del tempo. Forse Dio era più vicino,forse la verità si sarebbe dipanata di fronte all'uomo...
a3302eb4-4647-400c-a93a-f2217c0b7368
« immagine » Una macchina strana,un intreccio di tubi ricurvi e piegati artisticamente, tali da formare un triangolo isoscele, con gli angoli arrotondati e rinforzati da triple guaine di metallo, che sembravano zoccoli di cavallo,corredata da un intreccio di fili cablati e di colori diversi,preval...
Post
14/05/2021 21:57:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    6

CRONO 7 L'ASTRONAVE

07 febbraio 2021 ore 21:36 segnala
Il Professore,con sommo sospetto,passeggiava accanto al risultato potenziale di ciò che avrebbe soltanto potuto evincere dai suoi libri,dalle sue teorie,simili a qualcosa che potesse sembrare una eresia. Nel 1700 francese,alcune donne vennero bruciate per teorie che apparivano strampalate e sacrileghe,al di fuori di un semplice raziocinio teorico. La storia insegnava che,qualsiasi teoria che mettesse in discussione la realtà effettuale,produceva un potenziale rischio per la propria vita e la propria identità: si poteva tranquillamente essere identificati come pazzi,pericolosi,portatori di interessi occulti,soggetti destinati al manicomio .
Il professore,in silenzio,osservava tenebre 25,ne delineava mentalmente la sua figura fisica,il suo passo,il suo modo di vestire,non enormemente diverso,ma indubbiamente,per taluni aspetti,insolito. La giubba di tenebre,appariva singolare per il vistoso cappuccio vinaccia chiuso ad esse,sulla parte anteriore,da una gigantesca spilla VR 46.
Il taglio dei capelli di Tenebre,pur riconoscibile nelle espressioni del viso,appariva eccentrico, nel suo delimitato spazio laterale di rasatura "alla mohicana".
Tutto riconduceva a qualcosa che poteva essere contrabbandato come uno scherzo,ma che scherzo non doveva essere-
La certezza di pietra che si formava lentamente, di qualcosa di autentico,pazzescamente sovrannaturale,si impadroniva della mente del professore.
Tenebre sapeva di dover spiegare qualcosa che non poteva essere nè dimostrato,nè descritto,ma soltanto indicato come caposaldo di una realtà inspiegabile,valido solo per principio intuitivo.
- "professore,mi sa dire cosa insegna e a chi insegna la professoressa di storia Tononi?"chiede esitando tenebre.
- " Dimentichi una cosa importante che mi potrebbe far dubitare della tua teoria. Ma non ne dubiterò; ti stai confondendo. La professoressa Tononi insegna nella stessa classe e con le stesse persone con cui sei stato in classe.Dovresti ormai comprendere che il fenomeno della trasposizione retrotemporale,studiato in tutti gli ambiti scientifici come possibilità e non come realtà,consente ad un viaggiatore del tempo di retroagire temporalmente,ferme restando le situazioni passate,che,per quel che ti riguarda,vengono ricreate,reinserite nuovamente nella tua vita,con possibili margini di variazione degli effetti e conseguenze della vita stessa. In altre parole,tu potrai assistere alla prima o all'ultima lezione di storia comunale,spiegata dalla professoressa Tononi,sedendoti accanto alle medesime persone che hanno fatto parte della tua vita di classe,non vedendole invecchiate,nè stravolte. Ma vi è di più: potrai sederti accanto a te stesso,come un replicante invisibile,ed osservarti in una realtà altra,senza però poter interagire,fermo restando l'unico anello di collegamento e cioè il sottoscritto.Se è come ho compreso.."
Tenebre non aveva bisogno di lezioni,nè di chiarimenti. Ma ciò che disse il professore,elemento di importanza vitale nel ciclo di rottura dell'incantesimo della strega Malinie di chatta.it,rappresentava un focus impressionante su altre situazioni incredibili:si affacciava la possibilità di rivedere sul fratello Antonio,morto per una brutta malattia quando aveva solo 14 anni. Tutto ciò poteva apparire sconvolgente. La dirompenza del concetto,l'elemento di sconcerto era probabilmente,riuscire a ricucire ciò che la morte aveva lacerato,ricreare,ricercare,di fatto vincere la morte tornando indietro nel tempo. Tenebre ammutolì ed il professore se ne accorse.
Forse Malinie,non era solo una strega e forse,la teoria sui quanti,avrebbe trovato il modo di cambiare il suo mondo,o forse l'intero mondo.
Intanto,dopo circa quindici minuti di passeggiata,praticamente in silenzio,per reciproco studio,dove tenebre 25 era riuscito a notare in maniera evidente che i posti che attraversava erano perfettamente uguali a quelli che si ricordava del suo passato,compreso un cane di razza pastore tedesco,di nome larky,nel medesimo cancello grigio a rombi ricamati di ferro fuso, che tenebre stesso poteva vedere a due passi dalla via De amicis,via nella quale era sita la scuola,dalla cui via prendeva essa stessa il nome,giunsero all'ingresso del laboratorio di fisica.
La porta gli sovveniva;bianca,incastonata in due gigantesche lastre di vetro fuso appannato,recante la scritta LABORATORIO DI FISICA.
Il professore spalancò la porta e tenebre entrò con l'ansia di poter trovare qualcosa,timore misto alla paura irrazionale di farsi del male;in fondo.il professore poteva essere chiunque,se poteva vederlo.
-"non di qui faletti! Di quà" esclamò a gran voce il professore indicando un piano sotterraneo che tenebre non aveva mai visto.
Scesero la scala ripidissima di scalini in parte sbrecciati,quasi a forma di chiocciola. Il professore spalancò un'altra porta più scura di quella precedente,più piccola ed accese la luce: tenebre rimase a bocca aperta...
1409f667-41ab-4b0e-94cc-4060f9c6d218
« immagine » Il Professore,con sommo sospetto,passeggiava accanto al risultato potenziale di ciò che avrebbe soltanto potuto evincere dai suoi libri,dalle sue teorie,simili a qualcosa che potesse sembrare una eresia. Nel 1700 francese,alcune donne vennero bruciate per teorie che apparivano strampal...
Post
07/02/2021 21:36:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    4

CRONO 6. L'INCONTRO CON IL PREDESTINATO

03 gennaio 2021 ore 18:44 segnala

"Il sequenziamento del genoma umano,professore, hanno sviluppato un precursore del DBC, chiamato BioXp, in grado di ricostruire il DNA, ma non del tutto da zero. E' usato anche per sintetizzare un vaccino contro un incombente attacco virologico,nonchè sperimentare la futuristica tecnologia DBC per stampare batteri terraformanti su Marte. In realtà,qui,stiamo parlando però,di una deviazione arcana,cioè una sorte di risultato sperimentativo "laterale" accidentale: l'utilizzo di un pc quantistico,che lei non sa cosa sia,ovviamente,professore,una sorta di scatola,un piano,un pezzo di plastica con una sorta di contenuto, che fa capo alle basilari teorie di einstein,che lei conosce bene,le quali sono state approfondite nel tempo,circa trent'anni dopo,attraversol'utilizzo di questo dispositivo appunto,infine,approfondendo le teorie cinematiche della fisica per me datata,divenute telematica,messe a punto. Con questo oggetto,ripeto,professore,per lei futuristico,mi tengono prigioniero,nel tempo,avendomi fatto precipitare alla età in cui ero giovanissimo,per verificare la possibilità di dimostrare,fisicamente e metafisicamente, che il mondo,non è quello che vediamo. Il mondo vero, è sostanzialmente una eterna identità in movimento,la cui ragione prima è lo sviluppo della strada per scoprire chi sia davvero Dio...".
Il professore,stordito e incredulo di fronte a possibili sviluppi delle teorie sulla fisica,che gli si erano più volte poste alla attenzione,ma che ora si facevano realtà,indietreggiò balbettando,preda di un timore,una confusione mentale,di una diffidenza che saliva piano piano nei suoi occhi,semi atterriti,persi di fronte a ciò che considerava quasi "espressione non identificata del male" ed esclamò a voce strozzata: " tu sei davvero un essere che viene dal tempo futuro?"
- " si Professore,io sono Gianpaolo Faletti,bocciato nelle sue materie di insegnamento di circa trent'anni or sono, per ben tre volte,risucchiato nel vortice del tempo,che chiede il suo aiuto.
Sono prigioniero di questa macchina potentissima,un sequenziatore computerizzato, mosso da una donna cattiva,arcigna,senza scrupoli,una sorta di rappresentazione del male,che utilizza questo dispostivo per cambiare il mondo,che lei ci creda o no. Mi faccia qualche domanda,per vedere se ricorda qualcosa di me e del mio nome,sempre che le sia rimasto impresso "- aggiunse tenebre 25,senza non poca difficoltà di fronte alla espressione impauritae confusa del professore.il quale continuava a schiacciare gli occhi come per svegliarsi da un incubo.
- Come si chiamava il tuo compagno di banco con il quale vi interrogavo spesso in coppia,distribuendovi puntualmente l'insufficienza,ben sapendo che eravate lavativi e non stupidi?" Chiese il professore con tono un pò esitante e quasi dubbioso
- " Giorgio Nitra" rispose tenebre 25 deciso e sicuro, senza aggiungere altro.
Il professore fece un balzo indietro e,in silenzio, osservo attentamente tenebre 25 come se fosse una entità,un marziano,uno scampolo di vita sfuggita alla ragione degli uomini. Piano piano andava palesandosi nella sua mente la possibilità di essere stato predestinato fatale di una teoria balzata fuori dai suoi libri,mezzo di contatto parafisico,tratto di unione tra i misteri del tempo,della vita ed il suo mondo. Risulta duro cercare di razionalizzare un fatto che non conosciamo,ma pensò che anche le sonde lunari si muovono comandate da energia elettromagnetica che non si vede ma c'è. Pensò anche che l'amore muove il mondo,è un'arma potente,ma non si può vedere;l'ossigeno è vitale per l'uomo ma,come l'aria,si può solo sentire e mai vedere. Immaginò anche che tante cose,ancora non scoperte dall'uomo,sarebbero ben potute essere nel mondo,invisibili,potenti,misteriose fino a quando non sarebbero state scoperte.
- "e va bene Faletti..va bene..se questa avventura pazzesca non è tutta nella mia mente e non ti ho sognato,ti darò una mano a cercare di capire che ci fai qui e cosa posso fare per risolvere non un problema,bensì due: il tuo,cercando di capire che ci fai qui,ed il mio,perchè con tutto questo che sta succedendo,sto mettendo a repentaglio la mia salute psichica.."
- "Grazie A Dio professore,grazie a Dio"rispose tenebre ed il suo sguardo si fece meno angosciato. Aggiunse "professore lei è l'unico che può vedermi,toccarmi,sentirmi,ed una relazione tra lei,in qualità di eletto,me,e questa signora,che utilizza questo computer sintetizzato ci deve pur essere.Per poter svelare il mistero,è necessario che lei,prof, mi porti nel laboratorio di fisica della mia vecchia scuola,che per lei non lo è poichè lei vive il suo tempo,e discutiamo su tutto ciò che lei sa sui legami tra il mondo metafisico, Einstein,le sue teorie e la realtà parallela"-
I due si incamminarono verso la scuola,fianco a fianco in silenzio,mentre la megera Malinie,la strega di chatta.it,li seguiva con la web cam, cercando di capire cosa stesse succedendo in quel frangente,giacchè non ne poteva percepire esattamente le loro voci ma soprattutto chi fosse quell'uomo con il quale,incredibilmente,tenebre 25 aveva stretto quella che appariva più di una semplice amicizia bensì una conoscenza ben collaudata
.
k=
f62a282d-b71e-42cd-9d1d-7c43ddfef54c
« immagine » "Il sequenziamento del genoma umano,professore, hanno sviluppato un precursore del DBC, chiamato BioXp, in grado di ricostruire il DNA, ma non del tutto da zero. E' usato anche per sintetizzare un vaccino contro un incombente attacco virologico,nonchè sperimentare la futuristica tecno...
Post
03/01/2021 18:44:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    9

CRONO 5 LO STRANO INCONTRO....

26 dicembre 2020 ore 00:35 segnala
Una volta entrato,tenebre,appunta il suo sguardo sul giovane professore di matematica,il quale stringe fra sè un oggetto conico di colore argenteo,di grandezza e lunghezza simile ad un matitone colorato.
Il professore si volta e,immediatamente,percepisce qualcosa di diverso nell'insolito interlocutore:il tono dimesso nel suo apparire,l'abbigliamento relativamente compatibile con quello della realtà effettiva,lo sguardo smarrito.
Un silenzio criptico,misterioso,ambiguo,accomuna i due presenti,ai quali si aggiungeva il negoziante



Immediatamente però,per geniale intuizione,il professore si rende conto di essere di fronte non solo a qualcosa di insolito,ma ad un vero viaggiatore del tempo. Gli studi del professor Mascioni,abile matematico e fisico e provetto intenditore di teorie metafisiche, con particolare riferimento alla relatività,gli suggeriscono di avere di fronte la prova dell'incredibile salto quantistico,che soltanto tre decenni dopo sarebbe stato sviluppato dalle teorie Einsteiniane.
- "lei è il professor Mascioni?" chiese timidamente tenebre 25;il professore fece un salto indietro per la sorpresa e annui col capo e poi rispose:
- "si..ma tu..chi sei?"
-"sarebbe una storia lunghissima e contorta professore,lei è l'unico che riesce a sentirmi e con cui posso parlare,per il resto,sono invisibile a tutti,che lei ci creda o no",rispose tenebre 25
Anche il negoziante,si fece avanti e chiese al professore :" mi scusi ma se desidera qualcosa me lo faccia sapere anche dopo,dia una occhiata,io proseguo il lavoro nel retro della bottega,visto che parla da solo..
."

.
Il professore e tenebre 25 uscirono dal negozio,entrambi storditi e incapaci di realizzare quello che stava accadendo. Tenebre aveva finalmente trovato colui che poteva aiutarlo a svelare l'arcano del viaggio nel tempo in cui era precipitato,per volere della megera Malinie, strega di chatta,it,mentre il professore aveva di fronte a sè la prova provata che qualcosa di strano stava succedendo.
Intanto,la malefica Malinie,seguiva l'avventura del giovane tenebre 25 dal sito chiuso del pc quantistico,da dove tenebre 25 era partito per precipitare indietro nel tempo.
Di li a poco,l'arcano del precipizio temporale sarebbe stato chiaro ad entrambi.Malinie,la strega del sito,si sentiva minacciata da questa nuova figura,prepotentemente entrata nell'esperimento sociale quantistico...e ne aveva ben donde...
543c843a-fd37-405e-9202-3347ef89bb03
Una volta entrato,tenebre,appunta il suo sguardo sul giovane professore di matematica,il quale stringe fra sè un oggetto conico di colore argenteo,di grandezza e lunghezza simile ad un matitone colorato. Il professore si volta e,immediatamente,percepisce qualcosa di diverso nell'insolito...
Post
26/12/2020 00:35:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

CRONO 4 LO SGARRO

19 maggio 2020 ore 02:36 segnala

All'interno del dispositivo sulla utenza di Malinie,Fred (Ferdinand) prova a capire che cosa cerca ossessivamente questa donna,cosa desidera una personalità avulsa dal sociale,dalle amicizie,dalla compagnia femminile e maschile,fortemente introiettata:le conversazioni sono decine,ma Fred appunta la sua attenzione su di una in particolare: "Tenebre25". Tenebre 25 è un uomo di 33 anni,così recita il profilo sul quale giaceva una conversazione, terminata 48 ore prima,nella quale,incredibilmente la diabolica signora concludeva una conversazione lunghissima :" sei in mio possesso,sei totalmente preda delle mie fauci,del mio esperimento sociale,del mio contrappasso,della voluttà che mi attraversa e spreme ogni goccia intensa del mio volere,per avere tu peccato contro te stesso,contro le tue aspirazioni,i tuoi sogni,la tua identità,in una parola..per avere peccato contro il tuo passato"
Fred rabbrividì: ciò che egli considerava un prezioso sentimento da preservare,una strana ma ammaliante e misteriosa compagnìa,una presenza sicura e allettante nel complesso di una vita piena di sacrifici,altro non era che una donna che aveva intessuto strani contatti con numerosi uomini e donne,col fine di trovarne uno debole,col quale giocare,sfruttando il suo gioiello tecnico,il suo segreto e potente sogno di superare il confini del tempo per studiare l'effetto della morte e della trasformazione della carne oltre il buio.
Lei,fredda e spietata,aveva usato il software che lui gli aveva con amore consegnato per fini non violenti. Tenebre 25 era stato risucchiato in un terribile vortice nel tempo.
A volte però,le sensazioni e i pensieri che girano nella testa dopo essere stati traditi,faticano ad essere governati da una mente lucida,ferma,razionale. Qualcosa stava per succedere..
Basta un attimo,a volte,per vivere e meno di quello per morire. Fred percepisce di essere guardato alle spalle,si volta e vede Malinie,lo sguardo truce da strega,indemoniata che lo prende per i capelli e con un fermacarte lo colpisce una due tre volte!!!! Fino a farlo stramazzare a terra in una pozza di sangue,esangue,immobile,completamente prono di fronte allo strumento umano dei suoi loschi disegni. Una volta a terra,Malinie,si assicura che Fred sia morto,ma non è certo facile comprenderlo;così pareva. La donna di ghiaccio trascina l'uomo per cinque metri circa vicino al magazzino delle scope,lasciando una striscia di sangue sul pavimento,talmente densa e rossastra da sembrare quasi materia. Una scena del crimine non poteva essere più violenta. Con una mano apre la porta dello sgabuzzino e con l'altra cerca di fare in modo e in maniera che la testa non tocchi terra. Una testa che batta per la seconda volta per terra potrebbe aprirsi e Dio sa che materiale ne sarebbe potuto venire fuori,c'è uno stomaco per tutto. Una volta apertosi il piccolo localino,con entrambe le mani e con notevole sforzo,sposta il corpo dell'uomo al suo interno,componendo il corpo privo di movimento al suo interno,facendo in modo che le gambe,sollevate in posizione semifetale e su di un fianco,potessero occupare meno spazio possibile. Poi la porta si chiude. "Il figlio di puttana è sistemato"
pensò


Intanto Tenebre brancolava in un tempo che gli era appartenuto,ma che non riconosceva più,prigioniero fantasma di persone e luoghi senza riuscire a comprendere la dimensione del sogno. Decise allora,per tentare qualcosa di incredibile,di improbabile,di impossibile, di andare esattamente verso la casa che aveva abitato da giovane,per cercare di avere qualche elemento vitale dal quale risalire,magari verso persone che erano in grado di poterlo notare.
Tenebre affronta un viaggio strano,surreale e quasi temerario nel paese della sua gioventù,sfilando come un fantasma tra persone e luoghi,senza poter parlare,toccare,odorare,sentire. Così,da prigioniero di un incredibile computer quantistico attraversa la via principale del paese dove aveva abitato a lungo e,incredibilmente,nel riconosciuto negozio (aperto) di caccia e pesca, quello con l'insegna azzurra e gialla coloratissima,scorge una figura familiare: il suo professore di matematica,l'odiatissimo Mascioni,giovane e sfrontato come sempre,aguzzo ed alto nella sua fisionomia,con quel cappello a larghe tese di color marrone che tanta paura e soggezionegli incuteva nell'ingresso in classe di inverno,impressionante ancor di più del suo ingombrante cappotto verde ,perennemente corto sulle ginocchia da sembrare tagliato apposta per far paura,cosi' fuori moda da renderlo
odioso e temuto.Tenebre entra nel negozio..
9750252d-4ba0-42ec-a51b-98fda766c6c9
« immagine » All'interno del dispositivo sulla utenza di Malinie,Fred (Ferdinand) prova a capire che cosa cerca ossessivamente questa donna,cosa desidera una personalità avulsa dal sociale,dalle amicizie,dalla compagnia femminile e maschile,fortemente introiettata:le conversazioni sono decine,ma F...
Post
19/05/2020 02:36:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

CRONO 3 MALINIE,L'OCCHIO DEL MALE

14 maggio 2020 ore 02:11 segnala

Malinie,ex tenutaria di un bordello austriaco,è una donna algida e vorace. La donna è donna: di esperienza,calma,di buona presenza,fumatrice incallita delle dimenticate "merit senza filtro". Quando si mescolano passione ed orrore,il mix velenoso non è detto che si esprima sempre tramite raptus di furore primitivo,grida di rabbia inconsuete,azioni violente di natura materiale.Spesso,il male si insedia nelle forme banali,insiste con dolcezza in certe forme armoniche ed assume dimensioni umane,fisiche,che plasmano leggi antropologiche incontrovertibili. Malinie era ed è il male.
Malinie è una chatter. Malinie è immobile quando studia la preda,come quei cani da caccia che fiutano l'animale ferito ma non sanno dove sta;si sente solo l'odore del sangue. Il sito aperto restituisce l'immagine piacevole blu ed a tratti bianca di una chat.
Sorride ferina,spinge il tasto,si ferma,sbocca ritmicamente cerchi di fumo bianco,assorta in una caccia all'uomo serratissima e lenta.
Fred è dietro,spadella qualcosa pure per lei,e spera sempre che si decida a cambiare aria,ad andare via da quel luogo pieno di insuccessi. Fred è un ingegnere informatico con la passione per i morti e le "presenze". Fred è l'utile idiota,capace nel "suo"ma bloccato nei sentimenti. Fred è un genio. Dentro il pc,un programma senza precedenti.
"Othelma". Un software capace di insediarsi all'interno di uno strumento informatico,simile ad un trojan,quindi captare informaticamente una utenza,nonostante un sito che supporti una chat svolga la sua attività su di un server centrale. Impossibile avere un IP,per tutti,ma non per lui.
Malinie lo sa,Malinie è l'immagine umana dell
a freddezza,il prototipo di un killer virtuale con desiderio di vendetta.


Lui è finito proprio nella sua rete,è bastato rispondere al diciassettesimo commento su di un post banalissimo su di una difficoltà sessuale per essere intercettato dalla webcam,inseguito,fotografato e,mediante un raggio virtuale,hackerato e proiettato nella dimensione Beta.
Universo a cerchi paralleli;il tempo è una magnifica illusione,che inventa un meccanismo di progressione del presente (per tutti): non per un programma quantistico.
Othelma trasforma le unità di tempo in frazioni di realtà parallela e ti proietta all'indietro nel tempo.
Ma non sempre. Othelma può decidere una progressione nel futuro,oppure può inventarsi differenti personaggi con la medesima faccia,idee,famiglia, professioni,che sviluppano realtà differenti e svolte esistenziali completamente opposte.
Potresti chiamarti Fabio nella realtà numero 1,avere due figli,una moglie,un cane,un lavoro in posta e morire in un incidente,mentre nella realtà numero 2 essere licenziato e proseguire in una professione differente ottenendo successo come manager per servizi di ristorazione...
Chi permette ad "othelma" di decidere la differente e nuova realtà assegnata? Semplicemente Malinie.
Malinie ti studia,cerca di comprendere la tua psiche,le tue debolezze,la tua forza,i tuoi desideri;quando trova un punto debole tale da poter essere penetrato,ti carpisce con un post dedicato,e cerca di farti arrivare al diciassettesimo scalino.
Ebbene questo giovane,preda facile della arcigna signora,si lamentò un giorno di voler presto progredire,affrontare il futuro,e di non riuscirci per evidenti limiti esterni,società,famiglia difficile,scelte poco mirate. La sua punizione doveva essere ricominciare dal passato...
ERa finito proprio dentro questo strano software,studiato e a vista dalla ex matrona maligna,sfinge profetica di un passato che era tornato a far lui visita. Il ragazzo,bloccato nel cerchio di un tempo ormai a lui più non appartenente era stato captato da una banalissima chat ed era precipitato all'interno di sè stesso,alla ricerca di una nuova svolta.
Malinie segue la sua vita,l'incipit dei nuovi eventi dal pc,il pc che gli permette di cambiare il corso della sua vita premendo un semplice tasto,e se la ride con Fred. Quest'uomo è completamente sottomesso ai suoi voleri. Ma Fred è un essere senziente e comprende bene che la mercificazione del sapere potrebbe arrecargli un vantaggio in termini di riconoscenza ma anche pessimi risultati. Malinie si alza,e con passo sicuro e lento si avvia verso la camera. Fred,incuriosito dalle conversazioni apre a caso una finestra per capire,studiare,sapere di lei e dei suoi modi di porsi. Fred è geloso...ma la realtà che gli si cela di fronte è impressionante.Fred sbianca,la storia inizia a prendere una piega ben diversa da quella per la quale il software era stato progettato...
e91fe165-1855-4900-96cd-1c7f40984a4f
« immagine » Malinie,ex tenutaria di un bordello austriaco,è una donna algida e vorace. La donna è donna: di esperienza,calma,di buona presenza,fumatrice incallita delle dimenticate "merit senza filtro". Quando si mescolano passione ed orrore,il mix velenoso non è detto che si esprima sempre trami...
Post
14/05/2020 02:11:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3

CRONO 2 LO SMARRIMENTO

13 maggio 2020 ore 02:34 segnala

Trovarsi schiacciato tra realtà ed illusione,è il sogno semi erotico di non poca gente. La fuga non concessa dalla mente, trova sponda in una magica serata primaverile. L'incanto si compie. Quest'uomo, si ritrova a fare i conti con i salti quantici di una mente in disordine,calata in un contesto fantastico. Presto, si accorge della dimensione parallela, suppostamente fisica . Questo individuo è sostanzialmente affogato nei centri concentrici del tempo. Sè stesso 27 anni prima. La tragica sensazione di un uomo che diventa fumetto di sè stesso,in una macchina chiusa,di colore uguale alla sua che fu,con uno specchio che restituisce una immagine alla Dorian Grey,è qualcosa di emozionante ed orrorifico. Questa è una prigione non solo mentale ma fisica,quantica,psicologica che irrompe nella realtà a disposizione della propria mente e la scioglie.
Scende dall'auto:il cuore pompa vertiginosamente calci allo stomaco,sulle soglie di smarrimento dei sensi,gira in cerca di una informazione: scorre lentamente un anziano sulla via adiacente alla fermata del bus di quartiere "signore mi scusi..."- macchè non si ferma...."signore vorrei sapere se questa è Lomasco"-macchè nulla.Il vecchio signore prosegue imperterrito e ciondolante,semisclerotizzato da una stampella rumorosa,che sembra non voglia nemmeno parlare.A tratti pare cieco,pare non vedere,pare la rabbia in persona nel suo ritmico e curioso incedere.
Basta entrare in un bar...facile no? Eccolo qua che tenta di forzare una strana insegna "golden Bar" di un paese baloccato e surreale,cercando il rumore di una porta che si apra,che racconti di una normalità incipiente,di un assaggio di realtà..."mio Dio ma dove mi trovo...la porta non si apre",la passo senza forzare" e da lì la ovvia e scioccante conclusione :"sono trasparente". Questo è il vero motivo per il quale l'anziano signore non poteva che vedere Aria.
Chi sono,dove sono e che diavolo ci faccio in un posto conosciuto che al contempo non riesco ad identificare? Quale è il vero scherzo della mente?Chi ha potuto creare una cosa del genere in un unico pezzo di uomo abbandonato già prima al suo destino
?
L'interrogativo tragico trova degna conferma poco dopo,quando il locale si apre ai suoi occhi,con un bancone frontale lungo e rivestito di plasticone semirigido marrone,due clienti di spalle che confabulano sulle condizioni tristi della gente dopo il terremoto,i morti,i fantasmi,la bile,i giornali...mentre il barman pacioso e baffuto,stempiato e silenzioso strofina qualcosa dietro la macchina del caffè rigorosamente quadra e sbuttettante di vapore color nuvola"..
"Ma dove cazzo sono?Chi sono?Che ci faccio?Mi scusi dovrei telefonare?" Macchè. Prigioniero di un sortilegio o incubo di un sonno anomalo e criminale,segno patologico di una mente ondivaga,instabile e implorante un aiuto a costo di morte ?
Fatto sta che la gente non lo vede. Lui però, percepisce la sua realtà,cammina invisibile e spaventato in uno spazio tempo nuovo,lui che è il prodotto di un futuro non creduto,lui che si affida ad un vero Dio per sapere chi diavolo sia e come possa fare a venirne fuori.
Precipitare nel tempo è sostanzialmente impossibile,almenochè...almenochè tu non stia chattando su qualche sito strano,e ti trovi infoiato in un post di una bellissima donna scura e gioviale,stranamente troppo bella per essere disponibile a parlare di vita e di amore e da una domanda verso la illustre sconosciuta, non se ne tragga l'opportunità di approfondire e cadere dritti in una trappola fatale..la tela del ragno...
1afded01-fc60-4cfb-a79b-3cbe9681a5f9
« immagine » Trovarsi schiacciato tra realtà ed illusione,è il sogno semi erotico di non poca gente. La fuga non concessa dalla mente, trova sponda in una magica serata primaverile. L'incanto si compie. Quest'uomo, si ritrova a fare i conti con i salti quantici di una mente in disordine,calata in ...
Post
13/05/2020 02:34:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

IL CRONONAUTA

12 maggio 2020 ore 02:42 segnala


Sostanzialmente giunto al punto di combustione mentale,dopo l'ennesima sceneggiata degna del miglior attore di Broadway,pieno di sè stesso e delle sue convinzioni,si astrae dal magma umano poco consapevole e appartandosi in auto,chiude con violenza la porta;guarda lo specchio retrovisore e poi guarda ai lati. Nulla,silenzio di tomba.Un profondo respiro allenta la tensione,mentre la mano stappa una Ceres semifredda che sbrodola fresca e maledetta sulla coscia. Il primo sorso di una buona birra è sempre una specie di brivido semifisico: agrodolce e violenta,nel suo gusto primitivo. Come le donne che non conosci,quelle antipatiche di primo mattino,che insistono con le loro buffe smorfie sui sedili della metropolitana:fanno finta di non sapere di essere spiate e ti lasciano quel gusto amaro nella mente per la loro spocchia ,un gusto che vorresti sempre prolungare un pò,per vedere come va a finire. Ecco,allora beve ancora un sorso e poi un altro.
La birra esalta le papille gustative e agguanta piano la testa. La dondola lentamente come quando sei su quei giochi dei bambini,al parco,e ti sembra di cadere.
Al sesto sorso, qualsiasi problema può essere annientato dalla parola. Il coraggio finto di un ubriaco arriva a dichiarare a qualsiasi donna l'amore per sè stessi.
Poi però,si addormenta,di un sonno pesante,di sasso,e sprofonda nella dimensione onirica del viaggio. Si dorme bene da ubriachi;si è in pace con sè stessi e anche le adenoidi non danno più fastidio.
Ciò che lo sorprende maggiormente però è il risveglio.L'apertura degli occhi due ore dopo la sbronza è sorprendentemente sconcia : si ritrova in una macchina che non è la sua. Non è una macchina sua !!! Eppure quell'auto ha qualcosa di familiare.Il benedetto omone,si guarda intorno e lo assale un timore strano e scivoloso; non sa se è sveglio o nel dormiveglia. No no..si rende conto di essere sveglio. Chi diavolo lo ha portato in quell'auto? Ma soprattutto che ci fa lì in quel luogo simile a quello pre sbornia e perchè tutto attorno a lui è identico a prima pur cambiando l'auto ? Tenta di uscire e ce la fa:stordito,stranito,riempito da una esperienza lunare. Impossibile.Impossibile....la macchina è la sua,ma quella di trent'anni prima.Impossibile. Fa un giro attorno alla macchina. E' lei.Ilmondo attorno a lui è cambiato,o meglio :regredito. Il posto è uguale al precedente, ma le macchine che circolano (una ogni tanto) sono di trent'anni prima.
Si spaventa un pò,rientra in auto per cercare il libretto ed avere una indicazione,il suo respiro diventa affannoso,guarda lo specchio retrovisore nuovamente e scopre una cosa impressionante:è tornato indietro nel tempo ,di trent'anni...nello specchio scorge la figura che spesso avrebbe voluto vedere e non quella del vecchio rincoglionito provinciale e sconfitto dai suoi motivi reconditi. Ora deve ricominciare a volare...ma non può dirlo
a nessuno . Nessuno gli crederebbe...e ora che farà?
ae4afc56-ed31-4bb1-b058-1c2c5341637e
« immagine » Sostanzialmente giunto al punto di combustione mentale,dopo l'ennesima sceneggiata degna del miglior attore di Broadway,pieno di sè stesso e delle sue convinzioni,si astrae dal magma umano poco consapevole e appartandosi in auto,chiude con violenza la porta;guarda lo specchio retrovi...
Post
12/05/2020 02:42:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    7

NON ABBIAMO IMPARATO NULLA DAL VIRUS.

11 maggio 2020 ore 13:57 segnala


La verità è che pochi imparano la lezione,di qualsiasi lezione si tratti. La maggior parte della gente vive con le sue condizioni di superficialità,attratta da un risultato immediato,che sia sesso,denaro,divertimento. La riflessione e la pianificazione del proprio progetto di vita,già ridimensionate da una società ipocrita ed a tratti barbara,fanno parte di una schiera di pochi eletti,pensatori destinati a guidare molto meglio sè stessi piuttosto che il mondo. Internet e le sue contraddizioni,non hanno dispensato cultura su di un raggio vasto di persone,poichè le persone hanno piegato internet ai medesimi bisogni primitivi,non hanno utilizzato internet come un mezzo ma come un fine:riproporre i medesimi stereotipi di vita,proprio con la virtualità.
L'uomo è sostanzialmente incorreggibile;il virus lo ha dimostrato. Tornerà a violare regole,legge,codici e morale poichè in questi stessi presidi,non vi è giustizia.
d688de1d-1c0c-4648-944f-bd63b1eab7f8
« immagine » La verità è che pochi imparano la lezione,di qualsiasi lezione si tratti. La maggior parte della gente vive con le sue condizioni di superficialità,attratta da un risultato immediato,che sia sesso,denaro,divertimento. La riflessione e la pianificazione del proprio progetto di vita,gi...
Post
11/05/2020 13:57:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    4