SOGNATORI SODDISFATTI

17 febbraio 2020 ore 01:41 segnala

Normalmente,le cose non si mettono sulla giusta strada senza una buona dose di impegno. Questa società,trasformata nella sua pelle fin dalla profondità dell'epidermide,ha paradossalmente ricreato "un'anima primitiva" delle relazioni sociali:gli strumenti di comunicazione,come il pc,che inizialmente sarebbero dovuti servire a migliorare la cultura e lo scambio umano,sono diventati mezzi formidabili di isolamento. L'uso improprio,spesso per secondi fini,non escluso quello sentimentale e/o a sfondo sessuale,hanno contribuito a creare una "seconda identità",virtuale,che toglie gran tempo alla identità reale,poichè è ormai noto a tutti il quantitativo di tempo perso nella virtualità senza risultati apprezzabili,che restringe le ore quotidiane a disposizione per il miglioramento personale.
L'impegno,consiste nel mettercela tutta per dare "un tempo" ai social,ed "un tempo" maggiore a sè stessi fuori dai social,migliorando la propria posizione individuale con atti materiali. Per atto pratico emateriale, intendo un atto che (per quanto banale possa risultare tale riflessione)contribuisca a migliorare la giornata,arricchire una capacità,implementare i propri guadagni,seppur di poco,pensando proprio di sfruttare internet,non di esserne sfruttati ( uso smodato dei social appunto).
Molti di Voi hanno capacità immense e straordinarie competenze che vengono spazzate via dal quantitativo di tempo perso nel nulla di sterili discussioni via web.
Riprendiamo in mano la nostra vita,con coraggio e con forza,con un obiettivo concreto che possa farci tornare ad essere sognatori soddisfatti.

UNA DONNA E'.....

03 febbraio 2020 ore 00:59 segnala

Che una donna sola, sia dominata dal sole e non dalle tenebre è qualcosa di logico ed interessante. Una donna è un universo emozionale in pieno vortice energetico;una donna è una scia di luce che domina sanguinosamente emozioni rotolate giù da montagne di finti amori e da qualche vera passione; una donna è ombra miracolosa in un deserto di aridità maschili;una donna è un lungo bacio invisibile su di un improbabile letto di fatiche e terrore;una donna è il vero antidoto per la solitudine di molte anime umane sprecate in squallidi giochi di potere; una donna è amore puro di protezione e generazione di nuove emozioni; una donna è il riflesso della fortuna nello specchio di un Dio non troppo diverso,che lento disegna sui muri del mondo una nuova vita e con essa una nuova e forte speranza di reinventare un mondo che ci assomiglia.
1ba77a7d-00e9-47af-801f-d34f899df7f5
« immagine » Che una donna sola sia dominata dal sole e non dalle tenebre è qualcosa di logico ed interessante. Una donna è un universo emozionale in pieno vortice energetico;una donna è una scia di luce che domina sanguinosamente emozioni rotolate giù da montagne di finti amori e qualche vera pas...
Post
03/02/2020 00:59:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

NON HO PAURA

01 febbraio 2020 ore 01:51 segnala

Stanotte sono in lotta col Demonio.Ciascuno di noi conserva una linea di confine,una rigida parte di sè stesso che non vuole nè scoprire,nè allontanare. Ci sono stati d'animo che riflettono ombre lontane,giganteschi coni d'ombra che ad un certo punto della tua vita, vengono a prenderti. Ciascuno di noi è libero di reagire,farsi prendere,scappare,giocare col nemico,sfiancarlo e cercare di colpirlo,oppure abbandonarsi ad esso e scivolare nella astenia più cupa in cerca dell'auto dissolvimento. In questa straordinaria Danza contro la morte,il mio ossesso interiore libera tutta la sua energia atomica,il suo spaventoso carico di urla disumane,per scavare in questa roccia cupa e chiusa una via di fuga che,ad ogni colpo di cannone interiore pare sempre più impossibile.
Per inclinazione ed educazione,preferisco morire subito anzichè cedere di un solo millimetro al male. Per forte e radicale convincimento,chi impiega l'intera energia per battere un nemico,visibile o meno,dimostra al male di essere l'identico pezzo di stoffa che qualche belva satanica vorrebbe rigirare.
Stanotte guido piano un auto veloce,respiro lentissimo in un cuore potente,fisso intensamente una strada buia in attesa di uno scontro che,probabilmente,mi lascerà sul terreno esausto e ,forse,privo di vita.
Vorrei dire a colui che si è messo in testa di farmi male che non sarà una strada semplice per i suoi piani. Se ne accorgerà...
741cc98d-ecc1-4251-b0be-ff14b2435710
« immagine » Stanotte sono in lotta col Demonio.Ciascuno di noi conserva una linea di confine,una rigida parte di sè stesso che non vuole nè scoprire,nè allontanare. Ci sono stati d'animo che riflettono ombre lontane,giganteschi coni d'ombra che ad un certo punto della tua vita, vengono a prendert...
Post
01/02/2020 01:51:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

NON SIAMO L'AMERICA

31 gennaio 2020 ore 01:40 segnala
Avere avuto la fortuna di vivere gli anni 80 e trovarsi in questa epoca buia,mi fa pensare molto e mi fa pensare male. Nonostante il progresso tecnologico abbia scavato un solco col passato,in termini di miglioramente scientifico e comunicativo,siamo retrocessi all'inferno sul piano relazionale. Non solo la tecnologia ha complessivamente esercitato una funzione contraria a quella che si era proposta ( socializzazione ) isolando tristemente gli individui dai propri simili,ma ha anche sostanzialmente polarizzato su certi settori e categorie commerciali ( su certi gruppi di individui),la possibilità di lavorare. La tecnologia è stata utilizzata in maniera tale da creare una nuova società,basata sulla discriminazione economica degli individui. La tecnologia è nata per aiutare l'uomo;essa però è stata strumentalizzata dall'uomo stesso. La macchina ha tristemente sostituito l'uomo,generando povertà e differenze sociali: chi non è riuscito ad adattarsi (molti) al nuovo stile di vita e alle professioni,è stato tagliato fuori. Lo stato (s minuscola è d'obbligo) non si è minimamente preoccupato dell'impatto negativo di tale trasformazione produttiva,facendo cadere le terribili conseguenze sull'uomo stesso.
Lo stato non è stato (si perdoni il gioco di parole) in grado di governare il cambiamento Le conseguenze,in termini di civiltà,cultura,relazioni,prgresso,sono sotto gli occhi di tutti.
Qualcuno ha voluto copiare l'America senza avere la mentalità americana,senza avere la legge americana e soprattutto senza ispirarsi profondamente alla democrazia Americana.
Stiamo pagando tutto,senza accorgerci che la colpa non è nostra.
50842224-5215-448f-94a8-5ea17476a3a6
« immagine » Avere avuto la fortuna di vivere gli anni 80 e trovarsi in questa epoca buia,mi fa pensare molto e mi fa pensare male. Nonostante il progresso tecnologico abbia scavato un solco col passato,in termini di miglioramente scientifico e comunicativo,siamo retrocessi all'inferno sul piano re...
Post
31/01/2020 01:40:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    1

ITALIA,UNO SCHIFO DI PAESE IN CUI VIVERE

28 dicembre 2019 ore 02:02 segnala

Hanno investito un bellissimo gattone rosso e sono scappati. Secondo voi che cosa è un comune che non provvede a mettere segnali di limite di velocità per l'80 per cento di automobilisti cittadini criminali che corrono con la macchina perchè nessuno controlla? Soltanto un paese di merda può tollerare che non venga fatta rispettare la legge,soprattutto a tutela dei più deboli e degli indifesi.
Sono stanco di abitare in un paese nel quale la legge più rispettata è quella del più forte,quella della collusione,del malaffare,della totale assenza di sanzioni. Questo è un paese in cui si fanno leggi e regolamenti ma mancano le sanzioni,volutamente,perchè si sono inventati la vergogna della concezione rieducativa della pena.
Rieducare gli italiani ( con la i minuscola si intende) è un processo frustrante ed inutile perchè è un popolo scarsamente incline al rispetto delle regole,grazie anche alla totale mancanza di controllo da parte della Autorità. Ed intanto i più deboli e gli innocenti muoiono. Che schifo di paese
f6d40764-929f-4f8f-ab95-2d5b22ff7020
« immagine » Hanno investito un bellissimo gattone rosso e sono scappati. Secondo voi che cosa è un comune che non provvede a mettere segnali di limite di velocità per l'80 per cento di automobilisti cittadini criminali che corrono con la macchina perchè nessuno controlla? Soltanto un paese di mer...
Post
28/12/2019 02:02:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    6

NON SONO SERENO

26 dicembre 2019 ore 01:38 segnala

L'eternità misura i suoi passi attraverso la memoria,la memoria è forte se ci sono emozioni che scandiscono il fluire del tempo,ma il tempo è una illusione che ci aiuta a vivere. Probabilmente anche le emozioni sono illusioni perchè non migliorano sempre la vita, ma amplificano la percezione del tempo e consentono di filtrare la realtà scegliendo quello che vogliamo,quello che ci piace di più,che spesso non collima con la realtà. Ecco perchè ci illudiamo di raggiungere qualcosa che non esiste: è soltanto nella nostra mente. Ergo non illudiamoci più perchè poi ci frustriamo.
(oggi non sono sereno)
43adc9f0-7da0-40dc-a4f9-7a6db3f867e5
L'eternità misura i suoi passi attraverso la memoria,la memoria è forte se ci sono emozioni che scandiscono il fluire del tempo,ma il tempo è una illusione che ci aiuta a vivere. Probabilmente anche le emozioni sono illusioni perchè non migliorano sempre la vita, ma amplificano la percezione del...
Post
26/12/2019 01:38:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

ONCE UPON A TIME

26 novembre 2019 ore 01:24 segnala


Sono entrato in un vecchio blog,di una vecchia amica,che non so se esiste più. L'ultimo post è stato quello di otto anni fa circa. Penetrare all'interno di un mondo chiuso (per i concetti familiari che esprimeva),nei meandri del dolore,sedermi un pò sulla ragnatela del suo ultimo dolore,dopo aver condiviso mesi bellissimi di amicizia,prima della sua improvvisa sparizione,mi ha fatto riflettere sul significato di un blog e del suo insieme di scritti in esso contenuti. Ho scoperto un significato ulteriore,una funzione in più della memoria che non conoscevo e mi sono reso conto che un blog vive di vita propria;ad un certo punto,si differenzia dalla poesia ed entra a far parte di un limbo dal quale continua a raccontare l'esistenza di una persona con la quale non ci sentiamo più,per divenire altro,ovvero l'alter ego virtuale,un'ombra mobile,un luogo apparentemente vuoto ma pieno di mobili che raggiungono in profondità l'anima dell'autore e la proiettano come un fascio di luce al di fuori del tempo e della cose materiali,fino a diventare una specie di compagno di avventure che tenta di uscire da sè stesso per ritrovare il proprio autore. Un blog è un'arma potente che ferma il tempo:nel momento in cui nasce,cresce, si moltiplica,ed assume ogni giorno una dimensione sconosciuta;perfino per chi l'ha letto cento volte. Ed intanto,magari,l'autore non esiste più e,anche se esiste,non si riconosce più in ciò che ha scritto. Ma c'è stato un tempo un cui,egli,è esistito,ha pensato,ha prodotto luce che continua a brillare.
Mi chiedo che fine abbia fatto questa persona,la quale aveva improvvisamente perso un figlio( in spiaggia ),un ragazzo giovane di 25 anni e nel contempo aveva perso il lavoro. Non sono stato in grado di aiutarla,da qui,dove abito. La troppa distanza ha sciolto la nostra sincera amicizia nell'eternità di un tempo nel quale ci siamo ( ripeto solo come amici )appartenuti. Questo è il miracolo di chatta,e, in generale,di tutto il mondo virtuale. Mi restano i suoi preziosi pensieri,nei quali mi intrufolo come se entrassi in un appartamento in cui sia stata lasciata la porta aperta ed i mobili,le suppellettili,i vestiti nell'ultima posizione in cui erano stati disposti quando ha deciso di andarsene via.
Ma un blog,è un blog. Ringrazio tutti coloro che,sfidando sè stessi,hanno la forza di continuare a scrivere....once upon a time...c'era un volta.
23a8f2e7-33b3-4c2e-bb16-93aa9d29a496
« immagine » Sono entrato in un vecchio blog,di una vecchia amica,che non so se esiste più. L'ultimo post è stato quello di otto anni fa circa. Penetrare all'interno di un mondo chiuso (per i concetti familiari che esprimeva),nei meandri del dolore,sedermi un pò sulla ragnatela del suo ultimo dol...
Post
26/11/2019 01:24:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    7

QUEL SEGNALE CHE NON SO COGLIERE.

12 novembre 2019 ore 01:34 segnala

Come il vento soffia lento,accarezzando piano quel lembo di strada che ti è appartenuto,così il mio pensiero,ogni notte, si adagia accanto al posto in cui non dovresti stare e attende che da quel tunnel misterioso di suoni,odori,senzazioni,ne esca un provvidenziale segno del destino,una luce,una voce,un segnale che serva a capovolgere quel bieco sentimento di pessimismo che mi porto dietro e che insiste nel vuoto di un'anima che non si rassegna. Ogni notte,quel posto scatena in me una lotta in cui due parti di me stesso si affrontano per distruggersi definitivamente,per schiacciarsi una volta per tutte,mentre la speranza,spettatore quasi disinteressato,chiude sempre la porta dei miei pensieri senza la chiave.
7cdf1660-b1b6-4288-a98e-10603e00d9bd
« immagine » Come il vento soffia lento,accarezzando piano quel lembo di strada che ti è appartenuto,così il mio pensiero,ogni notte, si adagia accanto al posto in cui non dovresti stare e attende che da quel tunnel misterioso di suoni,odori,senzazioni,ne esca un provvidenziale segno del destino,u...
Post
12/11/2019 01:34:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    5

UN ANNO SENZA TE LAYLA

06 novembre 2019 ore 00:59 segnala

Ci sono tempi che scorrono i quali non mi lasciano nulla. Un anno senza te e ricordarsi ancora il sapore dolce dei tuoi baffi. Mi pare ancora impossibile. Lottare con la fine di qualcosa è una battaglia che dura per la vita intera.
Passare di fronte a casa tua e non trovarti dura ormai da troppo tempo e mi chiedo perchè non trovo la forza di arrendermi....
Ciao dolce layla...ti penso sempre. :rosa
64ad9e5a-6aee-42e7-8ad1-1aae0de1769c
« immagine » Ci sono tempi che scorrono i quali non mi lasciano nulla. Un anno senza te e ricordarsi ancora ils apore dolce dei tuoi baffi. Mi pare ancora impossibile. Lottare con la fine di qualcosa è una battaglia che dura per la vita intera. Passare di fronte a casa tua e non trovarti dura orma...
Post
06/11/2019 00:59:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    7

QUELLA TRACCIA DI CORRENTE ELETTRICA NELLE VOSTRE MANI...

14 ottobre 2019 ore 00:40 segnala

Non sono un dottore,nemmeno un filosofo;sono lontanissimo dalla verità,ma la prima intuizione che mi sovviene è che molte persone non si sono formate fin da giovani per affrontare le difficoltà esistenziali,facendo affidamento al caso,ad un aiuto esterno,ad un semplice rito. Molte persone,me compreso,non hanno sviluppato una tragica,fastidiosa ed emozionante ossessione verso alcunchè,per quanto la rappresentazione scritta delle mie sensazioni possa pietosamente fallire di fronte ad un cervello tenace e spietato, emozionante ossessione che serve per trascinare le proprie emozioni un gradino verso l'alto.
Tutti coloro che si sono confrontati con la sconfitta e poi con il successo,hanno sfidato le proprie paranoie ammettendole,accudendole ed esacerbandole,fino a provarne un dolore cupo,ossessivo,a tratti impossibile da sopportare,il quale inevitabilmente si è trasformato in un vizio da coltivare e sfruttare per poi utilizzarlo per creare capolavori (slot machine escluse).
Quando vedo e leggo alcuni post,resto vivamente colpito dalla continuità di idee di taluni,mi compiaccio della mole di interessi,dei centri di pensieri che scatenano ridde di conclusioni a tratti strampalate,a tratti intelligenti,che tutte insieme però,denotano vita cerebrale attiva,mobilissima,sviluppata fino ad elettrificare le intenzioni e farne sacro fuoco per nuove scommesse...
Sono felice di leggere vita intorno a me..
320110d2-0799-4c53-86e0-2f4c7efd6ba0
« immagine » Non sono un dottore,nemmeno un filosofo;sono lontanissimo dalla verità,ma la prima intuizione che mi sovviene è che molte persone non si sono formate fin da giovani per affrontare le difficoltà esistenziali,facendo affidamento al caso,ad un aiuto esterno,ad un semplice rito. Molte per...
Post
14/10/2019 00:40:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    2