CRONO 2 LO SMARRIMENTO

13 maggio 2020 ore 02:34 segnala

Trovarsi schiacciato tra realtà ed illusione,è il sogno semi erotico di non poca gente. La fuga non concessa dalla mente, trova sponda in una magica serata primaverile. L'incanto si compie. Quest'uomo, si ritrova a fare i conti con i salti quantici di una mente in disordine,calata in un contesto fantastico. Presto, si accorge della dimensione parallela, suppostamente fisica . Questo individuo è sostanzialmente affogato nei centri concentrici del tempo. Sè stesso 27 anni prima. La tragica sensazione di un uomo che diventa fumetto di sè stesso,in una macchina chiusa,di colore uguale alla sua che fu,con uno specchio che restituisce una immagine alla Dorian Grey,è qualcosa di emozionante ed orrorifico. Questa è una prigione non solo mentale ma fisica,quantica,psicologica che irrompe nella realtà a disposizione della propria mente e la scioglie.
Scende dall'auto:il cuore pompa vertiginosamente calci allo stomaco,sulle soglie di smarrimento dei sensi,gira in cerca di una informazione: scorre lentamente un anziano sulla via adiacente alla fermata del bus di quartiere "signore mi scusi..."- macchè non si ferma...."signore vorrei sapere se questa è Lomasco"-macchè nulla.Il vecchio signore prosegue imperterrito e ciondolante,semisclerotizzato da una stampella rumorosa,che sembra non voglia nemmeno parlare.A tratti pare cieco,pare non vedere,pare la rabbia in persona nel suo ritmico e curioso incedere.
Basta entrare in un bar...facile no? Eccolo qua che tenta di forzare una strana insegna "golden Bar" di un paese baloccato e surreale,cercando il rumore di una porta che si apra,che racconti di una normalità incipiente,di un assaggio di realtà..."mio Dio ma dove mi trovo...la porta non si apre",la passo senza forzare" e da lì la ovvia e scioccante conclusione :"sono trasparente". Questo è il vero motivo per il quale l'anziano signore non poteva che vedere Aria.
Chi sono,dove sono e che diavolo ci faccio in un posto conosciuto che al contempo non riesco ad identificare? Quale è il vero scherzo della mente?Chi ha potuto creare una cosa del genere in un unico pezzo di uomo abbandonato già prima al suo destino
?
L'interrogativo tragico trova degna conferma poco dopo,quando il locale si apre ai suoi occhi,con un bancone frontale lungo e rivestito di plasticone semirigido marrone,due clienti di spalle che confabulano sulle condizioni tristi della gente dopo il terremoto,i morti,i fantasmi,la bile,i giornali...mentre il barman pacioso e baffuto,stempiato e silenzioso strofina qualcosa dietro la macchina del caffè rigorosamente quadra e sbuttettante di vapore color nuvola"..
"Ma dove cazzo sono?Chi sono?Che ci faccio?Mi scusi dovrei telefonare?" Macchè. Prigioniero di un sortilegio o incubo di un sonno anomalo e criminale,segno patologico di una mente ondivaga,instabile e implorante un aiuto a costo di morte ?
Fatto sta che la gente non lo vede. Lui però, percepisce la sua realtà,cammina invisibile e spaventato in uno spazio tempo nuovo,lui che è il prodotto di un futuro non creduto,lui che si affida ad un vero Dio per sapere chi diavolo sia e come possa fare a venirne fuori.
Precipitare nel tempo è sostanzialmente impossibile,almenochè...almenochè tu non stia chattando su qualche sito strano,e ti trovi infoiato in un post di una bellissima donna scura e gioviale,stranamente troppo bella per essere disponibile a parlare di vita e di amore e da una domanda verso la illustre sconosciuta, non se ne tragga l'opportunità di approfondire e cadere dritti in una trappola fatale..la tela del ragno...
1afded01-fc60-4cfb-a79b-3cbe9681a5f9
« immagine » Trovarsi schiacciato tra realtà ed illusione,è il sogno semi erotico di non poca gente. La fuga non concessa dalla mente, trova sponda in una magica serata primaverile. L'incanto si compie. Quest'uomo, si ritrova a fare i conti con i salti quantici di una mente in disordine,calata in ...
Post
13/05/2020 02:34:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.