LA DEMOCRATURA

21 febbraio 2020 ore 01:42 segnala

Il mondo è cambiato con una velocità stupefacente. Sono mutate le abitudini,le relazioni sociali,le considerazioni su questioni generali e,in tale contesto,si percepisce in maniera netta un peggioramento improvviso,una involuzione dei costumi,un grado tale di degenerazione evidente che non sfugge ad un occhio anche "poco attento".
La questione genera sconforto e paura.Siamo di fronte ad un fenomeno sociale nuovo,in parte sconosciuto agli stessi sociologi,che è importante per molti motivi tra i quali spiccano 1) la assenza totale di reazione dell'individuo singolo,assorbito dal mondo virtuale; 2) la pressochè totale assenza dello Stato, che in maniera palese non è in grado di governare il fenomeno e scarica su Enti sociali spesso inesistenti la responsabilità del cambiamento della nostra vita; 3) la strana coincidenza per la quale questo cambiamento è avvenuto contestualmente alla nascita dei mezzi di comunicazione evoluti quali il telefono cellulare ed il personal computer ; 4) la migrazione di massa degli individui da un paese all'altro.
Tali elementi,se letti in un'ottica sinallagmatica ( unitaria e di reciproco scambio ) portano alla evidente conclusione per la quale si è voluto addormentare l'individuo,inibire la reazione emotiva,per ricreare nuove condizioni sociali di schiavitù mentale ed economica, a favore di potentati mondiali. Per potentati mondiali intendo grosse multinazionali,gruppi economici inclini alla evasione fiscale ed alla reificazione dell'individuo per il tramite di pseudo contratti di lavoro con paghe ridicole da fame che,insieme,si dividono i guadagni per acquisire il potere planetario. Sembra una visione futuristica ma se paragonate la condizione sociale degli anni 80/90 ad oggi vi renderete conto che è come se fossimo stati proiettati all'interno di un film nel quale siamo attori e spettatori al contempo.
Sono convinto che da tale "stasi", si possa uscire solo con una rivoluzione copernicana dei nostri rapporti con i politici,comandati da grossi Gruppi di potere,che detengono in maniera "democraturistica" ( democrazia più dittatura soft)un potere che gli va tolto immediatamente dalle mani.
Proseguendo su questa strada,entro breve tempo la povertà aumenterà ma credo che ai signori,manchi veramente qualche tassello importante,poichè col popolo alla fame la reazione non si farà attendere. Stiamo in campana.
03d35208-3e88-4c73-b749-c3cfb2df51cb
« immagine » Il mondo è cambiato con una velocità stupefacente. Sono mutate le abitudini,le relazioni sociali,le considerazioni su questioni generali e,in tale contesto,si percepisce in maniera netta un peggioramento improvviso,una involuzione dei costumi,un grado tale di degenerazione evidente ch...
Post
21/02/2020 01:42:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.