TORNEREMO A VOLARE

12 marzo 2020 ore 22:38 segnala



Dunque,vi è stata una inversione della percezione razionale di coscienza sonno/veglia:quando ci addormentiamo,penetriamo all'interno della visione onirica della vita,per la quale quasi tutto è come lo abbiamo sempre vissuto. Motivo per il quale passeggiamo serenamente lungo i marciapiedi della nostra città,ci abbracciamo,ci baciamo,reinventiamo emozionanti storie di amore o di amicizia in un mondo normale,giochiamo a calcio e paradossalmente possiamo sognare momenti brutti di vita in un "contesto di normalità".
Poi,ad un certo punto,di mattina ci svegliamo;inizia l'incubo,il vero sogno nel quale l'atmosfera surreale di reclusione domiciliare pare assurdamente calarsi dalle trame mentali di qualche regista psicopatico di films Thriller.Il sonno agitato continua ad occhi aperti e le persone ci scivolano sotto il naso con le mascherine. Il brusco risveglio porta a concludere che il vero sonno disturbato sia la realtà e non il sogno.In un angoscioso turbine di sensazioni nuove,l'emozione della luce porta con sè la paura dell'uomo e delle sue derive virali. La realtà si mescola con il tema onirico e capovolge le nostre certezze,chiudendo la porta a verità assolute,a dogmi ormai collaudati,illuminando così in fondo ad un tunnel cupo una nuova sensazione di smarrimento verticale.
In tutto questo non vi è nulla di nuovo per coloro che hanno dovuto affrontare una malattia da soli,ben prima della pandemìa.
Molti di noi conoscono bene questo stato d'animo;la solitudine di fronte al mistero. Non sai che fare. Chiedi ai tuoi più prossimi ed umani parenti che fare,ma nessuno ha una risposta. Ti chiedi se forse stai espiando una pena per un errore mai riconosciuto: la risposta è negativa. La vera risposta a questo angoscioso dilemma è che tutto fa parte della vita,così come mai la abbiamo conosciuta. Non vi è nulla di nuovo, per chi ha sempre sofferto in solitudine una battaglia misteriosa.
Ora sappiamo cosa vuol dire affrontare un fenomeno nuovo : il fatto di essere tutti uguali di fronte a Dio e quindi,di fronte ai fenomeni criptici ed insondabili della nostra esistenza.
Il tempo saprà insegnarci a combattere e vincendo questa sfida,seppur più poveri economicamente,potremo vantarci di essere più ricchi di contenuti emotivi tali da affrontare nel futuro nuovi affascinanti percorsi misteriosi. Ce la faremo e ricominceremo daccapo a sognare " sogni veri".

b47dd37b-ba26-4600-b5dd-b8d2c65891e5
« immagine » Dunque,vi è stata una inversione della percezione razionale di coscienza sonno/veglia:quando ci addormentiamo,penetriamo all'interno della visione onirica della vita,per la quale quasi tutto è come lo abbiamo sempre vissuto. Motivo per il quale passeggiamo serenamente lungo i marciapi...
Post
12/03/2020 22:38:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. leggendolamano 12 marzo 2020 ore 23:04
    Lo credo anche io, dobbiamo crederlo tutti.
  2. Moscan.sx 12 marzo 2020 ore 23:08
    @ leggendolamano stringiamoci molto forte e ne usciremo presto
  3. leggendolamano 12 marzo 2020 ore 23:11
    si ma non a coorte....non son pronto alla morte...... rido
  4. Moscan.sx 12 marzo 2020 ore 23:15
    @leggendolamano :-))) :-))) :-))) :-))) :many
  5. LINTERDIT 13 marzo 2020 ore 05:08
    Meraviglioso viaggio nella tua anima...è vero questo è un salto nel buio non sappiamo come o quando ne usciremo..la sensazione di impotenza chi ha combattuto delle battaglie, la conosce bene, ma pensa come è fantastica la vita, mi ha regalato un grande amico che ogni giorno mi fa riflettere e amare ciò che ho,,,TU!
    se siamo ancora qui una speranza c'è
  6. Moscan.sx 13 marzo 2020 ore 15:11
    @LINTERDIT :rosa :rosa :rosa :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.