La Domenica

24 maggio 2009 ore 22:10 segnala

è il giorno peggiore che esista. La domenica, arrivano i parenti, gli amici, i conoscenti, il medico di famiglia, i nipotini, il curato del paese, qualche creditore speranzoso ... gente variegata ... essenzialmente Gente. Sono abituato ad essere solo, non dovrei cadere in trappole depressive per questo. Mi viene alla mente un libro di Biagi, "Il Boss è solo", edito, credo, una ventina di anni fa. Non è necessariamente detto si debba essere dei mafiosi alla Buscetta (come nel libro), per essere soli al lavoro e in famiglia. La solitudine è sempre stata la mia forza. Mi sono sempre sentito come i cammelli del film di cinquant'anni fa "Lawrence d'Arabia". Avevo visto la pellicola al cinema Roxy (qui a Cremona), adesso la sala ha preso il nome di Tognazzi, Ugo era più giovane di me, lui era del '22.

I cammelli vengono addestrati agli spari prima di diventare animali da impiegare in battaglia. Non devono spaventarsi quando sono soli e il nemico li attacca.

Qui è diverso. Qui è peggio. Gli altri ti sbirciano come a chiederti "non hai nessuno? non hai nessuno vero? sei un poveraccio"

Mia figlia oggi non è venuta, non mi manca, ma una comparsa mi toglierebbe quelle continue domande di dosso.

Poi ci sono anche quelli che non riescono a farsi gli affari loro e le domande che leggi sui loro volti te le fanno a voce, direttamente, senza discrezione, senza decenza. Questo è un mondo perverso, che gode del male e a far male.

10858692
è il giorno peggiore che esista. La domenica, arrivano i parenti, gli amici, i conoscenti, il medico di famiglia, i nipotini, il curato del paese, qualche creditore speranzoso ... gente variegata ... essenzialmente Gente. Sono abituato ad essere solo, non dovrei cadere in trappole depressive per...
Post
24/05/2009 22:10:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. serenella21 25 maggio 2009 ore 01:37
    IN QSTO MONDO PREVALE L'EGOISMO ..L'APPARENZA E..L 'INDIFFERENZA MI DISPIACE TANTO:-( DOLCENOTT:batadorme EE CIAO:rosa
  2. piccolastella757 25 maggio 2009 ore 04:36
    ciao!! che strano quello che hai scritto! Scusami! Ma noi viviamo in una societa e siamo fatti per vivere con altri! Nessuno poi vivere da solo! C e un proverbio arabo che dicci! "Non si poi vivere nel paradisio se non c e gente!!!!" oppure lo taduccio meglio cosi "il paradisio senza gente non si abbita!!!" Alora ti do un consiglio! Ama la gente e sia inteligente per sappere come mettere limiti nella tua vita! ciao!!!!
  3. dionisia52 25 maggio 2009 ore 21:16
    :fiore :flower :bacio
    SERENA NOTTE "AMICO"
  4. MotelConcordia 26 maggio 2009 ore 09:25

    serenella

    quello che tu dici si traduce in solitudine. Se così siamo, se così facciamo, allora siamo veramente soli ad attraversare in questo mondo il tempo che ci è dato. Un vero peccato sprecare questa unica possibilità di esistere che ci è stata data.

    Eppure qualcosa per un mondo e un futuro migliore dovremmo forse farlo ... almeno per lasciare un segno, un buon segno ai posteri.

     

    piccolastella

    io amo tutti, amo la gente (a dire il vero, non tanto però). E' vero che amore porta amore, ma un vecchio non ha amore da dare perchè il suo è un prodotto scaduto da tempo. L'amore di un vecchio non interessa a nessuno, nemmeno ad un altro vecchio/a. La tua riflessione è giusta, universale, ma come farla accettare ad altri di altri tempi.

    Al mio paese più vecchi di me ce ne sono, forse 4, forse 5 in tutto. Tutti gli altri sono molto più giovani presi giustamente dalle loro vite. Il vecchio è solo perchè l'età stessa lo emargina.

     

    dionisia

    è mattino, ma ormai confondo il giorno con la notte. Qui girano più infermieri di notte che di giorno, difficile capire quale sia il tempo per stare svegli e quello per dormire.

    I curanti (medici e infermieri) fanno i turni per accudirci, curarci.

    I curati (noi) siamo di turno sempre per essere il loro lavoro.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.