Nicolas Cage

25 giugno 2017 ore 23:49 segnala

Se vi siete chiesti perché negli ultimi tre anni ho recitato in più di 15 film, record mondiale, è perché dovevo al fisco americano cento milioni di dollari.

Un’altra cosa che forse non sapevate è che nelle mie vene scorre sangue lucano. A dispetto del mio cognome d’arte, io mi chiamo in realtà Nicolas Kim Coppola. I miei bisnonni venivano dalla Basilicata, precisamente da Bernalda, in prov. di Matera. Sono imparentato con Francis Ford Coppola (il regista de “Il padrino”, per chi non si intende di cinema) ed è stato lui infatti a farmi esordire nel cinema affidandomi una particina in “Rusty il selvaggio”. Ho cambiato cognome perché non volevo essere sempre visto come il nipote di F.F.Coppola.

A differenza di molti miei colleghi italo-americani che venivano da famiglie molto umili, io sono cresciuto in una famiglia dove a casa si ascoltava solo musica classica e si guardavano solo i film di Fellini. Papà era professore di matematica comparata e in seguito divenne preside. Non tutti gli italiani facevano gli strilloni o i pizzaioli.

Da buon Italiano amo le donne. Ne ho avute tante. Mi sono sposato più voltee le mie casse ne hanno risentito. Ho persino avuto una moglie che era più famosa di me: la figlia nientopocodimenoche di Elvis Presley. Solo che il nostro matrimonio si è rotto dopo appena due mesi. Ho due figli: il primo l’ho avuto a 26 anni e mi ha fatto diventare nonno. Il secondo ha undici anni.

Ho vinto un Oscar con “Via da Las Vegas” e anch’io ho la mia stella sulla Hollywood Walk of Fame a Los Angeles.

Hanno provato a farmi passare per un attore etnico, lo fanno quando devono ridimensionare qualcuno. Nonostante avessi cambiato cognome, la critica spesso ha voluto sottolineare le mie origini italiane: una rivista, ad esempio, scrisse che il mio torace sembrava fatto per indossare una canottiera, ma non ci sono riusciti e posso affermare che oggi sono considerato un attore all american.


VB
66996c1f-aef6-4076-bbba-92fe1e9f3fe5
« immagine » Se vi siete chiesti perché negli ultimi tre anni ho recitato in più di 15 film, record mondiale, è perché dovevo al fisco americano cento milioni di dollari. Un’altra cosa che forse non sapevate è che nelle mie vene scorre sangue lucano. A dispetto del mio cognome d’arte, io mi chia...
Post
25/06/2017 23:49:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.