The Sentence

02 maggio 2021 ore 19:02 segnala

"In piedi!
Caso 1975, numero di ruolo 11-11. Presiede il giudice La Vita."

"Seduti prego."
"Non avendo lei diritto ad un avvocato, ha qualcosa da dire prima che venga pronunciata la sentenza?"
"No Vostro Onore."
"Questa corte dichiara l'imputato COLPEVOLE:
di aver tentato di farsi accettare da famigliari ed amici
di aver posto sempre davanti a sè le persone che ha amato
di aver cercato di regalare un sorriso a chi ne avesse bisogno, nonostante si sentisse bruciare dentro
di aver cercato di migliorare sè stesso e le situazioni troppo complicate
di aver cercato in tutti i modi di sapere, conoscere, con curiosità
di aver badato a qualsiasi dettaglio del quotidiano e non, diventando iper sensibile
di aver amato all'inverosimile, perdonando anche l'imperdonabile
di aver amato gli animali più delle persone
di essersi isolato per non essere ferito e non ferire"


"Visti i capi d'accusa suddetti e la gravità degli stessi condanna l'imputato
alla perdita totale o parziale di chiunque abbia amato o tenti di amare o di chiunque gli faccia provare una benchè minima emozione;
alla diffidenza totale verso e dalle persone che si avvicinino troppo;
ad avere cultura, intelligenza, curiosità che non saranno mai sufficienti;
a non poter realizzare alcun sogno;
ad essere incatenato nel più profondo buio e ad un'eterna prigionia dell'anima in un corpo che non possa controllare e gestire cosicchè chiunque, vedendolo, possa soltanto provare eventuale pietà, ma mai altro sentimento.



Così è deciso, l'udienza è tolta."
fe7d1af6-5fe3-4efd-b629-c80ee13b9fbd
« immagine » "In piedi! Caso 1975, numero di ruolo 11-11. Presiede il giudice La Vita." "Seduti prego." "Non avendo lei diritto ad un avvocato, ha qualcosa da dire prima che venga pronunciata la sentenza?" "No Vostro Onore." "Questa corte dichiara l'imputato COLPEVOLE: di aver tentato di farsi ac...
Post
02/05/2021 19:02:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. Fogliadi.Te 02 maggio 2021 ore 19:57
    Dark, non le pare di essere eccessivo? È possibile che il bene stia solo da una parte mentre dall'altra, dalle altre, è raccolto tutto il male del mondo? E non pensa che, talvolta, lei può aver frainteso e reagito di conseguenza? E magari giudicato senza lasciare diritto di replica?

    Sono domande, per carità. Non voglio esprimere nulla di che se non l'amarezza di certi ingiustificati addii, con strascichi un po', come dire?, sopra le righe.

    Sa perché lo dico? Credo di riconoscere in lei una persona che mi fu cara. E, se non lei, gli stessi comportamenti. Da entrambe le parti è stato doloroso.

    Scrive molto bene, molto.
  2. Mr.DarkSoul 02 maggio 2021 ore 22:07
    @Fogliadi.Te: penso che se non si conoscono le cose sia meglio non giudicarle.
    Ciò che sto pubblicando non è attuale. Tutta roba mia, ma scitta in altri tempi.
    Ad oggi quella persona sofferente quasi non esiste più.
    La ringrazio per il complimento. Non credo di conoscerLa, non è mia abitudine andarmene, qualsiasi siano le condizioni.
  3. Fogliadi.Te 02 maggio 2021 ore 22:25
    Naturalmente prendo per buone le sue spiegazioni dato che non la conosco e mi fido di ciò che mi viene detto.

    Non è tanto l'andarsene, che ci può stare, quanto il modo in cui si va. E sono felice che abbia superato i momenti bui. Non sembra, ma debbo crederle. Ciao!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.