IO CI PROVO

02 luglio 2007 ore 16:18 segnala

Non si sa mai, alle volte dovesse funzionare......

Io esprimo un desiderio....... fatto!!!

(¯`v´¯)
`·.¸.·´
¸.·´¸.·´¨) ¸.·*¨)
(¸.·´ (¸.·´ .·´¸¸.·´¯`·->...

WE CHA!!!

 

DEDICATO A CHI NON TROVA LA FORZA....

01 luglio 2007 ore 21:49 segnala
Se tracci col gesso una riga sul pavimento,

è altrettanto difficile camminarci sopra

che avanzare sulla più sottile delle funi.

Eppure chiunque ci riesce tranquillamente

perché non è pericoloso.

Se fai finta che la fune non è altro

che un disegno fatto col gesso

e l'aria intorno è il pavimento,

riesci a procedere sicuro su tutte le funi del mondo.

Ciò che conta è tutto dentro di noi;

da fuori nessuno ci può aiutare.

Non essere in guerra con se stessi,

vivere d'amore e d'accordo con se stessi:

allora tutto diventa possibile.

Non solo camminare su una fune,

ma anche volare.

 

Non l’ho scritto io, l’ha scritto Hermann Hesse, ma è un po’ come se fosse mio, e solo una questione temporale, è che lui è nato prima di me e mi ha preceduto......

R E S T A Y

01 luglio 2007 ore 00:36 segnala
Non hai osato dire una singola parola
non ho osato chiederti qualcosa in più
ho mantenuto le mie domande segrete nel profondo di me
ma avrei voluto farti sapere di tempo fa, quando avrei detto

aspetta, e per favore resta
intendi spingermi via?
per favore aspetta e resta
volevi che andasse in questo modo?

vorresti sapere cosa ho passato?
per tutto questo tempo, tutto questo tempo
vorresti sapere anche che mi sei mancata?
e che ti ho in mente
e sei stato e sarai parte di me
una parte che non riesco a trovare
e sei stato perdonato per il tuo silenzio
tutto questo tempo quando avrei detto

aspetta, e per favore resta
intendi spingermi via?
per favore aspetta e dimmi
c’è un modo per poter rimpiazzare
il tempo in cui non mi hai mai chiesto
“come stai? hai bisogno di qualcosa?
vuoi sapere che sono qui? vuoi
sentirmi vicino?”

si… e spero che troverai un modo
si… e spero che ci saranno giorni migliori

aspetta, e per favore resta
intendi spingermi via?
per favore aspetta e resta
volevi che andasse in questo modo?
aspetta, per favore resta
spero che troverai la tua strada
per favore aspetta, e resta
spero che ci saranno giorni migliori

aspetta, resta, resta, per favore aspetta

                             Elisa Toffoli

LENTAMENTE MUORE

30 giugno 2007 ore 10:11 segnala

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine,
ripetendo ogni  giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.
Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco
e i puntini sulle "i"
piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore
davanti all’errore e ai sentimenti.
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l’incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita
di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente chi distrugge l’amor proprio,
chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna
o della pioggia incessante.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare.
Soltanto l’ardente pazienza
porterà al raggiungimento
di una splendida felicità.


                                     Pablo Neruda

UNFORGIVABLE SINNER

29 giugno 2007 ore 20:42 segnala
We cha!!! l'ho appena sentita alla radio....

UN POSTO CARO

29 giugno 2007 ore 13:46 segnala

Non è un granchè, è tutto storto, piegato dal maestrale, ha tutta la corteccia scrostata, ormai non fa neanche più tanta ombra. Ha il sale addosso, fa fatica a tenersi su con le pietre tra le radici scoperte ....

Eppure è pieno di vita.

PENSIERI E PAROLE

29 giugno 2007 ore 02:44 segnala

... E mi scopro alla mia veneranda età ancora a farmi domande. Forse sciocche, forse con risposte già sotto gli occhi. Io proprio io, che credevo di non dovermi più mettere in discussione, che credevo di avere ormai raggiunto una sorta di pace dei sensi, un traguardo, insomma di essere arrivato ad una specie di capolinea della seconda età da cui sarebbe inesorabilmente arrivata la discesa verso la terza età. Ed invece eccomi qua, mi sto convincendo di essere vivo, di avere ancora voglia di migliorarmi, di trovare nuovi nutrimenti, nuovi punti d'arrivo. E fame di conoscenza, desiderio di novità... Ho dei dubbi, ma forse questa è vita.

                                                           Muyoanni

"La stupidità deriva dall'avere una risposta per ogni cosa. La saggezza deriva dall'avere una domanda per ogni cosa." 

                                                       Milan Kundera

IL MIO VIAGGIO, 3 GIORNI DOPO

27 giugno 2007 ore 10:01 segnala

Nuvole sulla strada, ma anche un pallido sole....

Ancora penso a tutte le cose belle e meno belle che mi sono successe, forse avevo troppe aspettative, ed ho condizionato le azione ed i pensieri delle persone che amavo....

Rialzerò la testa, riproverò, d’altronde non posso arrendermi al primo tentativo. Mi aspetta tutta una vita davanti e ci saranno momenti migliori e peggiori.

E’ la storia della vita degli uomini.

Matrimoni e funerali.

Promozioni e bocciature.

Crediti e debiti.

Bene e male.

Il bicchiere non è mezzo vuoto.....

EMOZIONI E STATI D'ANIMO

24 giugno 2007 ore 23:55 segnala

Il mio viaggio.... ore di strada nella speranza di riuscire a tirar fuori il mio miglior me stesso, tante aspettative preventive, la sensazione di non essere riuscito a fare ciò che mi ero prefisso.

Forse pessimismo, forse non mi rendo conto delle cose che son davvero successe, alcuni segnali, il cuore che mi viene in gola ad un certo punto....

Un tatuaggio, il caldo, il telefono che squilla ossessivamente...

L'essere padre, l'essere figlio, l'essere fratello, l'essere uomo.

La curiosità, la noia, l'adrenalina, la rabbia, l'attesa....

REGALAMI UN SORRISO

24 giugno 2007 ore 23:47 segnala
Per chi me ne ha regalato molto più di uno....