Ciao Luciano!

19 ottobre 2014 ore 20:39 segnala
Eccomi qui a scriverti.
Sola finalmente, dopo queste giornate concitate, piene di gente che mi fa le condoglianze per la tua dipartita.
Innanzitutto vorrei ringraziarti, caro Luciano, per avermi insegnato la dignità nella malattia, la voglia di vivere che non ti è mai mancata neppure pochi minuti prima che tu ti spegnessi.
Avrò sempre negli occhi e nel cuore il tuo respiro pesante, il tuo aggrapparti, con tutto te stesso alle sbarre del tuo letto per succhiare l'aria.
Quante volte ho temuto quel momento! Quante volte ho pregato di non essere sola quando fosse giunta la tua ultima ora, avevo paura.....paura della morte, paura di non riuscire ad aiutarti se tu ne avessi avuto bisogno.
Invece il destino ha voluto che proprio io, il tuo "gioppino" fossi lì...presente come in tantissimi momenti che hanno segnato la tua malattia in questi ultimi mesi.
Avevamo un rapporto speciale noi due, riuscivamo a capirci al volo.
Ridevamo come matti per battute che solo noi due potevamo capire, gli altri non sapevano, non potevano entrare nel nostro "mondo"....qualcuno ci ha anche invidiato, sappilo.
Quando ti è mancata la voce, quante volte io sono stata la tua voce, traducendo per gli altri quello che sussurravi. Quando il mattino venivo ad aiutarti, tu non ti sei mai lamentato con me, ed io avevo una delicatezza come se tu fossi il più prezioso dei tesori.
Anche quando mi rimproveravi la mia esuberanza, facevi il serio, mentre sotto i baffi ridevi come un matto, con la tua solita ironia che ti contraddistingueva.
Ora, questo è il mio ultimo saluto, come le chiacchierate che ci facevamo quando eravamo soli al tuo capezzale, ricordi?
Grazie, suocero, maestro, ma soprattutto amico caro, ti vorrò sempre bene, come vorrò bene alle tue tante qualità e ai tuoi difetti.
Ciao Luciano! il tuo gioppino
Laura
d7b36e45-f066-4b48-b9a0-3e5445ab89b3
Eccomi qui a scriverti. Sola finalmente, dopo queste giornate concitate, piene di gente che mi fa le condoglianze per la tua dipartita. Innanzitutto vorrei ringraziarti, caro Luciano, per avermi insegnato la dignità nella malattia, la voglia di vivere che non ti è mai mancata neppure pochi minuti...
Post
19/10/2014 20:39:41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. antioco1 20 ottobre 2014 ore 18:36
    molto bello questo tuo rapporto e come lo scrivi , ciao buona serata , Alessio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.