IL FALO' DELLA FRAGILITA'

15 febbraio 2016 ore 13:24 segnala
E così è arrivato anche il tuo compleanno papà. Un bel traguardo 80 anni.
Stamani sono venuta a trovarti, tu eri già seduto in poltrona a gustarti in tv il tuo sport preferito, quello che hai praticato fino a 3 anni fa....lo sci.
Mentre ne parlavi con orgoglio l'altro giorno, sdraiato sul tuo letto di ospedale, le lacrime per un attimo hanno offuscato il tuo sguardo.
Senti che le forze ogni giorno ti vengono a mancare, ma il tuo spirito fatica a rassegnarsi all'inevitabile avanzare dell'età.
Tanti anni sono trascorsi dalla morte della mamma, eri ancora giovane e ti saresti potuto rifare una vita, ma hai preferito dare precedenza all'egoismo di tuo figlio, che ti ha sempre ricattato moralmente sul rifarti una famiglia e tu, anche se sei un guerriero, piuttosto che perderlo, hai rinunciato alla tua felicità.
Che vita dura la tua, perdesti la tua mamma già a 2 anni, ultimo della famiglia fosti mandato a “balia”, per poi all'età di 6 anni esser strappato dalle amorevoli braccia di una perfetta estranea, che ti ha sempre amato fino all'ultimo giorno della sua vita come se fossi suo figlio.
Poi la guerra, la fame, il lavoro duro prima dei campi e poi in fabbrica, la tua famiglia decimata dalle varie morti....quanti dolori hai dovuto affrontare solo, sempre solo.
Poi l'incontro della tua vita con la mamma. Eri un po' scavezzacollo e la misero in guardia su di te, ma lei imperterrita ti ha amato incondizionatamente sino alla fine, mentre progettavate una vecchiaia serena e soddisfacente. Ma, ahimè, così è la vita: con te è stata sin troppo avara, parca nel donarti la gioia che meriti per essere quello che sei, il nostro modello.
Sì papà...tu sei e sei sempre stato e lo sarai sempre il mio modello, il mio eroe senza macchia e senza paura, il mio punto di riferimento, la mia stella della sera che mi indica il cammino,questo sei per me.
Vedere che ora sei tu che ti affidi nelle mie mani, che chiedi consiglio, che mi aspetti come un uccellino implume, timoroso anche di lasciare il nido, mi fa uno strano effetto. Non mi sento ancora pronta per questo ruolo. Sento di aver ancora bisogno di te, di esser “matura” fuori, ma dentro ancora la “tua bambina”, ho paura di perderti papà, non voglio che avvenga.
L'altro giorno hanno scoperto che sei ammalato, sarà una malattia progressiva, spero lenta, che ti toglierà poco a poco la capacità di parlare, che limiterà il tuo incedere, tu ancora non lo sai, non ho avuto il coraggio di dirtelo, non voglio darti questa notizia prima di aver l'esito di un esame che ci darà la sentenza definitiva. Quando tutto questo avverrà, io sarò lì a sostenerti per non farti cadere, verrai a stare qui da me, come sempre ci faremo grandi chiacchierate tu a modo tuo ed io a modo mio. Questa volta non sarai solo, avrai sempre la tua bambina al tuo fianco, stanne certo. E se qualche volta sarò inesperta, perdonami sin da ora, imparerò a prendermi cura di te come tu hai imparato a prenderti cura dei tuoi figli.
Ti voglio bene papà, auguri di cuore.



Laura
1a701353-cf00-4c88-bba5-d0b827e640d5
E così è arrivato anche il tuo compleanno papà. Un bel traguardo 80 anni. Stamani sono venuta a trovarti, tu eri già seduto in poltrona a gustarti in tv il tuo sport preferito, quello che hai praticato fino a 3 anni fa....lo sci. Mentre ne parlavi con orgoglio l'altro giorno, sdraiato sul tuo letto...
Post
15/02/2016 13:24:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. Inutilenick 15 febbraio 2016 ore 18:07
    Quello che dovrebbe essere naturale... prenderci cura di chi amiamo
  2. xMARILYNx 15 febbraio 2016 ore 19:18
    anche io sento l'incapacita' di essere inadeguata vedendo la mia mamma perdere pezzi della sua memoria ....lei era un artista ....con l'ago cuciva cose stupende ...il mio abito da sposa ...lo e' ancora per me ...la piu' brava di tutte ...la piu' grande ,,anche se piccola piccola
  3. contealberto 10 ottobre 2016 ore 18:27
    Non è necessario dire nulla...anzi...sai dire con grande magniloquenza tutto quello che serve, quello impostante.
    Mi ha fatto piacere leggerti
    Ciao
  4. antioco1 02 marzo 2017 ore 16:31
    scrivi molto bene ma rispondi se ti scrivo anche per darmi tue notizie smckkkkkkkkkkk Ale
  5. leggendolamano 15 aprile 2018 ore 19:39
    ora capisco meglio il post che ho commentato poco fa, ma ciò che ho letto ora non fa che amplificarne l'effetto.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.