frammenti di cielo...

15 aprile 2012 ore 09:46 segnala
Ero la sua piccolina e mi portava con se’ facendomi vivere esperienze insolite per una bambina ma non per questo prive di emozioni e meraviglia…
Non ero attesa ma comunque ero arrivata femmina …accipicchia, la seconda !Eppure spesso mi pareva di essere considerata il maschietto forse desiderato da papa’…andavamo insieme a guardare auto bellissime di cui era un cultore oppure gare di formula 1!
Ai tempi con la sua Minolta professionale ,mi portava negli spazi interni della pista quasi fosse un fotografo di giornali , mi sentivo spaesata ma interessata ad un mondo che non conoscevo.
Tutto intorno a me era veloce ,vivace, colorato, poche parole eppure si percepiva intesa tra piloti dal volto nascosto da caschi integrali e i meccanici che in pochi istanti riuscivano a sostituire un intero treno di gomme.
Formula 1…gli altoparlanti parevano gridare al cielo i nomi dei piloti poi la partenza ,un rumore assordante e le auto sfrecciavano intorno alla pista .Papa’ scattava foto e mi guardava con aria fiera con il suo impeccabile impermeabile color ghiaccio e il borsalino che tanto gli piaceva .
Eh si, un po’ assomigliava ad Humphrey Bogart, l’aria da tenebroso affascinante ,amante dei bei vestiti, impeccabile nell’aspetto, dimostrava affetto in un modo tutto suo.
Il suo era uno sguardo particolare che nascondeva dietro la sua apparente fermezza una inconsueta fragilità di fronte alle mie coccole che lo inducevano a collocarmi sulle sue spalle; in quei momenti mi sentivo altissima!
Sapeva fare tante cose e trascorreva il tempo libero a rendere le sue auto particolari, mi faceva partecipe di ogni sua scelta ,mi sentivo sua complice oltre a sentirmi grande!
Rendeva i suoi sogni realtà e coinvolgeva tutta la famiglia nei suoi viaggi decisi in pochi istanti e in altre mille iniziative alle quali non rinunciava.
Questa notte l’ho sognato, eravamo insieme in un luogo molto grande in attesa di entrare in un ufficio, poi …come accade spesso nei sogni non c’era piu’
Il ricordo lascia vivi gli affetti e le persone a noi care,23 anni fa per giorni e giorni son venuta da te coperta da camice mascherina … tanta attesa per vederti 10 minuti al giorno…eri immobile ,intubato,gli occhi chiusi ma quella lacrima mi ha raccontato il dispiacere di lasciarmi poi…sei andato Altrove a continuare i tuoi viaggi e chissa’ quante bellissime esperienze celestiali…
4b0c8885-639a-4155-9664-3f8580d47f37
Ero la sua piccolina e mi portava con se’ facendomi vivere esperienze insolite per una bambina ma non per questo prive di emozioni e meraviglia… Non ero attesa ma comunque ero arrivata femmina …accipicchia, la seconda !Eppure spesso mi pareva di essere considerata il maschietto forse desiderato da...
Post
15/04/2012 09:46:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6

Commenti

  1. lunaesolee 15 aprile 2012 ore 10:05
    che bello....bhè nel leggerti non nascondo che ti ho invidiato un po... :bye
  2. Alisia4ever 15 aprile 2012 ore 13:02
    papà mi portava a pescare nei w e ed io ero felice di stare con lui. anche questa esperienza era insolita per una bambina, ma preferivo non pormi il problema.volevo somigliargli in tutto.
    ricordando la bambina che ero, mi son ritrovata a fargli da mamma quando lui appena mi riconosceva e neppure aveva più voce per dirmi quel tanto atteso e desiderato "ti voglio bene".
    un solo bacio, per salutarmi, resta nei miei ricordi ed è quello che riempie gli spazi di tutti i baci mancati
    aly:rosa
  3. idiosyncrasy 15 aprile 2012 ore 22:44
    il tuo racconto trasmette immagini e sensazioni vive di un ricordo che non è mai svanito e credo che da quell'altrove, tra una sosta e l'altra, lui venga a trovarti con un frammento di cielo "una stella" che continua a brillare...
    :rosa
  4. cittadino.italia 17 aprile 2012 ore 00:39
    Ricordi indelebili di una figura sempre presente. :rosa :-)
  5. v.oglioridere 17 aprile 2012 ore 16:10
    stanno sempre con noi..... :bacio
  6. astro42 24 aprile 2012 ore 20:03
    Molto bello e dolce come lo ha raccontato.
  7. Matt.44 30 aprile 2012 ore 15:35
    dolcissimo racconto...ciao :rosa
  8. gandalf3 12 maggio 2012 ore 11:48
    Non si può commentare questo tu bellissimo ricordo,pensiero,sogno...ma solo chiudere gli occhi e riviverlo con te...vedi anche se non voluto,c'è quello stacco
    non interruzione,dal fragore della pista,al silenzio della camera sterile...
    al paradiso...
  9. goccesulmare 18 maggio 2012 ore 07:58
    Un ricordo struggente fatto di momenti di amore, di condivisioni, di attese, e sofferenze, per fortuna i momenti di tristezza se ne vanno lasciando il posto solo ai ricordi di grande dolcezza
    gocce
  10. gandalf3 11 aprile 2013 ore 13:34

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.