L'amico di carta

13 settembre 2016 ore 08:37 segnala


Chiacchiero con la carta,
e la carta mi ascolta,
preme i silenzi come un grappolo d'uva
e ne fa uscire mosto;

su pochi versi franano confidenze e solitudini;

ha più anima il mondo inanimato che quello umano.


&.
7f682a9c-efab-431f-9528-f9b96cc8f982
« immagine » Chiacchiero con la carta, e la carta mi ascolta, preme i silenzi come un grappolo d'uva e ne fa uscire mosto; su pochi versi franano confidenze e solitudini; ha più anima il mondo inanimato che quello umano. &.
Post
13/09/2016 08:37:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12

Commenti

  1. Njlo 13 settembre 2016 ore 08:49
    Un gioiello, piccolo ma di lucente bellezza. Bellissimi i versi, bellissimo e vero il senso.
  2. nessun.attesa 13 settembre 2016 ore 08:51
    Grazie.
  3. Antelao 13 settembre 2016 ore 09:32
    settembre, tempo di vendemmia. Considerato lo stile secco e conciso mi evochi più qualche cc di distillato che litri di mosto. Alta gradazione.
  4. nessun.attesa 13 settembre 2016 ore 09:49
    Noi vendemmiato settimana scorsa. L'uva è in fermento.

    Ciao Ante.
  5. 7aerdna 13 settembre 2016 ore 15:21
    La carta è più paziente degli uomini...
    Anna Frank

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.