ARIA

06 novembre 2011 ore 15:41 segnala



Sono il disordinato frequentatore delle più nascoste vie, dei più segreti affratti. Della loro inutilità e della loro ignota ubicazione si nutrono i miei giorni, ma quando gli occhi capitano su un luogo come Yoshiwara, dove puoi gridare a qualcuno che non sia il muro, dove puoi dire a voce alta 'Io non voglio. Io non posso'. Dove puoi avere silenzio per lasciare che la mente diluisca l'angoscia, aver aria per lasciare che i nervi si rimarginino. Dove puoi permetterti pensieri immateriali, pensieri che svolazzano per l’aria, poggiano sull’aria, dall’aria sono nutriti e nell’aria ritornano. Allora ti fermi per una pausa perché tutto in fin dei conti è aria. E l'aria c'è o non c'è.
b80534a9-5a7f-45f3-901f-08f87ce4e987
« immagine » Sono il disordinato frequentatore delle più nascoste vie, dei più segreti affratti. Della loro inutilità e della loro ignota ubicazione si nutrono i miei giorni, ma quando gli occhi capitano su un luogo come Yoshiwara, dove puoi gridare a qualcuno che non sia il muro, dove puoi dire...
Post
06/11/2011 15:41:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. Lucrezya57 06 novembre 2011 ore 15:43
    L importante è non sentirsi trasportati via dall aria in questo posto puoi gridare allora facciamolo con tutta la rabbia che abbimo dentro per quello che succede per quello che vediamo......in fin dei conti anche l aria trattenuta fa male....baci lucrezya :fiore :rosa :fiore
  2. larchitettodeisogni 06 novembre 2011 ore 16:25


    l'io-tutto dello Zen e il messaggio, frainteso dagli hippies che con esso giustificavano l'abbandono della società, dell'immersione del saggio Zen nel flusso delle cose, la povertà e la purezza dell'uomo.
    Utopistiche illusioni. Buona domenica
  3. Lucrezya57 08 novembre 2011 ore 15:21
    buon pomeriggio continua la saga...............e come se c è l'aria tira un vento che porta via..........!!!!!
  4. DonnaDiClasse 14 dicembre 2011 ore 15:07
    Ciò che è scritto, sia una frase qualsiasi o un pensiero personale non è mai solo aria, esce dal tuo intelletto ed entra nel mio, anche se solo il mio non basta, e non serve nemmeno gridare quando chi dovrebbe ascoltare non lo fa.
    :-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.