DUE PASSI

14 marzo 2012 ore 15:18 segnala

Mentre i giorni per una sorta di elasticità soprannaturale si allungano fino a diventare anni, il mondo che era così quieto, così immobile che ti veniva da allungare un dito per toccarlo, scuoterlo. All’improvviso ti balza incontro e ti colpisce in pieno viso e ti fa girare e girare vorticosamente, affannosamente. E in questi momenti senti il desiderio di abbandonare questo mondo che non riconosci alla ricerca della quiete perduta. E allora abbandoni il mal di testa che ti assilla ormai da tempo e vai a fare due passi sui tetti di Yoshiwara, a vedere gli uccelli che planano dal cielo e si posano per la notte sui lampioni delle strade, a respirare gli odori di spezie perdute e ad incontrare le anime amiche che vivono questa città …
e162c60f-00a4-4a7b-832d-0bc424fb94bb
« immagine » Mentre i giorni per una sorta di elasticità soprannaturale si allungano fino a diventare anni, il mondo che era così quieto, così immobile che ti veniva da allungare un dito per toccarlo, scuoterlo. All’improvviso ti balza incontro e ti colpisce in pieno viso e ti fa girare e girare v...
Post
14/03/2012 15:18:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. crenabog 14 marzo 2012 ore 20:11
    decisione oltremodo saggia.
  2. Nibs 14 marzo 2012 ore 20:59
    C. semplicemente ... mi è mancata Yoshiwara ... mi siete mancati ... mi sei mancato tu ;-)
  3. crenabog 15 marzo 2012 ore 11:58
    io per te ci sarò sempre. :cuore
  4. Nibs 15 marzo 2012 ore 20:28
    C. :-))

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.