INTENSI AL CREPUSCOLO

27 settembre 2014 ore 21:32 segnala
di

AllegroRagazzo.Morto




L’ultima ora li impegnò sul serio, soli, a contare sulle proprie forze, scalando letteralmente gli ultimi 350 pioli di uno degli accessi verticali; l’efficienza aveva suggerito un taglio netto col quale collegare una delle risalite ad uno degli accessi superficiali. Era necessario attivare al passaggio ognuna delle valvole di pressione, posizionate ogni 50 metri quasi, ogni circa cento pioli. Ogni valvola assicurava la sicurezza del passaggio ed al contempo notificava del personale in transito. Il sordo sbuffare di Yoshiwara si amplificava in ondate, ritmiche, l’eco la manteneva persistente. Juanus si ancorò alla pedana supplementare, si calò la protezione sugli occhiali e fece anche cenno a Kandra di fare lo stesso. Dopo aver sbloccato la prima intercapedine la attraversarono entrambi e la richiusero dietro di loro. Solo il diaframma Chekter li separava dal portello esterno. Attivarono l’ultima valvola di pressione e sbloccarono il diaframma che si schiuse con un sordo risucchio di lamine bronzee. Juanus attinse alle ultime energie rimaste e sbloccò il flusso che permetteva l’ultima l’apertura. Vi fu un sibilo acuto e il portellone gemette, la ruggine e la terra lo avevano ricoperto all’esterno senza però intaccarne l’integrità. Uscirono all’aperto, riacquistando l’equilibrio ed aiutandosi, facendo attenzione a dove mettessero i piedi. Ansimando ma saldi si fermarono poco fuori l’area antistante l’apertura. Al di là della struttura mobile non via era molto altro attorno, arbusti ed erbacce. Alcuni fasci meteorici schizzavano di colori freddi il cielo, lontano ad ovest, dietro la grande costa rocciosa, gli ultimi raggi sfiorivano intensi al crepuscolo.


*
1b924bb9-b08f-453b-ae87-7d8fb2fe16c8
di AllegroRagazzo.Morto « immagine » L’ultima ora li impegnò sul serio, soli, a contare sulle proprie forze, scalando letteralmente gli ultimi 350 pioli di uno degli accessi verticali; l’efficienza aveva suggerito un taglio netto col quale collegare una delle risalite ad uno degli accessi...
Post
27/09/2014 21:32:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    14

Commenti

  1. Eleanor.Peacock 28 settembre 2014 ore 08:47
    Veloci col seguito, che sono curiosa di vedere cosa diventa questa collaborazione di penna.
    Ps però le ragnatele di lato mi fanno orrore, sia messo a verbo e a verbale. Ragazzuoli buon viaggio.
  2. LadyMestolo 28 settembre 2014 ore 13:45
    Non è il genere di lettura che preferisco ,ma scorre veloce si legge di tutto un fiato... :ok
  3. Nibs 28 settembre 2014 ore 17:33
    x Eleanor.Peacock, l'impianto grafico del blog venne creato insieme a Chochosan e dunque resta così com'è. Non so se scrivo io - crenabog - il seguito o se io scriverò qualcos'altro e lo seguiterà AllegroRagazzo.Morto, adesso ci pensiamo insieme, eh. Ciao.
  4. Nibs 28 settembre 2014 ore 17:33
    x LadyMestolo, sì, è un po' diverso da quel che si legge di solito. saluti.
  5. Evelin64 29 settembre 2014 ore 10:47
    Coinvolgente sin dal suo inizio, come a voler creare quella giusta suspense aspettando il seguito :-)
  6. Nibs 29 settembre 2014 ore 11:01
    x Evelin64, già, e non sappiamo neanche noi cosa verrà fuori, questo è il bello!!!
  7. Hamsho 29 settembre 2014 ore 12:33

    Come promesso
    i miei fiori !
    Si papaveri ...
    che al crepuscolo
    son sempre intensi.
  8. Cicala.SRsiciliana 29 settembre 2014 ore 12:56
    E' molto bello ma sarebbe un vero peccato se
    il racconto non continuasse. Fin qui si legge tutto in un fiato.
    Complimenti all'allegtoragazzovivo :-)) :-))
  9. salyma 29 settembre 2014 ore 18:11
    Per me si apre un mondo nuovo e sconosciuto, anche se esisteva già non ricordo di averlo frequentato, quindi devo prender dimestichezza con questo mondo sotterraneo. ma l'unica vera novità è la brevità del post di Allegro Ragazzo, il morto lo lasciamo da parte.
    Bella iniziativa, complimenti a tutti e due :-))
  10. salyma 29 settembre 2014 ore 18:12
    Ci risiamo con le lettere accentate.............chissà cos'è chissà che saràààà! Boh!
  11. salyma 29 settembre 2014 ore 18:13
    Ecco ora ad esempio risultano normali!
  12. Nibs 30 settembre 2014 ore 08:58
    x Hamsho, grazie, che belli!
  13. Nibs 30 settembre 2014 ore 08:59
    x Cicala.SRsiciliana, tranquilla, ARM ha già scritto un seguito e io adesso devo scrivere il mio pezzo che li raccorda. a breve esce!
  14. Nibs 30 settembre 2014 ore 09:02
    x salyma, visto che ARM quando cambia registro stilistico riesce molto bene in tutto quel che scrive? oh, adesso mi ci provo anche io a collegare tutto. per le lettere non so, mi è capitato di avere su chiavetta un testo di mio figlio ma non era in rich text format come sempre , era in un tipo di salvataggio diverso. ho dovuto scaricare un programma per aprirlo e leggerlo e, siccome aveva problemi di incompatibilità, mi sono apparse proprio come quelle tue lì sopra. chi sa perchè, mah! ciao!
  15. salyma 30 settembre 2014 ore 09:38
    Non uso chiavette, sono collegata con un router direttamente a Telecom.
    Buongiorno a Voi :-)
  16. Nibs 30 settembre 2014 ore 10:37
    grazie Annina!
  17. Laclaudia65 04 ottobre 2014 ore 07:57
    Yoshiwara....avevo già commentato tempo fa un post simile da Crenabog... Dove il mondo geisha risulta predominante,così come la prostituzione, un mondo particolare dove la corruzione, la vendita delle proprie figlie a personaggi facoltosi era pane quotidiano. Affascinante ma da vedere sotto l'ottica di un film di fantascienza...
    Eh si... I misteri del Giappone.
    Bella l'idea di un blog dove la comunione di intenti è forte...
    Vi leggerò con particolare attenzione
    :fiore Cla :fiore
  18. Nibs 04 ottobre 2014 ore 21:42
    x Laclaudia65, grazie, è un blog particolare, molto diverso dai soliti. può piacere tanto o lasciare indifferenti. ma quando piace, i lettori di solito si affezionano e tornano. ti aspetterò di nuovo, e bentornata tra noi!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.