PERCHE'

05 ottobre 2011 ore 11:01 segnala


C'è un mondo devastato, tra i cui rigagnoli, fisici e mentali, qualcuno ancora cerca di salvarsi. In qual modo non è dato sapere, le vie d'uscita bisogna inventarsele, guadagnarsele, soffrirle. Un mondo che ti sommerge e ti cala nel suo fango, lentamente. Ma si può intravvedere un barlume anche nelle profondità. Nel nostro sottomondo immaginario, si agita Metropolis; qui respiriamo l'aria chiusa e polverosa delle nostre essenze ed espiriamo sogni. Questi sogni sono Yoshiwara, il quartiere proibito. Là, dove all'orizzonte si agitava Lei, indecisa del suo essere, se di carne, di metallo o di polvere. Lei che si compiacque di accettare l'aprirsi di questa porta. E nel magma di Yoshiwara ci immergiamo, purificandoci.
7d840ae8-a19e-4613-9ae5-7ed7322f5ad3
« immagine » C'è un mondo devastato, tra i cui rigagnoli, fisici e mentali, qualcuno ancora cerca di salvarsi. In qual modo non è dato sapere, le vie d'uscita bisogna inventarsele, guadagnarsele, soffrirle. Un mondo che ti sommerge e ti cala nel suo fango, lentamente. Ma si può intravvedere un ba...
Post
05/10/2011 11:01:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10

Commenti

  1. Nibs 05 ottobre 2011 ore 11:03
    Per qualche strano motivo, sotto questo post comparivano i vostri Mi Piace, ma se si cercava di commentare dava Post Non Trovato. Evidentemente il SopraMondo non ha piacere che si scoperchi Yoshiwara...quindi l'ho cancellato e rimesso, adesso dovrebbe funzionare. Se volete scrivere, o rimettere i Mi Piace, fate pure.
  2. follettoarrabbiato 05 ottobre 2011 ore 11:10
    E noi invece siccome siamo tenaci..vogliamo sapere che accade, eccoci che ce l'abbiamo fatta...in bocca al lupo per la nuova avventura ......
  3. venuste 05 ottobre 2011 ore 11:22
    e tu sei un incanto...

    il tuo scrivere col cuore..
    e l'inchiostro è il tuo sangue
    sangue misto ad acqua...
    acqua che sono le tue lacrime
    per questa vita ostile...
    ma bella lo stesso...

    baciiiiiiiii
  4. Nibs 06 ottobre 2011 ore 09:17
    x follettoarrabbiato, grazie cara, vedremo quel che succederà...
  5. Nibs 06 ottobre 2011 ore 09:19
    x venuste, grazie anche a te, spero che il blog venga bene, ricordo che non è mio o comunque non solo mio ma è un dono che ho fatto ad una amica preziosa per spingerla a visitare altre parti di sè stessa, insieme a me, se gli farà piacere. Non so bene di che parleremo qua dentro, andremo a braccio...
  6. venuste 06 ottobre 2011 ore 15:09
    se tutto sapessimo gia' tutto...
    saremmo tutti annoiatissimi...

    i tuttologi non esistono..

    e cercare di capire meglio se stessi prima che gli altri...

    è umilta'

    mi fa piacere che facciate un percorso insieme...

    in compagnia si cammina meglio
    che da eremita...

    buon proseguo..... io passero'.. a leggervi...

    ciao :ciao
  7. Nibs 06 ottobre 2011 ore 16:20
    x venuste, vediamo, per adesso vedo che è di nuovo in volo nel web, qua e là, ehehe...
  8. venuste 06 ottobre 2011 ore 17:14
    C'è un mondo devastato, tra i cui rigagnoli, fisici e mentali, qualcuno ancora cerca di salvarsi. In qual modo non è dato sapere, le vie d'uscita bisogna inventarsele


    da che mondo è mondo
    l'uomo ha sempre voluto e dovuto inventarsi qualcosa per andare avanti..
    altrimenti eravamo ancora nell'era della pietra...


    penso che se i preistorici nostri discendenti sentissero le nostre lamentele..
    di mondo devastato direbbero... '' e ve vulevo vedè a voije.. a farsi un mazzo cosi ... per comununicare uccidere per mangiare accendere il fuoco senza accendini... ora si stressano perche vanno al super mercato a comprare i cibi precotti da riscaldare nel microonde... ma andateeeeeeee...''
    oh l'ha detto il preistorico non io ;-)

    dai che ti vengo a leggere...
  9. Nibs 06 ottobre 2011 ore 18:59
    va bene, vieni, leggi, scrivi, fai quel che vuoi, casa è aperta...
  10. tristina 07 ottobre 2011 ore 13:20
    A volte, il microcosmo nostro ci sta "stretto"..Nulla di più bello riuscire a volare con la mente , in un viaggio ipotetico fuori di ogni dimensione..
    Guardare la vita che scorre, come un interprete di un film ma, nello stesso tempo spettatore.
  11. Nibs 07 ottobre 2011 ore 20:27
    x tristina, concordo, persino la mia pelle mi sta stretta al punto d'aver bisogno di mutarla in continuazione. Che poi mutamenti - tutti questi blog che faccio e nei quali scrivo - non sono , ma sono solo aspetti diversi del solito me stesso. Che però ha talmente tante cose dentro e tante facce a rappresentarlo che non riesce ad essere solo uno. E dunque viaggio, dappertutto, come Salgari, con la mente e non con il corpo, che quello è confinato qui, in questo mondoprigione nel quale mi dibatto.
  12. aloven 07 ottobre 2011 ore 20:53
    Hai scelto un posto davero particolare...noto per le gheishe....ma ogni posto è paese ..basta saperci vivere..!!un abbaccio..
  13. Nibs 07 ottobre 2011 ore 21:21
    x aloven, grazie della visita, cara, ma sto cominciando ad avere qualche piccolissimo dubbio sulla effettiva valenza di questo esperimento. ha, avrebbe avuto, senso se avesse visto la partecipazione di entrambi. troppo semplice farlo diventare una succursale del mio blog principale; non era questa l'intenzione. se non si evolverà finirò per abbassare le serrande anche su Yoshiwara e comincio a pensare che forse anche Caryl sia a rischio di estinzione. abbracci...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.