Brava Liquirizya!!!

11 aprile 2008 ore 11:53 segnala

Miei cari qui di seguito riporto la soluzione dei problemi capziosi. A seguire vengono riportati le conclusione della commissione composta da:  me e basta!

Vi rammento che il giudizio è democraticamente insindacabile, in ogni caso per rispetto della vostra libertà e inspirandomi a sani valori di giustizia  vi sarà concesso presentare ricorso dopo aver effettuato un versamento di  € 1.000 (cifre congrua) sul C/C n .... (chiedetelo in privato).

Si raccomanda tutti gli Amici nei commenti di non esagerare con i ditini!!!

1.   39 metri (13x3)

2.   3 giorni ( 3-2)+(3-2) + 3

3.   la stessa quantità (si parla di quantità non di vino)

Risultati :

Liquirizya: Tutto esatto ECCEZIONALE ! (ma non mi avevi detto che dovevi fare il bonifico?)

Sytry Bocciato perchè hai fatti sbagliare tre amici (però sono buono ... puoi presentare ricorso .... pagando s'intende!)

Rutwen Giustificato (aspetto bonifico)

Adalberto come sopra 

Poladani (come sopra ... la colpa è di sytry)

Spelonga 2 su tre peccato ma promosso per il commento e perchè raccomandato ;-) (aspetto bonifico)

Rebalance mi è piaciuto il commento promosso vedi sopra

Zio jack promosso d'ufficio (aspetto cassetta di vino)

 

Ok amici quando arriveranno i bonifici provvederò a proporVi altri Problemi Capziosi visto il successone!:yeye

Un abbraccio per tutti Voi

 

I Problemi Capziosi

10 aprile 2008 ore 11:44 segnala
Sapete cosa sono i problemi capziosi?

Sono quei problemi in cui la risposta vera non è quella che prima si presenta alla mente.

Sono dilettevoli, ed acuiscono la mente.

 

Oggi ve ne voglio proporre tre … mi raccomando concentratevi …

Stasera passo e metto i voti …. Mi raccomando non copiate … Vi controllo!

 

1. Si hanno 14 soldati in fila. La distanza fra un soldato e l'altro è di metri 3. Quale è la distanza dal primo all'ultimo soldato?  (questa è facile)

2. Una lumaca si arrampica lungo un muro alto 5 metri. Ogni giorno sale tre metri e ogni notte discende 2 metri. Dopo quanti giorni la lumaca avrà raggiunto la cima del muro?

3. In un bicchiere si trova del vino, e in un altro dell'acqua. Si prende un cucchiaio di vino dal 1° e si versa nel 2°, si mescola questo, poi si prende un cucchiaio del liquido del 2° bicchiere e si versa nel 1° La quantità di vino che si porta dal 1° nel 2°, è più grande o più piccola di quella dell'acqua portata nel 1°?

 

Buon divertimento …  e … mi raccomando non sforzatevi troppo!

 

9133044
Sapete cosa sono i problemi capziosi? Sono quei problemi in cui la risposta vera non è quella che prima si presenta alla mente. Sono dilettevoli, ed acuiscono la mente.   Oggi ve ne voglio...
Post
10/04/2008 11:44:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    14

Problemi al sito? ...

09 aprile 2008 ore 22:08 segnala

Vorrei capire cosa sta succedendo al sito. non so voi ma io non riesco ad aprire alcuni Blog, non riesco ad inviare commenti non so se questo post riuscirà ad avere la fortuna di essere visualizzato. Ditemi Voi se è un problema mio e di qualche altro o è un problema generale .... perchè se così fosse dovremmo segnalare l'inconveniente all staff o quanto meno chiedere spiegazioni.

Un abbraccio per tutti Voi

 

Il giorno e la notte

08 aprile 2008 ore 22:18 segnala
Io dormo poco e di notte resto sveglio

fin quando  l’alba mi chiude gli occhi

Poi con il viso stanco

E ancora con il trucco del dolore

Lascio i sogni sul cuscino

Si ho molta luce nei miei occhi

Per vedere chi non c’è

Cammino per la strada

E regalo saluti e sorrisi

Anche se so che ormai  ricevo solo amarezza

Mi sento avvolto nell’amarezza

Anche se nasce l’alba più bella

so che di notte tornerà la paura.

Perché se il cuore batte forte

non da  vita alla morte che ha dentro se?

E nel cammino dell’amore

scende sempre questo dolore dentro me

C’è chi dice che son morto da un bel po’

e lo dice perché non ha un cuore!

Io ho la luce dentro gli occhi

… e il cuore batte forte!

 

 

By nico

 

Una storia vera ...

07 aprile 2008 ore 18:00 segnala
Qualche giorno fa ho letto un post della mia cara amica Poladani che mi ha portato alla  mente un ricordo di tanti anni fa ... Vi voglio raccontare l'accaduto.

Premetto che io sono un appassionato di escursioni subacquee ed anche di pesca subacquea, un giorno mi trovavo sula costa tirrenica impegnato in una battuta  di pesca in apnea, dopo un pò di tempo mi accorsi che il mare cominciava ad agitarsi e la corrente ad aumentare, quindi,  onde evitare problemi,  mi affrettai ad uscire. Dopo essermi tolto la muta e tutto l'armamentario mi attardai un pò sul posto per prendere un pò di sole e notai subito che il mare era divenuto veramente molto agitato. Tutto ad un tratto sentii delle urla che imploravano aiuto ... mi alzai e vidi che c'erano delle persone a riva che quardavano ed additavano verso il largo ... notai una figura che annaspava tra le onde .. affiorava e scompariva. Senza perdere tempo infilai le pinne e la maschera e mi tuffai in mare, le onde avevano ormai raggiunto una forza considerevole, ma quello che mi faceva più paura era la corrente. Con poche bracciate (grazie alla corrente) raggiunsi la persona che continuava ad annasapare e bere, riuscii ad afferrarlo per un braccio e provai a tirarmelo tenendolo su ... dopo un pò che cercavo di tranquillizzarlo chiedendogli di non fare resistenza, la persona presa dal panico cominciò a tirami con forza e appoggiatosi sulla mia testa faceva di tutto per tenermi giù. Non mi vergogno a confessare che in un primo momento mi feci prendere dal panico anche perchè il tizio cominciava a farmi male mi aveva strappato dal viso la maschera con notevole dolore procurandomi graffi in viso. In quel momento non vedevo in lui una persona da aiutare ma un nemico che non avrebbe esitato ad uccidermi pur di salvarsi! Il primo istinto fu quello di divincolarmi e lasciarlo al suo destino ... così all'ennesima spinta verso il basso mi divincolai e  scesi sott'acqua allontanandomi  un pò da lui per risalire e prendere più fiato possibile. Gli ero relativamente vicino e vedevo il suo volto terrorizzato, continuava a bere e si capiva che stava arrivando allo stremo delle sue forze. Presi più fiato possibile mi immersi di nuovo e gli girai dietro in modo che non mi vedesse arrivare riemersi e subito gli cinsi la gola e un braccio in modo da immobilizzarlo (in parte), gli urlai minacciandolo che se si fosse mosso lo avrei mollato e sarebbe sicuramente annegato , aumentando la stretta cominciai a nuotare verso riva. Sorvolo sulle difficoltà incontrate, anche perchè la persona,  più robusto di me, ogni tanto cercava di afferrarmi, più volte infatti dovetti abbandonare la presa e ripetere l'operazione dall'inizio ... finalmente arrivai vicino alla riva mi avvicinai fin dove potevo toccare gli scogli e consegnare la persona ai suoi amici, allentando la presa lo allontanai piano piano da me spingendolo verso i suoi amici, la persona con un guizzo disperato si afferrò con tutte le sue forze e mi regala l'ultimo spintone proprio mentre arrivava una violenta risacca che mi fece scendere di nuovo giù facendomi sbattere contro una roccia. Riuscci a caldo a resistere al dolore provocato dagli scogli e dopo un pò usccii dal mare mentre trasportavano la persona in ospedale. Riuscii a salvare quella persona e me stesso solo perchè avevo indossato le pinne ... nonostante tutte le ferite che mi procurai in quella tremenda esperienza ... non ho mai conosciuto quella persona so che era un uomo sulla trentina (allora quasi coetaneo) e non ho mai fatto nulla per conoscerlo.

Morale? Traetela Voi ... io so solo che mai e poi mai correrei più questo rischio ... in tutti i sensi!

by nico

ATTENZIONE

07 aprile 2008 ore 09:52 segnala
Questa mattina ho ricevuto questa e – mail!!! Che solerzia … che organizzazione ….

Che pezzi di fango (qualcuno direbbe P.d.m.) !!! io non ho nessun rapporto con Unicredit! Ma proprio nessuno!

Amici state attenti !!! se ricevete questa e –mail non accedete a “collegamento sicuro” stampate la lettera (anche con copia e incolla e recatevi all’agenzia o alla filiale presso la quale intrattenete il conto! Attenzione! Potrebbero carpire le Vs. coordinate bancarie!  Ecco il testo della lettera

 

Gentile CLIENTE,

Nell'ambito di un progetto di verifica dei data anagrafici forniti durante la sottoscrizione dei
servizi di Banca Unicredit e stata riscontrata una incongruenza relativa ai dati anagrafici in
oggetto da Lei forniti all momento della sottoscrizione contrattuale.

L'inserimento dei dati alterati puo costituire motivo di interruzione del servizio secondo gli
art. 135 e 137/c da Lei accettati al momento della sottoscrizione, oltre a costituire reato
penalmente perseguibile secondo il C.P.P ar.415 del 2001 relativo alla legge contro il
riciclaggio e la transparenza dei dati forniti in auto certificazione.

Per ovviare al problema e necessaria la verifica e l'aggiornamento dei dati relativi
all'anagrafica dell'Intestatario dei servizi bancari.

Effetuare l'aggiornamento dei dati cliccando sul seguente collegamento sicuro:

Accedi a collegamento sicuro >>

Cordiali Saluti

class=lastItem>                                                                                                            2008

Preghiera

06 aprile 2008 ore 18:01 segnala
Dammi il supremo coraggio dell’Amore

questa è la mia preghiera

coraggio di parlare

di agire di soffrire

di lasciare tutte le cose o di essere lasciato solo

Temperami con incarichi rischiosi

Onorami con il dolore

Ed aiutami ad alzarmi ogni volta che cadrò

Dammi la suprema certezza nell’amore, e dell’amore,

questa è la mia preghiera

la certezza che appartiene

alla vita nella morte,

alla vittoria nella sconfitta,

alla potenza nascosta nella più fragile bellezza,

o quella dignità nel dolore, che accetta l’offesa,

ma disdegna di ripagarla con l’offesa.

Dammi sempre la forza di amare

Sempre e  ad ogni costo.

 

K. Gibran

Buon Compleanno tesoro!

05 aprile 2008 ore 20:10 segnala

Buon compleanno tesoro mio

5 Aprile 1981 

Marco non ci sono ma …

Vorrei essere lì con te

Ad alzare il calice

E brindare al tuo successo

Presente e futuro

Tu hai la forza, tu sai la strada

Ed io ti sarò sempre vicino

Come lo sono sempre stato

Con il cuore e con il mio aiuto

Fa che i tuoi giorni migliori

Non seguano miraggi di oasi lontane

Vivi l’amore che c’è in te

Non opporre la logica del passato

Vorrei che questa candelina in più

Illuminasse ancor di più il tuo cammino

Buon compleanno amore mio!

 

Papy

GRAZIE ...

05 aprile 2008 ore 11:07 segnala

Miei carissimi amici, Vi ringrazio di cuore per le parole che mi avete regalato ... tutti indistintamente. Voi non immaginate nemmeno lontanamente quanto mi siete di aiuto in un periodo (purtroppo non è un momento) della mia vita molto combattuto. Ho ricevuto messaggi bellissimi sia in privato che nel post. Mi avete confermato che qui in questo sito ci sono persone bellissime che mi stanno dando tanto ... sicuramente più di quanto fossero le mie aspettative. Ho aperto questo blog per esprimermi, per sfogarmi nei momenti tristi e bui, per esternare il mio pensiero, per confrontarmi e rimettere in discussione me stesso, per avere possibilmente nuovi amici. Ebbene non c'è uno solo di questi obiettivi che non ho raggiunto e il merito non è mio ma soltanto Vostro. Ho ricevuto in privato anche una poesia scritta da un nuovo amico che non conoscevo e ciò mi ha commosso molto. Penso che nell'amicizia non si possa parlare di sdebitarsi, occorre essere solo se stessi ... e io  lo sono! Sappiate che io per Voi ci sarò sempre sia nel blog che in privato.

Avrei voluto rispondere ad ognuno di Voi ma caspita siete tanti e spesso per uno come che lavora oltre le 8 ore al giorno davanti al computer non è facile continuare la sera per altre 3/4 ore. ma sappiate che quando lo faccio , è il mio cuore che mi da la forza di raggiungerVi e farVi sentire la mia presenza . Voi ormai siete troppo importanti per me .... tutti!

GRAZIE

Solitudine ....

03 aprile 2008 ore 15:17 segnala
Solitudine ti prego abbandonami

Non voglio che la tua luce

illumini le mie notti.

tu porti con te i ricordi del passato

mi ricordi i miei errori

mi ricordi le mie assenze

popoli la mia mente con i volti

che una dì furono la mia vita

oggi mi ricordano la morte.

Non voglio più abbandonarmi

Tra le tue braccia

E disperdere in un pozzo senza fondo

le lacrime amare del dolore.

Lo so chi fui e ne sono fiero

Non so chi sono

né chi sarò

e mi spavento.

Solitudine ti prego

se proprio devi stare con me

dammi la forza per vedere domani.

Non seminare pensieri tristi

nel mio cuore ….

… lo so ….

.. se non ti desidero,

non ti cerco!

 

By Nico