L'era del petrolio

26 giugno 2008 ore 15:52 segnala
Jeremy Rifkin è un famoso economista e scrittore statunitense, lo si è visto spesso impegnato anche politicamente nell'ambito dei problemi ambientali, della scienza e della tecnologia. Tra i suoi libri più famosi "Economia all'idrogeno"
Ecco qui di seguito il sunto di una recente intervista in materia.
Il prezzo del petrolio sta salendo in modo drammatico e preoccuante, il mercato mondiale del petrolio si è appena avviato al suo picco di produzione. I prezzi del cibo sono raddoppiati negli ultimi anni poiché la produzione di cibo è prevalentemente basata sui combustibili fossili. Appena raggiungeremo il picco della produzione di petrolio, i prezzi saliranno, l’economia globale ristagnerà, avremo recessione e ci saranno persone che non riusciranno a mettere in tavola qualcosa da mangiare. quando saremo all'apice di questa curva saremo alla fine dell'era del petrolio poichè i costi di estrazione saranno proibitivi.credetemi l'apice di quella curva è molto più vicina di quanto pensate si pensa al massimo intorno al 2030 ma gia dal 2010 la situazione sarà tragica.
Immaginatevi cosa succederà nei paesi produttori, al momento un terzo delle guerre civili nel mondo è nei Paesi produttori di petrolio. Cosa accadrà nel 2009, 2010, 2011, 2012 e così via? ci saranno più conflitti politici e militari. Tutto ciò ha notevole riflesso sull'influenza climatica, l'U.E. è l'unica che si è posto l'obiettivo della riduzione del 20% di emissione di CO2, anche se ci riuscisse ma non facessero altrettanto India, Cina etc.. la temperatura aumenterà di 6°C - è notizia di oggi che i ghiacciai si stanno sciogliendo-
quello di cui c'è bisogno adesso è un piano economico che sia sufficientemente ambizioso ed efficace per gestire l’enormità del picco del petrolio e dei cambiamenti climatici.
L'energia nucleare non può essere significativa in futuro essa è alla fine del suo corso e qualsiasi governo sbaglierebbe ad investire sull'atomo. anche se con questo tipo di energia non produciamo Co2, oggi i 439 impianti esistenti soddisfano appena il 5% del dell'energia che consumiamo, impianti vecchi che andrebbero rimpiazzati, ma sempre produrremmo appena il 5% del fabbisogno, e l'ambiente non gioverebbe di alcun beneficio. dovremmo ricoprire almeno il 20% ma per fare ciò dovremmo costruire almeno 3 centrali atomiche ogni 30 giorni per i prossimi 60 anni: duemila centrali atomiche !!! ... e le scorie? ancora oggi le industrie dopo tanti anni (oltre 50) non sanno come fare a stoccare e smaltire le scorie. Inoltre l'agenzia internazionale per l'energia atomica dice che potremmo avere carenza di uranio tra il 2025 e il 2035 ... questo significa la morte dei 439 impianti esistenti. meglio non prendere in considerazione la conversione di uranio in plutonio, significherebbe avere il plutonio in tutti i paesi del mondo esponendoci tutti ad attacchi terroristici. un'altro problema è rappresentato dalla carenza d'acqua. la gente non lo sa ma non abbiamo l'acqua, le aziende energetiche lo sanno.
Prendete la Francia, la quintessenza dell'energia atomica, prodotta per il 70%. Questo e' quello che la gente non sa: il 40% di tutta l'acqua consumata in Francia lo scorso anno, e' servita a raffreddare i reattori nucleari:Il 40%.
Vi ricordate tre anni fa, quando molti anziani in Francia morirono durante l'estate perche' l'aria condizionata era scarsa? Quello che non sapete e' che non ci fu abbastanza acqua per raffreddare i reattori nucleari, che dovettero diminuire la loro produzione di elettricita. mi chiedo dove landiamo a trovare l'acqua in Italia per raffreddare gli impianti?
magari quì in sicilia?
Vi lascio riflettere, in Italia i nostri politici lungimiranti stanno promuovendo l'energia nucleare.
9565621
Jeremy Rifkin è un famoso economista e scrittore statunitense, lo si è visto spesso impegnato anche politicamente nell'ambito dei problemi ambientali, della scienza e della tecnologia. Tra i suoi libri più famosi "Economia all'idrogeno"Ecco qui di seguito il sunto di una recente intervista in...
Post
26/06/2008 15:52:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. ZioJack45 26 giugno 2008 ore 17:46
    l'ho letta l'intervista, era sul blog di grillo e hai visto come tra virgolette ci prendeva per il sedere specialmente a noi italiani che abbiamo neve a sufficenza sull'arco alpino per fare corrente con l'idroelettrico. Per non parlare dell'eolico...del sole non te ne parlo, tu in sicilia non sai neanche che sia.. :-))). Ti racconto questa. Da un articolo scovato in internet circa 10 anni fa scoprii l'olio di colza per far andare il mio diesel. lavoravo ancora a roma e facevo 100 km al giorno. Per farla breve, trovavo nei discount bottiglie di olio di colza a due soldi, meno della metà del prezzo del gasolio di allora e l'auto andava che era una meraviglia, l'unico inconveniente erano le fredde temperature, che sopperivo facendo una miscela al 50% col gasolio. Dunque ora vedo sterminate piantagioni di colza, non so se ci hai fatto caso a maggio a quei campi che diventano gialli...quella è la colza, bene in vendita non si trova più....continuano a piantarlo a scapito del grano, che aumenta....ma la colza dove va a finire?....ai posters..l'ardua sentenza
    un abbraccio guerriero
    hasta luego
  2. samantaforever 26 giugno 2008 ore 18:50

    buona sera Tullio :staff

    come vedi nn sto passando spesso xkè il lavoro mi tiene occupata fino a sera tardi :pianto e quando torno a casa mi rilasso un po ...:firulì  appena posso vengo a leggere tutti gli arretrati xò :-))

     

    buona serata blood brother :staff

    un bacione :kissy

  3. nico.t 26 giugno 2008 ore 20:07

    si l'intervista l'ho estrapolata da lì ... è mia intenzione domani pubblicare la parte propositiva

    un abbraccio grande jack

  4. nico.t 26 giugno 2008 ore 20:08

    tranquilla ... ti capisco ... apprezzo il pensiero

    grazie blood sister

     

  5. Rutwen 26 giugno 2008 ore 20:27

    La cosa folle di tutto questo teatrare dell'oligarchia imperante, è che, girando e ritirando fuori a distanze temporali precise, i soliti argomenti, che vanno tutti nella direzione opposta in cui la sanità mentale vorrebbe che il mondo si dirigesse, stanno davvero per farci arrivare oltre quel 'punto del non ritorno' di cui ho già parlato, quello oltre il quale c'è il Nulla. E a quel punto ci si renderà conto di quanto promettere, mistificare, acccumulare denaro potere e quant'altro, sia stato solo un gioco al massacro... il problema è che forse non saremo noi ad accorgercene, ma i nostri figli e nipoti... senza andare troppo avanti con le generazioni.

    Buona serata Tullio, un abbraccio forte dal tuo Blood Brother

    Robi

  6. assisi54 26 giugno 2008 ore 20:50
    Ti ringrazio di cuore per essere passato da me. Sei gentile. Ho letto i due post sulla politica truffaldina e sono felice che sei uno dei paladini tenaci e coraggiosi per difendere la verità che sta affondando tra le onde delle menzogne.

    " L'uomo se mente, ammazza una parte di sè stesso e del mondo" Anonimo

    Ti abbraccio con affetto :rosa
    da Assisi:staff
  7. Marcaldinho 26 giugno 2008 ore 20:50

    che bel casino.................Ma non ti preoccupare Berlusca troverà la soluzione garantito:many :many

    ciao buona serata:ok

  8. sytry82 26 giugno 2008 ore 21:44
    con la politica autarchica americana!

    vogliono usare i graminacei ..... la pasta la vinceremo in omaggio coi punti della IP


    :hihi


    buona serata Tullio:staff:ok




  9. heca 26 giugno 2008 ore 21:56
     Buona serata….

    Un bacio grande

    Mony

  10. jazzfusion 26 giugno 2008 ore 23:22
    ...velocemente passo a lasciarti la mia buona notte tullio:bye
  11. vienna2 27 giugno 2008 ore 00:06
    TULLIO UN CALOROSO SALUTO E SALUTAMI TUO FIGLIO E UN GRANDE A DIRTI COSI COSI BELLE BUONA NOTTE
  12. shila06 27 giugno 2008 ore 01:46

    °*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*Oggi un’angelo sopra la nuvola mi ha chiesto:"qual’è il tuo desiderio per oggi?gli ho risposto:"abbi cura della persona che legge questo messaggio.....

    *°*°*°**°*°*°*°*°sogni d’oro:angel

  13. gentma 27 giugno 2008 ore 02:05

    Come al solito sei grande...e non solo di età...(lo so...lo so... è un colpo basso... ma a 70 anni te lo devi pure attendere...):malato

    Sei mitico Papy...

    Ti voglio un bene dell'anima!

    ciao tuo figlio 'u dutture (disoccupato)

     

  14. rosablue21 27 giugno 2008 ore 06:43
    eccomi qui a portarti il mio buongiorno
    sperando che sia un buongiorno felice,sereno pieno di tanto amore
    ti lascio il mio:staff e una frase

    La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.  

    Antonella:batarosa
  15. poladani 27 giugno 2008 ore 07:37
    mia figlia sta un po' meglio e forse stasera potro' postare nuovamente...:smile...e a leggerti con piu' calma:oka presto Tullio:byePaola
  16. nico.t 27 giugno 2008 ore 09:21

    ma è chiaro al businnes del petrolio va cercata una fonte alternativa di ... guadagno non di energia

    figurati se prendono in considerazione le fonti alternative (sole , vento, acqua ...) che troviamo in natura ... dove sta il guadagno?

  17. nico.t 27 giugno 2008 ore 09:23

    lo so caro roby, ma io mi danno l'anima quando vedo i giovani che già potrebbero essere vittime di questo andazzo.

     

  18. nico.t 27 giugno 2008 ore 09:33
    non sei corretto, ti avevo detto di non dire la mia età .... ! vabene chi la fa l'aspetti! ;-)
  19. lunamar76 27 giugno 2008 ore 09:35

    Un carissimo buongiorno per te :batarosa che sia radioso..:batafiore

    Tanti baciii :batalove

  20. Lei39 27 giugno 2008 ore 09:52
    .....a te Tullio....


    Sara
  21. hincha 27 giugno 2008 ore 12:00
    ho messo un post simile sul mio blog :-))) ciao tullio, buona giornata :-ok
    Simò

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.