Che storiella vi ispira l'immagine scelta tra le tre?

28 marzo 2014 ore 19:00 segnala


Questa volta vi fornisco tre immagini, sceglietene una, quella che più vi ispira e dai particolari costruite una storiella, dandole anche un titolo. Se vi diverte, potete anche intrecciare una storia con le tre immagini.

Come nelle altre volte, la vostra inventiva è libera di creare il genere di storia, se in chiave comica, horror, drammatica, d'amore, fantascienza, favola, contemporanea, antica, insomma qualunque genere di vostra preferenza.
Stessa cosa faremo questa volta e vediamo se davvero è ciò che si dice, che i blog non sono più quelli di prima per mancanza di comunicazione e collaborazione.


Inizio io con la mia storiella.



SCEGLIETE LA VOSTRA IMMAGINE FRA LE TRE

1^
Donna con propria immagine riflessa nello specchio

2^
Donna con accappatoio

3^
King Kong tra grattacieli in una città in fiamme
91777fac-e8c1-46b2-b105-a2950f4c2060
« immagine » Questa volta vi fornisco tre immagini, sceglietene una, quella che più vi ispira e dai particolari costruite una storiella, dandole anche un titolo. Se vi diverte, potete anche intrecciare una storia con le tre immagini. Come nelle altre volte, la vostra inventiva è libera di creare...
Post
28/03/2014 19:00:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Commenti

  1. ninfeadelnilo 28 marzo 2014 ore 19:01
    Io scelgo la 1^ immagine


    Titolo : Dentro lo specchio

    Esmeralda, è una esile e bellissima fanciulla di 15 anni, figlia della fata dei boschi Rubiana e del principe Igor padrone del regno di Abragàdir.
    Purtroppo il giorno della sua nascita, il perfido Mago Jafat,
    la rapì strappandola ai suoi genitori, per vendicarsi del fatto che Ondina preferì a lui il principe Igor.
    Straziati dal dolore, nulla potettero fare Ondina e Igor per contrastare la magia del potente Mago per riavere la loro prediletta figlia. La notizia raggiunse ogni regno.
    L'unico potere che aveva la fata Ondina era quello di entrare nei sogni della figlia dicendole tutta la verità e che non avrebbe mai dovuto dirlo a nessuno, altrimenti sarebbero stata in pericolo. Rubiana era troppo sola e piccola per combattere il potente mago ed era sempre più triste tenendo per se in segreto i suoi sogni.
    Un giorno una vecchina bussò al castello del principe e svelò che era stata la governante di Esmeralda e che il mago l'aveva scacciata perché troppo vecchia. Svelò che un giorno scoprì una stanza segreta nel castello del mago, dove nessuno doveva accedere. All'interno erano racchiusi tesori di inestimabile valore e oggetti dai strani poteri, sicuramente tutte razzie nel mondo dal terribile mago. Tra gli oggetti uno specchio fatato che pronunciando una parola magica avrebbe imprigionato all'interno chi ci si sarebbe specchiato. La stanza aveva un passaggio segreto che portava all'esterno del castello in una grotta nel bosco. Aveva udito la parola magica "Spegel" (Specchiati)pronunciata dal mago quando vi intrappolò la moglie che impietosita, lo contrastava nel voler liberare Esmeralda. La parola induceva a specchiarsi contro il proprio volere e lo specchio avrebbe catturato la persona per sempre. Ondina entrò quella notte nel sogno di Esmeralda, le suggerì della stanza segreta svelando il meccanismo per entrarvi e come uscirvi, dicendo però di prendere prima con se lo specchio nero e trasferendole un maggiore vigore con la sua bacchetta magica. Come in trans la fanciulla, raggiunse la porta proibita, trovò lo specchio, unico nel suo genere e uscì dal passaggio segreto celato da una statua girevole nella nicchia. Trovò i suoi genitori con la vecchia nutrice nella grotta ad attenderla, la svegliarono svelandole tutta la verità per non spaventarla e lei capì finalmente il significato dei suoi sogni. Insieme corsero al castello, posizionarono lo specchio coperto da un lenzuolo accanto al letto nella stanza di Esmeralda, sapendo che il mago infuriato sarebbe tornato a riprenderla. Infatti il mattino dopo, scoperta la fuga di lei, egli corse direttamente nella sua camera avendo consultato il braciere magico, che permetteva di vedere il luogo dove si trovava. Appena nella stanza, ai piedi del letto fu tirato via il lenzuolo da chi si era appostato dietro in attesa, il mago si girò di scatto per il fruscio e si trovò a specchiarsi nello specchio fatato, rapida Esmeralda pronunciò la parola magica "Spegel" e subito in mago fu costretto a specchiarsi e fu risucchiato dentro lo specchio. Finalmente Esmeralda potette vivere felice accanto ai suoi genitori e amata e protetta dai suoi sudditi. Lo specchio fu per sempre nascosto e murato nei sotterranei del castello.
  2. dolcecarrie 28 marzo 2014 ore 23:25
    Un dolce week end per te Raffy
    belle immagini, molto particolari.
  3. ninfeadelnilo 29 marzo 2014 ore 00:32
    @dolcecarrie: Si Cate, particolari. :haha Peccato che non ti abbiano stuzzicato alcuna fantasia. :testata Del resto, ricordo che fu così anche la prima volta nel 2010 ricordi? Fosti la prima e non ti sentisti in grado di inventare, ma poi la volta dopo ci riuscisti benissimo. :yeye Buon fine settimana anche a te mia cara. :fiore :rosa
  4. dolcecarrie 29 marzo 2014 ore 00:39
    Raffy mi spiace ma sono lenta ad inventare e non sono brava ...non voglio far figure :hehe
    Poi col gruppo non mi rimane molto tempo, ma a me piace quindi vado avanti.
    Dolce notte amica mia :rosa :bacio
  5. ninfeadelnilo 29 marzo 2014 ore 00:51
    @dolcecarrie: Lo so, ti conosco. Tranquilla per me va bene lo stesso. L'importante è la nostra amicizia e leggerti. Dolcissima notte a te. :batadorme
  6. a.Qa 29 marzo 2014 ore 08:33
    ciao Raffy a me è piaciuta questa


    che non c'entra nulla con le altre tre...
    non so inventarmi un racconto cosi all'improvviso... la tua storia è bellissima ''Spegel'' vorrei dirlo anche io a chi se lo merita, spesso ci riesco perché riesco ad eliminare per sempre chi non sa darmi buoni insegnamenti di vita... e neanche in cantina li metto.. ma alla discarica..


    brava Raffy
  7. tecerco 30 marzo 2014 ore 00:20
    Scelgo la terza immagine, quella della scimmia.

    All’interno di una città si stava costruendo un centro commerciale. A piano terra stava nascendo un enorme garage. Capitò da quelle parti uno scienziato pazzo che aveva avuto da sempre la fissazione per la macchina del tempo. Approfittando dell’avvento dell’ora legale, per cui le maestranze tutte avevano messo gli orologi un’ora avanti, questo scienziato si era introdotto in un magazzino semivuoto e lì era riuscito a creare un legame spazio-temporale con l’epoca primitiva. All'ora di pranzo, i lavoratori lasciarono le loro postazioni e andarono a mangiare. Una scimmia, che aveva attraversato i millenni al seguito dello scienziato aveva seguito i lavori fin dalla mattina. Durante l’intervallo del pranzo, la scimmia, un po’ rintontita per via del viaggio, nello scendere dall’albero andò a urtare contro i cavi dell’alta tensione. Si innescò così un gigantesco corto circuito, che provocò incendi a non finire per tutta la città. Corremmo tutti, me compreso a cercare di spegnere le fiamme, che tuttora si levano alte alimentate dal vento….
    Notte Raffy! :rosa :rosa
  8. Cicala.SRsiciliana 30 marzo 2014 ore 13:00
    Guardando nello specchio di Esmeralda,
    ho visto il bene ed il male. La fanciulla
    ha sofferto di in dolore smisurato senza fare
    male alcuno e poi ho visto il mago, tipica immagine
    del male che cosparge di sofferenza, amarezza e
    angoscia la vita degli uomini.
    Ma il bene trionfa sempre sul male che viene
    risucchiato dalla sua stessa cattiveria.
    Bellissima ed educativa storia, motivo di
    riflessione per chiunque la legga.
    Ovviamente, scelgo la prima immagine.
    Ti abbraccio affettuosamente, Rita :rosa


  9. IlTo.scano 30 marzo 2014 ore 13:08
    Provo immagine 1

    Era appena uscito chiudendo dietro di se il portone, Eva si alzò dal letto e corse in bagno a darsi una rinfrescata, mentre passava l'asciugamano sulla sua pelle si guardò allo specchio e si trovo bella per la prima volta dopo tanto tempo. Tutto cominciò quasi per gioco, aveva provato inizialmente a respingerlo, a non dar troppo peso alle sue avances che riceveva ogni volta che si incontravano durante la pausa pranzo. Eva aveva paura dell'amore, o per meglio dire, aveva paura di ricevere amore dall'uomo sbagliato. Quando si arriva ad una certa fase della propria vita, le delusioni fanno ancora più male, e lei aveva architettato una strategia fatta di gesti e parole per scoraggiare più possibile, tutti coloro che quotidianamente provavano più o meno chiaramente ad approcciarla in ogni luogo e ad ogni ora. Lui era stato l'unico che era riuscito ad incuriosirla, sebbene sorridendo tra se e se, prima di quel giorno aveva rifiutato di uscire con lui trovando scuse alquanto improbabili in almeno due occasioni. Ma si sa non c'e' due senza tre, e se glielo avesse chiesto, come poi avvenne, una terza volta, aveva già deciso in cuor suo, di rischiare ancora i suoi sentimenti per quell'uomo che era così diverso da tutti quelli incontrati fino a quel momento...
  10. serenella21 30 marzo 2014 ore 14:01

    l'inizio e la fine

    In principio il mondo era un giardino,dove
    ogni essere vivente aveva il suo spazio,il
    suo habitat.Ma l'uomo pertori' l'avidità,
    il potere,il possesso e con esso un cuore crudele
    Prati verdi sepolti sotto cemento e asfalto
    stermino' animali non soltanto x cibarsi
    ma x diletto e x interesse.
    abbatte alberi,incendio foreste..e tutto
    x il suo egoismo.
    la natura cosi' violentata
    si ribello' con tutte le sue forze
    devastanti il mare si gonfio' con onde spIetate
    e rabbiose,la trema tremo' squarciando e
    distruggendo intere città e metropoli
    tutto le opere costruite dall'uomo
    collassarono, l'uomo stesso
    fini' la sua corsa nel caos piu' totale
    Alla fine su questo pianeta restano
    i veri detentori,gli unici esseri
    degni di vivere su questa terra..gli animali.
    L'evoluzione termino' da dove inizio'
    .........................
    ciao buona domenica:staff
  11. juwe 31 marzo 2014 ore 13:49
    Ciao Raffy Buon Pomeriggio e Buon Inizio di Settimana dopo giorni di problemi con la connessione oggi riesco a passare tra i blog dei miei amici...purtroppo come sai benissimo sono dovuto rientrare a casa a causa di salute ora tutto bene meno male....quindi passo per un saluto e un abbraccio spero che stai bene e che va tutto bene in generale poi fammi sapere Raffy.....ciaooo e Grazie da Marco.
  12. still.man 31 marzo 2014 ore 20:43
    Anch'io scelgo la seconda:

    SERATA NO

    Il portiere dell’albergo lo accolse con un sorriso:
    «Ti va bene stasera, bastardo di un gigolò…accidenti a te…è bella come il sole, altro che le tardone che ti sorbisci di solito… è al 173…vai».
    Bussò leggermente ed entrò, la stanza era vuota, si sentiva lo scrosciare della doccia.
    Si sedette in poltrona e attese.
    Spuntò una testa arruffata:
    «Sei già qui? Spogliati e mettiti sul letto, arrivo subito».
    Apparve avvolta nell’accappatoio, si avvicinò al letto e lo lasciò scivolare a terra.
    Era bellissima, un viso d’angelo e un corpo da urlo.
    Appoggiò un ginocchio sul letto e guardandolo fisso disse:
    «Ascoltami bene, tu non devi fare nulla, faccio tutto io, non mi devi toccare, non mi devi abbracciare o baciare… inerte, devi restare inerte…tranne che…. chiaro?»
    Lui annuì..
    Si chinò su di lui e prese ad accarezzarlo a labbra aperte per tutto il corpo¸ indugiando sulle parti erogene cercando di eccitarlo al massimo.
    Giocò a lungo, a suo piacimento, il giovane fremeva, avrebbe voluto prendere lui l’iniziativa, sottometterla, imporre i suoi ritmi… ma era stata chiara…
    Quando fu pronta, salì su di lui e si prese il suo piacere incurante delle esigenze dell’uomo.
    Poi avviandosi verso il bagno disse:
    «La busta è sul comodino… è stato bello, ragazzo».
    Lui si rivestì, intascò la busta e uscì dalla stanza.
    Vedendolo passare il portiere lo apostrofò:
    «Troppo bella, vero? Te la sei goduta, eh?»
    Uscendo lo investì un getto d’aria gelida.
    Nella tasca la busta con i soldi e in testa la convinzione che quella sera avrebbe di gran lunga preferito una tardona lenta da scaldare.
    No, non se l’era goduta.

    ciao Raffy, buona serata
  13. didi71 01 aprile 2014 ore 07:05
    Tu hai scritto un romanzo :-)))
    io non so' tanto brava comunque avrei scelto la donna con gli occhiali e i libri (la foto n° 0 :hihi )secondo me quella nun c'ha tanta voja de legge 0:-)
    Un abbraccio Didi
  14. Cicala.SRsiciliana 01 aprile 2014 ore 10:07


    :rosa :rosa :-)
  15. FNC70 03 aprile 2014 ore 15:23
    La terza mi ispira : King Kong dopo aver messo a soqquadro l'intera città alla ricerca della sua
    amata, alla fine si accontenta dell'immobile statua della libertà, quando ad un tratto dall'ultimo piano di un grattacielo vede una stagionata signora e pensa che tutto sommato è meglio della statua e riflette sul rapirla per portarla per sempre con se, in mancanza d'altro. Povero King Kong che finisce con la babbiona :many o povera babbiona? Fate voi.
  16. Cicala.SRsiciliana 04 aprile 2014 ore 09:46
  17. serenella21 04 aprile 2014 ore 20:41
    ma ke fine hai fatto?
    sei sparita?
    ti lascio un saluto
    ciao:staff
  18. juwe 05 aprile 2014 ore 13:33
    Ciaooooooooooo Raffy come va spero tutto bene passo per un saluto e per Augurarti un Buon Fine Settimana spero di sentirti presto....ciaooo da Marco.
  19. ninfeadelnilo 07 aprile 2014 ore 16:04
    @a.Qa: Grazie mia cara, sapessi quante volte vorrei pronunciare parole magiche da effetti straordinari, perché le cose cambino a nostro piacimento. Purtroppo non ci rimane che la fantasia e attendere che, positivamente le cose prima o poi cambino lo stesso. Un buon pomeriggio gioioso per te. :many
  20. ninfeadelnilo 07 aprile 2014 ore 16:12
    @tecerco: Wè marò, na catastrofe... Bella inventiva ricca di fantasia. Nun ciavevo dubbi in merito. :many Me ce so tanto assorta che volevo sapè che fine hanno fatto la scimmia e lo scienziato pazzo. Sto fatto dello spazio temporale mi affascina, ce voglio venì pure io. Tc molla le fiamme e annamoce.
    :many :many :many :many :many :many :many :many
  21. ninfeadelnilo 07 aprile 2014 ore 16:19
    @Cicala.SRsiciliana: Benvenuta nel mondo della fantasia Rita. Stupenda la tua analisi. Una lotta che dura da sempre tra il bene ed il male. Non potrebbero non esistere l'uno senza l'altro. Grazie della tua semplicità e gentilezza, sei molto profonda. Un caro abbraccio e uno splendido pomeriggio per te :rosa :bacio :rosa
  22. ninfeadelnilo 07 aprile 2014 ore 16:47
    @IlTo.scano: Storie complicate di tutti i giorni. Vite che si mescolano con sensazioni, sentimenti o incertezze. Storie ambigue, che lasciano momenti di gioia ma anche di insolite routine dove spesso non capiamo quale è il nostro vero ruolo e ci lasciamo solo coinvolgere dagli eventi senza capirne il perché.
    Uno scorcio di vita ben descritto dove emerge l'insicurezza. Bravo Buon pomeriggio mio caro. :rosa :rosa :rosa
  23. ninfeadelnilo 07 aprile 2014 ore 17:03
    @serenella21: Lisa, un'analisi profonda da una semplice foto, dove tutto ha un senso che ci ricorda l'origine della nostra esistenza. Dell'inizio, e della fine dell'uomo che distrugge con le proprie mani ciò che di bello la natura ci ha donato. Con un finale che fa riflettere e capire quanto gli animali siano migliori di noi e che tutto sommato è più giusto che siano loro ad ereditare questo meraviglioso patrimonio naturale, perché ritorni rigoglioso e prospero come ai primordi della terra dove i soli distruttori erano i dinosauri ma solo per la sopravvivenza, altro che cemento e guerre batteriologiche. I miei complimenti, :ok sei una piccola grande donna. Ti abbraccio forte forte, augurandoti uno meraviglioso pomeriggio. :kissy
  24. ninfeadelnilo 07 aprile 2014 ore 17:08
    @juwe: Grazie Marco, per i tuoi saluti che ricambio di cuore. Spero tu ti sia ristabilito nel frattempo e che le cose vanno per il meglio. I miei auguri per ogni cosa. Una abbraccio :staff
  25. ninfeadelnilo 07 aprile 2014 ore 17:21
    @still.man: Molto significativa la tua storia. Hai ragione, non sempre le scelte di vita sono soddisfacenti. Prostituirsi può sembrare una via facile per un guadagno migliore ma ciò che rimane poi è tanto squallore, quando ci si accorge che sei solo uno strumento di piacere senza anima. Penso che anche per un uomo come per la donna si molto importante il calore dei sentimenti e l'estasi da raggiungere all'unisono. Non fa piacere a nessuno essere posseduti e poi gettati via anche se a pagamento. Una forte dose di morale, mi è piaciuta moltissimo. Ciao mio caro un buon e sereno pomeriggio per te. Grazie :rosa
  26. ninfeadelnilo 07 aprile 2014 ore 17:30
    @didi71: Didi, la solita sfaticata :many Sei troppo attenta e perspicace per accettare, che tu nun si capace. Altroché se ci riesci se solo volessi. Ma nun te voi impegnà. :hoho La (Zero) eh? Chissà perché me ricorda qualcuno...... visto che nun c'ha tanta voja de legge, ma manco de scrivere visto che la penna sta la. :haha Impegnateeeeeeeeeeeee smack :bacio Buon pomeriggio per riflette!!!!
  27. ninfeadelnilo 07 aprile 2014 ore 17:37
    @FNC70: A Franco, :many me sei piaciuto, breve e conciso e con un finale a scelta :hihi. Io direi povera babbiona, a parte li gusti, magari je potrebbe puro piacè. In quanto a King Kong, quello è de bocca bona, nun ce fa caso e se riconsola con l'ajetto. :haha Mi hai fatto divertire davvero :hoho Buon pomeriggio mio caro.
  28. Cicala.SRsiciliana 07 aprile 2014 ore 19:27
    Grazie per quello che mi hai scritto Raffy
    mi sono sentita gratificata dalle tue parole.
    Un abbraccio, Rita :-) :-) :rosa


  29. juwe 07 aprile 2014 ore 21:35
    Grazieeeee di Cuore Raffy ti mando un saluto e un abbraccio enorme a presto spero....ti auguro una Buona Serata..... :rosa :bye
  30. serenella21 09 aprile 2014 ore 17:31
    passo x augurarti
    buona domenica delle palme
    un bacione:bacio
  31. juwe 09 aprile 2014 ore 21:37
    Ciao Raffy Buona sera e Buona serata ti mando un abbraccio enorme spero tutto bene ...ciaoooo a presto :rosa :bye
  32. ReScorpione80 10 aprile 2014 ore 19:27


    COME SEMPRE TU SEI UNICA :bacio
  33. juwe 11 aprile 2014 ore 13:08
    Ciao Raffy eccomi qui per Augurarti un Buon Pomeriggio.... :bye
  34. Cicala.SRsiciliana 13 aprile 2014 ore 11:30


    :rosa :rosa
  35. juwe 13 aprile 2014 ore 13:34
  36. ninfeadelnilo 14 aprile 2014 ore 00:11
    @Cicala.SRsiciliana - juwe - serenella21: Grazie amici miei, anche se in ritardo una buona domenica delle palme anche a voi, spero sia stata serena. Vi voglio bene.

  37. ninfeadelnilo 14 aprile 2014 ore 00:18
    @ReScorpione80: Grazie Gianni, in quanto ad unicità anche tu non scherzi amico mio. Ma il video è in siculo? Me pareva in arabo all'inizio :haha Mi fai come sempre sorridere, le tue scelte sono UNICHE. :bacio
  38. Cicala.SRsiciliana 14 aprile 2014 ore 08:59
    Con simpatia, ti auguro :rosa :rosa

  39. crenabog 14 aprile 2014 ore 10:33
    Foto 3:

    Il nucleo armato insurrezionalista ecologista alqaedista della Quinta Strada decise di compiere finalmente l'attentato eclatante che li avrebbe fatti conoscere alla stampa di tutto il mondo. stufi di passare le giornate al bar a discutere di politica, o nel sottoscala di Bertie a costruire bombe artigianali seguendo le istruzioni di googlebomber, approfittarono sfacciatamente dell'inaudita fortuna capitata a John, il cugino scemo di Bertie. John aveva trovato in terra un biglietto della lotteria del Grande Cocomero e aveva vinto una fortuna inaspettata. Il gruppo decise di investire i dollari non in azioni del Tesoro nè in loft panoramici nei pressi dei docks, ma acquistando su eBay una barra di plutonio impoverito svenduta ad un asta dal ministero della difesa italiano, insieme a parecchie auto blu, divise d'ordinanza cucite male dai cinesi fiorentini e svariati francobolli Gronchi Rosa con le ali dell'aereo stampate al contrario. Nessuno di loro era al corrente delle truffe italiane sul web, purtroppo. diversi giorni dopo la TNT express recapitò loro la barra di plutonio, incartata anonimamente in carta da pacchi, con mittente un indirizzo di casella postale napoletana. il tubo in alluminio, avvolto in spire di rame, col tappo di sughero, che trovarono all'interno fece sorgere in loro dubbi leciti quanto pesanti ma, soppesandolo, ritennero che a qualcosa poteva comunque servire. decisero immediatamente di usarlo contro il simbolo per eccellenza delle multinazionali schiaviste ed ecoterroriste. il MacDonald della Quattordicesima Strada, dove Bertie - mente del gruppo - aveva ormai un debito insanabile di quasi duemila dollari in cheeseburger e tacos calientes. piazzarono nottetempo la barra nelle cucine contando sul fatto che il calore delle piastre avrebbe provocato l'esplosione nel momento di massimo affollamento ma non potevano prevedere come sarebbero andate le cose in realtà. la mattina i dipendenti di MacDonald scesero in sciopero perchè non avevano ricevuto,( oltre alla paga mensile, alla tredicesima, alla quattordicesima, alle ferie pagate, alla assistenza sanitaria e ai buoni pasto spendibili solo nel locale) le palette nuove per girare gli hamburgers. chiusero il locale e picchettarono il marciapiede. nel frattempo lungo la Quattordicesima sfilava l'ennesima edizione del Circo Barnum Vintage, con i soliti freak, i capi indiani a cavallo di mucche travestite da bisonti e l'attrazione principale: il più piccolo gorilla al mondo, Gnik Gnok. Purtroppo, era talmente piccolo, che riuscì a sgusciare dalla gabbia, a filarsela non visto nel locale e, siccome non arrivava al frigorifero, strisciando sotto i mobili trovò e addentò la barra. che ovviamente non conteneva quel che prometteva ma un nefasto cocktail di tranquillizzanti per cavalli da corsa, medicinali scaduti antibiotici, penicillina avanzata dalla borsa nera del 1946 e l'interno di alcune pile cinesi. il tutto era ovviamente radioattivo, sì, ma non in grado di scatenare un olocausto nucleare. l'effetto sul microgorilla però fu immediato e devastante: prima gli crebbero i peli, poi si allungarono le ossa, poi la muscolatura in pieno stretching... arrivato all'altezza di otto metri non riusciva più a stare nella cucina, benchè piegato, ruppe quindi il tetto, uscì ringhiando e continuò ad accrescersi lungo la strada. il resto è cosa nota ai telespettatori della CBS che hanno seguito il dramma via elicottero e di cui la foto rende pallida testimonianza. mentre il presidente Obama dava il via libera affinchè dallo zoo venisse liberato il mostro di Cloverfield per contrastare Gnik Gnok, l'ambasciatore giapponese, certo di fare cosa gradita al governo e sperando di ricevere aiuti nella sottoscrizione del corteo per la caccia libera alle balene, richiamò dalle furerie dell'esercito nipponico l'unico grande eroe rimasto dalla guerra passata. Godzilla. Va da sè che la città sta ancora cercando di calcolare i danni edilizi e il numero di vittime calpestate, nonchè l'enorme quantitativo di hamburgers divorato dai tre mostri. la cellula insurrezionalista ecoterrorista alquaedista è stata prontamente catturata: la Cia ha potuto dimostrare chiaramente il loro coinvolgimento dato che Bertie aveva acquistato la barra con il wifi di MacDonald, libero e gratuito, dopo essersi registrato con nome cognome e indirizzo. il gruppo attualmente sta patteggiando l'infermità mentale e i giudici sembrano decisi a concedergliela, tutto sommato. Gnik Gnok è stato catturato dagli attivisti di Greepeace e riportato in Mozambico dove una casa cinematografica l'ha contattato per il prossimo episodio del franchising. Il mostro di Cloverfield si è inabissato repentinamente e pare si diriga verso le coste italiane dove, si sa, tanto sbarca qualsiasi cosa. Godzilla è stato ricevuto dall'imperatore del Giappone e, oltre ad avere i nuovi gradi sulla divisa, ha ricevuto un vagone di mochi ai fagioli dolci. Pare sia molto soddisfatto.
  40. ninfeadelnilo 15 aprile 2014 ore 18:33
    @Crenabog: many Gnik Gnok.. Divertente, :haha Ma se sbarca in Italia, poveri noi. Che storia avvincente, ricca di particolari, bellissima, mi è piaciuta. Ero in attesa di vedere cosa mi tiravi fuori, non avendo dubbi sulle tue capacità di scrittore nato, proprio tu non potevi mancare. Grazie amico mio, il grande Crena nel mondo di Raffy. :kissy Wowwwwwwwwwwwwwww
  41. crenabog 15 aprile 2014 ore 18:42
    :-))) e be', come al solito volevo scrivere due righe e poi mi è esplosa la storia in mano, avrei continuato per tre ore ma dovevo darmi una regolata. ovvio che non c'è neanche da fr notare che Gnik Gnok è il contrario di King Kong perchè è piccolissimo ahah! felice che ti sei divertita!
  42. ninfeadelnilo 15 aprile 2014 ore 18:57
    @Crenabog: :many Molto divertita. Sei grande, non ci avevo fatto caso al nome inverso, è vero calza benissimo anche così che finezza. :hoho I veri scrittori si lasciano prendere sempre la mano, difficile arrestarsi quando si entra in una storia, la fantasia galoppa.
  43. dolcecarrie 15 aprile 2014 ore 23:26
    Ciao Raffy una dolce serata per te :rosa :bye

  44. still.man 16 aprile 2014 ore 17:09
    Conrraccambio di cuore gli auguri per una Pasqua serena
    ciao, Still
  45. Cicala.SRsiciliana 18 aprile 2014 ore 22:08


    Vogliamoci bene, Rita :rosa :rosa :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.