L'ARTE DELL'ASSURDO

24 settembre 2021 ore 23:07 segnala


Oggi voglio postare un esempio di surrealismo e realismo magico pittorico. Per una come me che ama le belle immagini oggi scelgo Michael Cheval pseudonimo di Mikhail Khokhlachev, artista contemporaneo. Adoro le sue opere. Non è facile capire la sua pittura così stravagante e piena di enigmi. Ma non importa per me decifrarli, quando già al solo osservarli appaga il mio sguardo. Sono indubbiamente particolari e sembrano senza senso per cui se piacciono è bello anche scoprirne il significato nel comprendere già la sua personalità nella descrizione qui di seguito riportata. Una piccola carrellata di sue opere di questo geniale pittore, arricchiranno sicuramente il mio modesto blog.
Che ne pensate di questo suo strambo surrealismo?

Nel video più opere da scoprire con un sottofondo musicale rappresentativo


Royal Tango
Rispetto a questo quadro dice Cheval ” L’arte può essere lo specchio di quello che è stato, di ciò che è, e di quello che poteva essere. Guardando questa opera io trovo un ricordo di qualcosa che nella mia vita non è mai successo ma che sicuramente, alla maniera surrealista, vive in un sogno dentro di me.”



Cavalier of Flitting Past


Serenata


Bunfight confidenzial



Ballerina








Michael Cheval surreal Art ....a new ''Salvador Dali''...amasing


Già a tre anni disegnava figure complesse dando voce alla sua vocazione per l’arte fantastica che si è sviluppata nel corso degli anni in un vera e propria declamazione dell’assurdo, punto di partenza della sua produzione artistica. L’assunto fondamentale delle sua concezione pittorica si appella al teatro dell’assurdo di Beckett e Ionesco, artisti con i quali si è identificato.
A destare stupore per la genialità del suo operato, Michael Cheval, nato nel 1966 pittore, disegnatore e ritrattista russo naturalizzato statunitense, specializzato nella corrente surrealista dell'Absurdism.
Vive e lavora principalmente nel New Jersey, dove ha fondato la Cheval Fine Art Inc.. Espone le sue opere in diverse gallerie tra gli Stati Uniti e l'Europa. Nacque in una famiglia di artisti a Kotel'nikovo, una città della Russia meridionale, durante il regime sovietico. Suo padre, Mikhail Khokhlachev, che lo ha iniziato al disegno, era autodidatta, mentre suo nonno, Yuri Lipov, era uno scultore professionista. La famiglia di Cheval si spostò in Germania nel 1980, dove rimase per qualche anno. In questo periodo segue varie inclinazioni artistiche, componendo canzoni, suonando in un gruppo di musica rock e scrivendo poesie. Nel 1986, si trasferì a Balkanabat, in Turkmenistan. Nel 1990 Cheval ottiene la sua prima personale al Museo statale di belle arti del Turkmenistan, un evento seguito dalla comunità di artisti della regione, che gli valse apprezzamenti. Più avanti, nel 1992, si laureò alla Scuola di belle arti della capitale. Fu influenzato dalla filosofia orientale e dal carattere dell'Asia centrale. Dopodiché avviò collaborazioni con diversi enti del Paese, quali teatri e case editrici, realizzando scenografie, costumi e illustrazioni per libri. Nel 1993 si trasferisce a Mosca, lavorando sia come indipendente sia come illustratore per alcune case editrici, includendo la "Planeta". Nel 1997 emigrò a New York. L'anno seguente divenne membro del National Arts Club.
E' cresciuto in un ambiente dove l’arte era la vita stessa.
Influenzato dai grandi padri del surrealismo, come Dalì e Magritte, se ne discosta per la ragione intrinseca che dà origine alle loro rispettive opere. Infatti, mentre l’atto che muove il pennello degli artisti sopra citati scaturisce dalle visioni oniriche o dal subconscio, per Cheval l’assurdo è il rovesciamento della logica “nel tentativo di comprendere la vita per com’è realmente”. Le sue illusioni sono partorite da una fervida immaginazione ma, contemporaneamente, sono sostenute culturalmente dagli studi di filosofia e letteratura.
I suoi dipinti non sono di facile accessibilità in quanto pregni di metafore, allusioni ed enigmi che vogliono essere dapprima scoperti e poi decifrati; essi lanciano una sfida all’osservatore che è chiamato direttamente in causa nel fornire la sua interpretazione.
Vincitore di vari premi, oggi i suoi dipinti sono regolarmente esposti a New York, dove risiede.

e6af0ee8-3892-41e2-810d-e7c769efbc9e
« immagine » Oggi voglio postare un esempio di surrealismo e realismo magico pittorico. Per una come me che ama le belle immagini oggi scelgo Michael Cheval pseudonimo di Mikhail Khokhlachev, artista contemporaneo. Adoro le sue opere. Non è facile capire la sua pittura così stravagante e piena di...
Post
24/09/2021 23:07:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    13

Commenti

  1. 1965spiritolibero 25 settembre 2021 ore 09:23
    quadri affascinanti ai quali forse hanno tratto ispirazione anche registi nel mondo del cinema come "del toro"(questo lo penso solo io mi ricordano immagini e scene del labirinto del fauno e la forma dell'acqua)comunque non sono un intenditore ma mi piace molto questo tipo di rappresentazione della vita dei propri pensieri.C'e' grande vena poetica nascosta dietro questi quadri.
    brava e' bellissimo questo tripudio di colori misti alla fantasia sfrenata bellissimo post sembra di stare in un museo :clap :bye
  2. bandolero.37 25 settembre 2021 ore 10:41
    Splendido post! :rosa :bye
  3. freepause 25 settembre 2021 ore 14:24
    Molto belle ed anche il video .. :rosa
    purtroppo di surreale c'è anche ciò che accade al paese ..
    e non lo si può affatto definire bello !!
  4. dolcecarrie 25 settembre 2021 ore 22:40
  5. I.lRumoreDellAnima 26 settembre 2021 ore 09:33
    Bellissimi quadri. Non conoscevo questo
    pittore; grazie per l'interessante suggerimento.
  6. ninfeadelnilo 27 settembre 2021 ore 16:46
    @1965spiritolibero: Il colore è gioia, vivacità, allegria e queste opere mi trasmettono tutto ciò. Mi piace osservarle e intuire l'enigma che si nasconde c'è un mondo dentro con sfumature, idee e sensazioni, sembrano messi li senza senso ma non è così, ne seguo i particolari e mi perdo a fantastica sulla sua fantasia e in ciò che immagino io. Una vera magica bellezza interiore e soprattutto di bravura nel realizzarla. Penso anch'io che molti regista si sono ispirati come la Fabbrica di cioccolato, o Edwuard mani di forbici soprattutto legati a film favolistici. Grazie :rosa :batarosa :fiore
  7. ninfeadelnilo 27 settembre 2021 ore 16:51
    @bandolero.37: E' bello condividere le cose belle con gli amici, grazie Matteo. :many :batafiore
  8. ninfeadelnilo 27 settembre 2021 ore 17:07
    @freepause: Purtroppo ciò che stiamo vivendo è realissimo e ci fa vivere male, allietiamoci almeno con ciò che di bello c'è intorno a noi, forse ci permette di andare avanti senza sentirci troppo frustrati ma non ci abbatteranno. Grazie caro amico, vivere è l'importante, il cambiamento positivo dipende anche da noi. :rosa :rosa :ok
  9. ninfeadelnilo 27 settembre 2021 ore 17:09
    @dolcecarrie: Che bella immagine che hai postato ma del resto sono tutte belle le sue opere. Grazie Cate carissima. :kissy :kissy :kissy
  10. ninfeadelnilo 27 settembre 2021 ore 17:18
    @I.lRumoreDellAnima: Sono felice della condivisione e che ti sia piaciuto, è un artista magico mi trasmette ilarità. :ok Grazie e sempre benvenuto.
  11. ninfeadelnilo 27 settembre 2021 ore 17:28
    @Carrodifuoco: :grazie :grazie :grazie
  12. ninfeadelnilo 27 settembre 2021 ore 17:29
    @35.manuel: Grazie Manuel sempre felice di vederli. :clap :grazie
  13. ninfeadelnilo 27 settembre 2021 ore 17:29
  14. Carrodifuoco 27 settembre 2021 ore 17:31
    :rosa
  15. bandolero.37 27 settembre 2021 ore 17:33
    Hai ragione,Raffy. Condivisione.
    :clap :fiore :bye
  16. 35.manuel 27 settembre 2021 ore 20:58
    :rosa
  17. 1965spiritolibero 27 settembre 2021 ore 23:49
    E' vero i colori ricordono la vita e ognuno fantastica su cio' che lo rende o puo' rendere entusiasta e contento di vivere e questi quadri sono come tu dici anche intriganti perche' sicuramente il pittore non dipinge a caso,ogni oggetto ogni sfumatura puo' far vivere a chi guarda un proprio mondo.molto bello :rosa
  18. EtruscanLady 28 settembre 2021 ore 18:12
    Arte dell'assurdo proprio non direi, a me piace moltissimo questo genere di pittura, colori, bellezze, movimento, immaginazione anche al di fuori di ciò che si vede. La prima opera, non si riesce a capire se l'uomo dona le ali della libertà o se le toglie alla bella dama, mentre quella che riguarda in modo così particolare il tango argentino è stupenda, forse come te, ho in me lo stesso sogno irrealizzato di poter imparare a ballarlo. La terza opera mi ha fatto venire in mente il matematico Pisano Fibonacci, la gorgera dell'uomo sembra infatti la conosciutissima sequenza numerica detta appunto successione numerica del Fibonacci. Nella successiva vedo la musica che cancella la tristezza delle foglie cadute e ancora avanti si versano idee, ognuno nella propria tazza, la sapienza che esce dalle memorie, forse di due innamorati. Andando ancora avanti, si, possiamo vedere una ballerina ma a me sovviene un nick che ogni tanto vedo scorrere : “note sulla tua pelle” forse ci può stare. Scorrendo ancora beh, si vede un innamorato che fa una serenata alla sua bella affacciata alla finestra. Inoltre l'ultima è quella che non riesco a definire bene, forse una gazza ladra che ruba gioielli ad una sirena per donarli ad una donna. Bellissima anche la sequenza di opere che scorrono nel video con musica adeguata allo stile. Sarà anche un artista dell'assurdo e surreale questo Cheval ma, a me piace moltissimo il suo stile, per questo ti ringrazio per avermelo fatto conoscere. Si, forse si può paragonare anche a Dalì .

    Bellissimo post, interessante e colorato. L'Arte è innata, non si impara, forse si può solo perfezionare ma sembra che lui non ne abbia proprio bisogno.

    Ti auguro una splendida serata cara Raffaella e ancora grazie, mi sono rifatta gli occhi e lo spirito.
    :rosa :rosa :rosa :bacio
  19. ninfeadelnilo 28 settembre 2021 ore 18:45
    @1965spiritolibero: È rilassante fantasticare su le sue opere. :grazie :rosa
  20. ninfeadelnilo 28 settembre 2021 ore 19:32
    @EtruscanLady: La cosa bella di queste opere è che invitano alla comunicativa nell'interpretarle perché ognuno di noi passa il tempo a fantasticare sui particolari. È come una sfida dell'artista a chi osserva perché possa dare una sua interpretazione e quindi come noi ora parlarne. Per esempio ti dico come la vedo io nella prima. Un po come la vedi tu. Vedo un sarto che 2offr un te e che ripara le ali infortunate con ago e filo c'è anche un ferro da stiro, che sono in terra perché dopo che la dama sale su per la scala poi possa volare nel cielo. Ma in terra ci sono anche strumenti come un piccone che ha dovuto creare un varco oltre la scala. Trovo bellissimo condividere l'immaginazione in compagnia. Amo tantissimo i tuoi bei commenti che attendo sempre con grande entusiasmo per le nostre ricche condivisioni ma vorrei anche leggere qualche tuo post. Ti dico anche cosa vede la mia immaginazione nell ultima. Una sirena che non vuole essere vista che offre su un vassoio un tesoro del mare alla donna del mondo di sopra con la complicità di una colomba di pace tra i due mondi o razze.
    Vorrei tanto essere nella testa dell'artista per la sua magica bellezza interiore. Un abbraccio Anna cara, grazie a te per la tua sempre gradita presenza. Buona serata. :batafiore :cuore :kissy
  21. tecerco 30 settembre 2021 ore 19:30
    E' il festival dei colori. Belli e numerosi, i suoi personaggi. Poi, ogni quadro ha sicuramente un significato da cogliere anche usando l'immaginazione, l'intuizione...
    Bella performance artistica, Raffy...e il tuo blogghino, così ricco ed ospitale, vola sulle ali della fantasia. :clap :clap :rosa :rosa
  22. ninfeadelnilo 06 ottobre 2021 ore 17:22
    @tecerco: Grazie caro, tu sai quanto amo i blog e ricevere gli amici aperti al dialogo. :grazie :grazie :grazie :flower :flower :flower :batatifo :yoyo :bacio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.