Percezione della vita oltre la vita

29 aprile 2021 ore 19:02 segnala



Una luce bianchissima, forte come un milione di soli, che dona un meraviglioso senso di pace, una felicità indicibile, un luogo pieno d'amore e di gioia. Queste sono le testimonianze di persone che hanno "visto" l'aldilà e dopo sono tornate in vita per raccontarlo al risveglio, tutto ciò avvenuto durante un coma o un arresto cardiaco momentaneo su un tavolo operatorio. Coincidenze di cui la medicina non è in grado di rendere conto e che possono avere una sola spiegazione possibile: queste persone sono sopravvissute alla morte e hanno viaggiato verso un'altra dimensione.
Vari sono i risultati della ricerca scientifica sulle esperienze di pre-morte, basata su migliaia di testimoni di tutte le età, le provenienze geografiche e le appartenenze religiose. Tanti i libri che trattano l'argomento aldilà. La vita dopo la morte. Il paradiso. Con le testimonianze di padre Gabriele Amorth, famoso esorcista e cardinale E. Tonini e tanti altri.
Prove non ne ha nessuno se non la fede nel credere come si crede in Dio. Lo scetticismo è in tutti noi che vogliamo sempre toccare con mano ciò che non sappiamo spiegarci. Secondo me la nostra guida interiore è l'anima cosciente, senziente e razionale, più ci si evolve spiritualmente più diventa forte e di grande esperienza a tutti i livelli.
Molti confondono l'essere non religioso dall'essere ateo ma
si può essere spirituali senza essere religiosi.
Resoconti e soprattutto le somiglianze tra queste storie, tanto impressionanti quanto rivelatorie fanno riflettere solo chi dentro sente che esiste qualcosa di indescrivibile. Sono sensazioni o dejavù che raccogliamo lungo il percorso della nostra vita. Io ne ho avuti parecchi che mi fanno capire che non sempre possiamo dare una spiegazione a ciò che ci capita e che possiamo solo chiamare coincidenze. Credo anche nel karma ossia il frutto delle azioni compiute da ogni vivente, in quanto determina una diversa rinascita nella gerarchia degli esseri e un diverso destino nel corso della susseguente vita, appunto la reincarnazione. Attraverso il karma abbiamo la possibilità con il libero arbitrio di espiare colpe di altre vite fino alla evoluzione di luce del nostro spirito.
Viviamo la nostra esistenza in attesa dell'eventuale morte senza mai chiederci il perchè di tutto ciò. A che serve nascere, vivere una frazione di tempo per poi finire nel nulla, non trovo il senso, deve esserci un dopo. Secondo me quella che noi definiamo morte non esiste ma solo un passaggio da una dimensione corporea, materiale, ad un'altra spirituale, quella entità che è in noi e che non muore mai. Credere o no comunque si può approfondire tra video e libri che raccolgono testimonianze ed esperienze che possono almeno farci pensare.
Raffy



La ragione scientifica per cui la tua percezione crea la tua realtà

Il filosofo greco Platone parlava dell’Allegoria della Caverna: in questa storia egli paragonava l’umanità a un gruppo di persone che ha passato la propria vita nella caverna.

Ogni giorno essi vedevano le ombre muoversi sulle pareti e, non potendo vedere gli oggetti che si trovavano al di fuori e che creavano le ombre, pensavano erroneamente che quelle figure fossero reali.

Platone, che visse nel 380 a.C., affermava che l’umanità vive nell’oscurità e non ha i mezzi per vedere la luce.

Egli prosegue, poi, paragonando il filosofo, ovvero la persona illuminata, a colui che finalmente si alza ed esce dalla caverna e, non essendo più prigioniero delle sue percezioni, è capace di vedere il mondo nella sua totalità.

Se le porte della percezione fossero trasparenti, ogni cosa apparirebbe all’uomo così com’è, Infinita. – William Blake

I nostri cinque sensi sono strumenti che ci permettono di acuire l’esperienza umana, tuttavia non tengono conto della realtà in tutta la sua profondità.

Il cervello umano, infatti, si comporta come un filtro che, oltre alle infinite informazioni che ci circondano, capta delle frequenze energetiche particolari, selezionandole.

Proprio come una radio, i tuoi sensi mettono a fuoco l’energia intorno a te e sintonizzano la tua percezione sulla frequenza del mondo materiale: i nostri sensi celano molto di più di quanto rivelano.

dal Web





Una notte in terapia intensiva, due donne in arresto cardiaco a poche ore di distanza una dall'altra, di estrazione sociale diversa, di cultura diversa, una religiosa una laica, due donne che più diverse non potrebbero essere... il Dott Carlo Cipolla, Direttore della Divisione di Cardiologia dell'IEO di Milano ci racconta cosa successe quella notte e cosa gli raccontarono le due donne a distanza di circa un anno su ciò che avevano provato mentre erano in arresto cardiaco, e cioè un'esperienza molto simile nei loro racconti di vita oltre la vita, in quel tunnel di luce che molti hanno testimoniato di aver visto e che rimane uno dei misteri più affascinanti della mente umana (o per chi è credente della conferma che esiste un "dopo") ma che comunque emoziona e fa pensare...
Il Dott. Carlo Cipolla: La Vita Oltre la Vita (Credere, Sperare, Pensare...)
È la meravigliosa testimonianza di un medico ateo che ama il suo lavoro come fosse una missione... Sicuramente ha una grande fede in quei valori portanti che elevano l'uomo verso il Cielo che non a caso ha voluto premiarlo facendogli assaporare una esperienza in cui le posizioni sacre e profane si sono fuse diventando un'unica verità.

d7ed0ce5-ec23-45bd-a096-62ba360d97f9
« immagine » « immagine » Una luce bianchissima, forte come un milione di soli, che dona un meraviglioso senso di pace, una felicità indicibile, un luogo pieno d'amore e di gioia. Queste sono le testimonianze di persone che hanno "visto" l'aldilà e dopo sono tornate in vita per raccontarlo al r...
Post
29/04/2021 19:02:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12

Commenti

  1. bandolero.37 29 aprile 2021 ore 20:53
    :ok :rosa :fiore
  2. 1965spiritolibero 30 aprile 2021 ore 13:11
    mi son caoitate tante cose strane nella vita di quelle che come dici tu vanno oltre la comprensione del puro nostro pensiero.qualche ingrediente bisogna pur metterlo per capire.esperienze di vita gia' vissuta persone a cui dai qualcosa un attimo prima per aiutarla poi ti giri e non c'e' piu' e li per li non ci pensi;lo sguardo di una signoraanziana che ti implora e segue nella sal di aspetto di un ospedale che mi ha sconvolto.
    non mi voglio dilungare io sono un razionale ma al tempo stesso penso che solo la razionalita' non posa essere sufficiente per sopravvivere in maniera il piu' vicino all'essere felice e dall'altra parte come giustamente dici io credo in un qualcosa di supremo ma l'universo non se lo possono spartire i tre dei del monoteismo senza prendere in considerazione le credenze di ogni assembramento culturale mondiale?
    non credo esista un inferno o un oaradiso io penso se dobbo credere andando contro al CICAP che hai ragione;e' dentro di noi il rinnovamento la vita e' uno sato temporaneo solo l'amore e' eterno il male forse secondo me non verra' punito ma la nostra essenza interiore i nostri 21 grammi esistono in questi nostri corpi straordinari che sottovalutiamo e maltrattiamo troppo.
    buona giornata :bye
  3. Carrodifuoco 30 aprile 2021 ore 15:47

    :rosa
  4. EtruscanLady 30 aprile 2021 ore 18:18
    Un argomento questo che mi ha sempre appassionata, da tempo ho smesso di documentarmi su di esso ma in passato ho cercato di farlo il più possibile. Anche oggi quando si parla di reincarnazione e dei famosi 21 grammi di anima che gli studiosi asseriscono debbano staccarsi dal corpo nel momento della morte fisica mi incuriosiscono e mi lasciano perplessa. Ho letto anche che l'anima, in quanto spirito non visibile possa in qualche modo introdursi in altri esseri viventi così come scrivi tu, sia in persone o animali di ogni genere per arrivare alla perfezione. Ma in cosa consiste questa perfezione nessuno lo sa considerando che almeno in questo mondo di perfetto non credo esista qualcosa o qualcuno almeno per quanto ne sappiamo. Non voglio addentrarmi di più in questo ginepraio in quanto ne ignoro specificità e verità assolute.
    Quello che invece voglio sottolineare per quanto riguarda la pre-morte, i tunnel di luce, la pace e la gioia che taluni hanno provato a me non è stata data prova quando successe a me nel lontano 2002. Per fortuna ero già in ospedale appena ricoverata per un infarto quando ebbi un arresto cardiaco durato ben 6 minuti. Forse pochi per entrare in quel tunnel di luce di cui tutti parlano ma io di quei minuti non ho assolutamente nessun ricordo. Se i rianimatori non fossero riusciti a farmi tornare in vita sarei andata senza accorgermi di niente. Evidentemente non sono o non sono stata abbastanza illuminata. La mia percezione dell'esistenza di altri mondi è ancora nelle caverne.
    Comunque mi piace questo argomento, sono credente ma a modo mio, forse per questo non abbastanza sensibile o il mio cervello in quel momento non riuscì a captare energie necessarie ad informazioni extra corporee.
    Interessante il post e anche il contenuto del video visto che il Dr, Cipolla fa parte dello IEO , centro di cui mi fido ciecamente e non solo per la cardiologia ma come Centro Tumori a livello Europeo.

    Certo ci sono molti motivi di riflessione in tutto quanto hai scritto. Brava e Grazie per avermi dato la possibilità di sperare in un'altra vita dopo questa terrena.

    Scusa la lungaggine, ma mi ci sono sentita tirata per i capelli.

    Ti auguro un Buon 1° Maggio e una splendida serata :rosa :bacio :rosa
  5. ninfeadelnilo 30 aprile 2021 ore 22:12
  6. ninfeadelnilo 30 aprile 2021 ore 22:14
    @bandolero.37: :grazie :clap :rosa
  7. ninfeadelnilo 30 aprile 2021 ore 22:33
    @1965spiritolibero: Che bello scambiare le proprie opinioni su un argomento postato. Soprattutto quando c'è da dire. Ci capitano cose strane a cui non sappiamo dare una spiegazione ma la sensazione che avvertiamo è forte. In certi momenti in cui sprofondavo nell'abisso sentivo sostanzialmente una mano, una forza che mi spingeva verso l'alto ed io riemergevo come per incanto. Come l'aiuto dal niente di persone che neanche conoscevo, che mi prendevano per mano. Una dopo l'altra inspiegabili non potevano essere coincidenze. Questo dopo aver perso poco prima la mia mamma. Allora sai che non siamo soli. Anch'io sono razionale e con i piedi ben saldi a terra con valori ed equilibrio ed anche molto scettica in tutto, non una che crede facilmente a tutto. Neanch'io credo all'inferno e al paradiso ecc. Credo in altre dimensioni e sono sicura che la punizione non è qui ma nel non evolvere lo spirito che può regredire verso il buio. Ci sarebbe tanto da spaziare ma non è facile soprattutto quì.
    Grazie del bel commento molto gradito. :ok :rosa :batafiore
  8. ninfeadelnilo 30 aprile 2021 ore 22:37
    @Carrodifuoco: Grazie Giulio del tuo suggerimento. :grazie :batafiore :rosa
  9. MidnightGambler 30 aprile 2021 ore 22:42
    Cosa pensi che accada dopo la nostra morte, Keanu Reeves ?
    Credo che le persone che ci amano sentiranno la nostra mancanza.



    Io sto con Mr. Reeves.
  10. ninfeadelnilo 30 aprile 2021 ore 23:14
    @EtruscanLady: Ma quali scuse Anna, adoro i tuoi lunghi commenti dove hai tanto da dire. Questo significa che l'argomento ci accomuna tantissimo e conferma la sintonia di pensiero. Non so spiegare perchè succede solo ad alcuni e ad altri no vivere tale esperienza ma è come essere sensitivi e non. La percezione ha un percorso tra i vari karma che devono ancora evolversi. Non siamo tutti pronti nello stesso tempo. Molti neanche comprendono e pensano che ciò che dico sono stupidaggini. Non è colpa loro se non capiscono. C'è sempre una spiegazione in tutte le cose che secondo me hanno un significato anche se non lo conosciamo ma credo che poi un collegamento a chi è capitato poi lo trovano. Sono segnali che prima o poi ci servono lungo il percorso di vita. Mi sono sempre chiesta quando una persona è in coma per lungo tempo, l'anima cosa fa? Voglio credere che abbia per qualche motivo parcheggiato il corpo per vivere una vita altrove extracorporea per qualche motivo che non sappiamo per poi abbandonare per sempre il corpo o riprenderlo per continuare il percorso di vita perchè quel karma forse non ancora pronto a nuova reincarnazione. La perfezione dello spirito è quel susseguirsi di reincarnazioni dove il karma deve espiare le colpe passate fino a purificarsi e divenire uno spirito di luce. Sono quelle entità angeliche o spiriti guida in cui credo moltissimo. Come credo che esiste il male in quelle entità spettrali e maligne che si impossessano di altre entità fragili di cui padre Amorth grande esorcista del Vaticano ha combattuto per tutta la vita. Non so se ne hai mai sentito parlare. Tutto questo è collegato a molto di più che noi non conosciamo. Io sono credente e la fede vuol dire molto come la preghiera. Grazie del bel commento mia cara, e buon 1° Maggio anche a te. :grazie :rosa :kissy :batarosa
  11. ninfeadelnilo 30 aprile 2021 ore 23:28
    @MidnightGambler: Anch'io la penso uguale. Ma è la parte scontata della nostra vita materiale. Ho perso delle persone a mi mancano tantissimo, ma non è finita.. :ok . :rosa
  12. Carrodifuoco 01 maggio 2021 ore 08:56
    @ninfeadelnilo......di nulla, :rosa :rosa :rosa
  13. tecerco 01 maggio 2021 ore 10:44
    Bene, tratti l'argomento più enigmatico e perciostesso interessante che riguarda il genere umano e pure gli animali, le piante etc se, oltre a credere/sperare nella reincarnazione, ti affascina anche quanto prevede la metempsicosi. La nostra animella spirituale è attivissima e sommamente interessata a questi argomenti, venendo incontro all'altra anima, quella materiale, che auspica anch'essa di raggiungere la sopravvivenza definitiva alla morte. Thanatos.
    Al momento, Raffy cara, l'unica certezza, come hai letto qualche tempo fa da me, è il clone. Non emerge, non si sa, ma qualcuno, al mondo, magari si è organizzato in tal senso. Mentre noi, religiosi, atei e quant'altro, oltre a credere, oltre a sperare, ci chiediamo..almeno io mi chiedo..come mai il buon Dio ci abbia regalato questo mistero.
    Buon 1^ maggio a te ed ai tuoi lettori! :flower
  14. bandolero.37 01 maggio 2021 ore 11:46
    :rosa :clap :bye :fiore
  15. ninfeadelnilo 01 maggio 2021 ore 16:37
    @tecerco: Tu ti chiedi come mai il buon Dio ci abbia donato questo mistero. Credo che siamo circondati tutti da molte cose inspiegabili. Il fatto che tu sia credente pur non avendo mai visto Dio è già tale. Ci sono dei credo dentro noi inspiegabili. Viviamo in questa dimensione, non è strano che esistiamo e perchè? Esiste il bene ma anche il male, una guerra che va avanti prima ancora della nostra esistenza. Ogni cosa è dove deve essere per un qualcosa più grande di noi. Forse Dio non esiste ma è solo un'entità di un'altra dimensione più evoluta della nostra e noi forse potremmo essere dei loro esperimenti chiusi nella nostra caverna come i topolini nelle loro gabbie. Tutto è possibile e nulla da escludere. I cloni non sono altro che il sistema della scienza di volersi riprodurre per sconfiggere la morte. Se ci pensi infondo siamo solo involucri che potrebbero anche essere sostituiti ma l'anima non la puoi clonare, è quella la nostra pura essenza di non materia ma solo spirito. Ecco perchè ci sono tra noi sensitivi, medium, esorcisti veri non ciarlatani dotati di quel potere in più nel loro cervello non ancora compreso dalla scienza. Io non ho nozioni in merito ma quel che penso mi parte da dentro spontaneamente come una fede ne più ne meno come quella che nutriamo per molte cose terrene. Grazie per la tua opinione. Buona giornata e 1 Maggio. :rosa :batatifo :batafiore :batarosa
  16. tecerco 02 maggio 2021 ore 00:37
    @ninfeadelnilo. Beh, no..col clone utilizzato come dico io, l'anima, lo spirito,i pensieri non mutano. Prima o poi brevetto l'idea! :ok :clap :fiore :fiore
  17. ninfeadelnilo 02 maggio 2021 ore 16:03
    @tecerco: Forse solo il cervello essendo materia. Quando hai il brevetto chiamami. :haha :clap :batatifo :batafiore
  18. EtruscanLady 02 maggio 2021 ore 18:28
    Tutte le perplessità che esprimi sono in gran parte anche le mie. Per quanto riguarda il Karma credo nelle cause/effetto, ti riferisci ad eventuali reincarnazioni per arrivare ad ottenere la perfezione. Come si fa e come si ottiene questa perfezione, sembra che ogni passaggio dell'anima debba in modo alternativo espiare eventuali colpe causate dal male che abbiamo commesso. Allora credo di averne avute tante da espiare e probabilmente non è ancora finita. E' complicato capire a fondo tutto questo. Mi parli di fede e di preghiere, io ho sempre pregato tanto in passato, e più ho pregato più ho avuto grossi problemi, e non mi riferisco solo a me stessa ma anche a componenti della mia famiglia. Da poco ho smesso di farlo, se avessi continuato sarei stata ipocrita in quanto non mi sentivo più di continuare. Probabilmente ho smesso di credere come una volta, non è possibile che le cose brutte si accaniscano così tanto in persone di una stessa famiglia, me compresa logicamente. O probabilmente le mie preghiere e la mia fede del passato nonostante tutto sono state in grado di salvare almeno la vita. Può anche essere che il mio spirito guida così come scrivi tu, mi abbia salvata da quanto avrebbe potuto andare ancora peggio. Chi lo sa.
    Di Padre Amorth diverso tempo fa mi stampai una delle sue preghiere e l'ho recitata tante volte, a meno che non abbia bisogno di essere esorcizzata anche io. Tutto può essere.
    Però mi hai messa in difficoltà!

    Comunque, nonostante tutto, ho un carattere abbastanza positivo che da sempre mi accompagna.
    Ti auguro una buona serata domenicale con un forte abbraccio :staff :bacio :flower :flower :flower
  19. ninfeadelnilo 03 maggio 2021 ore 18:53
    @EtruscanLady:Fede non significa per forza religione, come la preghiera che è un momento di raccoglimento. La spiritualità non deve sempre rivolta ad una dottrina. Credo che l'indole buona è nelle azioni che ci fanno stare bene con noi stessi anche se ci sono degli ostacoli da affrontare. Gesù non ebbe un regno qui anzi lo affrontò con gran dolore. Ecco come lo spirito si purifica karma dopo karma. Se ci fai caso i beati come i santi non hanno mai beneficiato nella vita terrena. Perché il papà condanna sempre la mondanità, il denaro e il potere ma chiede sempre di aiutare chi ha bisogno? Chi può riscatta se stesso oltre a dare a chi sta soffrendo. Entrambe stanno affrontando due percorsi diversi utili al loro l'karma.Chi ha solo cattiveria ha un percorso più lungo.Non è facile spiegare certe cose.Ti abbraccio Anna Buon inizio settimana. :kissy :kissy :kissy
  20. EtruscanLady 04 maggio 2021 ore 09:19
    La cattiveria non ha mai fatto parte di me, e se per cattiveria si intende non dare a chi ha bisogno, io nella vita ho sempre dato, forse anche troppo, quel dare che tutt'ora è in essere anche se questo ha fatto si che sacrificassi la mia persona e la mia vita ma, non mi pento di quello che ho fatto, so bene che potessi tornare indietro rifarei tutto allo stesso modo. E' un fattore caratteriale.

    Grazie delle tue parole e buona giornata a te Raffy. :rosa :bacio :rosa
  21. ninfeadelnilo 06 maggio 2021 ore 19:22
    @EtruscanLady: Si capisce che sei una brava persona. La cattiveria è ben altra. Ho sempre pensato che in questa dimensione per alcuni è un inferno per altri un purgatorio. Per cui viviamo realtà diverse, ma ognuno di noi ha la propria croce, questo vuol dire che indipendentemente dal nostro comportamento siamo tutti peccatori e pronti a vivere proprio per evolverci più la condotta è sana più purifichiamo con ogni karma il nostro spirito. Le nostre pene terrene ci servono per questo. Che bello comunicare con chi ha da dire anche se di solito evito questi argomenti che sono solo mie sensazioni non è detto che sia così, solo una teoria senza conferme purtroppo.Ti abbraccio. :batarosa :bacio :cuore
  22. EtruscanLady 07 maggio 2021 ore 08:50
    Della dimensione che riguarda il virtuale ho imparato a fregarmene, forse un po' in ritardo in quanto l'ingenuità ad una certa età non è più ammessa. Per quanto riguarda la dimensione del reale sappiamo essere sempre valida la frase “ Ah! Se le pareti fossero di vetro” . Ognuno si porta le sue croci, c'è chi se le tiene nascoste e chi, forse per avere un moto di sfogo personale osa metterle in piazza. Ma vai a capire il perchè certe persone godono delle sofferenze altrui.
    C'è una grande differenza tra la teoria e la pratica ma le sensazioni talvolta non sono affatto sbagliate. Questione di sensibilità. Credo che nessuno a questo mondo sia solo santo o solo peccatore. Ognuno con i propri pregi e difetti tiene comportamenti diversi a seconda di ciò che riceve o ha ricevuto.
    Ti auguro una splendida giornata anche se qui minaccia di nuovo acqua, speriamo si penta.
    :staff :bacio :rosa
  23. ninfeadelnilo 07 maggio 2021 ore 20:37
    @EtruscanLady: La falsità purtroppo esiste e c'è chi sa fingere molto bene. Segui sempre le sensazioni di cui parli. Il nostro sesto senso non sbaglia mai. Io ho dato un taglio netto anche dopo più di vent'anni con chi credevo fosse amicizia e tale non era meglio tardi che mai anche se ci ho sofferto. Meglio non fidarsi troppo. Ti auguro una serena serata. :batarosa :bacio :rosa :ok
  24. EtruscanLady 08 maggio 2021 ore 08:57
    Buon fine settimana Raffy :rosa :rosa :rosa
  25. ninfeadelnilo 08 maggio 2021 ore 19:28
    Grazie, anche a te soprattutto sereno. :rosa :bacio :rosa
  26. freepause 07 luglio 2021 ore 17:09
    Non so se ci sia vita oltre .. ma molte son le cose che fanno riflettere anche in casi di reincarnati che han fornito prove indiscutibili relative alla loro precedente vita che non avrebbero altrimenti avuto alcun modo di conoscere ...
  27. ninfeadelnilo 07 luglio 2021 ore 23:05
    Credo nella reincarnazione, come penso anche che sia possibile avere dei déjà vu o dejavu.
    Il termine déjà vu è francese e significa, letteralmente, “già visto” anche se in molti lo scrivono come dejavu . Coloro che hanno provato questo sentimento di de ja vu lo descrivono come un travolgente senso di familiarità con qualcosa che non dovrebbe assolutamente essere familiare. Ad esempio, supponi di recarti in Inghilterra per la prima volta. Stai visitando un museo e all’improvviso sembra che tu sia già stato in quel posto prima. O forse stai cenando con i tuoi amici, discutendo di un argomento politico attuale e hai la sensazione di aver già sperimentato questa cosa: gli stessi amici, la stessa cena, lo stesso argomento. Si stima che la fetta della popolazione colpita dal dejavu vari tra il 30 e il 96 percento.

    Ho avvertito molte volte la sensazione del "già visto" ma ho sempre pensato ad un sogno fatto che avevo già vissuto o che invece doveva accadere. Ma una volta è stato eclatante, avevo 20 anni ero a Lucerna per la prima volta in vita mia, appena entrata in città. Percorrevo una strada ad un certo punto dissi che girato l'angolo c'era un ponte con sotto un campanile dentro l'acqua, e così fu con la meraviglia di chi era con me e la mia che non sapevo spiegarmi come. Le chiamo reminiscenze di vite passate, coincidenza mi fu detto una vota che in una delle mie reincarnazioni ero una gallica, ma di fondo sono una scettica.
    Ci sono cose inspiegabili come i sogni premonitori che poi si sono verificati il giorno dopo ne ho avuti alcuni anni fa. Infatti li temo perchè non erano belli. Grazie di avermi fatto ricordare questo episodio di cui sono testimone. :ok :-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.