Halo-Beyonce Knowles

12 maggio 2009 ore 19:44 segnala

Una donna VERA..prosperosa,con un viso meraviglioso:una delle poke donne dello spettacolo che non seguono i media prefissati con la magrezza assoluta..niente a ke vedere con belen rodriguez,juliana moreira,nina moricetc etc--..che sono belle STRARIFATTE che fanno tanto impazzire gli uomini..io andrei a dargli un occhiata prima che entrassero nel mondo della televisione,forse ci ripenserete...persone che sanno solo fiondarsi da un flirt a un altro e un quoziente intellettivo pari a quello di una gallina...

Beyonce ha la voce di un angelo e scrive dei testi meravigliosi..

TORNIAMO AI MODELLI DELLA BELLISSIMA MARYLIN MONROE!!!!!!!!

..ChE iL sOlE..

10 maggio 2009 ore 15:11 segnala

SpLeNdA sEmPrE dEnTrO dI vOi,,

BuOnGiOrNo.

..ad alta velocità..

09 maggio 2009 ore 21:13 segnala

ad alta velocità..per passare veloci,per scorrere le linee della vita

e per nn guardarle troppo..

ad alta velocità..perchè chi va piano va sano e va lontano...

ma io sono già ferita e sono già troppo lontana...

...

24 aprile 2009 ore 19:08 segnala

"Non esiste che un errore innato,quello di credere che fine della nostra esistenza sia la felicità.Quell'errore è innato perchè coincide con la nostra stessa esistenza:tutto il nostro essere non è che la sua parafrasi,e il nostro corpo è il suo monogramma.Noi,infatti,non siamo altro che la volontà di vita:è ciò che va sotto il concetto di felicità è la soddisfazione di ogni continuata volontà.Finchè persistiamo in tale errore innato,e anzi ribadito da dogmi ottimistici,il mondo ci appare pieno di contraddizioni,perchè a ogni passo,nelle grandi cose come nelle piccole,siamo costretti a imparare che il mondo e la vita non sono assolutamente predisposti per contenere un'esistenza felice"

-A.Schopenhauer-

..FELICE..

07 aprile 2009 ore 21:34 segnala

STAMANI,DATO CHE ERA UNA BELLA GIORNATA E CHE OLTRETUTTO SONO UNA PERSONA METEREOPATICA,MI SONO SVEGLIATA PROPRIO BENE E GUARDANDO IL CIELO LIBERO DALLE PESANTI NUVOLE CARICHE DI TRISTEZZA,IL MIO CUORE SI è ALLEGGERITO SPRIGIONANDO UN SORRISO VERO..

MA PURTROPPO,CI DEVE ESSERE SEMPRE QUALCOSA CHE HA TURBATO IL MIO SORRISO,IL TELEGIORNALE. PARLAVA DELLA STRAGE CHE IL TERREMOTO HA COMPIUTO NELL'ABRUZZO E ASCOLTANDO ALCUNE TRAGICHE TESTIMONIANZE CHE VIVONO QUEL DRAMMA,MENTRE IO ERO Lì BEATA A METTERE LA PANNA NEL MIO CAFFè,MI HA FATTO UN Pò SENTIRE AGIATA,TROPPO AGIATA..QUELLE PERSONE CHE ORA SONO RIMASTE SENZA TETTO,O ANCORA PEGGIO ALCUNI SENZA FIGLI DI CERTO NON HANNO PROPRIO BISOGNO DEL CAFFè CON LA PANNA..COSì LA MATTINA INCOMINCIò,CON UNO SPIRAGLIO DI TIEPIDA LUCE E POI CON UN GRANDE MASSO CHE LA COPRE.

ABITUDINE,è SOLO ABITUDINE. MA è SBAGLIATO FARCI L'ABITUDINE,LO SO.

COMUNQUE LA GIORNATA DICIAMO CHE è PROSEGUITA DECISAMENTE MEGLIO.

RIVOLGENDO UN ULTIMA PREGHIERA ALLE POVERE PERSONE CHE è SUCCESSA QUESTA BRUTTA COSA AUGURO LORO DI TROVARE LA FORZA DI ANDARE AVANTI..

SEMBRERò UNA CRETINA A DIRE QUESTE COSE PERCHè IO NON LE VIVO REALMENTE E NESSUNO POTRà MAI CAPIRE LA DISPERAZIONE DI QUESTA GENTE..LA MIA è SOLO UNA PREGHIERA CHE OGNI TANTO DEDICO ALLE PERSONE CHE HANNO PIù BISOGNO..

..RicordO..

02 aprile 2009 ore 20:21 segnala

seduta insieme ad un vecchio ricordo

ascolto la nostalgia

mi parla di te..

cuore di ferro adesso di burro

piangi

soffrendo i colpi dei miei perchè

occhi grandi

se ne è andato

ma tu non l'hai mai fermato.

..Una piccOla parentesi..

01 aprile 2009 ore 19:16 segnala

"Siamo qui perchè non c'è alcun rifugio dove nasconderci da noi stessi.Fino a quando un uomo non confronta se stesso negli occhi e nei cuori degli altri scappa.fino a che non permette loro di condeividere i suoi segreti,non ha scampo da questi.Timoroso di essere conosciuto,ne può conoscere se stesso negli altri,sarà solo.Dove altro se non nei cuoricomuni,possiamo trovare tale specchio?Qui,insieme,può infine manifestrsi chiaramente a stessa non come il gigante dei suoi sogni,ne il nano delle sue paurema come un uomo parte di tutto con il suo contributoda offrire.In questo terreno noi possiamo mettere radici e crescere,non più soli come nella morte,ma vivi a noi stessi e agli altri."

-filosofia di vita della comunità di recupero di Giogoli(Firenze)-

..Stanotte..

31 marzo 2009 ore 23:01 segnala
non si dorme!ho troppi pensieri per la testa,studio,amici,amore,e tante altre mie turbe da 17enne..Sono una di quelle che ragiona e molte volte vede nero ciò che non lo è.Le mie preoccupazioni non hanno una logica e nessun collegamento fra di loro.Ho solo un macigno sullo stomaco.Sarà un periodo no. E qui,sui libri di storia e di psicologia non c'è nessuna risposta ai miei imponenti perchè.Cosa è giusto?Cosa è sbagliato?Dove è la mia posizione? Nessun Freud mi risponde.Sembrerei stupida a parlare con Freud ma se lui riuscirebbe davvero a capirmi potrei anche passare per stupida,non mi importerebbe.La vita si affronta guardandola dritta negli occhi e non ho paura di questo,ma è quello che verrà dopo e non lo posso sapere.E il non sapere mi distrugge,mi fa sentire piccola e insignificante.Ma più che altro IRRICONOSCIBILE..

LA MIA GUERRA HA INIZIO:FUMO STOP!

31 marzo 2009 ore 14:27 segnala
Bene,lo so che sarà un impresa ardua e forse avrò dei ripensamenti..ma sono una determinata che si fa pochi scrupoli per arrivare alla sua meta,come ripeto,meta molto difficoltosa. Ho provato a ridurre il numero delle sigarette e da venti ne fumo dalle 10 alle 6 al giorno. Il problema è che se vado sotto le 6 comincio a diventare isterica,(chi fuma può capirmi). Quindi è molto difficile ridurre. Insomma,voglio partire dall'inizio..Una settimana fa,ero in un centro commerciale e l'occhio mi cadde sul reparto libri,anzi,su un libro in particolare "è facile smettere di fumare,se sai come farlo" scritto da Allen Carr.Mi venne da ridere. Ma leggendo le prime pagine, mi ha incuriosito e così l'ho preso. allen Carr parla del suo metodo "easyway" che riesce a farti smettere di fumare non appena avrai terminato il libro. Ora tutti penserete"ma che minchiate racconta questo??prendi tutta la tua buona volontà e smetti"..non avete tutti i torti,anchio la pensavo così,ma quando ho letto il libro,mi sono venuti alcuni dubbi. Mio padre riuscì a smettere di fumare per un anno(grazie alla sua buona volntà),ma un giorno mise la sigaretta in mano e da quel giorno non ha più smesso. Il problema del fumo è che ti costruisce delle barriere,SENZA SIGARETTE SEI PERSO,una completa nullità.Allora non si può soltanto smettere,bisogna capire e poi smettere;CONOSCERE e poi smettere. Il libro dice che nessuno ci obbliga a fumare,ci sono occasioni in cui ti accendi una sigaretta non perchè ti vada,ma soltanto per abitudine. Infatti,spiega il libro,che la maggior parte di persone che fuma 20 sigarette il giorno,ammettono tranquillamente di godersene solo un paio e di fumare le altre soltanto per abitudine. Ma se così fosse,sarebbe sufficiente limitarsi.Potremmo tenere le sigarette chiuse a chiave in un cassetto e questo impedimento pratico ci consentirebbe di fermarci a riflettere ogni volta che ne sentiamo lo stimolo.Così mentre saremmo intenti a pensare a come raggiungere la chiave potremmo chiederci "accendo questa sigaretta x godermela o soltanto per abitudine?". E se la risposta fosse la seconda ipotesi non avrebbe molto senso fumarla. Come posso dare torto a questa teoria? però penso che ci sia qualcosa di più profondo,infatti sono sempre al quarto capitolo e speriamo che mi chiarisca alcuni punti dove mi ha lasciato le lacune..

..[**1a QuAlUnQuE..mA sOnO iO**]

10 settembre 2008 ore 14:29 segnala

io sn quella di poche parole..

io sono quella che guarda dritta negli occhi l'avversario per sfidarlo ancora una volta..

io sono quella che ancora crede nei sogni

io sono quella che sbaglia sempre...ma di testa sua,

io sono quella che quando ha detto una cosa è quella e nn cambia!

io sono quella che prima di ferire le persone faccio del male a me stessa,

io sono quella che nn riesce a dimenticare le offese,

io sono quella che sa aspettare,

io sono quella che tu temi,

io sono quella forse fondamentale,

forse inutile,

forse..