15,03

17 settembre 2009 ore 15:01 segnala
L’ho vista dalla sabbia della spiaggia di Ponente,

proprio accanto alla Luna

che spuntava dietro l’Etna, ieri sera, 

in una sera di cielo chiaro e azzurro, terso dal vento di Libeccio,

lavato da giorni di pioggia sporca:

era lei, la stella.

Una sola è la stella che sempre risplende

Spada del mondo immortale

è la luce più splendente

questa è la nostra stella,

la nostra stella è eterna

nata da una lampada eterna e dal fuoco sacro.

Potente montagna infuocata,

l’eterno amore di uno è la stella che sempre s’accende,

regina della scintilla immortale nell’occhio del cielo,

si è la nostra stella, è la nostra stella,

vista dalla sabbia della spiaggia di Ponente,

proprio accanto alla Luna che spuntava dietro l’Etna

in una sera di cielo azzurro e chiaro.

E’ quasi autunno!

 

Ai giardinetti sotto la statua del glorioso Generale G. Nastasi, un gruppo di signore anziane, le solite mi pare, ogni volta che passo da li e le vedo, con le buste della spesa davanti ai loro piedi sedute sulle panchine di ferro a raccontarsi i giorni e le medicine:

“ Beh, con le più pazienti di voi ormai è già un anno che stiamo qui ai giardinetti a chiacchierare”.

“Mah! Speriamo di esserci ancora fra un anno, se Dio vuole”.

“Di questi tempi non si può mai dire, signora mia. Mica è più come una volta. Non ci sono più le mezze stagioni, i politici sono tutti ladri, non si può più girare tranquilli per le strade. Insomma, speriamo bene”.

“Oddio, le dodici e mezza. Debbo proprio andare”.

“Arrivederla signora, ci risentiamo fra una settimana, e si riguardi, mi raccomando, si riguardi”.

 

Stamattina, svegliandomi, ho visto che il mondo c'e' ancora, anche se le colline la in fondo si intravedono appena, nascoste da una nebbia che si trasformerà presto in pioggia, la pioggia che che ha rinfrescato le giornate di questo autunno precoce. Uno spiraglio di luce, però si fa strada, a sinistra, nel cielo da Levante ed è probabile che, dopo la pioggia, spunti il sole e con esso di nuovo il caldo. Non e' da escludere, perciò con queste premesse,  che il mondo duri fino a lunedi' prossimo, ed e' con questo auspicio che volenterosamente ho iniziato questa, nuova, faticosa e impegnativa giornata.

 

Il giorno spunta oscuro,

esso ora conta una infinità di volte:

il domani del domani è nato ancora

e le barche girano eterne il ponte nella palude,

la vita si trascina lentamente dal passato;

osservando meravigliato io traccio i suoi modelli in me,

il tempo del passato ritorna nella mia vita e se ne serve,

non biasimarmi, dunque,

per le lettere che possono formarsi sulla sabbia,

non guardare i miei occhi,

tu potresti vedere tutte le immagini che si allargano nel mio cielo

e colorano la mia vita,

non dire che sbaglio se immagino

che la voce della mia vita non può cantare:

Il destino entra e dice parole antiche: il conosciuto si serve di te!

Le mie mani splendono tenebrosamente bianche

e si vedono solo nell’oscurità

per benedire il bambino nato oggi,

volando in alto,

volando nella paura: piccolo Toro cattivo!

condannato a morire mille anni prima che nascessi!

La conoscenza splende nei miei occhi e tocca il mio viso,

nel punto dove io l’ho vista essere prima.

Non biasimarmi, ti prego, per il destino che cade,

io non l’ho scelto!

 

Sono le 15,03 della mia vita

ed il raggio di sole di stamattina,

a Levante,

non è riuscito a squanciare del tutto

le nuvole sulle colline.

 

11117370
L’ho vista dalla sabbia della spiaggia di Ponente, proprio accanto alla Luna che spuntava dietro l’Etna, ieri sera,  in una sera di cielo chiaro e azzurro, terso dal vento di Libeccio, lavato da giorni di pioggia sporca: era lei, la stella. Una sola è la stella che sempre risplende...
Post
17/09/2009 15:01:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. stellasirio87 17 settembre 2009 ore 18:10
    ovvio che davo un senso romantico alla pioggia ,anche perche con tutto lo smog le gocce che cadono sprigionano odori non piacevoli dato che reagiscono con i residui della combustione dei carburanti... la cosa cambia solo se siamo vicini a un bosco ....buona serata e grazie del passaggio..:rosa
  2. rina.84 17 settembre 2009 ore 23:38

    se domani Dio mi da' la possibilita' di controllare che il mondo ancora c'è.....cosa ci faccio io?

    http://www.youtube.com/watch?v=Ctj-zPmBDqc

  3. nessun.attesa 18 settembre 2009 ore 10:45

    oggi ci siamo ma in questo istante....al prossimo istante già non lo sappiamo.

    Una serena giornata

  4. maretraicapelli 18 settembre 2009 ore 22:20

    sono le 22,19... profumo di mare e di pioggia nell'aria... è l'autunno.

     

    dolce notte

      :rosa

     

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.