Anaconda

09 aprile 2010 ore 12:57 segnala

Canzone estiva in autunno, perchè non mi riesce di prendere

il colore delle foglie cadenti?

Quante parole ho pronunciato

che non sono state ascoltate, non sono state capite!

E la canzone che lei ora sta canticchiando è già melodia di ieri,

una canzone senza senso e senza gloria, vuota.

La vita che volevo amare mi sta... stritolando

come le spire di una anaconda.

Passeggio alla luce del sole presso il mare

mentre un solitario gabbiano grida dal cielo;

ma i miei cieli ormai sono nuvolosi, l'amore che avevo è morto.

E il mare si ritira dalle dune più lontane,disegna strane forme sulla spiaggia di Marinello

mentre la vita che amavo mi sta stritolando.

Ricordo la serenità che avevo

come ridevo a lungo nel sole, anni fa

ma ora gli occhi mi si stanno appannando,

c'è il torpore ormai nella mia lingua....

Guardo dalla spiaggia l'acqua che mi sta chiamando

al di là del vento:

"Dunque!" - mi dice - "Getta da parte il tuo fardello e lentamente

vieni dentro stando ritto".

E domani sarai nelle notizie di ieri:

non vedi che la vita che volevi amare ti sta stritolando?".
11515159
Canzone estiva in autunno, perchè non mi riesce di prendereil colore delle foglie cadenti?Quante parole ho pronunciatoche non sono state ascoltate, non sono state capite!E la canzone che lei ora sta canticchiando è già melodia di ieri,una canzone senza senso e senza gloria, vuota.La vita che volevo...
Post
09/04/2010 12:57:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. Shakiki.290 10 aprile 2010 ore 15:17
    la vita va vissuta con consapevolezza...sempre.
  2. tramontoassolato 10 aprile 2010 ore 18:03

     

    Niente al mondo vale il prezzo di una vita... credici.

    Goditi un fine settimana con pensieri più sereni.

    Alba:rosa

     

  3. serenella21 10 aprile 2010 ore 22:20

    la vita è una gabbia..una morsa ke ti strnge togliendoti il respiro e il mare alle volte ti attira ..t'invita basta poco x lasciarsi andare farsi cullare nelle sue onde

    buona domenica ciao:rosa   lisa

  4. nessun.attesa 12 aprile 2010 ore 11:46
    il più delle volte siamo noi  stessi l'anaconda.

    Ciao Mario
  5. serenella21 14 aprile 2010 ore 19:32

    grazie del commento:rosa

    buona serata

    ciao :rosa  lisa

  6. Shakiki.290 16 aprile 2010 ore 13:56
    Buon fine settimana.:bye
  7. Linda.75 16 aprile 2010 ore 14:06
    degrada il nostro corpo.
    E' passata una vita e non abbiamo risposto a più di metà delle domande che ci siamo posti, per lo più, quelle più importanti, più curiose....
    Pensando così, è vero, la vita che volevamo amare ci sta stritolando.
    Avevo in mente di farti un bel lungo discorsetto, di lodare la vita...ma come faccio se non posso offrirti ne risposte ne rimendio alla infelicità?!
    E pure mi trovo a lottare. E' l'istinto di sopravvivenza? E' lamore?
    E' un qualcosa che va al di sopra di ogni ragionamento razionale...qualcosa che non riesci a prendere, qualcosa che non puoi fermare, ne controllare...
    Non lo vedi e non lo tocchi, ma c'è...lo percepisci con i sensi...ed è questo che ti spinge a scrivere e condividere le tue emozioni, malgrado esse sono negative...
    Stai ancora cercando...qualcosa di nuovo...o qualcosa che avevi e che hai perso...solo tu sai cos'è.
    Un abbraccio
    Karol
  8. tramontoassolato 20 aprile 2010 ore 00:41

     

    Ciao come và?

    Spero bene :-)

    Albarosa

     

     

  9. Shakiki.290 21 aprile 2010 ore 19:27
    Passo per lasciarti l'augurio di una dolce serata.
  10. LADYMIND.67 13 maggio 2010 ore 08:05

    Il video e' incantevole.. con la sua musica

    Parole tristi, ma ...

    tutto riparte l'istante dopo averle scritte...

    abbiamo sentimenti che, talvolta basta fare uscire dalla mente e urlarli al mondo, e poi se ne vanno nel vento.

     

     

    ciaoAnima:batarosa

     

     

    ...lina

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.