In realtà

17 giugno 2009 ore 22:32 segnala
Uno

E ora che mi è stato strappato il cuore,

espiantata l’anima,

lobotomizzate le speranze,

macerati i sentimenti

in una agra salsa di fiele e di aceto,

murata ogni strada della immaginazione,

che cosa farò?

Di nascosto, nelle biblioteche comunali,

cercherò di riconoscermi

in qualche vecchio poeta di seconda mano.

 

Due

Me ne vado, ti lascio nella sera

che, benché triste, così dolce scende

per noi viventi, con la sua luce fioca,

che alla fine della Salita del Quartiere

in penombra si raggruma.

E lo commuove. Lo fa più grande, vuoto,

intorno, e, più lontano, lo riaccende

di una vita smaniosa di giovani nottambuli,

in cerca di una estate precoce, dei gridi umani,

dialettali, fa eco una musica fioca

allegra e malinconica, dalla scalinata del Castello.

10919584
Uno E ora che mi è stato strappato il cuore, espiantata l’anima, lobotomizzate le speranze, macerati i sentimenti in una agra salsa di fiele e di aceto, murata ogni strada della immaginazione, che cosa farò? Di nascosto, nelle biblioteche comunali, cercherò di riconoscermi in qualche...
Post
17/06/2009 22:32:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. luci46 17 giugno 2009 ore 23:14

    la felicità, riuscire a esser contenti di quello che si ha.... o  progettare un futuro diverso... Luci

  2. ivana56 20 giugno 2009 ore 23:29

    serena notte e  una buona domenica

    :ciao ivana

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.