Ponente

14 luglio 2009 ore 18:16 segnala
Il tempo è il nostro padrone,

la vita ci possiede

non apparteniamo al mondo

anche se lo crediamo fortemente;

quindi non seguirmi ora,

ti prego,

preferisco vivere di realtà

che di bugie e di illusioni:

non ci sono cure al mio male

bisogna solo soffrire

come molta gente 

che ama illanguidirsi

nella sofferenza,

che ama cercare rimedi

ad ogni insoddisfazione,

rifugiarsi nel nulla,

con la scusa della sofferenza.

Ma io non sento alcuna sofferenza

e non mi lamento

le cose potrebbero essere peggiori.

Ed ogni cosa può accadere

in questa vita

e in questo tempo.

 

 

I cattivi maestri. Quella banda di ragazzini del Nordest che, per passare il tempo, si appostava a picchiare omosessuali e disabili: da chi ha imparato? Hanno imperversato per parecchio tempo, nella paura generale. Alla fine, un gay meno terrorizzato degli altri ha trovato la forza di denunciarli, e la polizia li ha arrestati. Il piu' grande aveva diciassette anni: un'eta' tristissima, per imparare la vigliaccheria. Una volta i filosofi insegnavano il coraggio. Adesso fanno politica, danno del peccatore a chi non e' come loro, ingiuriano pubblicamente coloro che poi i ragazzini incoscienti aggrediranno; e non si chiamano piu' Socrate, ma Bottiglione ( ma dove è finito?), Savini, Calderoli. Borghezio etc etc. Per loro poltrone e onori, altro che cicuta.

 

Enciclicamente. I gay vanno all'inferno, annuncia Sua Santità sotto il bel Cupolone costruito dal gay Michelangelo.

 

Scusate, sono stato fuori dall'Italia qualche mese... mi aggiornate, per favore? Di chi è che devo avere paura adesso... sempre i Rumeni? Gli Zingari? Si torna ai marocchini stupratori? Ci sono new entry dall'Oriente? Come? Adesso i violenti sono gli italiani? ... Cioè... fatemi capire... devo aver paura degli italiani? Dei bianchi? Di me stesso?
Ahhhhhhh, vale solo se sono negro o cinese! Ah vabbè allora... posso stare tranquillo...
(Scusa mi fai un kebab senza cipolle? Ma... Il kebab lo posso mangiare, vero? Non è che poi col buio mi confondono per uno di quelli?)

 

Centrosinistra. Ehi, abbiamo un candidato! Dopo tanti anni passati a rincorrere Berlusconi e le sue idee, finalmente abbiamo trovato il leader giusto da contrapporgli. Tempo fa avevamo creduto di trovare il leader in Wanna Marchi, naturalmente. Televisione lui, televisione lei; imbonitore lui, imbonitrice lei; tutt'e due specializzati a vendere a milioni di coglionazzi il sogno di diventare ricchi. L'hanno messa in galera? E che vuol dire! Anzi! È un complotto dei giudici, naturalmente, dei giudici communisti ! Oggi c'è uno serio, anche se è stato un comico, ma la nomenklatura, l'apparato ne ha paura: e dice che non ha i requisiti. Questi non cambieranno mai, preferiscono estinguersi, come certe speci, pittosto che cambiare pelle come il serpente.

 

Incubo berlusconiano. Il governo svizzero, formato da ferocissimi communisti, ha deciso di rendere pubblici per legge gli stipendi dei supermegamanager delle più importanti società. Alcuni di costoro erano stati denunciati per distrazione di fondi e truffa dai poveri azionisti dell'Abb e della Swissair, falliti per la pessima amministrazione dei manager superpagati. In Italia, dove grazie a Dio il governo non è communista, gli stipendi dei manager continueranno ad essere segreti.

 

Bisogna sempre avere un nemico a cui addossare tutte le nostre colpe, responsabilità e fallimenti, se non avessimo questo nemico le nostre pulsioni aggressive si ritorcerebbero contro noi stessi con un meccanismo che in psicanalisi viene definito: conversione. Hitler, ai tedeschi, indicò come nemici gli ebrei, gli uomini bianchi che conquistarono il West ebbero come nemici i veri americani: i pellerossa. Un sondaggio di qualche anno fa ci fa sapere che in Italia i nemici sono i seguenti: al primo posto l’autovelox, al secondo la Guardia di Finanza. A seguire, i communisti, gli zingari, gli extracomunitari, la gente senza soldi e quasi tutti gli altri italiani.

 

 

Sono le 18,14 della mia vita,

le ombre del sole

sulla spiaggia di ponente

si scagliano feroci, di nero,

sui palazzi e sulle case

sugli uomini e sulle cose;

lontano, nella campagna

latrati di cani,

sotto la mia finestra

il solito gatto che gioca

a rincorrersi con altri mici.

Noi, invece,

che ci guardiamo

attenti e immobili, da gatti,

aspettando il passo falso dell’altro,

abbiamo sempre saputo, in effetti,

chi è il più forte a correre, scappare.

 

10981400
Il tempo è il nostro padrone, la vita ci possiede non apparteniamo al mondo anche se lo crediamo fortemente; quindi non seguirmi ora, ti prego, preferisco vivere di realtà che di bugie e di illusioni: non ci sono cure al mio male bisogna solo soffrire come molta gente  che ama...
Post
14/07/2009 18:16:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. nessun.attesa 14 luglio 2009 ore 18:56

    cattivi maestri prolificano...

    Il peggior nemico di me stessa sono io, non mi sento di addossare colpe ad alcuno, anche se a volte, non intenzionalmente, può succedere.

     

    In questa vita può ancora accadere qualcosa ....forse ...

    Buona serata Mario

  2. luci46 15 luglio 2009 ore 22:32

    a farci credere che la colpa viene sempre da fuori ci convinceranno anche che loro sanno amministrarci...

    vorrei essere sulla spiaggia della foto...immersa nell'acqua...

  3. ivana56 15 luglio 2009 ore 22:51

    è vero facciamo la corsa con il tempo  ma è lui che arriva sempre x primo,e noi non abbiamo piu tempo  x vedere cosa e chi sta in torno a noi

    serena notte

    :ciao ivana

  4. camilla7 29 luglio 2009 ore 21:19

    Io partirò per le ferie, volevo augurarti buone vacanze!!!!

    :batapalloncino

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.