Sicuro di essere stanco ?

01 marzo 2022 ore 23:56 segnala
Inizio col cimentarmi in qualcosa di diverso, probabilmente non mi ero ancora espresso in questi termini. Dunque si, sono fuori forma davvero stavolta, sto subendo una perdita di potere a livello generico. Sono attaccato dall'apatia in particolare, ma chissà se dietro, sotto, sotto non ci sia anche un pò la presenza studiata della depressione. C'è qualcosa che cerca di circondarmi, di prendermi ma il problema è che sono difficile da prendere tutto per intero, non è cosa così semplice bypassare tutti i dispositivi di sicurezza, i sistemi di allarme, le difese perimetrali e l'ostentato orgoglio patriottico dell'interno, con l'orgoglio come capoluogo sito nel mezzo del cuore, tempio ideologico e spirituale. Sono al cospetto di vere e proprie infiltrazioni patologiche, queste potrebbero ingravidare la mia salubrità e costringermi al ritiro definitivo, ma ciò non si è mai verificato sicchè la storia parla di continui ritorni e ripetuti declini. L'apice non è più durevole di quel che serve, c'è lo racconta la vita nei suoi cambi repentini, cambi in cui dobbiamo ritrovare le forze se non vogliamo inciampare in amari esiti dal retrogusto drammatico. Non sento di dovermi leccare le ferite, non mi sembra il caso, ma sento di essere stato leggermente drogato, drogato da quei tipi o tipe, poco raccomandabili. Vogliono approfittarsi di me perchè ho le difese immunitarie abbassate, nel frattempo i Telegiornali rigurgitano le solite belle notizie, il clima non si farà tiepido prima del prossimo tramonto, magari quello del genere umano. Ma niente non cado, non sprofondo, non c'è neanche il gusto di dire: "Cavolo finisci sotto per una volta ! Come un addestratore cinofilo ho lavorato sulla selezione per l'ottenimento della razza perfetta, costruita per soprastare questa civiltà prelibata, ma allo stesso tempo insensata. Ma una cosa come la perfezione, non lascerebbe sbavature come il suddetto caso, forse più semplicemente un umano è pur sempre un umano anche se è più duro del normale. Questo stato è come una piccola febbre, sento di avere una febbre, una strana febbre e sento anche che parlarne è un modo furbo per sottrargli la persistenza. Da solo alla stregua delle bestie circondato da pareti indifferenti, sono stato in grado di negoziare con i problemi, brandendo infine il controllo. La cosa più controversa di tutta la faccenda è che il mio corpo prima di essere tenuto in ostaggio da quelle cose lì è letteralmente gestito dalla mia mente: Che gran novità eh ? Ma questa è dura quanto un colonnello dell'esercito, non risparmia nemmeno me, figuriamoci i dispetti che farebbe al primo che capita, se solo non gli mettessi un freno. In generale non ho di che lamentarmi, essere per buona parte così non mi fà essere il pasto apprezzato da avvoltoi e sciacalli. Penso di aver scritto in una maniera leggermente più intima stavolta, le mie sensazioni si sono momentaneamente sostituite alle idee che nutro del mondo. Resto stanco si, ma sempre distante dall'essere colonizzato
36241537-a0ec-42b5-8926-4a74d7e1ab7b
Inizio col cimentarmi in qualcosa di diverso, probabilmente non mi ero ancora espresso in questi termini. Dunque si, sono fuori forma davvero stavolta, sto subendo una perdita di potere a livello generico. Sono attaccato dall'apatia in particolare, ma chissà se dietro, sotto, sotto non ci sia anche...
Post
01/03/2022 23:56:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.