Peter Max

06 agosto 2019 ore 15:29 segnala



In un blog deicato quasi esclusivamente alla musica, come per Denny Dent anche Peter Max si merita uno spazio all'interno del mio blog, anzi a voler ben vedere sono io che non dovrei trovare spazio qui ma tant'è, (special modo oggi 6 Agosto che nel 1965 vedeva l'uscita di "Help" il quinto album dei Beatles, mi pare duopo scrivere di Max)
Nato in Germania il 19 Ottobre 1937 da una famiglia ebrea che presto dovette sfuggire al nazismo, Peter Max passò una parte dell’infanzia a Shangai e ne conserva ancora ricordi molto vividi: per esempio dei disegni fatti per strada dal padre di una sua compagna di giochi, e chissà quanto il paesaggio e la flora esotica hanno inciso sulla sua arte. Dopo il trasferimento a New York e gli studi all’Arts Student League di Manhattan con un allievo di Norman Rockwell, fonda nel 1962 il suo primo studio con l’amico Tom Daly, e soprattutto in progetti di grafica pubblicitaria comincia a elaborare creativamente tematiche oggi fanno parte dell’armamentario di molte conversazioni quotidiane, ma che all’epoca erano del tutto inediti: gli influssi astrali, per esempio, lo yoga, la spiritualità orientale. Shakerate questi elementi con l’ampia diffusione delle sostanze psicotrope e con un gusto per la grafica floreale Art Nouveau e otterrete quell’affascinante mondo estetico
al profumo di patchouli che continua ciclicamente a presentarsi sulle passerelle di moda. Arriva una copertina di Life,



arrivano le partecipazioni ai talk-show, le rielaborazioni della Statua della Libertà,
Il 4 luglio 1976, Max iniziò la serie della Statua della Libertà che portò al suo impegno con l'amministratore delegato della Chrysler Lee Iacocca per contribuire al restauro della statua.Ed anche le commissioni federali per la creazione di francobolli.



Arriva anche l’amicizia con i Beatles (John Lennon era un fan appassionato, e per Ringo Starr Peter Max ha creato in anni recenti un fantastico pianoforte multicolor), alcune insistenti voci mettono Max tra i creatori del famoso " Yellow Submarine", anche se i produttori del cartoon Yellow Submarine negano una partecipazione diretta dell’artista al film.( nota bene i produttori lo negano nessun beatle lo ha mai negato). In seguito Max dipinse molte opere usando come soggetto i Beatles anche se in una versione "lisergica".



Lo stile di Max, i suoi colori e il suo gusto per la vita, i suoi cuori, i suoi pianeti e le sue bocche sorridenti caratterizzano la nuova collezione,già perché nel frattempo è diventato anche un guru per la moda sia per uomo e per donna. Gli elementi da tenere d’occhio, dicono alla Wrangler, sono «il mix di denim diversi nello stesso capo, con inserti di tessuti e di vari colori. Ogni elemento di ogni singolo capo viene tagliato separatamente, tinto, lavato e poi riassemblato», in puro stile artigianale Anni 70. Due opere di Max, Flower Runner e Smile, sono abbondantemente citate in riviste di settore . Colori pop per shorts, camicie e t-shirt della versione estiva: rosso, pesca, verde, blu e sabbia, mentre per la collezione autunnale la palette si sposta su navy, burgundy, tabacco e off-white. E anche il fit dei jeans si adegua: per lui c’è una versione del classico modello 11MWZ con la gamba stretta in fondo, per lei un denim Anni 70 che fascia i fianchi e veste dritta la gamba. E poi shorts leggermente svasati e giacche boxy: confortevoli per i Millennials come per i figli dei fiori.
Nel novembre 1997, Max si è dichiarato colpevole nel tribunale distrettuale federale di Manhattan con l'accusa di aver nascosto oltre $ 1,1 milioni di entrate dall'Internal Revenue Service in connessione con le vendite delle sue opere tra il 1988 e il 1991. La richiesta è arrivata due giorni prima della sua partenza sotto processo con una cospirazione di 11 conteggi e accusa di frode fiscale. Sotto l'accordo, si è dichiarato colpevole di accusa di cospirazione per frodare l'IRS e accusa di evasione fiscale, dicendo a un giudice federale che aveva preso i pagamenti in contanti, depositato gli assegni dei clienti sul suo conto personale e disposto altre transazioni per evitare le tasse responsabilità. Nel giugno 1998, fu condannato a due mesi di carcere e a una multa di $ 30.000. Il giudice federale ordinò a Max di pagare le tasse dovute e di svolgere 800 ore di servizio alla comunità.
Max è un ambientalista , vegano e sostenitore dei diritti umani e degli animali (questo post non fa di me un vegano sia chiaro). Nel 2002,si narra che una mucca fuggì da un macello dell'Ohio. La mucca saltò su una recinzione di sei piedi ( + o - 1.80cm) mentre i lavoratori dei macelli erano in pausa e non riuscirono a catturare per undici giorni. Max in seguito ha donato opere del valore di $ 180.000 a beneficio della Società locale per la prevenzione della crudeltà verso gli animali, parte dei proventi venne devoluta alla mandria della mucca a Farm Sanctuary a Watkins Glen, New York , una casa permanente in cui la mucca è rimasta per il resto della sua vita.
Max vive a New York City e ha due figli adulti, Adam Cosmo Max e Libra Astro Max. Max ha sviluppato demenza avanzata, in gran parte il risultato del morbo di Alzheimer.




73602840-f390-415e-b71e-725fa9dd402c
« immagine » In un blog deicato quasi esclusivamente alla musica, come per Denny Dent anche Peter Max si merita uno spazio all'interno del mio blog, anzi a voler ben vedere sono io che non dovrei trovare spazio qui ma tant'è, (special modo oggi 6 Agosto che nel 1965 vedeva l'uscita di "Help" il ...
Post
06/08/2019 15:29:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Commenti

  1. Rebelhead 06 agosto 2019 ore 23:48
    :ok

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.