L'Italia dei divieti

30 luglio 2010 ore 00:43 segnala
Nella bananas republic denominata ITALIA le tasse sono ormai ai limiti del tollerabile, soprattutto nei confronti di altri paesi REALMENTE civili. Così si sono inventati le tasse aggiunte, cioè I DIVIETI. Una vera manna per le casse dello stato e di quelle comunali.
Senza voler citare i già famigerati AUTOVELOX usati a sproposito soprattutto dai Comuni, dove si appostano in agguato vigili o aziende specializzate in tale tipo di taglieggio...guarda caso proprio dove ci sono dei limiti insostenibili. Ogni tanto, a sostenere la tesi del pericolo dell'alta velocità, ci sguinzagliano i propri cani, giornalisti che pubblicano qualche incidente (che avvengono tutti i giorni purtroppo) dovuto all'alta velocità ma che non c'entra assolutamente niente con i limiti di 30/h fatti apposta per essere infranti. Senza voler citare le carissime STRISCIE BLU, dove devi pagare in anticipo prevedendo al minuto la tua presunta sosta, oppure acquistare un grattino all'ora, anche se ti sei allontanato di parecchio dall'auto, magari proprio per mancanza di spazio parcheggiabile. E chi controlla l'esposizione dei biglietti? I venerabili ausiliari del traffico: gente comune pescata nei vari collocamenti e incentivata a multare i cittadini perchè praticamente campano di percentuali sulle multe.
Ma vediamo cosa si sono inventato in alcuni Comuni del nostro Bel Paese:
- A Eboli è VIETATO baciarsi in macchina (ferma);
- A Capri non si possono calzare zoccoli olandesi (quelli in legno)
- Vietato apporre nani nel proprio giardino
- A Castelvolturno è VIETATO bere con la cannuccia;
e ancora: DIVIETO DI LASCIARE L'ASCIUGAMANI SULLA SPIAGGIA MENTRE SI E' IN ACQUA;
DIVIETO DI FARSI MASSAGGIARE IN SPIAGGIA;
A Isola di Caporizzuto, in Calabria, puoi fare il bagno ma se indossi una maschera per guardare sotto il livello dell'acqua senza avere acquistato un apposito permesso dalla Capitaneria di 30 €, sei in contravvenzione.

TUTTI METODI PER RIMPINGUARE LE CASSE DEI
COMUNI. E a fare da sceriffo per l'applicazione della Santa Legge è il VIGILE URBANO, una volta amico del
cittadino ma oggi trasformato in CACCIATORE DI TAGLIE.

Ma l'Italia è un paese che tutela il cittadino, soprattutto l'influenza del Vaticano, ha fatto sì che non sorgessero Casinò per non incrementare il gioco d'azzardo.
Così sono nati i GRATTA E VINCI e le SLOT. RIGOROSAMENTE MONOPOLIO DELLO STATO, sono prodotti che fruttano diversi miliardi all'anno, grazie ai quali l'INPS riesce a pagare le pensioni, dunque regolarmente pubblicizzati con lo slogan GIOCA RESPONSABILE. Come se l'incallito giocatore, quello indebitato fino al collo, stesse a sentire i consigli dello spot tv.

Con tutto questo voglio semplicemente dire a tutti:
- NON LASCIAMOCI TAGLIEGGIARE. Queste multe (non tutte sono a scopo di lucro) NON VANNO PAGATE.
Quando vi recapitano una multa assurda FATE RICORSO a tutti gli orgni competenti.
Anche per certi AUTOVELOX che oltre ad essere illeggittimi sono MOLTO PERICOLOSI perchè se uno li vede all'improvviso inchioda e provoca incidenti: NON PAGATE, FATE RICORSI SU RICORSI, tanto in Italia non basta una vita per vedere terminato un dissenso civile.

VIVA LA DEMOCRAZIA - VIVA L'ITALIA

11696489
Nella bananas republic denominata ITALIA le tasse sono ormai ai limiti del tollerabile, soprattutto nei confronti di altri paesi REALMENTE civili. Così si sono inventati le tasse aggiunte, cioè I DIVIETI. Una vera manna per le casse dello stato e di quelle comunali. Senza voler citare i già...
Post
30/07/2010 00:43:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.