IL MUSEO (parte 4) - Racconto passionale

17 marzo 2011 ore 00:28 segnala
Parlammo a lungo, sentivamo tutti e due che non era scattata solo attrazione fisica, quello che ci aveva colto così all’improvviso era molto di più.
Guardammo i cellulari, ognuno di noi aveva ricevuto diverse telefonate e ora bisognava richiamare. Tranquillizzammo tutti coloro che ci avevano dati per dispersi e, inventando scuse alquanto improbabili, cercammo di prendere altro tempo per noi.
Ci raccontammo così le nostre storie, i sogni, le aspettative disilluse,le insoddisfazioni. Mentre parlavamo continuavo a far scorrere la mano sul suo corpo nudo, volevo mantenere il contatto, sia per il piacere di farlo, sia perché ancora non credevo che fosse successo realmente.
Mi parlò di lei, del rapporto con i genitori, della madre persa prematuramente, del padre sempre assente a causa del lavoro. Ascoltavo e riflettevo su come avessi vissuto anch’io l’assenza di mio padre. La figura maschile nell’ambito famigliare viene troppo spesso vista come marginale, come se l’educazione e la crescita dei figli riguardasse solo la madre. Solo da grandi si comincia a percepire questa mancanza, e quanto pesa.
Mi parlò dei suoi due figli, di come crescevano belli e vivaci. Il suo orgoglio di madre traspariva in ogni parola. Sorvolò, e anch’io lo feci, sul rapporto con il compagno; troppo presto per scendere in certi particolari.
Difficile pensare di lasciarsi e tornare alla quotidianità.
Mi avvicinai di nuovo a lei e la baciai. Questa volta fu un bacio dolce, assaporato lentamente, consapevole di quanto fosse bello quello che stava nascendo.
Delicatamente entrai ancora una volta dentro di lei. Mi accolse felice e, incrociando le gambe dietro la mia schiena disse: rimani qui.
f58b428c-c18b-493e-b90d-4dbc5f46275d
Parlammo a lungo, sentivamo tutti e due che non era scattata solo attrazione fisica, quello che ci aveva colto così all’improvviso era molto di più. Guardammo i cellulari, ognuno di noi aveva ricevuto diverse telefonate e ora bisognava richiamare. Tranquillizzammo tutti coloro che ci avevano dati...
Post
17/03/2011 00:28:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.