MY GOD

09 ottobre 2009 ore 20:21 segnala
People -- what have you done --
Locked him in his golden cage.
Made him bend to your religion --
Him resurrected from the grave.
He is the God of nothing --
If thats all that you can see.
You are the God of everything --
Hes inside you and me.
So lean upon him gently
And dont call on him to save you
From your social graces
And the sins you used to waive.
The bloody church of england --
In chains of history --
Requests your earthly presence at
The vicarage for tea.
And the graven image you-know-who --
With his plastic crucifix --
Hes got him fixed --
Confuses me as to who and where and why --
As to how he gets his kicks.
Confessing to the endless sin --
The endless whining sounds.
Youll be praying till next thursday to
All the gods that you can count.

Marillion e il gigante "FISH"

09 ottobre 2009 ore 19:29 segnala

e' immenso,vederlo dal vivo toglieva il fiato sia per la sua voce che per la sua stazza.....

GENTLE GIANT

08 ottobre 2009 ore 20:55 segnala
See me, what I am, what I was, what I'll be,
Hear me, understand that I'm not what you see
Take this, take the man, middle term, common me
Don't you see that I'm just doing what I want to do
Nothing more and nothing less than you
Read no thoughts I didn't think myself
Just the same as anybody else

Make me someone else, put me up on a stand.
Something that I don't really want on my hands
Use me, idolise all you can understand
Don't you see that I'm just doing what I want to do
Nothing more and nothing less than you
Read no thoughts I didn't think myself
Just the same as anybody else

Change it, what you think, what you thought, what you say
Look for something more than you sought yesterday.
I don't want to be part of your life to-day.
Don't you see that I'm just doing what I want to do
Nothing more and nothing less than you
Read no thoughts I didn't think myself
Just the same as anybody else

FRANK

08 ottobre 2009 ore 19:51 segnala

NON QUI, MA L'HO VISTO LETTERALMENTE  GODERE SUONANDO "WATERMELON"

"""""WHY"""""

30 settembre 2009 ore 19:34 segnala

Bellissima versione di "WHY"      ANNIE    LENNOX      
Quante volte devo tentare di dirti
Che mi dispiace per le cose che ho fatto
Ma quando inizio a farlo
Tu cominci a dirmi:
Hey…questo tipo di problema è solo l’inizio.
Mi dico troppo spesso
Ma perché non impari mai a tenere la boccaccia chiusa?
E’ per questo che fa così male sentire le parole
Che continuano a caderti dalla bocca
caderti dalla bocca
caderti dalla bocca
Dimmi….
Perché
Perché
Posso essere matta
Posso essere cieca
Posso essere crudelmente insensibile
Ma riesco ancora a leggerti nel pensiero
Ed ho sentito dire troppe volte:
E’ meglio che tu te ne vada
Inoltre…
Perché non riesci a vedere che questa nave sta affondando
questa nave sta affondando
questa nave sta affondando
Andiamo sulla riva dell’acqua
Possiamo far naufragare questi dubbi
Alcune cose è meglio non dirle
Ma ancora mi sconvolgono
mi sconvolgono
mi sconvolgono
Dimmi….
Perché
Dimmi….
Perché
Questo è il libro che non ho mai letto
Queste sono le parole che non ho mai detto
Questo è il sentiero che non ho mai percorso
Questi, invece, sono i sogni che io farò
Questa è la gioia che raramente viene irradiata
Queste sono le lacrime…
Le lacrime che abbiamo versato
Questa è la paura
Questo è il terrore
Questo è ciò che contiene la mia testa
E questi sono gli anni che insieme abbiamo trascorso 
E questo è ciò che rappresentano.
E questo è quel che sento.
Sai come mi sento?
Perché non penso che tu sappia come mi sento
non penso che tu sappia come mi sento
non penso che tu sappia come mi sento
Tu non sai cosa sento.
                                                                                             

"PECULIARE"

26 settembre 2009 ore 11:28 segnala
Un film che mi è piaciuto moltissimo (che denunciava una pratica, che veniva esercitata, non a tutti nota....l'electro shock...) e fà seriamente riflettere sul chi sia veramente "pazzo"....

PETER GABRIEL

25 settembre 2009 ore 21:14 segnala
AMO QUEST'UOMO...LA SUA VOCE MI CONFONDE,IL SUO RITMO MI TRASCINA,IL SUO FASCINO MI INEBRIA.....AHAHAHAH

Desert of rain Andreas Vollenweider

20 settembre 2009 ore 22:32 segnala

  Lyrics by Eliza Cilk                                                                                                                                                  Life in the desert of rain We are the people who live on this plain Waking and sleeping we wander alone Through the wind, the sand and the stones And the rain flashes glimmers of gold Pleasure to our eyes in the cold No long ago songs to poison our souls And tomorrow never unfolds (Our home is the desert of rain) Here are no paintings Here are no tales No poet lives here Theres no hiding ourselves Flints of our hearts are hard They link us together and keep us apart My path crossed yours in the dark We both touched and saw the spark And the spark grew to white heat and flame As our spirits awoke to a thundering beat And the drum sings the language of time Where rivers flow into your mine (A glow is in the desert of rain) Here is a painting Here spins that Here is a poem Heres shelter for us You move on, you move on Beyond the horizon youre gone And the rain flashes glimmers of gold But Im cold, Im freezing cold And the cold blade that cuts deep From the shadows of you to my waking sleep And the drum says this has been born While I live like a flame in a storm (I lost my home in the desert of rain) You'll be my painting This'll be my You'll be my poem I will tell to myself

And you and I

20 settembre 2009 ore 21:05 segnala
DEDICATO A UNA PERSONA CHE IN QUESTO MOMENTO SENTO MOLTO VICINA.........