Intellettualità e Internet

13 luglio 2012 ore 15:07 segnala
Considerato che a seguito di un dibattito via messaggi sono stato bloccato da una utente desidero renderne pubblici i contenuti per continuarlo eventualmente con altri interessati all'argomento. Così, sic et simpliciter, mi va di gettare un sasso nello stagno. Siamo tutti adulti e io non mi nascondo dietro un dito negando che mi sono iscritto a Chatta perchè sto cercando una donna, quindi trovo onesto ripubblicare qui il mio profilo e la serie di messaggi scambiati con la signora in questione, di cui non citerò il nickname perchè "non si sa mai", ma che con un po' di attenzione potrete identificare tre la donne di Pordenone con fotografia e lunga serie di citazioni di vari autori delle quali una probabilmente mi ha malaugauratamente colpito, come l'avvenenza della signora in questione.

Ecco qui di seguito il "botta e risposta" in questione da cui manca un brano che ho cancellato d'impulso perchè l'ho considerato molto offensivo nei miei confronti.

pesciolino55 18 giugno 2012 ore 19:38

Sono tornato! Da pesciolino a barracuda. Uomo colto e dotato. Abile linguista e amante instancabile e sensuale. A scanso di equivoci vivo un matrimonio sessualmente insoddisfacente e cerco una donna preferibilmente sposata e insoddisfatta max 37enne per poter rivivere una vita sessuale appagante. Piacente, generosa, sensuale, con molto tempo libero. Si astengano mercenarie e donne che cerchino in me il compagno fisso della loro vita o che giudichino il mio un atteggiamento ipocrita o opportunista. Io sono un libero pensatore. Le donne che sono interessate ad avere una relazione con me siano prive di pregiudizi e di apertura tale da intendere ciò che di straordinario si può ottenere anche dall'incontro con un uomo sposato che ha delle responsabilità. Ti attendo fremente interlocutrice ignota. Prometto un mondo di tenerezze e piacere. Ki vivrà vedrà.

(Pesciolino 55 rispedisce una sua poesia a J. perchè manca una riga). Buongiorno.
Spero di conoscerti.

Rosa Mystica (27/06/2012)

Rosa della terra innatale,
quando ti appresti a salire agli astri?
Io sono di nuovo in viaggio e ti vorrei vicina,
voce che sei metà preludio e metà canto
E questo ti rende così bella.
Certo, potresti dire: percorro già il mio viaggio
e tu non sei invitato… per cortesia…
A cosa attribuire l’equivoco nella parola “cortesia”?
Forse alla varietà del silenzio che la segue,
Silenzio che è legame
Intrecciato dal volo sibilante delle rondini.
Sfuggi, mistero, eppure sei già complice dell’infinito
Dove l’orizzonte è vicino all’orizzonte.
E i tuoi petali zefiro apre e chiude
come soffio su un libro.
Aperto, chiuso.
Passi e leggi.
Passi.
Rimane.

J. Ti ringrazio per la poesia. Io sono R.
Il tuo profilo mi ha incuriosita stamane..devo rileggerlo più attentamente.

J. Interessante punto di vista il tuo. Credi nel valore della famiglia, e devo dire che è un nobile valore, molto importante. Tu cerchi una vita parallela a quella familiare. La stessa cosa vale per tua moglie quindi? Vivete insieme ma senza una vita sessuale? Lo sai che si può amare la propria famiglia e starle vicino anche dopo una eventuale separazione?? Ma ovviamente dipende sempre dal grado di interiorità e di equilibrio della coppia in questione...Difficile tu possa trovare una donna che accetti il tuo modo di "vedere"e "sentire",specialmente di giovane età. Dovresti incontrare una donna con il tuo stesso tipo di maturità interiore, e non è facile.

Sono D.. Grazie per la risposta. Beh, la mia situazione è molto particolare, ma assolutamente non infrequente. Il problema non è risolvibile banalmente con una separazione che sarebbe rovinosa perchè mi renderebbe economicamnte impossibilitato a rifarmi una vita con un'altra persona. D'accordo; la donna che cerco probabilmente non esiste (e infatti non l'ho ancora trovata dopo 1 anno: se ne conosci una ti prego di farmela conoscere), io comunque sto gettando un urlo di dolore: a voi donne che tanti diritti giustamente rivendicate, guardate che ci sono situazioni in cui gli uomini si trovano letteralmente in prigione e devono vivere una doppia vita, tripla vita e in cui il tradimento è necessario, senza ipocrisie. Mia moglie non ha l'equilibrio per parlare serenamente di tutto ciò anche se probabilmente sa di qualche mia scappatella. Io di sicuro non affronterò ancora l'argomento con lei. Abbiamo i figli al primo anno di università, spese enormi con la crisi che taglia le gambe al ceto medio. Forse dopo la loro sistemazione e le eredità dei nonni ormai molto anziani se ne potrà parlare, se ne avremo ancora le forze. Fatto sta che a 57 anni io non ho pruderie: dopo 5 anni di castità sento il bisogno del calore del corpo di una donna. Mia moglie da anni dorme in un'altra stanza e dichiara di aver chiuso con gli uomini. Io non mi rassegno, però. Ho avuto svariate brevi esperienze che mi hanno comunque arricchitto (soprattutto ho capito che le donne vogliono l'uomo tutto per sè, e che anche se la storia parte in un certo modo, con le cose ben messe in chiaro, finisce, finisce spesso male, con un livore incredibile da parte di lei che accusa l'uomo di aver fatto i propri comodi. Questa è la cosa più triste: un momento magnifico che finisce con un odio profondo per delle sciocchezze, pretesti banali. Credo che in queste circostanze ci voglia molta più maturità da parte della donna. Non tutti gli uomini sono maiali senza cuore. Spero di ricevere altri tuoi messaggi. Piacere di averti conosciuta. Sei una donna sensibile, ma sei donna...
Spero

J. "Sei una donna sensibile...ma sei donna spero"...ahahahah...ti sembro uomo??
Sono molto più che sensibile, e credimi quando affermo che ti capisco.
Diciamo che comprendo la tua situazione.Ma credimi,non tutte le donne sono materialiste e superficiali. Ci sono donne che credono in valori importanti e decidono di comune accordo con i loro mariti di intraprendere un cammino separato,ma senza per questo farsi del male a vicenda.
Certo non puoi pretendere di trovarti una donna di 37 anni che comprenda la tua situazione. A quell'età pensano alla famiglia...e non hanno ancora piena consapevolezza.
Ci sono donne che amano senza condizioni. Ma qui è molto difficile che le trovi.
Qui è pieno di persone arrabbiate, sfiduciate, perse nel rancore....
Non sanno più cos'è l'amore.......questo è il punto.
Tu lo sai cos'è l'Amore??
Dimenticavo: avere una amante non significa comunque potersi permettere di tradirla. Ha gli stessi diritti di una moglie. Se la tradisci significa che non ti dà ciò di cui hai bisogno, e quindi tanto vale lasciarsi. Se la tradisci solo per sfizio ..bhe non so che dirti. Il sesso è la manifestazione più alta dell'amore....io non lo ritengo una cosa a se stante. Amore e sesso vanno a braccetto. La mia interiorità mi "proibisce" di vedere in altro modo.
Se amo profondamente un uomo non lo tradisco.

D. Lo "spero" è un classico "lapsus calami". No, intendevo dire: sei donna, quindi inevitabilmente di parte, per quanto tu possa sforzarti di capire la mia situazione. D'accordo su quanto dici sull'amante, è una posizione difficile, coraggiosa, direi nobile in certi casi, e un tradimento sarebbe una vigliaccata. Che sia difficile trovarla qui, anche: arrabbiate se non psicotiche (permetti: sono medico e psicanalista, ci sono aspiranti distruggitrici di vite proprie e altrui). Amore e sesso: non son d'accordo con te altrimenti negherei la santità. Lo aveva capito Freud che ha inventato il termine sessualità e distingueva nettamente la sessualità dalla genitalità. Intendiamoci: queste sono elaborazioni ex post. Freud è stato ben poco capito e i suoi saggi più importanti, cioè gli ultimi, sono come le ultime sonate per pianoforte e gli ultimi quartetti di Beethoven: vanno oltre e per questo sono stati cancellati dalla psichiatria. Certo che amore e sesso vanno a braccetto e l'amore non contempla il tradimento. Tuttavia io sono convinto che il 95% dei matrimoni sia un incesto destinato al fallimento. E' meglio che non dica di chi è la colpa. Perchè? Perchè si pensa fantasmaticamente di trovare l'ideale partner complementare è ciò è impossibile, assolutamente impossibile, quindi il sesso non regge al fantasma. E allora? La relazione dura se l'amore (che sono convinto di aver inteso, ma purtroppo non basta perchè ci vuole l'analisi di entrambi per elaborare la questione) non è transitivo: non è "Io ti amo, veramente". Queste sono le ultime parole famose della settimana enigmistica. Non è amare qualcuno o qualcosa. E' intransitivo, e miracoloso: dà ciò che non ha e per questo lo ravvicino alla santità. E' la luce interiore di chi ha fatto ed elaborato un lungo viaggio di sofferenza e riesce a tirar fuori da se per la compagna/o un'inimmaginabile piacere che può anche non essere genitale, ma, per esempio, la realizzazione di un progetto. Diamo al sesso l'importanza che ha: è uno dei piaceri della vita. Come diceva Freud all'inizio de "Il disagio della civiltà", sembra proprio che gli umani abbiano dimenticato i veri valori della vita. Tu mi dirai: "Ma se hai elaborato tutto questo perchè non pratichi ciò che dici cercando di riconquistare tua moglie? Semplice: è troppo tardi per lei e per elaborare bisogna essere in due, e poi... tu non conosci mia madre e mia suocera: nessun santo le sopporterebbe.
Ti auguro un buona notte piena di sogni belli e gioiosi come un film d'amore.

J. Premetto che essere un'amante non è un gesto di nobiltà o coraggio,ma è una scelta!! Sei un uomo che non dà spazio all'interiorità. Usi logica e ragione a furor di popolo. Rispetto il tuo modo di interpretare sesso e amore, ma non li condivido.Ognuno di noi durante la vita percorre un cammino diverso dall'altro.E' giusto fare le proprie scelte, sperimentare. Ci si innamora, ci si sposa perchè ci si sente innamorati. Giustamente è un percorso. Poi c'è la famiglia. Il cammino è lungo, e le persone cambiano, molte coppie si separano. Altre preferiscono vivere come te.Io credo in qualcosa che tu non comprenderai mai, perchè il mio cammino è stato diverso dal tuo. Tu parli di psicanalisi, io parlo di filosofia di vita. Sono una persona semplice, ma sono colta.E la mia cultura mi ha portato a conoscere me stessa. A questo serve la cultura principalmente..a conoscersi e capirsi per poi condividere ciò che sappiamo e siamo con gli altri.Credi che io sia una sognatrice?? Certo che lo sono, e guai a chi tenta di togliermi i miei sogni.Io credo in ciò che sono e in ciò che penso e faccio.Io li realizzo i mei sogni, passo dopo passo, perchè ho fede in me stessa e nel mio prossimo. Vuoi trovare una donna?? Sii meno cerebrale e prova ad usare quella "cosa" che si chiama cuore.Io lo faccio e sono felice.

D. Senti J, mi hai fatto arrabbiare. Sei per caso una psicologa? Tu sei una donna che non dà spazio all'interiorità e punti l'indice accusando me di usare la logica e ragione che invece tu usi. Non hai la minima capacità di ascolto e credi in una vita ideale e in una felicità ideale. In sostanza credi nella filosofia greca e in tutti i suoi commenti nei secoli. Conoscere se stessi, la classicissima frase? Semplicemente impossibile. L'unica cosa che può avere un riconoscimento è il lapsus, come mi è capitato ieri. E riderci sopra perchè si è capito come siamo fatti. Io sono per il Pirandelliano "Uno, nessuno centomila". Con una interiorità di dimensioni insondabili. Altro che razionalismo. Mi tengo la mia normale dose di infelicità pragmatica e mi tolgo ogni illusione, cioè i sogni come tu li intendi. Mi dispiace ma menti sapendo di mentire. Il cervello comunque è molto più importante del cuore, se si trova una donna meno infarcita di idealità platoniche, sempre per la questione della sessualità di cui parlavo ieri. La strada non è semplice come credi tu. Tu non sai nemmeno dove sei perchè credi di realizzare i tuoi sogni, vivendo completamente nel realismo che attribuisci a me. In realtà non sai proprio un bel nulla. Signore perdona loro perchè non sanno quello che fanno. Io sono distante anni luce da quello che dici e spero 1) di averti trasmetto qualcosa che non sia propria di quei colti che Leonardo chiamava "Trombetti". 2) Di non imbattermi mai in una come te 3) Di imbattermi in una come te che faccia una nobile e irrazionale scelta e vivere una bellissima storia d'amore lasciando che le cose vadano come vadano. La vita non è piena di contraddizioni, mia cara. E' una contraddizione.
Per favore rispondimi solo se vuoi continuare il dibattito con curiosità intellettuale, altrimenti, diventa uno sterile parlarsi addosso. Ma, scusa, tu l'uomo della tua vita lo hai trovato?

J. Mi dispiace per questo tuo atteggiamento caro psicanalista pirandelliano. Se sei ancora al "Uno nessuno e centomila" non so che dirti.. Io ho sorpassato da un pò quel periodo.
Ho anche superato la filosofia greca. Ti faccio arrabbiare? E perchè mai? Metto in dubbio il tuo credo?.. Io lo rispetto, sei tu che non rispetti il mio.
Ma tu alla fine dei conti che cosa vuoi?? Non mi pare proprio tu desideri una donna. Tu vuoi solo un confronto con qualcuno. Usi il tuo sapere per sopraffare chi hai davanti.Tu non trovErai mai quello che cerchi,ammesso tu cerchi una donna da amare, si intende.Se ho trovato l'uomo della mia vita?? CI PUOI SCOMMETTERE.....
PENSO CHE COMUNQUE QUI LO PSICANALISTA SIA SOLO E SOLTANTO TU.
IO Sono una semplice artista, ma ricca di spirito.
Non vedo comunque la necessità di questo tuo astio nei miei confronti.Tu mi hai cercata, io mi sono limitata ad esporre ciò che penso.
IO NON HO INTERIORITA'''''''??? Prova a leggerti qualcosa di più sano che non sia a livello di psicanalisi,o di decadentismo......io non ho niente da spartire con uno come te.fORSE CREDI CHE LA NOSTRA DIFFERENZA DI ETà Vuoi un dibattito intellettuale?? Partecipa ad un programma televisivo.SEI PREGATO DI ASTENERTI DALLO SCRIVERMI CATTIVERIE, NON PORGO L'ALTRA GUANCIA.
CIA0.

D. Non c'è proprio nulla da aggiungere. Resta nella bambagia ideale e razionalistica o peggio newagistica. Non credo a una parola di quanto tu dici. E poi la prima ad attaccarmi (con modi educati, d'accordo) in quanto uomo fuori dagli schemi sei stata tu. Il tuo percorso è stato fatto con la testa rivolta all'indietro. Ma io non sono nato ieri, e riconosco il platonismo e il moralismo da lontano. Tu sei rimasta ferma al V secolo aC. Io invece sono nato domani. Certo che non puoi capire cosa voglio. Quello che mi chiedo ancora è che cosa ci fai su Chatta: la dispensatrice di buoni consigli sul vivere bene? Delle idee di bene sono lastricate le vie per l'inferno. Perchè ti ho cercata? Ho preso una cantonata. Accade a tutti, per fortuna. Nobody's perfect.
A mai più risentirci

J. Mi fai proprio pena!! Consolati srivendo un libro ....E scommetto pure che sei un "falso". Tu non cerchi nessuna donna,anzi..potresti perfino essere un saccente universitario a cui piace crogiolarsi nel suo nercisismo
Cosa ci faccio io qui??? Passo il tempo a rispondere a quelli come te che mettono in dubbio l'altrui credo. Ma questo non ti riguarda.

"Te gustas las palabras"?.....Adios!! (abbasso il latino..viva lo spagnolo )

D. Adesso le cantonate le stai prendendo tu. Così mi piace. Ti sei talmente alterata da scrivere nercisismo e lasciare a mezzo le frasi. Sei pronta per un incontro con l'uom da multiforme ingegno. Quando ci incontriamo?

J. manda un Kiss.

D. Vedi, mi hai pure mandato un bacio, che ricambio. Ma cos'è un bacio? E' un piccolo morso!!!

J. Un bacio puoi interpretarlo come ti pare.Ad esempio,il mio, puoi interpretarlo come un "SOGNAMI"......ahahahahah, nel senso che ti prendo per i fondelli
Ciao dottore allupato, e....chiedimi perchè sono felice

D. Questo mi piace, riuscire a tirar fuori la rabbia e la scurrilità dalle finte santarelline.
Perchè sei felice?
Qui manca un messaggio che ho cancellato in un impulso di disgusto ove mi si accusava di non avere tutte le rotelle a posto, di “normalità”, e di scrivere per prendere in giro le donne.

J. Sai.....ho fatto una scommessa stamane.Quanti anni hai??????
Venticinque bastano? ..mmmm, forse meno
Troppe contraddizioni per un 57 enne mio caro......
lA TUA CULTURA è "FASULLA, SA SOLO DI LIBRI E NON DI ESPERIENZA DI VITA.
Ti diverte prendere in giro le donne?? Sei un ragazzetto patetico...

D. Ha parlato la conduttrice dai poteri telepatici del telefono amico di chatta. Vi consiglio di bannarla per sempre.
Ho 57 anni e andrò in pensione all'età in cui è morto mio padre, 68. Ciò mi da il diritto di togliermi qualche sassolino dalle scarpe. Ragazzina tu, che ti impaperi se vieni contraddetta nella tua filosofia ...di morte, occidentale o orientale che sia, impara a rispettare chi ha i capelli bianchi e ne ha viste di tutti i colori negli ospedali. Sai chi erano i sofisti? Leggili, non i commenti sui libri, leggi come impostavano l'oralità sul principio di contraddizione della parola, che è vita. Io vado fiero di essere un anomalo (la psicanalisti ha introdotto "la peste") come vado fiero della mia cultura classica. E non sono un professore, ma uno che ha ancora le ferite sanguinanti per l'arroganza di quelli che credono di sapere e fanno i saccenti. Ti consiglio di toglierti da quella posizione sotto l'albero in fotografia: se resti ferma lì ti potrebbe cadere un frutto marcio o la deiezione di un uccello sulla testa. O pensi di essere nel giardino dell'Eden dove un Demiurgo ti suggerisce le regole del vivere felici?
d9f7e19a-e9f4-4f91-a274-35297e10e5ed
Considerato che a seguito di un dibattito via messaggi sono stato bloccato da una utente desidero renderne pubblici i contenuti per continuarlo eventualmente con altri interessati all'argomento. Così, sic et simpliciter, mi va di gettare un sasso nello stagno. Siamo tutti adulti e io non mi...
Post
13/07/2012 15:07:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. 1.000GRAZIE 16 luglio 2012 ore 13:54
    ti sei scaldato un po troppo !
  2. pesciolino55 16 luglio 2012 ore 13:59
    Lei si è scaldata prima. Codona di paglia. E non si offende così un uomo che vive una situazione difficile. Non dare una calcio a chi sta c.., Potrebbe girarsi e tirati addosso la m...
  3. mynikforever 16 luglio 2012 ore 17:32
    bellissimo carteggio.....
    peccato che ho tantissimi tabù,ti avrei incontrato volentieri,se non altro per chiacchierare amabilmente di differenze tra amore sesso,tradimento,affetto,diventare parenti dopo anni di matrimonio..insomma,caro pesciolino,ne avremmo avuta di carne da mettere al fuoco..peccato che invece,tu cerchi altro!!
  4. pesciolino55 19 luglio 2012 ore 10:42
    Eutanasia

    “In buona sostanza… Molte cose non funzionano nei rapporti tra ospedale e strutture territoriali: l'ospedale non segnala in tempo utile le dimissioni dei pazienti e li dimette in condizioni di instabilità clinica.
    In buona sostanza”.
    Così andava ripetendo come intercalare di ogni frase la dottoressa responsabile della Casa di Riposo per anziani al collega medico ospedaliero durante una riunione di lavoro.
    A costui la sostanza “buona” pareva assumere un paradossale costante riferimento alla morte, di rappresentazione di un sistema in cui la malattia porta con sé la morte, finalizzata da una serie di protocolli confezionati affinché anch’essa risultasse “buona”.
    Così il paziente doveva essere dimesso dall’Ospedale per acuti quando “stabilizzato”, fornito del primo ciclo di terapia e di eventuali altre prescrizioni per far star “calmi e buoni” gli anziani, i loro familiari e gli operatori dell’istituzione.
    La dottoressa andava così affermando il suo sapere sulla morte
    Al ritorno a casa la sorprese l’improvviso decesso del marito in appare.
    Il poeta diceva: “Muore giovane chi agli dèi è caro”.
    Il medico di guardia cercò le macchie ipostatiche per determinare l’ora approssimativa del decesso.
    E concluse: “È morto probabilmente per arresto cardiaco”.
  5. pesciolino55 19 luglio 2012 ore 10:46
    Per favore

    Voce della ragion pura
    quante volte mi hai scagliato il tuo dardo?
    Ero di nuovo in viaggio e ti avevo a fianco,
    tu che doni metà desiderio e metà stupore
    e questo ti rende misteriosa come una medusa.
    Ora tu mi dici: “leggerti mi dà dolore.
    Ti esorto… per sempre… per favore…”
    A cosa attribuire l’equivoco nella richiesta “Per favore”?
    Forse al bizzarro malinteso che ne è incluso.
    Dal malinteso e dal silenzio nasce la comunicazione,
    legame indissolubile per l’eternità.
    Fummo legati a un battito d’ala e ora fuggi,
    eppure siamo complici dell’infinito
    dove l’orizzonte è vicino all’orizzonte.
    È una porta come un libro.
    Aperta, chiusa.
    Passi e leggi.
    Passi.
    Rimane, pur non eguale.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.