Ed ora?

19 maggio 2011 ore 09:13 segnala
Sono stato seguace e assiduo nella ricerca e la concessione dell’ intrigo, della complicità, dell’ erotismo e di tutto quello che l’ essere, fin dalla notte dei tempi, ha nella sua sostanza ma che per scelte, cultura, contesti, spesso non realizza o materializza, nella sua forma quotidiana. Senza eccessi, con regole precise, senza turbare gli equilibri, e soprattutto, nel “contesto gioco” del cacciatore e della preda entrambi di professione. Cercare di concedermi ciò che non potevo, è stato un qualcosa che non ho inventato di volta in volta, ma un preciso impegno, niente fai da te, prendi e fuggi, mi sono “ acculturato “ ho assorbito i pensieri di grandi come Marquez, Alberoni, Bevilacqua, Perrel, posso dire di aver giocato con lealtà, perdere o vincere non era il fine, il viaggio non aveva mai una meta, il piacere del viaggio stesso era il tragitto. Il punto di forza, la differenza, è stato il sapersi allontanare da dove gli altri erano destinati a risiedere. Non sono mai stato un personaggio concepito dalla fantasia libera di un “ autore”, ma un autore, sempre.
66be2240-f317-4dca-babc-8f50c2723c95
Sono stato seguace e assiduo nella ricerca e la concessione dell’ intrigo, della complicità, dell’ erotismo e di tutto quello che l’ essere, fin dalla notte dei tempi, ha nella sua sostanza ma che...
Post
19/05/2011 09:13:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.