La panchina del parco

16 dicembre 2012 ore 05:56 segnala


E’ triste e solitaria
la panchina
lungo il viale del parco.
La folta chioma
di un pino
le regala l’ombra
sotto l’arco
di un tronco nero
piegato da anni ed anni
di vento notturno.
Sotto la pioggia, sotto la neve
la panchina
attende paziente
che qualcuno
si fermi per riposarsi.
Nella sua tristezza
sorride
ai giochi spensierati
dei bimbi
sperando che due innamorati
la scelgano
per baciarsi, per amarsi.
c75da944-f9bb-4899-a6bb-f6780ccd2a57
« immagine » E’ triste e solitaria la panchina lungo il viale del parco. La folta chioma di un pino le regala l’ombra sotto l’arco di un tronco nero piegato da anni ed anni di vento notturno. Sotto la pioggia, sotto la neve la panchina attende paziente che qualcuno si fermi per riposar...
Post
16/12/2012 05:56:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

21 DICEMBRE 2012 “LA PROFEZIA MAYA”

14 dicembre 2012 ore 17:04 segnala


E’ preoccupantemente vicina la data che secondo il calendario Maya stabilisce la fine del mondo, prevista il 21 dicembre 2012.
La specie umana sta davvero andando incontro all’estinzione oppure si tratta solamente di una profezia ripresa da menti esperte che ne hanno fatto, nel corso dei secoli, ora una leggenda ora un fenomeno mediatico?
Esperti ed accademici astrofisici, geologi di primo piano rassicurano gli animi più
ansiosi, che la fine del mondo non è certo alle porte, ma non per questo bisogna
astenersi dal fare il possibile per preservare quel poco di buono che la vecchgia,
cara terra sulla quale viviamo ancora conserva. L’antica profezia Maya è balzata sulla bocca di tutti, assumendo poi le vesti di vero e proprio tormentone, intorno alla fine degli anni 70 del secolo scorso: si tratta infatti di una moda new age, scaturita dopo l’uscita del libro del pittore latino americano Josè Argulles dal titolo Il fattore Maya-La vita al di là della tecnologia.
Un libro che catturò subito l’attenzione, visto l’argomento che ha sempre attratto
schiere di interessati. Basti pensare ai milioni di “seguaci” che hanno avuto nei secoli le terribili profezie di Nostradamus per la fine del secolo scorso, dieci anni fa…, eppure siamo ancora qui.
E quindi, la fine dell’età dell’oro, l’allineamento dei pianeti con conseguenti catastrofi, come terremoti, tsunami e quant’altro?
Niente di tutto questo, non ci sono ad oggi elementi concreti per affermare che i Maya potessero avere già ai tempi una lungimiranza tale da prevedere tutto ciò.
Loro vivevano in alcune aree del Centro America, particolarmente flagellate da eruzioni vulcaniche e catastrofi naturali, le vedevano quasi come punizioni divine e pertanto le temevano studiandole e cercando di adottare dovute prevenzioni.
E avevano evidentemente un modo diverso dal nostro di vedere il mondo.
L’antica popolazione aveva concezione ciclica del tempo, tutto aveva un inizio, una fine ed una rinascita, ed è proprio infatti che in questo lasso di tempo molti hanno visto, nella fatidica data, non il segno di una catastrofe ma bensì una rinascita.
E’ giusto rivolgere l’attenzione verso i problemi reali che il nostro pianeta sta subendo per non sottovalutare la condizione in cui versa.
Bisogna cercare di assumere un atteggiamento dinamico, visto che è proprio la “dinamicità” una delle caratteristiche principali della terra. E bisogna anche riflettere sul fatto che le catastrofi naturali sono sempre accadute e sempre accadranno. Piuttosto: perché non impegnarsi per prevenirle?
Per quelle in cui ci imbattiamo senza che si possano prevedere, non c’è profezia che tenga anche se sono in tanti a specularci su: Ogni anno ce n’è sempre una diversa che allude o in dica chiaramente un evento considerato distruttivo. Si tratta di argomenti ben pesati da menti esperte, degli bravi costruttori di fenomeni mediatici.
E visto che il tema ruota attorno a quel che circonda il nostro vecchio, caro pianeta, ovvero alla volta celeste e astri, a confortare tutti sono proprio gli astrofici che smentiscono la teoria che riconduce all’allineamento dei pianeti alla fine del mondo. Ma una cosa potrebbe accadere: l’attività solare infatti potrebbe provocare dei disturbi alle telecomunicazioni.
Insomma, magari non arriverà qualche sms o qualche mail ma avremmo salva la pelle.
Vi pare poco?


Democrazia o dittatura parlamentare !

01 dicembre 2012 ore 18:35 segnala


Direi a dir poco sconvolgente l'arresto di Sallusti. Qui non si tratta più di essere di sinistra o di destra.
Qui si tratta di democrazia o di dittatura parlamentare ! Io credo ovviamente di trovarmi in una dittatura parlamentare e fiscale e non in una democrazia ! Dai sequestri di Equitalia all'arresto di Sallusti tutto lascia presagire la nostra condizione non di cittadini ma di sudditi o di classe dominata e oppressa.
Dominata e oppressa dal fisco e dalle ingiustizie sociali. Dominata e oppressa dai poteri forti sul cittadino e sula Sua sovranità costituzionale. Dominata e oppressa perche cittadini prima e giornalisti poi il reato di opinione diviene in questo caso lo stendardo e la punta dell'Iceberg fuori controllo di una situazione latente di dittatura nel Paese !
La cosa ancora più sconvolgente è che la categoria dei giornalisti tace ! Un silenzio che è assordante e sinonimo di indifferenza e di sottomissione al potere parlamentare costituito !
f453ba2e-8f6d-43b8-ae49-8c0205c9e2e8
« immagine » Direi a dir poco sconvolgente l'arresto di Sallusti. Qui non si tratta più di essere di sinistra o di destra. Qui si tratta di democrazia o di dittatura parlamentare ! Io credo ovviamente di trovarmi in una dittatura parlamentare e fiscale e non in una democrazia ! Dai sequestri di ...
Post
01/12/2012 18:35:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

NUOVO GRATTA E VINCI

27 novembre 2012 ore 16:28 segnala
TI PIACE VINCERE FACILE?
CON IL NUOVO GRATTA E VINCI HANNO SBANCATO
CON SOLI 2 EURO X 4.000.000 DI POLLI!!!
CHE FORTUNA GRAZIE AI POLLI!!!




Grazie ad un popolo di polli non solo si mangiano i finanziamenti che lo stato da ai partiti pure i soldi delle primarie, ma la gente va ancora a votare per le primarie ma quando lo capiranno?

6877560b-1617-4550-b31d-ff475574960b
TI PIACE VINCERE FACILE? CON IL NUOVO GRATTA E VINCI HANNO SBANCATO CON SOLI 2 EURO X 4.000.000 DI POLLI!!! CHE FORTUNA GRAZIE AI POLLI!!! « immagine » Grazie ad un popolo di polli non solo si mangiano i finanziamenti che lo stato da ai partiti pure i soldi delle primarie, ma la gente va...
Post
27/11/2012 16:28:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    5

L'UE esprime preoccupazione per i nostri due Marò in India

20 novembre 2012 ore 18:11 segnala


L'Europa, al Consiglio superiore dell'ONU ha parlato per la prima volta in quasi un anno dei due fucilieri di marina, trattenuti in Kerala da 9 mesi.
Tutti sembrano sconcertati dalla vicenda ma nessuno, né in Italia né all'estero, sembra lavorare attivamente per la loro liberazione
L'Unione europea ha ribadito la sua solidarietà verso l'Italia per il caso dei due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, trattenuti dal febbraio scorso in India e accusati dell'omicidio di due pescatori indiani. Per la prima volta al Consiglio di sicurezza dell'Onu il rappresentante della Ue - intervenuto nel dibattito sulla pirateria dedicato al mantenimento della pace e della sicurezza - ha parlato del caso dei due militari italiani, pur senza mai citare il nostro Paese e l'India: ''Restiamo profondamente preoccupati - ha affermato nel corso della sua dichiarazione davanti ai Quindici - da uno specifico caso di inosservanza dei principi di base della legge internazionale, riguardante lo status del personale militare in servizio attivo in una missione ufficiale di antipirateria, e la giurisdizione dello Stato di bandiera in acque internazionali''. Se veramente sono così preoccupati dovrebbero intervenire attivamente, chiedendo l'immediata liberazione dei due fucilieri di marina, bloccati nello stato indiano da quasi un anno.
695eb626-d0fd-4cb3-8e5e-1060696f600e
« immagine » L'Europa, al Consiglio superiore dell'ONU ha parlato per la prima volta in quasi un anno dei due fucilieri di marina, trattenuti in Kerala da 9 mesi. Tutti sembrano sconcertati dalla vicenda ma nessuno, né in Italia né all'estero, sembra lavorare attivamente per la loro liberazione ...
Post
20/11/2012 18:11:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1

E' morta la democrazia

16 novembre 2012 ore 19:35 segnala


Al popolo italiano hanno lasciato solo gli occhi per piangere. I diritti sociali sono annullati, e quelli costituzionali soppiantati col governo tecnico. La sovranità e' un'aspirazione. Un anno con Mario Monti e' stato terribile: e' morta la democrazia e per questo decine di milioni di uomini e donne che hanno paura del domani e avvertono il vuoto attorno. Maledici il mondo, in casi così. E in effetti e' globale il terrorismo economico che ha distrutto le capacità decisionali degli Stati. Oggi siamo governati da poteri irresponsabili, ci comandano centrali finanziarie che decidono decimando ogni forma democratica. Ad opporsi dovrebbero essere i popoli; ma sono annichiliti nella protesta e rischiano di diventare strumento di violenze come quelle che si sono registrate in questi giorni. Poliziotti contro studenti, poveri contro poveri; a far da mazzieri i Black block e da cospiratore quel gruppo Bilderberg al quale Monti non si vergogna di presenziare. La protesta sociale ormai divampa. I governi, a partire da quello italiano, infliggono mazzate che tolgono il respiro a chiunque tenta di sopravvivere; non c'e' spazio per sperare nel futuro finché non arriva una classe dirigente capace di dire basta agli impostori che ci impongono il loro credo, il dogma della loro finanza indistruttibile.

Buttatelo giù questo maledetto governo!
cebc3610-c212-4eb1-82ab-f0d0225cee5e
« immagine » Al popolo italiano hanno lasciato solo gli occhi per piangere. I diritti sociali sono annullati, e quelli costituzionali soppiantati col governo tecnico. La sovranità e' un'aspirazione. Un anno con Mario Monti e' stato terribile: e' morta la democrazia e per questo decine di milioni ...
Post
16/11/2012 19:35:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1

San Martino 'la festa dei cornuti'

11 novembre 2012 ore 07:15 segnala


La tradizione orale, che ormai va scomparendo, richiama spesso “proverbi e detti” (che hanno una consuetudine quasi universale), ricorda fatti, personaggi e leggende, che sono l’espressione di una cultura popolare, che si tramanda con difficoltà ma senza essere cancellata o rimossa dalla memoria. In questo giorno di novembre, in cui si festeggia San Martino, è rimasta, “l’usanza di assaggiare per la prima volta il vino novello, che può ubriacare, fare cioè scherzi del diavolo, perché fresco, frizzante e quindi ingannatore. ”Il mosto, già fermentato, ha perso ormai il fondo dolciastro dell’uva, assumendo sentore di vino, ma perché lo diventi veramente, anche nella sostanza, bisogna attendere i mesi di marzo o di aprile. Il proverbio si rifà direttamente al costume del popolino romano, che festeggia l’11 novembre con pranzi e libagioni, come accadeva per il martedì grasso, in quanto successivamente cominciava il periodo liturgico dell’Avvento che prevedeva penitenze, cioè stili di vita contenuti e morigerati. A San Martino ci si faceva anche alle beffe dei cornuti. Questa tradizione deriva dalla leggenda, presente nella mitologia latino - romana più arcaica, degli amori adulterini di Marte (di cui Martino è il diminutivo) Dio della guerra, e Venere, Dea dell’amore, che sorpresi da Vulcano, Dio del fuoco e marito della Dea della bellezza, furono da lui stesso rinchiusi in una rete di ferro per mostrarli agli Dei e averli quindi testimoni del torto subito. Ma gli Dei dell’Olimpo lo sbeffeggiarono e lo derisero, così la delusione di Vulcano fu ancora più atroce; forse proprio in quella vicenda va collocata l’origine di “un detto” che dura da secoli: “cornuto e mazziato”.
3dbf3911-88f8-40d3-bb03-70a006b4f691
« immagine » La tradizione orale, che ormai va scomparendo, richiama spesso “proverbi e detti” (che hanno una consuetudine quasi universale), ricorda fatti, personaggi e leggende, che sono l’espressione di una cultura popolare, che si tramanda con difficoltà ma senza essere cancellata o rimossa d...
Post
11/11/2012 07:15:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

RULTATO DELLE ELEZIONI SICILIANE !!!

03 novembre 2012 ore 07:32 segnala


Sono trascorsi un po’ di giorni dalle elezioni per il Parlamento Siciliano e tutti, politici e non, hanno detto la loro. Hanno fatto la loro analisi politica. Qualcuno ha gioito: “oh abbiamo vinto in Sicilia, cose da pazzi”, qualcun altro crede di avere trionfato: “ora c’è una nuova forza, che fa sul serio”. I perdenti non pensano alla catastrofe cadutagli in testa ma, semplicemente pensano di non aver vinto “….perché quando i moderati si presentano divisi, non si vince….”. solo qualcuno, non politico, ha detto che il vero vincitore delle elezioni siciliane è stata l’antipolitica. Questo lo dimostra il quasi 53% di elettori che non sono andati a votare. 53%, ci rendiamo conto che è una percentuale enorme? Vogliamo capire che ormai la misura è colma? Ma, aggiungo che al 53% dei non votanti bisogna anche sommare molti dei voti ottenuti da chi gongola nel dire che “ora c’è una nuova forza, che fa sul serio”, ovvero il Movimento 5 Stelle. La massa di quel 14,7% si voti che ha ottenuto la compagine di Grillo, sono voti di protesta. Mi auguro che il Movimento 5 Stelle non pensi veramente di essere un movimento solido o peggio ancora una forza di governo. Senza nulla togliere alla qualità dei loro rappresentati, questi sono solo voti di protesta, in un momento in cui la politica, ma soprattutto i partiti sono nel loro “punto morto inferiore”. Oggi chiunque, si mette a blaterare contro i partiti, i politici, il governo ecc. troverà seguito. Se poi ha anche i mezzi finanziari di Grillo, il gioco è fatto. Quindi, a quel quasi 53% di non votanti si deve sommare almeno un 10% del Movimento 5 Stelle che ha votato solo per protesta, pertanto abbiamo un totale di quasi 63% di elettori, disgustati dalla politica e dei politici. Di questa politica e di questi politici. Il popolo non ne può più di vedere le solite facce e sentire i soliti ritornelli. L’On. Santanchè, Matteo Renzi, giusto per citarne due di opposti schieramenti, hanno ragione quando affermano che è giunta l’ora di andare tutti a casa. Le prossime elezioni politiche li vincerà il partito che avrà fatto tabula rasa dei propri parlamentari, candidando personalità di rilievo con facce nuove e nomi puliti. Chi sarà quel leader politico che avrà il coraggio di mandare tutti a casa? Ma ritorniamo alle elezioni siciliane. Il nuovo presidente della Regione siciliana si ritrova a governare una regione senza alcuna maggioranza. “troverò la maggioranza di volta in volta, per ogni singolo provvedimento” ed il primo provvedimento che porterà in assemblea, sarà la riduzione dello stipendio dei consiglieri. Questo ha dichiarato durante la trasmissione di Michele Santoro. Ma alla domanda precisa di quest’ultimo: cosa farà nel caso che non trovasse la maggioranza, il neo presidente è stato piuttosto vago, ha cercato di glissare nella risposta. Ma la Sicilia è la terra del Gattopardo “cambiare tutto per non cambiare nulla”. Prima governava Lombardo MPA sostenuto dal PD e dall’ UDC, adesso governerà (?) Crocetta PD sostenuto dal PDS-MPA e dal solito UDC.
Viva il cambiamento!
7a2e2a99-a4de-455d-9f8e-480ba049debb
« immagine » Sono trascorsi un po’ di giorni dalle elezioni per il Parlamento Siciliano e tutti, politici e non, hanno detto la loro. Hanno fatto la loro analisi politica. Qualcuno ha gioito: “oh abbiamo vinto in Sicilia, cose da pazzi”, qualcun altro crede di avere trionfato: “ora c’è una nuova ...
Post
03/11/2012 07:32:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Addio a PINO RAUTI

02 novembre 2012 ore 21:14 segnala


E' morto un grande protagonista della vita politica italiana,
un grande leader della Destra ,ex segretario dell'MSI,
un uomo dal carisma che scuoteva le coscienze, Pino Rauti .
Nella sua storia di uomo della Destra, ha rappresentato
una parte importante,un parlamentare rigoroso, un intellettuale
di profonda cultura.
Con la sua morte ognuno di noi ci rimettiamo qualcosa,
anzitutto la cultura.
Tutta la Destra Italiana si inchina con commozione ad un uomo che
ci ha insegnato a discutere e a sognare.
Addio Pino, nostro simbolo.

ecac44a5-052a-4d51-bc6e-9d88bec0f42d
« immagine » E' morto un grande protagonista della vita politica italiana, un grande leader della Destra ,ex segretario dell'MSI, un uomo dal carisma che scuoteva le coscienze, Pino Rauti . Nella sua storia di uomo della Destra, ha rappresentato una parte importante,un parlamentare rigoroso, ...
Post
02/11/2012 21:14:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Elezioni 2012 “Ci siamo rotti di votare chi ruba”

19 ottobre 2012 ore 17:51 segnala


Adesso il popolino si sveglia e si incazza contro
il politico che ruba e intrallazza
tant’è che va a votare convinto di doverlo eliminare,
ma ha fatto i conti senza l’oste perché,
per eliminarlo ci vogliono le bastonate.

3a37b243-f37e-414a-85ca-e8fc58fa6820
« immagine » Adesso il popolino si sveglia e si incazza contro il politico che ruba e intrallazza tant’è che va a votare convinto di doverlo eliminare, ma ha fatto i conti senza l’oste perché, per eliminarlo ci vogliono le bastonate.
Post
19/10/2012 17:51:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2