Non lo vogliono capire

04 giugno 2012 ore 21:21 segnala


.....Non lo vogliono capire. Fingono. Mentono. Scappano.
Gli euromalati non si capacitano che l’Italia non sopporta più i loro deliri, gli inchini permanenti ad un fallimento chiamato Europa. Abbiamo marciato da giovani per l’Europa nazione, da grandi pretendono di farci marcire con l’Europa imbalsamata da una moneta che odiamo......
Bruttissimi saranno i prossimi anni, se quelli che stanno in Parlamento oseranno ratificare il fiscal compact senza chiedere il permesso ai popoli. Il fiscal compact e’ il patto fiscale sottoscritto dai governanti europei – a partire dal compiacente herr Mario Monti – che strangolerà le nazioni in difficoltà con leggi finanziarie approvate senza fiatare dai parlamenti, su ordine della Banca centrale europea. La Grecia di oggi sara’ un paradiso per l’Italia di domani se questi signori non si placano.
Un giovane su tre e’ disoccupato; al sud una giovane donna su due non ha lavoro e questi sciagurati pensano solo al debito fregandosene della crescita.
318b768c-9f78-4442-b69c-124c7184e4b0
« immagine » .....Non lo vogliono capire. Fingono. Mentono. Scappano. Gli euromalati non si capacitano che l’Italia non sopporta più i loro deliri, gli inchini permanenti ad un fallimento chiamato Europa. Abbiamo marciato da giovani per l’Europa nazione, da grandi pretendono di farci marcire con ...
Post
04/06/2012 21:21:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3

La più amara delle sconfitte: la resa.

03 giugno 2012 ore 18:35 segnala


Ho imparato che la vita ci toglie
quel che di buono abbiamo e non apprezziamo,
salvo poi rimpiangerlo
fino alla fine del nostro cammino...
36541d7a-90f4-474b-a6c2-38806f0e8ddb
« immagine » Ho imparato che la vita ci toglie quel che di buono abbiamo e non apprezziamo, salvo poi rimpiangerlo fino alla fine del nostro cammino...
Post
03/06/2012 18:35:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

? ? ? !!!

25 maggio 2012 ore 19:14 segnala


Troverò pace alla fine di ogni strada percorsa...

o sarà una continua fuga?
5b1760bf-ad58-49c1-95f5-8fca86354b23
« video » Troverò pace alla fine di ogni strada percorsa... o sarà una continua fuga?
Post
25/05/2012 19:14:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    6

NESSUNA PIETA' PER CHI AMMAZZA I NOSTRI FIGLI

19 maggio 2012 ore 21:24 segnala


La mafia spara e ammazza, lo Stato latita,
il Parlamento si balocca con le tasse sui cani.
E' ora di capire che abbiamo bisogno di una mano ferma
alla guida del Paese e non di tecnici contabili.
Lo sdegno non basta piú, i criminali vanno contrastati con
fermezza da una classe dirigente legittimata dal popolo.
d4e60a3b-5ab3-422b-91a6-d6fd67c99bb5
« immagine » La mafia spara e ammazza, lo Stato latita, il Parlamento si balocca con le tasse sui cani. E' ora di capire che abbiamo bisogno di una mano ferma alla guida del Paese e non di tecnici contabili. Lo sdegno non basta piú, i criminali vanno contrastati con fermezza da una classe di...
Post
19/05/2012 21:24:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    2

QUANDO IL KILLER ESEGUE GLI ORDINI DELLO STATO

18 maggio 2012 ore 19:56 segnala


Giornali e tv raccontano da mesi un’Italia sofferente, fabbriche che chiudono, personale licenziato. Imprenditori e dipendenti, gente comune che condivide la stessa sorte infame: non avere i soldi per mangiare, per arrivare a fine mese, per pagare i propri debiti.
Da qualche mese abbiamo scoperto quel mostro giuridico e sanzionatorio che è Equitalia.
Un esattore di Stato, che sceglie i cittadini come vittime. Indistintamente. E le conseguenze sono spesso tragiche, come la sfilza di suicidi che si è abbattuta in Italia per l’azione congiunta e depressiva della crisi e di chi impone una disciplina del credito che segue logiche disumane e irragionevoli.
Ma non tutti sanno qual è il meccanismo adottato da Equitalia (che è una Spa totalmente a capitale pubblico…) per la riscossione dei crediti di Governo, Enti locali, e casse di previdenza.
Un meccanismo che aggiunge alla somma iniziale, sanzioni, more, spese. Una cifra che cresce di giorno in giorno, che può essere recuperata attraverso ipoteche, pignoramenti, fermi amministrativi.
Soprattutto, attraverso il blocco degli stipendi o dei conti corrente: così il destinatario del pignoramento si trova con le mani legate, non può pagare i debiti né ha a disposizione i soldi per mangiare.
Significa strozzare i cittadini, accanirsi contro di loro. Per di più, beffa tra le beffe, nel pignoramento le abitazioni subiscono una svalutazione, e il ricavato della vendita il più delle volte non basta a coprire il debito. Così ci si trova senza casa e senza aver estinto quanto richiesto. E con una segnalazione come cattivo pagatore alla Centrale rischi della Banca d’Italia: significa che nessuna banca ti erogherà mai più un prestito.
E’ una condanna a morte. Lo Stato ne è il mandante, e le vittime proprio quel cittadino che dovrebbe invece tutelare.
Ecco perché la sfilza di suicidi che registriamo è da mettere sul conto di chi governa, che non prevede nessuna tutela per gli italiani contro questo meccanismo che spinge a gesti estremi. Qui non si vuole garantire chi non paga le tasse, ma bisogna adottare delle norme certe e migliorative del sistema di riscossione, che non deve essere vessatorio, ma deve agevolare chi le tasse non le può pagare (non quello che non vuole pagarle) consentendo per diritto la rateizzazione del debito, tutt’oggi discrezionale; aumentare i controlli sugli effettivi crediti vantati, che spesso si rivelano invece errori da parte di chi deve riscuotere; inserire l’esclusione della prima casa dai beni passibili di ipoteca ed espropriazione; azzerare gli interessi di mora; compensare i debiti del contribuente con i crediti vantati verso l’amministrazione; la cancellazione alla centrale rischi.
Sono solo alcune delle proposte concrete che si possono presentare nei Comuni, nelle Regioni, nelle Province, per scardinare un meccanismo che porta alla depressione un intero Paese, disincentivando al contempo il ricorso all’usura.
Il prestito illegale dei soldi, alla luce delle note difficoltà italiane di accesso al credito, diventa il più delle volte l’unica via d’uscita del cittadino. Inconsapevole, però, di finire in un baratro ancor peggiore. Un buco nero che deve essere contrastato proprio puntando sulla prevenzione del ricorso all’usura, prevedendo fondi e agevolazioni non solo per chi è vittima, ma per chi vittima non vuole diventarlo.
In tutto questo contesto bisogna dire no a chi strangola gli italiani. No all’usura bancaria, no alle tasse, “sovranità al popolo” serve a risvegliare le coscienze di chi è capace solo di pensare allo spread e alla Bce, ma non si accorge dell’esasperazione degli italiani.
Io non cerco certo un plauso da parte di chi ci governa; mi aspetto però la giusta attenzione verso quei cittadini spremuti dalle tasse e ai quali si chiede di sborsare soldi in continuazione. Chissà se Equitalia riscuote anche i debiti di chi ha ridotto l’Italia in questo stato. La pazienza ormai si sta esaurendo.

Addio Donna Summer

18 maggio 2012 ore 10:44 segnala


Un'altra grande artista della disco music degli anni 70
ci ha lasciato all'età di 63 anni,
Donna Summer.
La cantante, è morta dopo aver combattuto contro un tumore
per diversi anni, uscendone, purtroppo sconfitta!
Donna stava lavorando da tempo ad un nuovo album, che purtroppo
a causa della malattia non è mai riuscita a portare al termine.


85bc5f8f-2661-4951-9c46-ad537aef55a2
« immagine » Un'altra grande artista della disco music degli anni 70 ci ha lasciato all'età di 63 anni, Donna Summer. La cantante, è morta dopo aver combattuto contro un tumore per diversi anni, uscendone, purtroppo sconfitta! Donna stava lavorando da tempo ad un nuovo album, che purtroppo a ...
Post
18/05/2012 10:44:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3

La mia tristezza

17 maggio 2012 ore 20:50 segnala


La mente umana quanto dolore può sopportare,
domande che non hanno risposta.
Il mio passato è come un foglio di carta strappato,
ascolto la voce di tutti ma nessuno ascolta la mia.
Mi chiedo se si vive per soffrire allora perchè nascere.
b6b2bc95-cc2c-4367-ba32-5c96642b7f37
« immagine » La mente umana quanto dolore può sopportare, domande che non hanno risposta. Il mio passato è come un foglio di carta strappato, ascolto la voce di tutti ma nessuno ascolta la mia. Mi chiedo se si vive per soffrire allora perchè nascere.
Post
17/05/2012 20:50:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Il bollettino di guerra dei suicidi non si arresta

11 maggio 2012 ore 21:46 segnala


Il bollettino di guerra dei suicidi a causa della crisi non si arresta Giovanni Vancheri, un idraulico di 54 anni sposato e padre di una ragazza, si è ucciso dandosi fuoco nella sua auto a San Cataldo, un paese della provincia di Caltanissetta. Non riusciva più a trovare lavoro sarebbe questo il motivo che lo hanno spinto al suicidio. Negli ultimi tempi aveva ricevuto bollette e cartelle esattoriali che non sapeva come pagare.
93bf5cc2-d86a-42e6-aa93-0f256b5a91f3
« immagine » Il bollettino di guerra dei suicidi a causa della crisi non si arresta Giovanni Vancheri, un idraulico di 54 anni sposato e padre di una ragazza, si è ucciso dandosi fuoco nella sua auto a San Cataldo, un paese della provincia di Caltanissetta. Non riusciva più a trovare lavoro sareb...
Post
11/05/2012 21:46:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Quando ero bambino

10 maggio 2012 ore 19:49 segnala


Quando ero bambino credevo d'essere una microscopica parte della pioggia,
una parte insignificante e breve del mare, del vento.
Quando ero piccolo pensavo d'essere una piccola parte della notte.
E credevo alle fate, e a loro, parlavo e confidavo i miei piccoli segreti.
E a loro così sussurravo…
"Non dimenticatemi, io esisto,
e non solo nei vostri sogni...
e non abbandonatemi mai...
perché la speranza alla fine,
vi riporterà ancora da me."
E cosi sarà, per tutto il tempo che seguirà.
E in quell'eternità che per un giorno, uno solo, diventerà visibile,
io vivrò per sempre.

d434497f-1438-4006-a1d2-1f1af299ae5a
« immagine » Quando ero bambino credevo d'essere una microscopica parte della pioggia, una parte insignificante e breve del mare, del vento. Quando ero piccolo pensavo d'essere una piccola parte della notte. E credevo alle fate, e a loro, parlavo e confidavo i miei piccoli segreti. E a loro così ...
Post
10/05/2012 19:49:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1